martedì 30 agosto 2016

Riforma Costituzionale: la modifica del Senato porterà veramente a risparmi sulla politica?

in foto,un raro esemplare di Nitto Palma che
fa un pisolino durante la votazione per il
DDL Boschi,
assieme ad altri senatori
di Lapenna Daniele

#referendumcostituzionale #referendum #nonmolliamo #matteorenzi #pd #riforme #referendum #ddlboschi  #m5s #movimento5stelle #beppegrillo #politica #vinciamonoi  #fi #leganord #fratelliditalia #forzaitalia #pdl #pci #partitocomunistaitaliano #comunisti #noiconsalvini #tirendiconto #redicontazioni #onesta




Dopo aver letto la Riforma Costituzionale,ho pensato di scrivere un post spiegando,punto per punto,le varie modifiche. Poi ci ho ripensato,sia perché sono psicopatico,sia perché verrebbe un post lungo,sia perché,nel caso avessi fatto un video dove lo esponevo a voce,sarei sempre incappato in utenti già decisi a votare "Sì" o a votare "No" sin dal 1452,i primi perché sono renziani,i secondi perché sono aizzati da certe persone che il votare "No" manderà a casa Renzi (che poi a casa c'è già,visto che,a quanto ne so,non dorme in Parlamento).
Poveri illusi! Li invidio perché non sanno che Renzi non andrà via manco con le cannonate.Quando ci si incolla alla poltrona,è difficile staccarsi da lì.

Così ho pensato di beccare i cavalli di battaglia di coloro che stanno convincendo gli elettori a scegliere con sicurezza uno dei due voti e capire se dicono la verità.
In questo articolo analizzerò il costo dell'attuale senato e quello del nuovo senato che si potrebbe avere con questa riforma,in modo da capire se c'è un reale risparmio.
Tra le motivazioni del "no" alla riforma,c'è quello che sostiene come un Parlamento avente la sola Camera come organo principale,potrebbe portare ad un governo autoritario. Così però non è visto che,come vedremo nei prossimi articoli,in realtà il bicameralismo non è stato superato.Il Senato potrà votare tante leggi e non sarà solo un organo di abbellimento.Dunque come può dire Renzi di aver abolito il bicameralismo?
E poi c'è l'abolizione definitiva delle Province. È un'atto utile o potrà penalizzare gli organi locali?

A quest'altro mio articolo trovate una spiegazione rapida in punti della Riforma Costituzionale.

IL TESTO DELLA RIFORMA
Prima però vi linko il testo Pdf della Riforma (che potete scaricare) in modo che possiate seguirmi nel discorso perché,come amo fare a differenza di tanti,citerò gli articoli e le pagine dove sono riportate certe frasi,in modo che possiate verificare che non sto scrivendo baggianate. Per questo amo gli articoli,proprio perché è possibile verificare con i link ciò che un blogger scrive.

Link alla Riforma
http://documenti.camera.it/leg17/dossier/pdf/ac0500p.pdf
L'articolo in cima è quello della Costituzione,mentre quello sotto è quello della Riforma Costituzionale. Ad esempio a pag.9 trovate
«Articolo 55 - Funzioni delle Camere - Art.1».
Significa: Art.1 della Riforma Costituzionale che modifica l'Art.55 della Costituzione dal titolo Funzioni delle Camere.
In verde il testo originale della Riforma.


Lo so che molti di voi già sanno cosa votare,ma se avete in mano anche le motivazioni,potrete convincere gli altri a scegliere meglio cosa votare. Spero che il mio articolo vi aiuterà.

VERO RISPARMIO DI DENARO?
Matteo Renzi sostiene che con questa riforma si risparmieranno tanti soldi nella politica,proprio perché il numero dei senatori,che attualmente è a quota 315 più 6 senatori a vita,diventerà,nel caso di vittoria del "Sì", di 100 più 5 individui nominati dal Presidente della Repubblica che non saranno più "senatori a vita" ma "senatori a 7 anni",visto che la loro carica scadrà dopo sette anni,e non potranno esser più rieletti.
Inoltre Renzi sottolinea come i "nuovi" senatori della Riforma non saranno altro che i consiglieri regionali e i sindaci già in carica nelle città e nelle Regioni,e che percepiranno solo lo stipendio che già prendono per il loro ruolo nella loro regione d'appartenenza.

L' Art.2 del decreto modifica l'articolo 57 della Costituzione (pagina 31) trasformando il Senato.
La maggior parte degli articoli del testo,infatti,non sono altro che la sostituzione,al testo originale della Costituzione,della parola "camere" con "camera",visto che Camera e Senato avranno ruoli un po' differenti.

A pagina 33 troviamo la composizione del nuovo Senato:
95 senatori sono eletti dai consigli regionali e dai consigli delle province autonome di Trento e di Bolzano; ciascun consiglio elegge un numero di senatori in proporzione alla popolazione della regione quale risulta dall’ultimo censimento generale della popolazione (quarto comma art. 57 Cost.); di questi 95:
– 74 senatori sono eletti tra i membri dei Consigli regionali;
– 21 senatori sono eletti tra i Sindaci dei comuni dei rispettivi territori, nella misura di uno per ciascun consiglio;


Fino a 5 senatori sono di nomina presidenziale, scelti tra coloro che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti in campo sociale, scientifico, artistico eletterario;
Tra i 5 senatori non elettivi vanno inclusi anche i senatori a vita già nominati e in carica alla data di entrata in vigore della legge costituzionale in commento, alla luce di quanto previsto dall’art. 40, comma 5, del disegno di legge
.

venerdì 12 agosto 2016

Allergia e tumori:l'efficacia dell'immunoterapia.L'ex presidente Carter e la sua guarigione dal tumore al cervello

#tumori #cancro #malattie #immunoterapia #immunoterapiaoncologica #allergie

Allergia e tumori sono due cose ben diverse,ma c'è un metodo usato e sperimentato che è valido per combattere entrambi i problemi: l'immunoterapia.
Questa agisce nel corpo inducendo,amplificando o sopprimendo una risposta immunitaria da parte dell'organismo.

CONTRO LE ALLERGIE
Uno studio statunitense ha testato questa terapia su dei bambini allergici alle arachidi,allergia molto diffusa negli Stati Uniti. Il trattamento immunoterapico sembra aver funzionato,con il solo effetto collaterale di dolori addominali in forma lieve e passaggera. Sono stati coinvolti 40 soggetti e tutti avevano un’età compresa fra i 9 mesi e i 3 anni. Al termine dello studio, quasi l’80 percento di loro ha potuto reintrodurre alimenti contenenti arachidi.

«Questo studio fornisce la prova critica a sostegno della sicurezza e dell’efficacia dell’immunoterapia orale nel trattamento di bambini affetti da allergia alle arachidi», ha dichiarato Marshall Plaut del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID).

CONTRO I TUMORI
L'immunoterapia funziona anche contro i tumori,anche quelli in stadio avanzato.Per spiegarlo in modo semplice,viene attivato il sistema immutario per aggredire,tramite gli anticorpi,il tumore dall'interno.
Dunque niente chemioterapia che attacca cellule buone e cellule maligne,ma una specie di "comando" che invita gli anticorpi a debellare le cellule cancerogene come fosse un virus.
All'UOC,Azienda Ospedaliera Universitaria Senese,c'è l'unico reparto di immunoterapia oncologica.L'anno scorso è iniziato il primo studio sul glioblastoma,il temibile tumore al cervello.Lo stesso di quello che colpì l'ex presidente degli Usa Jimmy Carter,a 90 anni.Avevano dato lui cinque mesi di vita,ma è guarito ed oggi,è ancora vivo.
Carter ha una storia di tumori in famiglia:suo padre, suo fratello e le due sorelle sono morti di cancro al pancreas. Alla madre era stato diagnosticato il cancro al seno e successivamente quello al pancreas.
Dall'ultima risonanza magnetica prima dell'immunoterapia,Carter ha visto sparire il suo tumore al cervello.
Ovviamente bisogna ricordare che per dichiararsi guariti dal tumore è necessario passi del tempo e che questo male non torni a fare visita.Di certo,questa terapia che non distrugge il corpo e può fermare il tumore anche in stadio avanzato,è una buona notizia per il futuro,ma già per il presente.


Fonti e altri link

lunedì 1 agosto 2016

Cosa accadrebbe se venisse abolita Equitalia? L'Enel può riscuotere il Canone Rai? E' solo colpa di Equitalia,o anche degli enti locali?

di Lapenna Daniele

#equitalia #agenziadelleentrate #silvioberlusconi #matteorenzi #pd #fi #fiscoetasse #fisco #stopequitalia #cartelleesattoriali #beppegrillo #movimento5stelle #m5s

Se volete spaventare qualcuno,o fare una rapina,o mettere in fuga una persona che vi sta disturbando, vi basta urlare «Sono di Equitalia,.. sto cercando il signor...» e vedrete la gente dileguarsi.
Questo agente della riscossione ormai incute terrore al solo nominarlo,ma è davvero tutta di Equitalia la colpa delle cartelle pazze? Ebbene,la risposta è no. Di seguito andremo a scoprire le origini di Equitalia,chi richiede le tasse evase (ma anche quelle già pagate),cosa accadrebbe se Equitalia fosse abolita come riporta una prosta del MoVimento 5 Stelle, se è legale che l'Enel possa riscuotere il Canone Rai.

LA NASCITA DI EQUITALIA
Fino al 1990 in Italia la riscossione era affidata a una pluralità di soggetti privati. Nello stesso ambito provinciale se ne potevano trovare diversi. Dal 1990, con l'entrata in vigore del D.P.R. 43/88 ( Decreto del Presidente della Repubblica n.43 del 28 Gennaio 1988 ), furono istituiti concessionari a livello provinciale ed infra provinciale che avrebbero dovuto unificarsi, al solo livello provinciale, entro il 1995.
Perché le tasse erano riscosse dai privati? Semplicemente perché un organismo pubblico non poteva (e non può) attivare delle pratiche di riscossione con i pignoramenti e gestire quindi ogni istanza per ogni cittadino.

La riforma della riscossione è avvenuta con l'entrata in vigore dell' art. 3 del D.L. 30 settembre 2005, n. 203 deliberato dal Governo Berlusconi III, convertito con modificazioni nella L. 2 dicembre 2005, n. 248. con la costituzione della società Riscossione S.p.A., che nel 2007 ha preso come nome Equitalia S.p.A..
la quale è una società le cui quote sono divise fra Agenzia delle Entrate ( 51% ) e Inps ( 49% ).

Fino al 30 settembre 2006 la riscossione era affidata in concessione a privati (prevalentemente banche), in numero di circa 40. Con il D.L. 4 luglio 2006, n. 223 il Governo Prodi II autorizza Riscossione S.p.A. a utilizzare i dati in possesso dell'Agenzia delle Entrate.