Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

mercoledì 21 settembre 2011

Lanusei, il virus colpisce ancora. 3500 capi da abbattere.Erano considerati al sicuro dal contagio



Non si tratta di un ritorno, perché un addio non c'è mai stato: 3500 capi da abbattere, 300 tonnellate di carne da smaltire. Un incubo in tre parole: peste suina africana.

La decana delle pestilenze, endemica su queste terre, è stata segnalata nell'allevamento di Gian Pietro Mucelli, azienda gioiello nelle campagne di Tucci, sulle alture che dominano Lanusei.
Suini allevati in stalla, teoricamente al sicuro dal contagio, lontani parenti dei clandestini bradi additati per anni come veicolo del virus. Bestie controllate quotidianamente dai veterinari eppure colpite senza pietà. Finiranno in cenere, senza distinzioni tra buoni e cattivi.

IL FOCOLAIO - Ieri mattina l'istituto zooprofilattico di Tortolì ha certificato l'esistenza del focolaio. Il sindaco Virginia Lai, che già aveva emesso un'ordinanza cautelativa (per sospetta malattia infettiva), ha ordinato il sequestro e l'abbattimento delle bestie

fonte
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/235990

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie