lunedì 9 luglio 2018

Bekaert chiude fabbrica: 318 licenziamenti. Operai occupano la fabbrica della multinazionale belga

di Lapenna Daniele


La Bekaert Group, multinazionale belga, ha deciso, lo scorso 22 giugno, di chiudere i due stabilimenti in Italia. Entro 75 giorni lo stop delle produzioni. L' azienda ha già inviato le lettere di licenziamento



La multinazionale Bekaert, produttrice di rinforzi in acciaio per pneumatici, ha deciso di chiudere i siti di Figline e Incisa Valdarno (Firenze).

Acquistata nel 2014 da Pirelli, dopo cinque anni hanno deciso di fermare la produzione.
In base alle parole dei dirigenti dell' azienda, « negli ultimi anni la posizione del sito di Figline nel mercato di riferimento non è stato in grado di generare performance sostenibili dal punto di vista finanziario ». 
Ciò significa che, per la multinazionale, non conviene più tenere aperte le fabbriche.

Gli operai erano a conoscenza dei problemi finanziari e di mercato dell' azienda, però non si aspettavano un procedimento così drastico e improvviso. Questi hanno deciso così di occupare gli stabilimenti chiedendo il ritiro della procedura e l' intervento del governo.

RIGIRIAMO IL MESSAGGIO DELL' UFFICIO STAMPA DELLA CGIL TOSCANA
In occasione dell'assemblea con i lavoratori, a seguito dell'incontro svoltosi ieri al Ministero dello Sviluppo Economico, il Segretario Generale Fiom Cgil Daniele Calosi ha rilasciato la seguente dichiarazione: 
''Bekaert, un’azienda guidata da bugiardi. Il mondo non gira per la logica del profitto, ma grazie a persone oneste che si impegnano per svolgere al meglio il loro lavoro. Lo dimostreremo, lo stiamo già facendo e insieme alle istituzioni insisteremo per ottenere il ritiro della procedura di licenziamento. 
Boicottiamo i prodotti Bekaert! 
Colpiamo l’azienda al cuore del prodotto, che non é solo lo steel cord che va negli pneumatici ma anche ad esempio il filo che tiene il tappo degli spumanti italiani. 
É nostra intenzione: - A luglio organizzare una manifestazione di fronte alla sede belga di Bekaert. 
Ad agosto, quando lo stabilimento chiuderà per le 2 settimane di ferie, rendere l’ingresso della fabbrica il centro della città. Lo faremo vivere con eventi e manifestazioni. 
A settembre ci porteranno via con la forza pubblica perché noi rimarremmo insieme. Intendiamo lavorare il periodo di preavviso. Ringraziamo tutta la comunità del Valdarno e della provincia che ci é stata vicina. 
BETTER TOGETHER L’ABBIAMO DIMOSTRATO NOI!!!!''


FONTI E LINK UTILI
  • http://www.gonews.it/2018/07/06/bekaert-la-cgil-lazienda-guidata-bugiardi-boicottiamo-prodotti/
  • http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2018/06/22/news/bekaert-chiude-la-fabbrica-a-figline-318-posti-a-rischio-i-lavoratori-occupano-lo-stabilimento-1.16988974
  • http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2018/06/22/lavoro-bekaert-chiude-fabbrica-figline_9419b890-566c-4942-bdc5-03bfe866ba42.html
  • http://www.firenzetoday.it/cronaca/bekaert-figline-boicottaggio-eventi-protesta-lavoratori.html

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.