giovedì 18 maggio 2017

Immigrato accusato di violenza:era innocente.Per strada e su Facebook si era già scatenato l'odio

di Lapenna Daniele

#immigrazione #violenze #socialnetworks #razzismo

La paura costante verso gli immigrati che ogni giorno sbarcano nel nostro Paese, porta le persone a stare sempre in allerta per fermare gli stranieri violenti.

In questa situazione, la potenziale vittima è una ragazza di sedici anni che ha sostenuto di esser stata seguita da un extracomunitario, la sera, mentre tornava a casa.
Temendo di essere in pericolo, si è fermata davanti al portone di un condominio, fingendo di citofonare, per poi darsi alla fuga. È accaduto martedì.

NESSUNA MOLESTIA
Non c’è stata alcuna molestia, né verbale né fisica. Dopo aver contattato i genitori, la sedicenne è stata poi condotta in ospedale in preda allo spavento, sostenendo di essere stata avvicinata da un extracomunitario mentre rientrava a casa.
Dagli esami clinici è emerso solo un forte stato di ansia da parte della minorenne che è stata dimessa dopo poche ore dopo aver chiarito alle forze dell’ordine la dinamica dei fatti.
La posizione dello straniero è stata accertata in questura: si è appurato che era in possesso di un regolare permesso di soggiorno ed era in attesa delle definizione di una pratica per il riconoscimento di protezione internazionale (lo status di rifugiato).

LA REAZIONE PER STRADA E SUI SOCIAL
Alcuni passanti avevano anche accerchiato il migrante, tentando di aggredirlo. Provvidenziale è stato l’intervento dei poliziotti che hanno caricato il malcapitato a bordo dell’auto di servizio, mettendolo in salvo.

La richiesta di intervento è giunta intorno alle ore 15 attraverso il numero di emergenza 112, per una presunta aggressione da parte di uno straniero ai danni di una ragazzina. Una volta giunti sul posto, i poliziotti si sono trovati di fronte a un gruppo di cittadini che avevano circondato il migrante, accusandolo di un tentativo di violenza.

Nel frattempo, su Facebok, un utente si era vantato di aver picchiato l’immigrato, sottolineando, con soddisfazione, di averlo massacrato di botte, incassando il plauso di altri internauti.
Il commento, però, è stato (giustamente) eliminato dalla pagina Facebook del giornale Brindisi Report.
Gli altri commenti potete leggerli qui

fonte notizia brindisireport.it

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie