Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 19 marzo 2013

Se la casa in comunione è pignorata, al coniuge non debitore va metà del ricavato della vendita


Pignorabile la casa familiare anche se è in comproprietà dei due coniugi e solo uno dei due è debitore; tuttavia poi il ricavato andrà restituito, per metà, al coniuge non debitore

Se i coniugi sono in comunione dei beni e uno dei due è debitore di un terzo soggetto, quest’ultimo può ipotecare e mettere all’asta tutta la casa familiare. Lo può fare, infatti, anche se il coniuge non debitore è comproprietario al 50% dell’immobile. Tuttavia, in questo caso, metà della somma lorda ricavata dalla vendita dell’immobile dovrà essere consegnata proprio al coniuge non debitore. E questo perché si verifica uno scioglimento della comunione solo con riferimento alla casa venduta (tutto il resto, invece, rimane in comunione). È quanto ha ricordato la Cassazione in una recentissima sentenza [Sentenza della Cassazione n. 6575/2013 del 14.03.2013 ].

Dunque, il creditore può pignorare l’intera casa, anche se è inserito nella comunione legale. Quindi, anche il contitolare dell’abitazione deve sopportare l’esecuzione forzata e non può opporsi solo sostenendo di essere proprietario del 50%.
Poi, al momento della vendita dell’immobile, si potranno avere due soluzioni diverse:

a) se la casa viene venduta, metà del prezzo incassato dovrà essere restituito al coniuge non debitore;
b) se invece il creditore che ha proceduto all’esecuzione forzata ha chiesto l’assegnazione diretta della casa (ossia abbia chiesto di diventarne lui stesso proprietario, senza quindi metterla all’asta), allora egli sarà obbligato a versare di suo, sempre in favore dell’altro coniuge, metà del valore dell’immobile.

2 commenti:

  1. L'amore è bello ma il regime di separazione dei beni di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no perché è bello condividere tutto!
      Ma meglio è dividere tutto.. O_o

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie