domenica 15 aprile 2018

Roma:morì a causa di una buca stradale.Cinque persone a processo



Le buche stradali nelle città sono un problema frequente, e troppo spesso anche causa di incidenti.
Quello che capitò nel 2012 a un 20enne di Roma gli provocò la morte: prese un buca, sbandò con il suo motorino e cadde, sbattendo la testa contro una colonna di marmo.

Oggi si apprende che sono imputati per omicidio colposo cinque persone tra dirigenti che all' epoca erano al Comune di Roma e imprenditori.
Si tratta dell' allora dirigente dello Sviluppo Infrastrutture e manutenzione Urbana del Campidoglio e i dipendenti dello stesso dipartimento. Vi sono anche il presidente del Consorzio Stabile Roma Scarl, il quale gestiva la manutenzione del manto stradale, e il direttore tecnico del cantiere.

Il pm ha notificato agli indagati l'atto di chiusura delle indagini che in genere precede la richiesta di rinvio a giudizio. 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.