Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 8 maggio 2012

Impresa Donna: i plichi non presenti negli elenchi risultano scartati.Esaminati per ora solo quelli pervenuti alle 10:00 in punto



Il sospetto c'era. Ma ora si ha la conferma.
Una nostra amica è andata alla sede "Servizio politiche del lavoro
e per le pari opportunità" in via XXVIII Febbraio a
Cagliari per
chiedere dove sia finito il suo plico che non risulta presente
nè nell' elenco dei plichi ammessi, nè in quello dei non ammessi
per la sua provincia.

"Stamani sono andata negli uffici di via 28 febbraio a Cagliari..
Bene..mi hanno chiarito le idee. Aldilà del fatto che continuo a credere
che sia tutta una presa in giro. Mi hanno fatto capire che la mia domanda
non è stata neppure esaminata!! (ecco il motivo della non ricevuta di ritorno)
Perchè aveva il timbro delle 10:10!
Le uniche domande che hanno esaminato sono state quelle col timbro
delle 10:00 esatte o massimo 10:01..!!!
(cioè quelli fortunati che hanno trovato le poste sbrigative)
Hanno raggiunto un tot di 120 circa domande da esaminare e solo una
50ina avranno diritto al finanziamento.
Questo è tutto."

Nei primi mesi di quest' anno sono stati stanziati circa 1.700.000 euro in più
( prima il "Montepremi" del bando era 6 milioni di euro, ora ne sono
7.768.128 euro ), che sono stati ripartiti per ogni provincia in questo modo:



(
determinazione N. 14897 )

Dai quali ovviamente sono stati detratti ben 676.871,47 Euro che saranno
corrisposti all’ Insar S.p.A., la società privata che si occuperà dell' esaminazione,
consulenza, e di come togliere altro denaro pubblico anzichè destinarlo
alle beneficiarie ( visto che era un lavoro che poteva esser svolto dagli
stessi impiegati comunali senza altro sperperaggio di denaro pubblico ).

I PLICHI GIUNTI SENZA ORARIO

Con la determinazione n. 7522/302 del 06/02/2012 "Plichi privi di data e/o
ora certa di spedizione" ( qui il link del file PDF ), si legge
( per chi non l' avesse letto ):


VISTI
i plichi dei cui all’ Allegato A ( qui l' elenco con i nominativi e anche
dell' Allegato B ), che costituisce
parte integrante e sostanziale del
presente provvedimento, spediti con raccomandata
in data 17.10.2011,
dai quali non risulta un orario certo di spedizione
;
RILEVATO
che i plichi di cui all’allegato A, non possono essere esclusi in quanto
l’assenza
dell’orario non è prevista espressamente quale causa
di esclusione
;
RITENUTO
di dover istruire tali plichi, al fine di assicurare la massima partecipazione,
come se
fossero stati spediti tutti alla stessa ora del giorno 17.10.2011,
ma
successivamente rispetto a tutti gli altri plichi spediti con un
orario certo
lo stesso giorno, fatta salva la possibilità di regolarizzazione,
come di seguito indicato;


Invitava poi ad esibile la ricevuta della raccomandata che stabiliva
con certezza l' orario ( quella che molti hanno detto sia stata timbrata con
orario 10.00 anche se non erano le dieci ), che andava spedita entro 10 giorni
alla sede dell' ufficio competente della provincia appartenente.

I PLICHI FANTASMA CHE ATTENDONO IN PURGATORIO
L’Avviso prevede una procedura a sportello: i progetti saranno istruiti
ed ammessi alla fase di valutazione di cui all’art. 11, secondo
l’ordine cronologico di spedizione, fino ad esaurimento delle
risorse disponibili

( Determinazione N.24270 del 26/04/2012 sulla modalità consultazione plichi )
Quindi, come si può vedere dall' elenco sunto per provincia in questo post,
per la provincia di Cagliari hanno preso i primi 239 plichi ( tutti con data
10:00 in punto ). Esamineranno questi, e per ogni progetto buono daranno
50.000 euro. Siccome i fondi per questa provincia sono 2.458.000 euro,
sceglieranno circa 49 progetti, anche se il numero potrebbe essere ridotto
visto che i progetti presentati da gruppi di donne potranno riceverne
100.000 di euro. Quindi se dopo aver esaminato i 239 plichi della provincia
di Cagliari si esaurissero i fondi, tutti gli altri plichi pervenuti dopo
le 10.00 in punto diranno addio ad Impresa Donna.
Nel caso invece di questi 239 verrà scelto un numero di progetti inferiore
o comunque non verranno toccati tutti i 2.458.000 di euro, si procederà
all' esaminazione dei plichi pervenuti alle 10:01.
E così via fino ad esaurimento fondi.
Immaginate chi avesse inviato il plico alle 11:00 quante speranze abbia
di poter vedere almeno esaminato il proprio plico qualsiasi sia il suo esito.

SPERANZA PER GLI OLBIESI
CONSIDERATO che
le risorse assegnate alla provincia di Cagliari, Carbonia-Iglesias,
Medio
Campidano, Nuoro, Ogliastra, Oristano, Sassari consentono
la conseguente
ammissione alla 2° fase di valutazione delle
domande presentate, in data
17.10.2011 alle ore 10,00,
dalle candidate, con la precisazione che
per la provincia
di Olbia-Tempio possono essere valutate, successivamente
a quelle delle 10,00, le
domande presentate in data 17.10.2011
alle ore 10,01
;

Per la provincia di Olbia ci sono 758.175 euro, che divisi per 50.000 euro
sono 15 progetti da accettare. La situazione di Olbia è migliore per chi
ha inviato il plico: abbiamo 21 plichi ammessi in totale, ma solo 12 plichi
spediti alle 10.00 in punto.Essendo quindi circa 15 i progetti da accettare,
gli altri mancanti verranno presi da quelli spediti alle 10:01.
Se non ce ne sono o non sono considerati buoni si passerà a quelli spediti alle 10:02.

SVELATO IL MISTERO DELLE 10:00 IN PUNTO
Tra le testimonianze di qui ha spedito il plico nel giorno del black-out,
c'è chi ha visto impiegati della posta con dei plichi sotto il bancone,
i quali spedivano nell' orario preciso la domanda.
E c'è chi ha visto plichi spediti alle 10:00 in punto ( orario messo a mano
dagli impiegati delle poste ) anche se non erano le 10:00.
Una persona poteva sapere del problema dei terminali solo se andava in posta
nel caso sia arrivato parecchie ore prima: una persona arriva in posta alle 8:00,
scopre del problema, si reca ad una posta privata ( che funzionano con i mulini
a vento anzichè con i computer ) e lo spedisce.
Chi è giunto alla posta circa un' ora o mezz' ora prima avrebbe pensato
ad un problema momentaneo, avrebbe aspettato e quindi se avesse cambiato posta
dubito sarebbe riuscito a spedirlo alle 10:00 in punto.


Articolo di Lapenna Daniele

23 commenti:

  1. La faccenda si fa sempre più ingarbugliata. E quindi soggetta a possibili ricorsi.

    RispondiElimina
  2. Ragazzi ma non capite che non serve a niente il ricorso? Se verrà annullato tutto si procederà a un nuovo bando uguale dove ci saranno i soliti furbastri in accordo con gli addetti allo sportello che consegneranno alle 10 in punto! non cambierà niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, invece stavolta faremo anche noi i furbetti!
      Tenteremo di spedirlo alle 10:00 in punto.
      Se per vincere un bando occorre esser disonesti,
      allora siamo disonesti.
      Sarà un concorso di disonesti.
      Ma almeno se un progetto veramente VALE,
      verrà scelto perchè vale.
      Così rientreranno anche colore che hanno visto respinta la domanda perchè... non avevano scritto bene la dicitura sulla busta, o chi ha dimenticato di metterci una fotocopia del documento..

      Elimina
    2. E' inutile cercare di far desistere dall'idea del ricorso. La legge giudicherà se c'è stato qualche errore nello svolgimento del bando. E' diritto di ciascuno far valere i propri diritti e ci sono gli avvocati e i tribunali per questo. Se nessuno fa nulla quando cambierà qualcosa? Oppure dobbiamo chinare la schiena e lasciarci calpestare dal "sistema" rinunciando ad un'opportunità che potrebbe cambiare la vita di qualcuna di noi?

      Elimina
    3. Infatti, è proprio così.
      Abbassare la testa ed andare avanti è l' unico
      atteggiamento che favorisce e favorirà sempre
      le raccomandazioni e le tresche.
      Chiunque sapeva ( non neghiamolo ) che partecipare ai bandi pubblici occorre una grandissssima dose di fortuna,
      ma altrettanta di raccomandazione.
      Più volte io ho combattuto come scrivi tu
      "contro il sistema", ma spesso ero da solo.
      E non si è combinato mai un cazzo.
      A molti italiani interessa poco la propria dignità.

      Elimina
  3. Sono una partecipante ammessa alla fase di valutazione, per puro caso quel giorno andai alle poste europee, perchè vicine all'asilo dove porto i miei bambini, arrivai in anticipo, trovai prima di me altre due ragazze che aspettavano le ore 10 per accedere allo sportello, 2 impiegati, 3 candidate, puro caso sportello libero, qualche frazione prima delle 10, accedono le due ragazze, impiegati che compilano i moduli, raccomandate spedite alle 10, orario della ricevuta stampato dalla macchina (quindi non falsificabile), orario sulla raccomandata scritto a mano;io accedo alle ore 10, l'indirizzo l'avavno già inserito per le altre, quindi è un attimo, la mia raccomandata parte alle 10, proprio come quello delle altre 2! C'è qualcuno che ha il coraggio di dire che noi abbiamo imbrogliato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei sapere, se non sono indiscreto, da che paese l'hai spedita?

      Elimina
    2. Per dividere il numero di persone che hanno inviato i plichi alle 10:00 per il numero di poste presenti.

      Elimina
  4. Iglesias, residenza cagliari, domanda provincia cagliari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto del quale non abbiamo tenuto conto è che,
      come nel tuo caso, una persona residente nel paese X
      invii la domanda dal paese Y e nell' elenco risulti il paese
      X. Quindi, purtroppo non si sa con assoluta certezza
      da DOVE sono state inviate le domande.
      Ragionando supponendo che
      "tutti hanno inviato la domanda dal loro paese di residenza"
      per Iglesias abbiamo 10 domande inviate alle 10:00 in punto.

      Elimina
  5. Mi sa tanto che la Fata ha fatto qualche magia visto che io mi sono trovata nella medesima situazione ma allo sportello di Poste Italiane che funzionava correttamente con una signora allo sportello gentilissima, prima delle 10.00 aveva controllato se avevamo compilato tutto in modo corretto, io ero la terza in attesa del fatidico orario , l'impiegata ha inviato le nostre raccomandate una dopo l'altra e la macchina ne timbrava una al minuto 10.00-10.01-10.02 mi sa sa tanto che le poste private sono dotate di orologi migliori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da che Paese lo ha inviato?

      Io proporrei che chi avesse inviato il plico senza problemi
      scriva da che posta ha inviato il plico.
      Può scrivere in maniera Anonima.
      Così vediamo su per giù come stanno le cose.
      Sta di fatto comunque molto probabilmente hanno preso molte domande con orario scritto a penna.
      E non ne capisco il motivo.

      Elimina
    2. Da una borgata che fa a capo ad Alghero

      Elimina
  6. PENSO SOLAMENTE CHE ALLE POSTE EUROPEE NON SCATTASSERO AL MINUTO MA CHE ESSENDO UN PO' PIù AVANTI DELLE POSTE ITALIANE SCATTESSERO AL SECONDO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa che ancora non ho capito bene:
      ma le altre poste non avevano questi problemi?
      Era solo un problema di Poste Italiane?

      Elimina
    2. Hai avuto perfettamente ragione e in bocca al lupo ho visto le tue creazioni e sono bellisiime peccato sei troppo lontana altrimenti ti prenoterei una torta per i miei bimbi

      Elimina
    3. Grazie sei molto gentile! Comunque sia anche io senza santi in paraDISO PENSO DI AVERER POCHE SPERANZE DI VEDERE REALIZZATO IL MIO SOGNO!

      Elimina
    4. Mai disperare, ai sogni bisogna crederci fino in fondo e non saranno i soliti raccomandati a distruggerceli.

      Elimina
  7. Salve, io sono una delle tante escluse. Ho fatto ieri tramite il mio avvocato richiesta della visione degli atti per vedere se è possibile fare ricorso: il problema è trovare una motivazione che abbia fondamento in qualcosa di oggettivamente sbagliato nella graduatoria..il sentito dire; ho visto; non mi sembra giusto ed etc non basta per fare ricorso. Non basta a dire del mio legale neanche che gli orari siano scritti a mano dalle poste perchè è la loro parola contro la mia. Voi avete gia fatto richiesta a qualche legale?avete motivazioni che possano esser valutate giuste per il ricorso? spero che mi diano l'accesso agli atti il piu presto cosi da eventualmente metterci una pietra sopra o lottare tramite ricorso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te!

      Infatti io ho sempre scritto per
      "ipotesi". Per procedere con un ricorso, come si sa,
      occorrono prove SOLIDE.
      Anche per reati più gravi spesso le prove non sono sufficienti.
      Il black-out potrebbe essere considerato come errore
      delle Poste, non previsto dai responsabili della Regione,
      e quindi addirittura "vittime" del tutto.

      Per gli orari scritti a penna, sì, negli Allegati ci sono scritte che fanno supporre ciò, poi c'è anche una testimonianza ( solo una per ora ) che è stata vista una domanda spedita con orario 10:00 ( scritto a penna )
      anzichè 12:00 ( orario reale ).

      Forse con un procedimento lunghissimo si potrebbe riuscire a tirare fuori le domande, vedere che orario avevano, e soprattutto che non erano scritti a penna.
      éerò ci vuole TEMPO e DENARO.
      Ed un ricorso, l' ho scritto più volte e lo ripeto di nuovo,
      fatto da una decina o ventina di persone, è il ricorso di Topolino.
      La parcella di un avvocato per una consulenza si aggira sui 200-300 euro. Figuriamoci un ricorso.
      E se poi non si risolve nulla bisognerà pagare anche le spese legali.
      Se c'è una truffa, ovvio che viene fatta a regola d'arte, ma è anche ovvio che bisogna cercare PIU' PROVE, e PIU' PERSONE per fare ricorso.

      Concludo, per chi non lo sapesse, che provai tempo fa a trattare l'argomento della potabilità dell' acqua fornita da Abbanoa. Ci sono sospetti che NON sia ancora POTABILE.
      Purtroppo nessuno mi rispose.
      Tutti sono impegnati ad andare a vedere le partite.
      Quindi, è probabile, che quando cuocete la vostra pasta
      ingerite acqua malsana.
      Bastano 300-400 euro per il controllo della potabilità
      dell' acqua.


      Un salutone
      Daniele

      Elimina
    2. Salve, sono anche io una delle tante escluse. Mi rivolgo ad anonima che si è rivolta ad avvocato per richiesta della visione degli atti. Pensavo anche io a ricorso per la seguente motivazione: so per certo, anche se non ho prove, che da un agenzia delle poste europee di Cagliari sono state spedite decine di domande con lo stesso orario, in pratica tutte le persone che si trovavano lì sono state inserite in un elenco, e tutte le loro raccomandate sono partite alle 10.00. Questa pratica assolutamente non è possibile nelle poste italiane, che possono al massimo spedire una raccamandata ogni 45/50 secondi da uno stesso sportello. Penso che sia possibile verificare che dall'agenzia numero x delle poste europee sono arrivate più di 20 domande, il che non sarebbe dovuto essere possibile, visto che c'è solo uno sportello a disposizione.
      Vi è sicuramente disparità tra chi ha spedito da poste private e chi da poste italiane.

      Elimina
    3. Salve a te.
      Come ho già scritto ad un' altro utente,
      purtroppo il ricorso cadrebbe nel vuoto.

      A causa del black-out gli impiegati delle poste hanno riportato l' orario a mano. Pratica corretta e giusta.
      Nel caso di invio di domande per bandi pubblici,
      gli impiegati devono riportare orari REALI.
      Se non lo fanno la responsabilità è LORO, ovvero
      degli IMPIEGATI che verranno puniti per 'falso'.
      Quindi il bando nè può essere annullato,
      nè si può colpevolizzare i responsabili del bando.

      E qui non c'è bisogno di un avvocato.
      Purtroppo è la realtà.

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie