Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 5 giugno 2012

Imu: attenti alla truffa! Invitano a ritirare un pacco del Ministero al costo di 30 euro



ORISTANO
Una nuova truffa minaccia i cittadini e in particolare i commercianti
che ritirano un plico postale che lascia intendere si tratti dell’Imu.
Sarebbero decine le persone cascate in un abile tranello e cresce il numero
delle denunce già presentate ai carabinieri e alla polizia.

LA TRUFFA
Il trucco "confezionato" ad arte arriverebbe in casa o in ufficio con un corriere,
Sda o Tnt. Nella comunicazione, con un contrassegno di 28,50 euro, si invita l'utente
a ritirare una busta sulla quale campeggia, a caratteri cubitali, il logo della Repubblica
e il mittente: Studio notarile dottor Leonardo Rossi, piazza 4 novembre 7, Milano,
e in evidenza «Ufficio tecnico verifiche catastali». Il contrassegno è relativo
alle spese di notifica e di consegna. Ma dentro la busta c'è solo un anonimo
foglio in bianco. Per le forze dell'ordine, che hanno già avviato le prime indagini,
si tratta di una truffa congegnata da una organizzazione. Puntuale quindi arriva l’invito
da parte della Polizia delle telecomunicazioni a non ritirare il pacco e a non pagare.

«Ci siamo accorti in tempo prima di pagare, che si trattava di una bufala
– ha spiegato un impiegato di Oristano – occorre fare attenzione perché è facile
cascarci, proprio con la attualissima novità dell'Imu e poi la cifra decisamente
non esorbitante spinge ad accettare la busta». Chi è cascato nella truffa
ed ha quindi pagato deve presentarsi ai carabinieri o alla polizia per sporgere denuncia.
Chi ha solo ricevuto la lettera, farebbe comunque bene a segnale il tentativo
alle autorità.
«Credo sia necessario informare subito la popolazione – ha detto l'impiegato
di Oristano - per evitare che sopratutto gli anziani possano incappare in questo
nuovo raggiro».

TRUFFA ANCHE VIA WEB
Tra le vittime figurano sopratutto piccoli artigiani e commercianti che per
evitare di incappare in multe e sanzioni, ritirano il plico e pagano i 28,50 euro,
convinti di far bene per evitare eventuali sopratasse. In questi giorni analoghe
inside stanno arrivando anche via Web. Si tratta di diffide di pagamento a nome
del sito Italia programmi, già oscurato dal Ministero. Le e-mail invitano a saldare
una fattura inesistente di 129 euro, per programmi scaricati dal sito
Italia Programmi. I truffatori sollecitano a pagare per evitare l’arrivo
di un esattore. Basta stare attenti e si capisce che dietro si nascondo dei banali
truffatori considerato che annunciano una convocazione di conciliazione
presso un fantomatico tribunale giudiziario regionale. Secondo la polizia
delle telecomunicazioni, si tratta di sciacalli che approfittando della buona fede
degli utenti, inviano fatture a nome della Società i cui vertici sono stati già
denunciati dalla magistratura.


fonte
http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2012/05/27/news/nuova-truffa-arriva-per-posta-la-falsa-imu-1.5163191

2 commenti:

  1. Certo che i truffatori ne inventano sempre di nuove.
    C'è da dire però che i truffati spesso non sono molto svegli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh beh, sennò come campano i truffatori? :O

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie