sabato 24 febbraio 2018

«Di Battista,lei è antifascista?».Ma il politico 5stelle non risponde per tre volte.Il M5s continua a non prendere posizione per non perdere voti?

di Lapenna Daniele

#MoVimento5Stelle #m5s #politca #antifascismo #fascismo #dibattista


Alessandro di Battista (M5s), il 23 febbraio 2018 (lo so che è ieri, ma riporto la data per chi leggerà questo post in futuro) è ospite del programma Otto e Mezzo della giornalista Gruber.
In studio è presente anche Gianrico Carofiglio, parlamentare del PD ed ex magistrato.

Alla domanda «Di Battista, lei è antifascista?» il parlamentare 5 stelle non risponde. La domanda viene riposta due volte, ma lui risponde con un discorso articolato che non finisce con una risposta secca "Sì" o "No".
Sotto c'è il breve video al quale è stato aggiunto, alla fine, uno spezzone che mostra il leader di Casapound (partito che si dichiara vicino all' ideologia fascista) Simone Di Stefano il 10 gennaio 2013: in vista delle imminenti elezioni, Casapound scese in piazza per presentare le liste. Erano presenti anche Beppe Grillo, Alessandro di Battista e Paola Taverna.
Qualcuno chiede a Grillo se accoglierebbe, nel MoVimento 5 Stelle, militanti di Casapound. Lui, a differenza di Di Battista, dà una risposta secca «Sì».


LEGGE CONTRO IL FASCISMO: IL M5S SI ASTIENE DAL VOTO.
A settembre 2017, alla Camera dei Deputati, si votò in merito alla proposta di Legge del Partito Democratico che puniva la propaganda fascista e nazista con l' introduzione dell' articolo 293-bis nel codice penale (a fine post trovi l' articolo 293-bis).
Tralasciando diversi politici di centrodestra che si inorridirono alla presentazione di questa legge, il M5s non prese posizione dacché, come ideologia di base, ai parlamentari 5stelle interessa risolvere i problemi quotidiani degli italiani e non discutere di questioni di poco conto.


clicca sull' immagine
per ingrandire
Di Battista, nel suo post su Facebook, sottolineò che quella "legge" non era di così impellente priorità. Quello fu il motivo del voto contrario del M5s.

Giustificare il voto contro quella proposta di legge come la conseguenza di una valutazione che vede la non urgenza della stessa, è solo una giustificazione che non si regge in piedi. 
«La legge non è urgente in questo momento per la nazione», e questo ci può stare, ma ora devi votare e dire la tua: sì o no.
Votando "NO", non hai espresso il parere secondo il quale la legge non ha urgenza, ma hai votato contro chi vuole punire la propaganda fascio-nazista, contro il continuo richiamo ad uno dei periodi più neri per il nostro Paese.
Come al solito, dunque, Di Battista non prende posizione. E tutti si pongono la stessa domanda:

Di Battista è fascista ma non vuole dirlo,
oppure non prende posizione per non perdere i voti degli elettori fascisti?

Per quanto riguarda le fake news (malamente chiamate "bufale"), Di Battista risponde e apre discussioni, seguendo la scia degli elettori 5stelle che non si informano correttamente oppure preferiscono diffondere fake news contro altri partiti politici per sostenere e invitare a sostenere il M5s.
Di Battista lo dimostrò in un acceso (a senso unico) dibattito con il giornalista della Rai Francesco Giorgino: il parlamentare 5stelle dimostrò di non conoscere la sentenza sulla legge elettorale Porcellum, mostrandosi anche arrogante contro l' estrema pacatezza dei toni portati dal giornalista il quale rimase anche stupito per l' acceso modo di interloquire di Di Battista (qui l' articolo con il video - "Giorgino VS Di Battista").
Da ricordare anche la falsa notizia diffusa da Di Battista dove si affermava che il ministro PD Boschi non strinse la mano al sindaco di Roma Virginia Raggi (M5s). Quando un utente, su twitter, gli fece notare la "bufala", lui rispose così
clicca per ingrandire
Senza dimenticare le varie "bufale" dette ai comizi ai quali ha partecipato, riportati in questo articolo "Bufale a 5 stelle: manovre di odio per ottenere voti. Nicola ci racconta il "Di Battista (bufala) show"


FONTI E LINK UTILI


5 commenti:

  1. Sì, credo sia questione di voti.
    A questo punto credo sia facilmente demolibile come persona, basta che i mezzi d'informazione primaria riportino tutto quello che hai detto, anche l'articolo sulle bufale propagate... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un' astuta mossa, senza dubbio.
      Il fatto che molti elettori dei 5stelle siano anche nostalgici del fascismo dimostra che la mossa è stata azzeccata.

      Ciao Moz!

      Elimina
    2. Eh appunto, direi che è facilmente demolibile, almeno socialmente.

      Moz-

      Elimina
  2. Bravo Daniele, anche questo post è interessante e ben fatto.
    A mio modo di vedere le cose, i 5s hanno preso una posizione ben precisa votando no, favorevoli al fascismo e i molteplici accordi lo dimostrerebbe e no all'antifascismo. Però negando e infilando alle risposte decine di bufale, si tengono buoni gli elettori o proseliti, non fascisti, ma ignoranti SI.
    Prendono una posizione anche quando si astengono, esattamente come tutti gli altri parlamentari che hanno criticato e che continuano a criticare, di non fare niente e lo fanno con il loro immobilismo.
    Ad ogni modo, le sue origini politiche, che altri suoi colleghi, compreso il fondatore sono quelle e anche questo, gli elettori e proseliti ignoranti lo ignorano, se no che ignoranti sarebbero!
    Certo, di cose di qui ignoriamo ce sono senz'altro tante, io poi... la mia lista è chilometrica, come ben sai. Ma come diceva Totò

    Saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono mosse astute per accumulare elettori.
      L' astensione del M5s è spesso ben giustificata, sottolineando discordanze di pensiero su piccoli punti della legge discussa in Parlamento, in altri casi, come nella votazione dell' articolo 293-bis, l' astensione assume significati ambigui, molto ambigui.

      Eheeh ben so, caro Saverio, ben so!

      Un salutone a te!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie