Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

giovedì 5 settembre 2013

Sardegna Zona Franca Integrale: un altro passo verso un futuro senza Iva e con esenzioni/agevolazioni fiscali per cittadini ed aziende


Passi avanti verso una “Regione franca integrale”. Esenzioni e agevolazioni fiscali per imprese e persone, e sgravi di imposte su profitti e salari. Approvata dalla prima commissione Autonomia, presieduta da Ignazio Artizzu (Fli), il testo della legge nazionale che modifica il titolo terzo dello Statuto. La proposta di legge prevede per la Regione completa sovranità in materia doganale e fiscale, avrà l'ultima parola sulle imposte da far pagare ai sardi e istituirà l'Agenzia regionale delle entrate con l'obiettivo finale di trasferire ad essa le funzioni attualmente svolte da Equitalia.

Soddisfatto l’esponente del Partito Sardo d’Azione Giacomo Sanna.
Il provvedimento delinea percorsi e contenuti della zona franca sarda che è un mix graduato e articolato di defiscalizzazioni alla produzione industriale, al commercio, al consumo e nei servizi avanzati, applicato principalmente in aree industriali votate all’esportazione, coniugato in tutti i territori comunali con un sistema di zone franche urbane. Tale sistema, accompagnato dalla disponibilità nel mercato interno sardo di merci e servizi prodotte trasformate ed offerti con la fiscalità di vantaggio, assieme alla possibilità per le famiglie di acquistare prodotti energetici e di consumo defiscalizzati e determinati in un contingente annuo, permetterà la crescita occupazionale e l’incremento delle risorse spendibili dalle famiglie, aumentando i consumi, favorendo il turismo e il settore agricolo e pastorale. La defiscalizzazione dell'energia elettrica delle accise e dell’Iva sui prodotti energetici da raffinazione ed in particolare dei carburanti per i natanti a uso turistico e per le navi ed aerei merci e passeggeri che collegano la Sardegna con l'esterno, darà un contributo determinante alla definizione di una vera continuità territoriale ed aumenterà la concorrenzialità turistica della Sardegna”.

La proposta di legge ora passerà al vaglio del Consiglio delle Autonomie locali che, entro 15 giorni, potrà esprimere il suo parere, che comunque non sarà vincolante. Poi il testo tornerà in commissione per una nuova approvazione alla luce delle eventuali osservazioni del Cal e infine approderà, in autunno, in Consiglio regionale.

Info su Sardegna Zona Franca
http://ilventunesimosecolo.blogspot.it/2013/03/sardegna-zona-francail-presidente-della.html

2 commenti:

  1. Mi sembra una bellissima idea. Però utopica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una battaglia in atto da tempo, ma sta andando nella direzione giusta.
      Chissà che sia la volta di una buona notizia!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie