Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

lunedì 3 dicembre 2012

Polemiche sul film dell' omicidio di Meredith Kercher che trasmetterà Mediaset. Negli Usa è stato un successo

fonte ilsalvagente.it
Stasera, alle 21,10, in prima serata su Canale 5, va in onda in prima tv assoluta “Amanda Knox: Murder On Trial In Italy”.
Il film, ispirato al caso Meredith Kercher e diretto dall’austriaco Robert Dorhneil, è già stato trasmesso sul canale televisivo statunitense Lifetime dove, seguito da quasi
3 milioni di persone, è stato accolto da un mare di polemiche.




I veri protagonisti della vicenda non ci stanno. E se i genitori di Meredith hanno chiesto e ottenuto la cancellazione della scena del delitto, al centro del trailer promozionale, dall’altra parte, Amanda Knox, ha fatto sapere di non aver gradito il film e ha chiesto ai suoi avvocati, Luciano Ghirga e Carlo Della Vendola, di procedere per vie legali per bloccare l’arrivo della pellicola in Italia.

Dai vertici Mediaset, però, ribadiscono di non aver mai ricevuto né diffide né ricorsi ma solo una lettera, tra l’altro inviata dagli avvocati della famiglia Kercher, con l’invito a trasmettere il programma nel rispetto delle norme di legge. Riguardo che, dall’azienda di Cologno Monzese, assicurano ci sarà.

Se non si può negare che questo film è solo una parte (e forse neanche l’ultima) di quel meccanismo di spettacolarizzazione che, ormai da 5 anni, ruota intorno all’omicidio di Meridith, non si può però neanche nascondere che, quando si sceglie di portare un caso come questo fuori dall’aula di un tribunale, quella di essere giudicati è una possibilità che deve essere messa in conto fin dall’inizio.
Colpevole o innocente, infatti, il personaggio di Amanda si è creato dopo il delitto di Via della Pergola.

Rimane comunque strano l' atteggiamento dei genitori di Meredith che hanno chiesto solo di non mostrare la scena dell' omicidio, e non di fermare la trasmissione in Tv del film.
Probabilmente è dovuto al fatto di mostrare cosa è accaduto, di ricordare e non dimenticare, ma certo, pensare che in TV milioni di persone seguino appassionati il film sulla morte di tua figlia come fosse l' ultima fiction creata sulla rete, fa un effetto molto strano.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie