Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 8 maggio 2015

Pedofilia: Don Seppia questo mese sarà scarcerato e tornerà in libertà. Sarà ospitato nella Congregazione di Gesù con un percorso di recupero

al centro, don Riccardo Seppia
#pedofilia #chiesa #minori #abusosuminori

Don Riccardo Seppia fu arrestato il 14 maggio 2011 e fu detenuto nel carcere di Sanremo con l' accusa di violenza sessuale su minore, tentata induzione alla prostituzione minorile, offerte plurime di stupefacenti a minori e cessione di cocaina ad un ex seminarista, E.A. che fu arrestato nell’ambito della stessa inchiesta.

Il 3 maggio 2012, prima della sentenza di primo grado, don Seppia aveva chiesto scusa «per il suo comportamento morale disdicevole». «Chiedo scusa - aveva detto - perché ho sbagliato a comportarmi in quel modo».
La Cassazione, a fine 2014, aveva in parte annullato la condanna a otto anni e mezzo di reclusione.

Questo mese, a causa della scadenza del limite massimo per la carcerazione preventiva, e non essendoci tempo per un ricorso in Cassazione, Don Seppia tornerà libero. Dove andrà?

Attualmente non è più sacerdote e quindi non è più "Don". Il cardinale Bagnasco ha individuato una  dell' ex parroco: Villa Iride, a Intra, frazione di Verbania, nella casa della Congregazione di Gesù. Questa è una sede che si pone come obiettivi « l' umiltà e la fiducia verso i preti che vivono particolari momenti di difficoltà » con lo scopo di « offrire un aiuto fraterno di conforto e di ripresa. Per essi allarghiamo i nostri spazi nell’accoglienza e nel dialogo offrendo anche ospitalità nelle nostre case, per quanto possibile. Cerchiamo di offrire anche un aiuto appropriato in campo spirituale e psicologico, con possibilità varie di una sana combinazione di lavoro e riposo ».

Secondo il canone 290 del Codice di diritto canonico però, la condizione sacerdotale non viene mai perduta: dopo essere stato validamente ricevuto, l’ordine sacro non può mai essere reso invalido.
Quindi Riccardo Seppia, al termine del suo percorso a Villa Iride, potrà continuare la sua vita da laico che ha terminato di espiare il suo debito con la giustizia, o da sacerdote se lui stesso lo chiederà alla Chiesa e se questi accetteranno di riammetterlo.

Intanto qui c'è un elenco dei preti pedofili condannati dal 2005 ad oggi

3 commenti:

  1. E' già tanto che non lo abbiano messo ai servizi socialmente utli in un asilo.... libero? Ha chiesto scusa? Ha capito di aver sbagliato?
    E io te lo faccio ricordare per sempre che hai sbagliato.. con un bel paio di forbicioni....
    c**************
    scusa le parolacce Daniele!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah boh se ha capito. Uno può anche fingere di aver capito, può fingere anche un pianto,.. ma poi bisognerebbe vedere se veramente è pentito.
      Chi fa ste cose ha sempre dei problemi, e non si risolvono così, con uno schiocco di dita.

      Abbrava: forbicioni! ahahaha

      Elimina
    2. Sì, prima altezza anche e oi altezza gola... tolto il problema!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie