Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

sabato 3 settembre 2011

Porta a Porta ha uno studio costato 500 mila euro



Dopo una notizia del genere come si fa a non accusare ancora una volta la Rai di totale ipocrisia sopratutto sul discorso risparmio visto che negli ultimi messi hanno letteralmente rotto gli “zebedei” facendo sapere di voler e dover risparmiare il più possibile e poi spendono milioni di euro per quel super flop che è stato il programma di Vittorio Sgarbi e ora la notizia riportata da Il fatto in cui si annuncia il nuovo studio di Porta a porta con Bruno Vespa che pare sia costato addirittura 500 mila euro, cioè una cifra assurda e ingiustificabile anche se Vespa ha dichiarato necessaria.

Vorrei ricordare che il vecchio studio è stato forse il più ammortizzato della storia della Rai essendo in piedi dal 1999, quando la nostra trasmissione si trasferì da Saxa Rubra in via Teulada. La nuova struttura, d’accordo con la direzione aziendale, si è resa necessaria, perché nella prossima stagione al ciclo ordinario di seconde serate si aggiungeranno dieci prime serate. Si appronteranno perciò due studi nello spazio di uno. Per contenere i costi, sono stati noleggiati apparati Lcd, rinunciando (purtroppo) a dispositivi di ultimissima generazione che sarebbero risultati molto più efficaci, ma anche molto più onerosi. Cosi ha risposto Bruno Vespa all’accusa di sprechi.

A quel punto non conveniva metterli i dispositivi di ultima generazione vista la cifra comunque astronomica spesa?


fonte
http://www.magazinet.it/15903/news/porta-a-porta-ha-uno-studio-costato-500-mila-euro.html




3 commenti:

  1. E che ci dobbiamo fare, è gente che si accontenta, vicina alla crisi delle famiglie, che capisce la sofferenza economica della gente. Come il premier che ha aiutato Tarantini con 500 mila euro, 20mila euro al mese, il pagamento del fitto e delle spese legali, perché 'la famiglia era abituata a vivere nell'agiatezza e si era ritrovata all'improvviso povera'. E tutto questo perché 'se lo può permettere'. E se lo facesse con tutte quelle famiglie che da anni vivono nell'indigenza? Sarebbe certamente una buona idea. Magari gli scrivo per proporgliela, forse non ci aveva pensato con tutti i problemi che deve risolvere tutti i giorni in quest'Italia di m.... .
    Temistocle

    RispondiElimina
  2. Mi pare un altro ottimo motivo per non pagare il canone come segno di protesta.

    RispondiElimina
  3. Il problema è sempre lo stesso, finchè la gente pagherà il canone, pagherà le pay-Tv,
    andrà allo stadio, andrà a vedere Marco Carta ( è entrato con l'auto nello stadio di Quartucciu nel suo concerto qualche giorno fa,
    e pretendeva che i suoi parenti stessero in prima fila senza biglietto e la gente lo applaudiva sul palco )
    non cambierà un CA...!

    Quand'è che inizieremo a fare le cose come si deve noi italiani??

    RispondiElimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie