martedì 13 gennaio 2015

La Coca Cola Zero ha veramente zero zuccheri? Sì, ma è 200 volte più zuccherosa di quella normale. Ecco perché

di Lapenna Daniele

"Coca Cola Zero. Zero Zuccheri. It's possible!"
Io risponderei: yes, you're right ( "sì, hai ragione. É possibile" )!
Una domanda che si sono poste tante persone non informate su questa bevanda è la seguente: "Come fa la Coca Cola Zero a non avere zuccheri, ma ad esser sempre così dolce?".
Ottima domanda. Ma andiamo con ordine.

LA PUBBLICITA' NON E' INGANNEVOLE
Sull' etichetta, leggendo la tabella nutrizionale, alla voce "zuccheri" c'è scritto zero. 0. Nisba. Ed è giusto. Non ce n'è. O meglio, non è lo zucchero a dolcificare la bevanda, ma la sostanza che risulta scritta anche sul fronte del bevanda..
Voltate la bottiglia e leggete "Contiene Fenilalanina". Ecco il nostro amico dolcificante! La fenilalanina. Detta così, sembra il nome di una gnoma delle favole, ma purtroppo non è così graziosa e simpatica per il nostro corpo.

COS'É FENILALANINA?
La fenilalanina è un aminoacido aromatico contenuto nella maggior parte delle proteine animali e vegetali.

Questa, assunta con la dieta, deriva perlopiù dagli alimenti proteici, come la carne, il pesce, le uova ed i legumi. Questo amminoacido è presente anche nell' aspartame, una sostanza di natura proteica con un potere dolcificante circa 200 volte superiore a quello dello zucchero.
In effetti, tra gli ingredienti ufficiali della Coca Cola Zero ( qui la tabella ) troviamo proprio l' aspartame.
Che ha un nome meno simpatico della fenilalanina.



L' ASPARTAME
Il gusto dell'aspartame è "pulito e dolce", privo del retrogusto amarognolo o metallico spesso associato ad altri dolcificanti. Il confronto con il saccarosio rivela che il sapore è simile a quello degli zuccheri naturali. Grazie all' aggiunta di questa sostanza, alcuni aromi presenti nei cibi e nelle bevande sono potenziati, come accade ad esempio nei frutti acidi ( arancia e limone ). Questa proprietà viene sfruttata nei chewing gum che contengono anche altri dolcificanti dello stesso tipo come lo xilitolo, mannitolo e sorbitolo ( che è anche lassativo ).

Il potere dolcificante dell' aspartame è 160-220 volte maggiore rispetto al saccarosio, mentre l'apporto calorico è più o meno equivalente (4 Kcal/grammo). Di conseguenza, bastano pochissime quantità di aspartame per dolcificare cibi e bevande, con un notevole risparmio calorico, utile per chi vuole tenere sotto controllo l'introito energetico della dieta.
L'aspartame presenta il grosso vantaggio di non alterare in maniera significativa la glicemia ed è per questo ben tollerato anche dalle persone diabetiche. Si tratta inoltre di una sostanza acariogena che, diversamente dal saccorosio, non provoca carie.
 Una curiosità: questa bevanda doveva chiamarsi "Coca Cola Light", ma questo nome sembrava troppo femminile e poco adatto ai maschi che bevono coca cola, e così è stata chiamata Coca Cola Zero.

 TUTT' APPOSTO! NON PROPRIO

Fin qui, sembra che la nuova Cola sia migliore della precedente, la quale ditrugge letteralmente il nostro corpo ( vi invito a leggere a fine articolo cosa accade quando ingeriamo la Coca Cola ), ma non è proprio così.
Sono anche stati effettuati degli studi scientifici. Hanno somministrato aspartame a dei topi di laboratorio ed hanno avuto come effetto, la comparsa di malattie come il tumore. Ma molti non ricollegano la comparsa della malattia direttamente al consumo di questo dolcificante.
L' elemento principale però che crea dei danni al corpo umano è il metanolo contenuto nella sostanza.

Il metanolo è un veleno mortale. Alcune persone ricorderanno che il metanolo causò la morte e la cecità di molti consumatori di vino qualche anno fa. Il metanolo viene liberato gradualmente nell' intestino quando il gruppo metilico dell' aspartame incontra l'enzima chimotripsina.
L'assorbimento di metanolo nel corpo è accelerato considerevolmente quando viene ingerito metanolo libero. Il metanolo libero si forma nell'aspartame quando viene riscaldato oltre i 30° C. Questo avviene quando un prodotto contenente aspartame viene immagazzinato e conservato impropriamente o quando viene riscaldato (per esempio, come componente di un qualsiasi prodotto alimentare).
All'interno del corpo il metanolo si trasforma in acido formico ed in formaldeide. La formaldeide è una neurotossina tossica.

Il metanolo interferisce con la riproduzione del DNA e causa difetti di nascita. Data la mancanza di alcuni enzimi chiave, gli esseri umani sono molto più sensibili agli effetti tossici del metanolo rispetto agli animali.  Di conseguenza, le prove sull'aspartame e sul metanolo fatte a spese degli animali da laboratorio non riflettono correttamente il pericolo per gli esseri umani.
Come precisato dal Dott Woodrow C. Monte, direttore del laboratorio di Scienza degli Alimenti e della Nutrizione dell'Università di Stato dell'Arizona, "non ci sono studi effettuati sugli umani o sui mammiferi per valutare possibili effetti mutageni, teratogenici, o cancerogeni causati dall'assunzione cronica dell'alcool metilico"

Cosa ancora più grave, il 27 giugno 1996, senza un pubblico avviso, l' FDA ( Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali ) ha rimosso tutte le limitazioni riguardanti l'impiego dell'aspartame permettendo così il suo utilizzo in tutto, compresi gli alimenti che vengono riscaldati o cotti.
Ovviamente c'è una grande quantità di malattie che compaiono con l' abuso di questa sostanza contenuta in praticamente tutte le bibite gassate conservate ed anche in molte non gassate, ma spesso non vengono collegate all' aspartame perché durante la vita si mangiano e bevono una quantità così vasta e variegata di sostanze che risulta poi problematico colpevolizzare un elemento. Poi ci sono le grandi multinazionali che vengono protette o comprano col denaro il silenzio degli studiosi e dei malati.
Tra le conseguenze accertate dell' aspartame vi sono

- dolori addominali
- a
ttacchi d'ansia
-
artrite
-
asma
-
reazioni asmatiche
-
rigonfiamento, edema (ritenzione dei liquidi)
-
problemi riguardanti il livello dello zucchero presente nel sangue (Ipoglicemia o Iperglicemia)
-
cancro al cervello (studi animali effettuati prima dell'approvazione)
-
difficoltà respiratorie
-
bruciore degli occhi e della gola
-
bruciore nell'urinare
-
difficoltà del pensiero logico
-
dolore alla cassa toracica
-
tosse cronica
-
affaticamento cronico
-
stato confusionale
-
morte
-
depressione
-
diarrea
-
capogiri
-
eccessiva sete o fame
-
affaticamento
-
distorsione della realtà
-
arrossamento del viso
-
perdita dei capelli (calvizie) oppure assottigliamento dei capelli
-
mal di testa/emicrania, capogiri
-
perdita della capacità uditiva
-
palpitazioni
-
orticaria
-
ipertensione (pressione alta)
-
impotenza e altri problemi sessuali
-
scarsa concentrazione
-
predisposizione alle infezioni
-
insonnia
-
irritabilità
-
pruriti
-
dolore delle giunture
-
laringite
-
annebbiamento del pensiero
-
accentuato cambio della personalità
-
perdita della memoria
-
problemi e cambio del ciclo mestruale
-
spasmi muscolari
-
nausea e vomito
-
formicolio e intorpidimento delle estremità
-
reazioni allergiche e simili
-
attacchi di panico
-
fobie
-
riduzione della memoria
-
aumento del battito cardiaco
-
reazioni cutanee
-
convulsioni
-
difficoltà di pronuncia
-
dolori nel deglutire
-
tachicardia
-
tremori
-
Tinnitus
-
Vertigini
-
perdita della vista
-
aumento di peso


Continuerai ora a bere Coca Cola?

COSA PROVOCA LA COCA COLA AL NOSTRO CORPO
Cosa accade quando la Cola entra nel nostro organismo?
  • Nei primi 10 minuti: 10 cucchiaini di zucchero colpiscono il tuo organismo (100% della razione giornaliera raccomandata). La reazione immediata a questa dolcezza così eccessiva sarebbe il vomito ma ciò è impedito dal fatto che l'acido fosforico diminuisce il sapore permettendoti di mantenere la bibita nello stomaco
  • 20 minuti: la tua glicemia schizza in alto causando un massiccio rilascio di insulina. Il tuo fegato risponde trasformando tutto lo zucchero che può "catturare" in glicogeno (zuccheri di riserva per il corpo) e grasso.
  • 40 minuti: la caffeina è stata assorbita completamente. Le pupille si dilatano, la pressione del sangue aumenta e come risposta il tuo fegato rilascia altro zucchero nel sistema circolatorio. I recettori cerebrali dell'adenosina si bloccano per prevenire la sonnolenza.
  • 45 minuti: il corpo aumenta la produzione di dopamina stimolando il centro del piacere del cervello. E' lo stesso meccanismo di azione della cocaina.....
  • 60 minuti: l'acido fosforico lega il calcio, il magnesio e lo zinco nell'intestino, causando un ulteriore spinta al metabolismo. Inoltre le alte dosi di zucchero e la dolcezza artificiale aumentano l'escrezione urinaria di calcio.
  • 60 minuti: le proprietà diuretiche della caffeina entrano in gioco. E' ora assicurato che con le urine verranno eliminati il calcio, il magnesio e lo zinco che erano in realtà destinati alle ossa, oltre al sodio, a vari elettroliti e all'acqua.
  • 60 minuti: dopo l'eccitazione iniziale si avrà un crollo della glicemia. Potresti diventare irritabile e/o apatico. Avrai anche eliminato con le urine tutta l'acqua presente nella bibita, ma non prima di averla infusa con preziosi nutrienti che il tuo corpo avrebbe potuto usare per scopi fondamentali: idratare i tessuti, rafforzare le ossa e i denti.
Tutto questo sarà seguito nelle prossime ore da un crollo della caffeina. Ma....fatti un altra Coca-Cola, ti farà sentire meglio.

Nota: il nemico non è la Coca-Cola bensì la combinazione di dosi eccessive di zucchero unite alla caffeina e all'acido fosforico. Questa combinazione la si può trovare nella maggior parte delle bibite gassate.

Ecco come utilizzare la Coca Cola anziché berla
https://www.youtube.com/watch?v=i1-xfmGiYy0

L'aspartame può impedire la perdita di peso

13 commenti:

  1. Perdonami ma non capisco una cosa. Se la coca zero è priva di zucchero come fanno 10 cucchiaini di zucchero a colpire il mio organismo se la bevo? premetto che non ne sono affatto una consumatrice abituale ma occasionalmente mi è capitato di berla e vorrei capire.. non c'è quindi differenza se bevo una coca normale? perchè se quella dolcificata contiene altre sostanze (i dolcificanti appunto) che sono in minimissime quantità perchè dolcificano molto di più del comune saccarosio, allora sarà al più un piccolo cucchiaino di zucchero che colpisce il mio organismo e non 10? dove sbaglio? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla,

      grazie del commento perché ho voluto controllare proprio quella parte relativa ai 10 cucchiaini di zucchero.
      Quella lista l' ho presa da dei siti web ma ho anche dimenticato di mettere la fonte ( e mi succede di rado, ma è successo ).
      Penso comunque che forse sia errato e quindi il tuo dubbio sia giusto.
      Andiamo a vedere in dettaglio.

      Andando a leggere gli ingredienti della Coca Cola ( http://it.wikipedia.org/wiki/Coca-Cola ) leggiamo che ogni 100 gr. di Coca Cola abbiamo quasi 9 gr. di zuccheri.
      Un cucchiaino di zucchero corrisponde a circa 5 grammi ( poi basta fare una prova e si vede esattamente quant'è ).
      Un bicchiere normale ( non di carta ) può contenere dai 250 gr. di liquido sino anche a 300 ( se pieno sino all' orlo ).
      Dunque, in 250 gr. di Cola ( in litri è più o meno uguale ), che corrispondono ad un bicchiere pieno, ci sono 0,09 gr. x 250 gr. = 22,5 gr. di zuccheri che, diviso per 5 gr. ( un cucchiaino ) equivalgono a 4,5 cucchiai di zucchero, e non 10 come riportato nel mio articolo.

      Sono sempre tanti, ma almeno non sono 10.

      Grazie e buon proseguo di giornata a te Carla! :)

      Elimina
    2. Io non capisco perché nonostante tutto quello che si dice della coca-cola ( morte / equivale alla cocaina ecc)) si continua a venderla senza problemi di nessun genere persino ai bambini!! Eppure ultimamente i cibi e le bevande vengono vendute sotto stretto controllo. Non riesco a capire

      Elimina
    3. Il problema non è di chi vende, ma di chi compra.
      Se un negozio vende la Coca Cola e i genitori la comprano facendola bere ai loro figli sin da piccoli, il problema si volge proprio verso questi che dovrebbero insegnare loro che quella bevanda fa male.

      Io ho visto e vedo bambini molto piccoli ( e intendo la fascia che non supera i 10 annii ) assieme ai loro genitori mentre mangiano allegramente le patatine in busta e bevono questo tipo di bevande.

      Se non ci tengono loro ai loro figli, noi che informiamo sulla dannosità di questi alimenti non possiamo fare più di questo. Purtroppo.

      Un salutone a te

      Elimina
    4. Salve Daniele
      10 cucchiaini di zucchero di coca cola sono contenuti in media in una lattina di coca cola da 330 ml circa

      Elimina
    5. Grazie.
      Ora però con la Coca Cola Zero dicono che ha zero zuccheri e quindi non fa male.

      E comunque di recente ho visto l'etichetta del Nesquik (il quale viene consigliato nella pubblicità ai bambini) vedendo che contiene,per 100 gr.,ben 74 gr. di zuccheri!! Peggio della Coca Cola.
      Orca paletta!

      Elimina
  2. Salve Daniele,
    in merito alla domanda di Carla, credo non sia stata data una risposta.
    Lei non intendeva che venisse affinata la quantità precisa di cucchiaini di zucchero
    contenuti in un bicchiere di coca cola.

    Ma bensì se quella quantità si potesse riferire anche alla coca cola zero,
    che viene venduta come coca cola SENZA zucchero.

    Grazie

    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco

      sì in effetti rileggendo la domanda sembra significare ciò che tu hai scritto.
      Ho risposto così perché non ho letto quella domanda visto che nell'articolo è già scritto che i dolcificanti hanno veramente zero calorie, infatti la Coca Cola Zero ha veramente zero zuccheri. Quella classica invece li ha.

      Grazie Marco e buon fine settimana a te! :)

      Elimina
  3. I succhi di frutta contengono stesse quantita di zucchero ma non ce ac fosforico e non si vomita perche?
    Anche nell esame clinico della curva da carico si bevono 3 bicchieroni di zucchero e nessuno mi sembra vomuti.

    RispondiElimina
  4. I succhi di frutta contengono stesse quantita di zucchero ma non ce ac fosforico e non si vomita perche?
    Anche nell esame clinico della curva da carico si bevono 3 bicchieroni di zucchero e nessuno mi sembra vomuti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché nei succhi di frutta mettono l'acido ascorbico che toglie l'acidità?

      Elimina
  5. Non sono un medico, ma appartengo ad una famiglia di medici. Anche se non fosse così utilizzerei il buon senso: credo non sia necessaria una laurea in medicina per capire che la vera cosa importante è essere equilibrati in tutto e sempre. Se si beve una lattina a settimana di coca cola, sprite, birra, succhi, etc non credo si rischi un granché. Se nella vita si fanno almeno 30 minuti al giorno a piedi, non si saltano i pasti principali, si beve principalmente acqua e solo raramente bibite gassate, se non si superano i 3-4 (max) caffè al giorno.....beh, non si dovrebbero avere grossi problemi. Certo è che se tutti i gg si mangia albfast food e si bevono solo bevande gassate, ovviamente si incorre in rischi molto gravi a lungo andare. Poi siamo sempre lì: anche l'aria che respiriamo oggi è tossica, ma non possiamo uscire tutti con la mascherina per il pm10 nell'aria. Un abbraccio a tutti e W il buon senso!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simone!!

      Ben detto. È sempre l'esagerazione che fa male,però se l'assunzione di un certo tot di zuccheri avvenisse prima o dopo una lunga attività fisica,sarebbe mooolto meno dannoso.

      Io personalmente ho bevuto sin da bambino,come molti di noi,Fanta,Cola e succhi (i primi due solo alle feste e qualche volta quando si mangiava fuori una pizza,a pranzo e cena bevevo acqua),ma poi li ho tolti proprio. Pensa che quando ho assaggiato dopo anni una bibita gassata,..mi son sentito bruciare e ho sentito un'immediata nausea.Ho tolto anche gli alcoolici da un po' di anni.

      Tu che appartieni ad una famiglia di medici,mi sapresti dire se è probabile che il corpo si "disintossichi" da queste sostanze e dopo non le tolleri più?

      Potrei sapere,se non sono troppo indiscreto,che specializzazione medica hanno?Volevo porre una questione riguardante me.

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie