Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

lunedì 4 febbraio 2013

Autogrill ed il ricatto ai dipendenti. Il gruppo gestito dai Benetton chiede ai lavoratori di scegliere fra il dimezzamento dello stipendio con spostamento e la perdita del posto di lavoro


Leggi la notizia completa su espresso.repubblica.it

"Questa volta dobbiamo essere disposti a tutto: 
io mi metto pure in mezzo all'autostrada e mi faccio arrestare, se può servire. Dobbiamo fermarli".
A parlare è la lavoratrice di un Autogrill del Chianti, uno dei ristoranti storici del gruppo controllato dai Benetton, dove addirittura gli apprendisti del bancone vengono mandati a fare pratica.
Se i settanta licenziamenti decisi l'anno scorso, dopo gli scioperi e gli articoli sui giornali, alla fine sono stati ritirati, a questo giro l'azienda è ripartita in quarta,
e sembra davvero fare sul serio. La doccia gelata è arrivata via fax al sindacato, venti pagine fitte di dati sulla crisi della celebre "A con il baffo" e una sola conclusione: dobbiamo licenziare 140 persone, e tutte nelle stazioni autostradali. Ma c'è una svolta "marchionniana" non da poco nella nuova strategia scelta dalla multinazionale del fast food: nella procedura di licenziamento è contenuta l'offerta di uno "scambio", indirizzata singolarmente a ogni lavoratore, che potrà "scegliere" di conservare il posto.
Piccolo particolare: dovrà accettare il trasferimento a un diverso locale, posto entro 50 chilometri di distanza, e soprattutto il passaggio dal full time a un part-time di 20 ore.
In pratica, vedersi dimezzata la busta paga, da 1000-1200 euro a 500-600 al mese.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie