Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

giovedì 13 giugno 2013

Dentro a un ventre di vacca

Siamo in un periodo particolare nel quale chi riesce ad esser astuto ed a impegnarsi a dovere, può galleggiare e continuare a nuotare senza affogare. Tipo come fa l' escremento di vostro figlio che non la trattiene al mare. Accidenti!
Può evitare l' umiliazione ( perché è di ciò che si tratta ) di rimanere nella scialuppa facendo remare ad altri e/o attendendo l' arrivo di un transatlantico che lo recuperi, lo accolga a bordo, lo faccia lavare, profumare e gli serva i migliori pasti preparati dalla cucina di bordo.Più o meno in stile "accoglimento ospiti" dell' Iliade.

E' una soddisfazione incredibile il farcela da solo, il riuscire a galleggiare ( seppur si è ancora in mare aperto ) e mantenersi vivi con le proprie forze.

L' espressione "dentro a un ventre di vacca", per chi non lo sapesse, denota la vita di un individuo che è cresciuto e sta crescendo tra gli allori, facendo una bella vita, spesse volte senza muovere un dito. O muovendone solo il terzo ( per sbeffeggiare chi non fa la loro vita ). Una vita scialba, triste, ignobile e per nulla invidiabile. Oh cavoli, ma nun se fanno du palle così a non fa 'n cazzo tutto er giorno?

Ognuno fa la vita che vuole ( ci mancherebbe! ), ma è un pò disgustoso e incredibile ( nel senso negativo del termine ) il vedere individui che si lamentano come fa un padre di famiglia che ha appena perso un lavoro e poi invece cazzeggiano con i loro nuovissimi strumenti tecnologici che gli permettono di collegarsi anche al cesso, comunicano in tempo reale che stanno attendendo un autobus, intentano battaglie virtuali, dormicchiano sul letto di casa con la musica a palla quel pò per attendere l' ora giusta per uscire ed andare gironzolando e trincando per locali, provandoci con tutto ciò che si muove ( stando attenti ai taglia erba ).

Gioventù di imbranati? Di viziati? Di nullafacenti? Probabilissimamente sì.
Se prima vi erano quaranta cose materiali/servizi da possedere, e se ne possedevano meno della metà, oggi ce ne sono mille, e debbono esser possedute almeno novecento. Pena: esclusione dal branco.
Le mucche vanno al pascolo, le pecore seguono le altre pecore, e i cavalli corrono. Perché son più furbi.

Un pò deluso. Deluso dalla generazione di idioti nullafacenti e pigri che ci porteranno verso un futuro buio. Penso che il 90% della colpa sia della tecnologia: supersfruttata, osannata, stuprata, abusata, divinizzata, onnipresente, necessaria, che ha reso gli individui come robot: fermi con la bocca aperta mentre bisbigliano le prime vocali dell' alfabeto.
Idioti che mostrano in tempo reale lo stato della loro cacarella. Viziati che preferiscono far finta che il problema è della situazione anziché propria, in modo da venir compatiti e sperare di rimanere nel "ventre di vacca" a tempo indeterminato. Schizzinosi e choosy che si vantano della loro specializzazione rifiutando lavori umili, solo perché lo dice il pezzo di carta. Denigrando chi fa lavori umili, senza notare che, almeno gli umili, qualche soldo se lo intascano!
Uomini e donne fermi, immobili, che attendono chissà cosa. Un esercito.

Esercito fronteggiato fortunatamente da una massa di individui che si suddividono in sezioni, si prestano in modalità multicolore e multifunzione, si gettano e si mostrano, dicono e fanno, inventano, ci provano, sbagliano e proseguono, salgono, scendono, vanno, vengono, sudano ( ma non puzzano perché si lavano ) e nonostante non hanno i benefici del "ventre di vacca", rimangono i migliori. Si sentono migliori. Soddisfatti.
Una soddisfazione che non può esser descritta. L' ottenere qualcosa con la propria sola forza, senza aiuto, con i propri denti, dopo aver mangiato la terra ed essersi rialzati dal pietriccio, con le ginocchia sporche, aver guardato il sole ed aver pensato "ndo cazzo l' ho messo er cappellino?".
Ma loro sono umili e sanno della loro condizione, sanno che stanno lottando per le loro poche e piccole cose
che sono per loro le più importanti che esistano.

Il mare unirà pur le terre che son divise dagli oceani stessi,
ma per vedersi occorre viaggiare.

Chi è steso dorme o muore. Oppure fa l' amore ( cit. Pooh )

4 commenti:

  1. Quando io ero una ragazzotta la tecnologia non esisteva proprio.
    Però c'erano sempre un tot di cose che era necessario possedere/esibire per essere accettati da un certo branco esclusivo: marche specifiche di abbigliamento, di auto, persino i negozi frequentati facevano la differenza.
    L'unica diversità rispetto ad oggi è che i facenti parte dei branchi erano pochi, perché la maggior parte di noi veniva da famiglie povere e non aveva i soldi per stare alla pari.

    Oggi, stando alle stronzate costosissime in mano a tanti, sembra che parecchia gente i soldi li abbia.

    Mai visto nessuno combattere se ha la certezza che qualcuno gli riempirà sempre la pancia.
    Poi ci sono, ovviamente, le eccezioni, però son poche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che le famiglie povere stanno ritornando "di moda" anche oggi, però i poveri del XXIesimo secolo non amano mostrarsi poveri, come fosse una vergogna.
      E quindi ( appunto ) si premuniscono di questi
      oggetti costosi ma che li fanno interagire col branco.

      Personalmente ritengo umiliante l' esser allevato da maggiorenne come un minorenne poppante.
      E' una cosa così umiliante che non riesco a concepire
      la mentalità degli abitanti dei "ventre di vacca".

      P.S.:
      Google ce l' ha con te! Ti getta i commenti sempre
      nello spam!
      Cosa gli hai fatto a Mr. Google? è_é

      Elimina
    2. Tutto anche divertente ma si continua a fare a cazzotti con il congiuntivo. E' > e gli serva i migliori pasti <
      : )

      Elimina
    3. Con tutti gli argomenti che potevi trarre dal post, hai scritto
      proprio una cagata.
      Mi spiace per i tuoi problemi mentali, ma io non posso curarteli.
      :)

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie