Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 15 ottobre 2013

Obbliga la segretaria a mettere il perizoma: imprenditore nei guai. L' uomo al primo colloquio di lavoro "Non puoi venire a lavoro vestita come mia figlia"


Fin dal primo giorno di lavoro ha messo in chiaro le cose ordinandole di andare in ufficio vestita in un modo ben preciso: minigonna, perizoma e camicetta scollata. Lei è una ragazza di 20 anni intenzionata a tenersi stretta il lavoro da segretaria, lui è il titolare di un’azienda di Padova con la passione per le donne vestite in modo succinto. Stavolta però pagherà a caro prezzo la sua passione: è stato denunciato dalla polizia per violenza privata aggravata.

Ha 56 anni, è originario di Catania, vive a Vigonza ed è il titolare di un’azienda che si trova alla Stanga e che opera nel ramo dell’impiantistica. L’imprenditore ha convocato la giovane padovana che aveva risposto ad un annuncio in rete. E già nel corso del primo incontro le ha detto: «Non puoi venire a lavoro vestita come mia figlia. Ti voglio elegante». È arrivato al punto di caricarla in auto e portarla in negozio per fare gli acquisti con lei. In un’occasione se l’è portata al seguito da un cliente con una villa con piscina, deciso a farle indossare il costume per vedere come stava.

La giovane, profondamente a disagio per la situazione, ha tenuto botta una settimana. Poi è corsa in questura a raccontare tutto. Così, lo scorso mese di agosto, gli uomini della squadra mobile di Marco Calì hanno iniziato a raccogliere informazioni sull’imprenditore in questione. Il pm Francesco Tonon ha concesso l’autorizzazione alla perquisizione in casa e in ufficio. I poliziotti hanno sequestrato sia il computer che il telefono cellulare. Inoltre è stato acquisito l’elenco con tutti i nomi delle stagiste. Prossimamente saranno tutte interrogate.

Nel frattempo il cinquantaseienne è stato denunciato per violenza privata aggravata dal fatto che sfruttava la sua posizione di datore di lavoro per obbligare la ragazza ad assumere atteggiamenti altrimenti contrari alla sua condotta.

6 commenti:

  1. Ah, be', ma è un imprenditore, quindi finirà (quando finirà, cioè tra trent'anni) a tarallucci e vino.

    RispondiElimina
  2. ma non vi ricorda la storia di un altro imprenditore, molto più famoso e importante, che le 'segretarie' le paga ancora oggi 2500 eurini al mese con vitto e allogio gratis (vedi olgettine)? per lui niente indagini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh beh, però quelle sono "zoccole consezienti" che diventano
      "sfruttate ingiustamente" quando perdono il porco di lavoro!

      Elimina
  3. Oh, insomma, ha solo calcato un po' la mano sul "mi raccomando, non venire però in felpa e jeans" :p

    Moz-

    RispondiElimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie