domenica 8 gennaio 2017

Indagini su violenze subite da indigeni baka da parte di squadre anti-bracconaggio finanziate dal WWF - VIDEO

survival.it

Da un'indagine effettuata da un membro dell' OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) sono emersi frequenti episodi di violenza perpetrati da squadre anti-bracconaggio finanziate dal WWF nei confronti del popolo Baka (conosciuti col dispregiativo "pigmei") che vive in Camerun.

È stato Survival International a presentare un'istanza per verificare e documentare le violenze subìte da uomini ma anche da bambini e donne.
Il WWF finanzia squadre anti-bracconaggio in Camerun e in altre zone del Bacino del Congo. I Baka e altre tribù della foresta pluviale denunciano abusi sistematici commessi da queste squadre – tra cui arresti e pestaggi, torture e persino morte – da oltre vent’anni.

I Baka hanno raccontato più volte a Survival delle attività di queste squadre anti-bracconaggio nella regione: «Hanno picchiato i bambini e una donna anziana con i machete» ha testimoniato un uomo Baka a Survival nel 2016 riferendosi alle squadre anti-bracconaggio. «Mia figlia sta ancora male. L’hanno costretta ad accucciarsi e l’hanno picchiata ovunque con il machete sulla schiena, sul sedere… dappertutto».

Il WWF ha respinto le accuse di Survival. Riconosce che ci sono stati abusi ma, in una dichiarazione del 2015, un portavoce affermava che tali incidenti “sembrano essere diminuiti”.
Un video delle loro testimonianze.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"
► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su "inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta casella di posta elettronica.
Potrete cancellare l' iscrizione con un click nella mail che riceverete ("annulla iscrizione").
L' iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per attivato, ancora una volta, la moderazione commenti ma gli utenti fake e quelli che postano Spam inondano il blog di commenti pubblicitari e/o link a siti malevoli.
Ringraziandovi per il vostro supporto, provvederò all' eliminazione dei commenti sgradevoli.

Grazie e rispetto per tutti