mercoledì 26 marzo 2014

Pillola abortiva in day hospital, arriva un altro “sì”


Dopo la Toscana, anche il Lazio dice sì alla somministrazione in day hospital della pillola Ru486 per l’interruzione di gravidanza. Che fino ad ora poteva avvenire solo mediante un ricovero di tre giorni.

Una delibera regionale appena approvata, infatti, si pone l’obiettivo di sostenere le donne in un momento così delicato con procedure più semplici puntando su prevenzione, assistenza e tutela della salute.


L’intervento avverrà in 3 fasi:
- accesso e preospedalizzazione,
- controllo degli esami e somministrazione del farmaco,
- controlli clinici.

In ogni caso, dopo il trattamento farmacologico, la decisione di estendere o meno la durata del ricovero, spetterà ai medici che valuteranno in base alle condizioni cliniche delle pazienti.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.