Reddito di Cittadinanza: ecco perché l' importo è più basso di quello che si doveva percepire


C'è chi ha percepito solo 40 euro, chi ne ha presi 100, chi non è arrivato a 500 euro anche con dei minorenni nel nucleo familiare... Cosa è successo? Perché gli importi percepiti non rispecchiano quelli sbandierati durante l' iter di approvazione del decreto legge?


Ammettetelo: ci siete rimasti male. No, non tutti ovviamente, perché c'è chi ha gioito nel leggere che alcune persone riceveranno solo 40 euro al mese di Reddito di Cittadinanza (RdC) perché, in base a quanto promesso, per tanti era inconcepibile percepire 780 euro al mese senza far nulla.
Chiariamo un po' di cose.
  • La prima:

il Reddito di Cittadinanza viene (o almeno dovrebbe esser) percepito perché si è in uno stato di difficoltà economica. Un nucleo famigliare (sono inclusi anche coloro che vivono soli) che si trova in una situazione di povertà tale da non poter far fronte alle spese dovrebbe, in base a ciò che stabilisce la Costituzione Italiana negli articoli sui diritti fondamentali, deve ricevere sostegno dallo Stato soprattutto per uscire da quello stato di povertà e vivere in maniera dignitosa.
In ogni nazione europea esiste un Reddito Minimo Garantito. In Italia fu Prodi il primo a proporlo, ma cadde in un nulla di fatto. Poi, nel 2013, il Governo Renzi ideò il REI, il Reddito di Inclusione. Oggi, ecco arrivare il Reddito di Cittadinanza che, così come è stato scritto nel decreto legge, ha abrogato, ovvero cancellato definitivamente il REI.
Il ministro Luigi di Maio (m5s) ha sostenuto che, con il Reddito di Cittadinanza, « sarà abolita la povertà »: quel che c'è da capire è se la legge è stata fatta male per incompetenza o per premeditazione.
  • La seconda:

i Centri per l' Impiego, per mezzo dei cosiddetti navigator, proporranno (o almeno dovranno farlo) delle offerte di lavoro al richiedente (se singolo) o ai membri del nucleo (con le dovute esclusioni riportate nella legge, come ad esempio madri di bambini di età inferiore ai 3 anni e familiari di  soggetti disabili) per far sì che escano dallo stato di povertà e si vedano togliere il Reddito di Cittadinanza poiché economicamente autosufficienti.
Nel frattempo dovranno seguire corsi di formazione oppure svolgere lavori di pubblica utilità presso il proprio Comune di residenza per almeno 8-16 ore a settimana.

Terza cosa, la più importante:
ogni importo ricevuto... fa reddito.

INFORMARE (CORRETTAMENTE) È UN DOVERE


Molti quotidiani, negli ultimi mesi, hanno fatto a gara a chi forniva più dettagli sul Reddito di Cittadinanza proprio per accaparrarsi click ai loro siti web e visualizzazioni dei propri post social. Tutti hanno riportato la famosa tabella con gli importi che i vari tipi di nuclei familiari avrebbero  dovuto percepire. Eccola qua


Anche io ho riportato questa tabella nel mio articolo ma ho aggiunto un qualcosa di molto importante. Si tratta di una precisazione importantissima: la dicitura IMPORTO MASSIMO percepibile.

Eh già, perché i 780 euro a persona sono un importo percepibile solo da chi non ha alcuna entrata economica che abbatta le spese che sopporta ogni mese. Chi ha ricevuto 40 euro al mese come RdC è perché ha delle entrate economiche che gli permettono di sopportare spese di un certo tipo di importo.

Così come ho riportato nel mio articolo e nel video che ho creato, prendendo il testo del decreto legge approvato (DL n.3 del 27 febbraio 2019), l'importo massimo, e ripeto, MASSIMO erogabile è calcolato tenendo conto del patrimonio immobiliare e mobiliare, ovvero appartamenti, seconde case etc., ma anche (e soprattutto) il denaro che entra nelle tasche del nucleo familiare.

Per capire il funzionamento prendiamo, per facilità, i nuclei con persone sotto i 67 anni.

Il patrimonio mobiliare (ovvero importi depositati nel corso dell' anno su conti correnti bancari o postali, carte ricaricabili come Poste Pay, titoli di Stato, buoni fruttiferi, azioni di società, etc..) deve essere inferiore ai 6.000 euro annui.
Il limite da non superare aumenta con l' aumentare dei componenti del nucleo famigliare:
- 2 componenti adulti, limite di 8.000
- 3 componenti adulti, limite di 10.000 (limite massimo)
- In presenza di ogni bambino si aggiungono 1.000 euro sino a un massimo di 10.000 euro
- In presenza di un componente con disabilità, il limite viene aumentato di 5.000 euro e di 7.500 in caso di disabilità grave.

Reddito familiare per chi è sotto i 67 anni ha come limite massimo 6.000 euro.
Se sei in un immobile in affitto, il limite massimo sale a 9.360 euro, ovvero 6000 + 3360.
3360 non è altro che il prodotto 280 x 12, ovvero 280 euro al mese come contributo al canone di locazione moltiplicato 12 mesi.

La scala di equivalenza calcolata è pari a:
1 per il primo componente del nucleo familiare
incremento di 0,4   per ogni ulteriore componente di età maggiore di anni 18
incremento di 0,2   per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1


Andiamo adesso a vedere dei casi specifici.

2 adulti che pagano un affitto

Il Reddito di Cittadinanza sarà composto da
  • PARTE A
    6.000 euro annui per vivere, ovvero
    6.000:12 = 500 euro al mese
  • PARTE B
    3.360 (annui) per l'affitto, ovvero
    3.360:12 = 280 euro al mese
  • TOTALE
    780 euro mese, ovvero
    6.000 + 3.360 = 9.360 euro l'anno

Siccome sono in due, si moltiplica per 1,4 (scala di equivalenza), quindi
6000 x 1,4 = 8.400
quindi
8.400:12= 700 euro al mese + 280 per l'affitto = MASSIMO 980 euro al mese

E qui arriamo al dunque: 

perché tutti i richiedenti hanno percepito di meno, anche di pochi euro?

Ricordiamo che viene verificato il patrimonio mobiliare (il denaro) e siccome l'ISEE è solo un indicatore, l' INPS verifica, in base alla legge creata, tutte le entrate di denaro dell'anno e le sottrae al Reddito di Cittadinanza.
Dunque, se in 12 mesi avete ricevuto:
  • 1.000 euro di accredito su una carta
  • la Naspi, anche solo per pochi mesi e di importo mensile di poche centinaia di euro
queste sono fonti di REDDITO e, rapportati ai 12 mesi annui, vanno a diminuire il Reddito di CittadinanzaA fronte di un uguale ISEE, molti hanno ricevuto più soldi, altri, invece, ne hanno intascati di meno.
Dalla Circolare INPS n.43 del 20/03/2019 apprendiamo il metodo di calcolo del beneficio. Vediamo questo esempio che riporta la corcolare:

Nucleo familiare composto da 2 maggiorenni e 1 minorenne in possesso dei requisiti per l’accesso al Rdc e una scala di equivalenza (s.e.) pari a 1,6.
Il nucleo familiare vive in abitazione di proprietà, senza pagare mutuo, e possiede un reddito di 4.530 euro.
A tale nucleo spetta solo la quota A (il RdC senza l'importo di 280 per l'affitto), calcolata come differenza tra la soglia di 6.000 euro, moltiplicata per la s.e., e il reddito familiare.
QUOTA A [(6.000*1,6) – 4.530] = 5.070 euro annui, pari a 422 euro mensili.
I redditi presi in esame sono quelli del 2017, ma non è chiaro in che modo siano stati rapportati all' importo del RdC calcolato.

Alcuni casi che ho ritrovato e che mi sono stati segnalati

ISEE 420 euro
2 adulti + 2 figli di 8 anni e 15 mesi
860 euro di Reddito di Cittadinanza assegnato
In base alla composizione del nucleo familiare, la scala di equivalenza è 1,8 (adulto 1, secondo adulto 0,4 + 0,2x2 minorenni) e avrebbero dovuto percepire da 900 a 1.180 euro al mese (se sono in affitto)


ISEE 0
1 adulto
Importo percepito RdC = 400 euro al mese
500 euro al mese è il massimo percepibile da un singolo
se è in affitto, è di 780 euro al mese.


ISEE 0
2 adulti + minore 8 mesi
225 euro di Reddito di Cittadinanza percepito
La scala di equivalenza è 1,6 e avrebbero dovuto percepire da 800 a 1.080 euro al mese (se sono in affitto)


ISEE 2200
1 adulto + 1 magg. 20 anni
218,58 di Reddito di Cittadinanza percepito
La scala di equivalenza è 1,4 e avrebbero dovuto prendere da 700 a 980 euro al mese (se sono in affitto)


ISEE
450 euro/mese Naspi
2 adulti + tre minori, 2 anni, 3 anni e 4 anni
135 euro di Reddito di Cittadinanza percepito
La scala di equivalenza è 2,0 e avrebbero dovuto prendere da 1.000 a 1.280 euro al mese (se sono in affitto).
Qui la persona ha scritto di percepire la Naspi ma, sottraendo 450 all'importo minimo (quello senza affitto), ovvero di 1.000 euro, otteniamo 550 euro e non 135. Evidentemente ci sono altre entrate.


CONCLUSIONI E COME VERIFICARE SE L'IMPORTO RICEVUTO SIA GIUSTO

Dovreste prendere tutti i redditi percepiti nel 2017 e nel 2018, sommando tutto ciò che di denaro vi è entrato, anche bonifici su carte prepagate, conti correnti e altro. Ogni somma di denaro viene conteggiata come importo utile a sopravvivere dunque, anche una pensione sociale di 415 euro è un'entrata economica.

Intanto calcolate l'importo che dovevate percepire:
  • il primo adulto è 1
  • ogni altro adulto del nucleo familiare, a 1 sommate 0,4 per ogni maggiorenne
  • per ogni minorenne, aggiungete 0,2
  • se il totale supera 2,1 dovete prendere 2,1 come importo perché la legge non permette di percepire importi più alti quindi, se avete anche 6 figli, la scala di equivalenza che dovrete prendere sarà sempre di 2,1, percependo la stessa somma di chi ha meno figli di voi

Dall' importo sottraete quello che vi hanno assegnato.

Vi faccio un esempio.
avete percepito 420 euro di Reddito di Cittadinanza.
Siete due adulti e due bambini quindi 1 + 0,4 +0,2 + 0,2 = 1,8
NON pagate un affitto ma avete casa di proprietà.
6.000 x 1,8 = 10.800 euro/annui
10.800:12 = 900 euro/mese
900 - 420 = 480 euro al mese

480 euro al mese è l'importo che l' INPS ha rilevato come entrata mensile del vostro nucleo. Che sia una entrata media o entrata fissa, è impossibile saperlo ma presumo sia un' entrata media, e la certezza l'avrete se ogni mese intascherete lo stesso importo del RdC.
L' entrata media la calcolate sommando tutte le entrate dell' anno (si tiene conto del 2017) dividendo il totale per 12.

E CHI HA PERCEPITO 40 EURO?
Come riporta la legge approvata, se il tuo ISEE rientra nel limite massimo, ma hai percepito dei redditi, l'importo del RdC diminuisce ma... cosa succede se abbatte completamente il RdC?
A quel punto si è un caso che si è verificato in maniera frequente:
  • ISEE sotto il limite di 6.000 euro (che NON è reddito ma ISEE, ovvero un indicatore che mette sul piatto le entrate e le uscite tracciando la situazione economica del nucleo)
  • importo del RdC che è inferiore alla media di denaro che entra mensilmente nel nucleo.

A questo punto la legge stabilisce che l'importo minimo sotto il quale non si può percepire è di 480 euro l'anno, cioè proprio 40 euro al mese.

ATTENZIONE
COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza

È fatto obbligo al beneficiario di comunicare all’INPS, tramite il modello Rdc/Pdc - Com Esteso, nel termine di 15 giorni, ogni variazione patrimoniale che comporti la perdita del requisito relativo al patrimonio immobiliare e relativo al possesso di beni durevoli (art. 3, comma 11, del d.l. n. 4/2019). Ad esempio, in caso di acquisto di un immobile nel mese di marzo 2019, se il valore definito ai fini ISEE di tale immobile, unitamente agli altri immobili posseduti, determina il superamento della soglia del patrimonio immobiliare prevista dal decreto, senza considerare la casa di abitazione, tale variazione deve essere comunicata. Con riferimento al patrimonio mobiliare, l’eventuale variazione patrimoniale che comporti la perdita dei requisiti è comunicata entro il 31 gennaio relativamente all’anno precedente, ove non già compresa nella DSU. Nel caso l’acquisizione del possesso di somme o valori superiori alle soglie previste per il patrimonio mobiliare, sia avvenuta a seguito di donazione, successione o vincite, la perdita dei requisiti deve essere comunicata entro 15 giorni dall’acquisizione. Resta fermo il divieto dell’utilizzo del beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità. Cosi, ad esempio, può accadere che a fronte di un valore nullo del patrimonio mobiliare indicato in DSU, si riceva una donazione che fa superare la soglia del patrimonio mobiliare prevista dal decreto legge per accedere al beneficio Rdc/Pdc. In tale caso la variazione deve essere comunicata entro 15 giorni.

COME VIENE CALCOLATO L' IMPORTO MENSILE DEL RdC

Ai sensi dell’art. 3 del d.l. n. 4/2019, il beneficio economico sia per il Reddito di Cittadinanza che per la Pensione di Cittadinanza è dato dalla somma di una componente ad integrazione del reddito familiare (quota A) e di un contributo per l’affitto o per il mutuo (quota B), sulla base delle informazioni rilevabili dall’ISEE e dal presente modello di domanda.

La quota A integra il reddito familiare fino ad una soglia massima, calcolata moltiplicando 6.000 euro per il corrispondente parametro della scala di equivalenza ai fini del Rdc/Pdc. Nel caso di Pensione di Cittadinanza la predetta soglia è elevata fino ad 7.560 euro moltiplicati per la scala di equivalenza. 

Qualora il nucleo risieda in abitazione in locazione, la quota B è pari al canone annuo di locazione fino ad un massimo di 3.360 euro annui, pari a 280 euro mensili per il RdC. Nel caso della Pensione di Cittadinanza, detto importo è ridotto a 1.800 euro annui,ossia 150 euro mensili. 

In caso di mutuo, contratto per l’acquisto o la costruzione della casa di abitazione, la quota B è pari alla rata del mutuo fino ad un massimo di 1.800 euro annui, ossia 150 euro mensili sia per RdC che per PdC. Complessivamente, in caso di percezione di RdC e di PdC, non si potrà percepire un importo inferiore a 480 euro annui a titolo di integrazione al reddito e per locazione o mutuo. 

Il valore dell’ISEE dovrà comunque essere inferiore a 9.360 euro. Il parametro della scala di equivalenza, ai fini del RdC/PdC, è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1 , ovvero fino ad un massimo di 2,2 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, così come definite ai fini dell’ISEE.

La scala di equivalenza non tiene conto dei soggetti che si trovano in stato detentivo o sono ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra P.A.; la scala di equivalenza, inoltre, non tiene conto dei componenti del nucleo familiare disoccupati a seguito di dimissioni volontarie, nei 12 mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa, né di componenti il nucleo sottoposti a misura cautelare personale, nonché a condanna definitiva intervenuta nei 10 anni precedenti la richiesta per i delitti previsti dagli artt. 270-bis, 280, 289-bis, 416-bis, 416-ter, 422 e 640 bis del codice penale.


FONTI E LINK UTILI

Commenti

  1. salve,grazie x le tutte informazioni,sono chiare e molto utile,però vorrei chiedere xke mio amico senza lavoro che vive con madre 91 anni,ha figlio studente in carica e riceve solo 220 euro RDC invece 1180?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ewa

      Il tuo amico ha il PIN per accedere al sito INPS? Accedendo ha la possibilità di verificare quanto reddito mensile hanno calcolato e quale cifra hanno sottratto dall' importo massimo del RdC.

      Evidentemente ci sono altre entrate nel nucleo e quindi hanno diminuito il RdC.
      Reddito è una pensione contributiva ma anche una pensione sociale.

      Saluti

      Elimina
  2. Vorrei sapere come mai da giugno viene dal Rdc detratto il Rei percepito in quest'anno. Ho l'Isee 0, i primi 3 mesi di quest'anno ho percepito la rei: 187,50 al mese; ad aprile e maggio ho ricevuto il Rdc 500 euro, adesso però viene calcolato circa 50 euro di meno sottraendo il rei, come se la rei fosse un prestito! Ma cosa accadrà a gennaio, sarà sottratta la somma di Rdc di quest'anno??....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cercherò di fare un articolo o un video inerente l'argomento.
      Comunque (per rispondere anche ad altri utenti) il RdC e il REI non sono compatibili infatti, chi ha fatto domanda per il RdC, si è visto interrompere automaticamente il REI.
      Quindi è realmente difficile aver percepito REI e RdC insieme.

      Facendo accesso con il PIN sul sito INPS.it, andando alla sezione "Reddito di Cittadinanza" si può verificare il calcolo effettuato dall' ente e l'importo del reddito mensile calcolato.

      Segui il mio canale YouTube
      https://www.youtube.com/channel/UCshjKtWu1vp7cnswjRfHS3Q/community

      Un saluto

      Elimina

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"
► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su "inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta casella di posta elettronica.
Potrete cancellare l' iscrizione con un click nella mail che riceverete ("annulla iscrizione").
L' iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per attivato, ancora una volta, la moderazione commenti ma gli utenti fake e quelli che postano Spam inondano il blog di commenti pubblicitari e/o link a siti malevoli.
Ringraziandovi per il vostro supporto, provvederò all' eliminazione dei commenti sgradevoli.

Grazie e rispetto per tutti

Attenzione

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono reperite in internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
Se possiedi il copyright di qualche immagine presente nel blog, basta che tu mi invii una mail con i dettagli ed io provvederò ad eliminarla.

Potrebbe interessarti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Within

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...