Segui la pagina Facebook


«Il Coronavirus è stato creato in laboratorio». L' intervista integrale alla virologa Li-Meng Yan, fuggita dalla Cina dopo le sue affermazioni


La dott.ssa Li-Meng Yan è una scienziata che lavorava presso la Scuola di sanità pubblica di Hong Kong quando si è trasformata in informatore del governo cinese dopo aver affermato di essere a conoscenza della diffusione del coronavirus prima che fosse stata riconosciuta pubblicamente l'epidemia.
La virologa Yan afferma di essere dovuta fuggire negli Stati Uniti per la sua sicurezza. Ora è determinata a diffondere le sue scoperte nel mondo. 
Nel video è stata intervistata dal programma inglese Loose Women parlando da un luogo segreto per evitare possa esser trovata dalle autorità per via delle sue affermazioni.

La Commissione sanitaria nazionale cinese, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l'Università di Hong Kong contestano le sue affermazioni.

GLI STUDI DELLA DOTT.SSA YAN
Li-Meng Yan, originaria di Qingdao, si è laureata al Xiangya Medical College of Central South University, in Cina, mentre il suo dottorato di ricerca è stato presso la Southern Medical University.
Al momento della pandemia COVID-19 era impiegata presso la Hong Kong School of Public Health, University of Hong Kong(HKU), conducendo ricerche specializzate in virologia e immunologia.
Yan afferma di essere stata una dei primi scienziati al mondo a studiare l'epidemia di coronavirus a Wuhan dopo che Leo Poon, il suo supervisore presso HKU (un laboratorio di riferimento dell'OMS), le aveva chiesto di esaminare un gruppo di casi simili alla SARS a Wuhan nel dicembre 2019.
Già nel dicembre 2019 avevano scoperto la trasmissione del virus da uomo a uomo e la dott.ssa Yan, che condusse gli studi assieme al team, riferì più volte le sue scoperte sul virus ai suoi superiori, tra cui una il 16 gennaio, ma fu avvertita dal suo supervisore a "tacere e stare attenta".

È autrice, assieme ai colleghi del laboratorio HKU, degli articoli sulla trasmissione del Nuovo Coronavirus: "Pathogenesis and transmission of SARS-CoV-2 in golden hamsters", pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature il maggio 2020 in merito alla trasmissione del virus nei criceti e "Viral dynamics in lie and severe cases of COVID-19" pubblicato su The Lancet nel marzo 2020, riguardante i modelli di diffusione virale osservati in pazienti con COVID-19 lieve e grave.

CORONAVIRUS CREATO IN LABORATORIO 
E SFUGGITO PER ERRORE (?)
La puntata di TG Leonardo su Rai3 del 16 novembre 2015
La teoria secondo la quale il virus sia stato creato in laboratorio, in Cina, è nata dopo poco, a seguito di coincidenze, alcune forzate, altre, troppo reali per riuscire a catalogarle come false.

Prendiamo ad esempio la puntata di Tg Leonardo (Rai3) del 16 novembre 2015 dove si parlò di un gruppo di ricercatori cinesi che innestarono una proteina presa dai pipistrelli sul virus della Sars per studiare un virus che diverrebbe pericoloso perché trasmissibile da uomo a uomo.
Il fatto che 
  • il Sars-Covid-19 sia proprio un virus Sars
  • che abbia subito una mutazione
  • che derivi dai pipistrelli
  • e che si sia originato a Wuahn, sede del laboratorio dove effettuano test scientifici
sono tante coincidenze.
Il video della Rai, dopo esser stato caricato da diversi canali YouTube è stato, nelle settimane seguenti, eliminato da Google.

Inoltre, durante tutto il 2019, in Italia si sono avuti casi di polmonite che hanno insospettito i medici i quali non sapevano dare una spiegazione a quella strana impennata di casi in diverse zone d'Italia, specialmente al nord.
Si parla di 135mila ricoveri con un tasso di mortalità del 10%. Alcuni casi: Belluno, dove morirono due persone, in ottima salute, vicini di letto d' ospedale; una 58enne del bresciano, in perfetta salute, che contrae un' infezione che la porta in coma sino alla morte; a Crema (35 km da Codogno) i ricoveri per polmonite passano da 6 al mese a 3 pazienti in soli 5 giorni; a Piacenza, 35 ricoveri per polmonite in 7 giorni.

Inoltre, ciò che molti evidenziano, è la stranezza dell' atteggiamento dell' OMS: informata già a inizio gennaio dalla Cina, non adoperò alcuna azione per fermare l'epidemia sino al 5 marzo. Il giorno dopo, nonostante i dati epidemici fossero già preoccupanti ma identici a quelli di una settimana prima, dichiararono lo stato di epidemia globale, ovvero pandemia.

clicca per ingrandire

LE ACCUSE RESPINTE DAL GOVERNO CINESE
La virologa Yan, intervistata nel talk show Loose Women, ha detto che ha in programma di rilasciare prove scientifiche evidenti che SARS-CoV-2 è stato prodotto in un laboratorio di Wuhan. Secondo Yan, "questo virus non è nato spontaneamente in natura" ma che sia "uscito" dal laboratorio forse involontariamente.

Il govenro cinese ha risposto immediatamente alle accuse della dottoressa affermando non solo di aver risposto prontamente alla epidemia, ma anche che il virus non è stato creato in laboratorio a Wuhan.

Ecco l'intervista integrale alla dott.ssa Li-Meng Yan



FONTI E LINK UTILI



Commenti

Attenzione

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono reperite in internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Se possiedi il copyright di qualche immagine presente nel blog, basta che tu mi invii una mail con i dettagli ed io provvederò ad eliminarla.

Potrebbe interessarti

Post più letti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Within

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...