Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

Visita i Miei Blog - Contatti

Per chi volesse contattarmi, può scrivermi alla mail
dankash@hotmail.it


Visita la Homepage di tutti i miei blog e, da lì, dirigerti ad ognuno di questi
Lapenna Daniele Blog
http://lapennadaniele.blogspot.it


Il Cavaliere di Ghiaccio
Il blog dei miei libri





Disegni,creazioni manuali,video e sfondi creati da me

39 commenti:

  1. Gentile signor Daniele,
    Mi scusi se prendo un pò di spazio, ma non sapendo dove inserire il mio commento che non ha niente a che vedere con bolli auto e cartelle varie, ho pensato di farlo qui sperando di avere un suo consiglio. Un vicino di casa mi ha querelata per minacce e offese.. premetto che sono single con un bambino e non vado in giro a minacciare la gente. Alla prima udienza non si è presentato e nessun'altro per lui.. adesso, dopo un anno ecco che rippare e tramite un avv mi chiede ben 800 euro per ritirare la querela! Mi creda, a malapena riesco a mettere insieme il pranzo e la cena per mio figlio!

    La ringrazio per un suo eventuale riscontro
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei signora.

      Sottolineo che non sono avvocato, ma mi informo su tutte le news di sentenze e leggo anche le relative leggi.

      Intanto, lei può esser difesa da un legale gratuitamente se ha un reddito basso ( e penso lo abbia a legger da quanto scrive ).
      Per ritirare la querela, non c'è bisogno di alcuna somma.
      Gliela chiede il signore in questione perché forse
      è una persona che ama estorcere denaro alla gente.
      Sarà uno strozzino, non so, non lo conosco, ma se chide soldi per ritirare una sua denuncia, già mostra di voler
      succhiare denaro agli altri per farne chissà che.

      Se lei viene citata in tribunale, e deve ricevere una lettera proprio dal giudice o un ufficiale che la porti a casa, lei si dovrà recare, ma tranquillamente senza legale perché se una persona non ha soldi e, a maggior ragione è innocente,
      non vedo perché spendere anche un euro per un pazzo che non ha nulla da fare che denunciare qualcuno.

      Lei non deve nulla!
      Ripeto, se verrà veramente contattata per presentarsi,
      basta che si rechi lì e dichiari di avere un reddito basso.
      Ma, a quanto ne so io, se non ci sono prove, neanche si fa un processo! Lei potrà andare anche dai carabinieri e denunciarlo a sua volta per aver dichiarato il falso,
      ovvero che lei lo ha minacciato.

      Stia tranquilla.
      Un salutone ed un abbraccione virtuale a lei ed a suo figlio.

      Elimina
  2. La ringrazio d cuore.. anche una parola gentile può aiutare. Mi sono gia rivolta ad un avvocato con gratuito patrocinio il quale, la sa prendendo molto comoda.. dice che alla seconda udienza il gidice di pace fisserã la data per il processo! È chiaro che si tratta di un modo facile per estorcere denaro! Questo avv non mi da fiducia e non so piu a chi rivolgermi... dice che i tempi per presentare querela sono ormai passati... entro 90 fiorno dall'accaduto... ma qui non c'è mai stato un episodio ma solo le mie imprecazioni esasperate quando non ne potevo più della confusione.

    Non credo che ci siano gli estremi per una denuncia.

    Grazie ancora e mi scusi per l'intrusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia succedono casini proprio per questa gente che va in tribunale per futili questioni o fatti inesistenti.
      Il signore in questione sta facendo in modo
      di rallentare dei processi esistenti che forse sono molto più gravi ed importanti dal suo estorcere denaro per passatempo.
      Davanti al giudice ci vogliono prove,
      ed anche se portasse dei testimoni per confermare la sua parola,
      questi, possono esser stati anche "comprati".
      Quindi non riesco proprio a capire come possa svolgersi un processo del genere.

      Se il tizio provocava rumori molesti, e lei abita in un condominio o una zona dove vi è altra gente, lei potrà portare dei testimoni che confermino la situazionein cui lei versava per colpa della suddetta persona.

      Le invio un altro salutone ed un in bocca al lupo.
      Stia serena, e non si preoccupi per l' intrusione.
      Lo spazio del blog è a disposizione di tutti :)

      Elimina
    2. Buongiorno signor Daniele,


      Mi scusi se la disturbo ancora, purtroppo sono sola ad affrontare queste sgradevole situazione che mi crea un terribile stato d'ansia. Questa mattinac'è stata la seconda udienza, l'avv mi ha consigliato di rimanere a casa. Non ho ancora avuto notizie ed ho un brutto presentimento.. il rinvio a processo! Il problema attuale è questo: a distanza di un anno e mezzo l'individuin questione ha ancora le chiavi del condominio ed entra indisturbato... da qui, la conferma i miei sospetti... più volte ho subito danni alla cassetta dellaposta... inoltre, il giorno di Natale ho trvato la macchina imbrattata con vernice spray nera!!! Premetto che in 12 anni non ho mai avuto problemi con nessuno del condomnio, non ho ex marito o fidanzati.. per cui... Tutto è iniziato quando il vigliacco ha lasciato l'appartamento m continua ad avere le chiavi! Posso fare qualcosa in merito? Proprio ieri è venuto... dal balcone l'ho visto uscire tranquillo!

      La ringrazio per un suo eventuale parere.

      Elimina
    3. Buongiorno a lei signora.

      Il fatto che il suo avvocato le ha detto di non presentarsi,
      non so che dire. Anche se il suo avvocato la rappresenta,
      penso che spetti anche a lei decidere se esser presente o meno.

      Comunque sia, il suo caso mi pare proprio STALKING.
      Dovrebbe andare dai carabinieri o polizia.
      Per il condominio lei può richiedere di cambiare la serratura. Se va a fare la denuncia, con questa potrà facilmente convincere i condomini, cosicché il tizio non lo vedrà più lì in giro.
      Per il resto, come consiglio, le dico proprio di denunciarlo. Il fatto che vi fa questi dispetti da bambino di 10 anni mi fa capire che voglia darle fastidio e che non penso la smetti così, finché non ottiene ciò che vuole
      ( a quanto ha scritto, la somma in denaro ).

      Ad ogni sua mossa lei potrà rivolgersi sempre alle forze dell' ordine, perché la prima denuncia è un marchio che permette di metterlo nella lista dei sospettati per ogni cosa che le dovrebbe accadere in futuro.

      Se ci sarà bisogno, sperando in una giustizia vera e giusta, potrebbero anche pedinarlo per verificare realmente che è lui che continua a darvi fastidio.

      Le invio un grosso salutone ed un sostegno morale, per quanto possa esser utile.

      Elimina
    4. Purtroppo, il giudice, anche se infastido per l'insistenza del querelante, costititosi parte civile...(da non crederci)... ha rinviato il PROCESSOa febbraio 2015. Si rende conto.. un processo.


      Sono sconcertata e delusa... non ho parole.

      Elimina
    5. Campa cavallo che l' erba cresce!

      Si vede che il giudice non ritiene importante il caso,
      e penso sia un fatto positivo perché forse si sarà reso conto
      che il querelante è uno psicopatico e spera ritiri la denuncia.
      Così almeno non si fa perder tempo ai processi seri che realmente richiedono dei giudizi.

      Intanto, questo lasso di tempo fa comodo solo a lei.
      Quindi è una cosa buona.
      Nel frattempo le conviene mettere le mani avanti cosìcché, se accadrà qualcosa chessò alla sua auto ( che rivenga pitturata come è già successo ) o che accada qualche altro episodio fastidioso, il tizio sia sempre sotto tiro come sospettato.
      In pratica si mette con uno scudo e si ripara per il futuro.
      Con sta gente conviene far così.

      Un salutone e buon fine settimana

      Elimina
    6. Si, farò denuncia contro ignoti... in più, credo che cambierò tattica.. con i prepotenti bisogna essere ancora più prepotenti!Sarò io a chiedere i danni! Ma cosa pensava, che il giudice decidessa suo favore? Chissa cosa farò nel 2015 e quale sara la mia condizione.. ma credo che chiederò un rinvio.. sperando nella decorrenza dei termini.
      Questo stato di malessere e ansia, mi accompagnera per due anni. Non mi sembra giusto far del male gratuito alla gente... la cattiveria non ha limiti.


      Grazie per l'appoggio morale.

      Elimina
    7. Certo, contro queste persone bisogno usare i medesimi mezzi.
      Lei può anche segnalare che è quella persona
      ad aver attuato quegli atti intimidatori dacché lo ha visto.
      Avendo il loro nome e cognome, risulterà come "etichettato",
      così starà ancora più tranquilla.

      I giudizi del genere poi, posson esser rinviati anche presentando certificati di malattia, inventando testimoni eccetera... Questi vanno avanti per anni e anni e spesso alla fine si concludono con un nulla di fatto.

      Lei stia tranquilla, perché sinché è nel giusto, prenda le dovute precauzioni e si tuteli a dovere, così starà sicura per i prossimi periodi.

      Un salutone a lei e buon inizio di settimana

      Elimina
  3. salveee....avrei una domanda da porle....nn pago il bollo auto dal 2006..nn mi è arrivato nessun avviso...di nessun genere...che fare ?? io avevo pensato di pagare gli ultimi 3...lei cosa mi consiglia....grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Come prima cosa da fare, è bene che regolarizzi minimo gli ultimi 2 bolli ( così evita maggiori interessi ).
      Poi, se vuole regolarizzare di sua spontanea volontà, si può recare all' Agenzia delle Entrate e regolarizzare tutto.
      Ci sono ulteriori sconti se il contribuente si fa avanti prima che il nominativo finisca nei registri dell' Ente.

      Salutoni!

      Elimina
  4. :) grazie ee farò cm mi ha detto...un ultima cosa ho letto su vari post che dopo 4 anni i bolli vanno in prescrizione...quindi..quelli del 06 07 08 in teoria nn li dovrei pagare...giusto..??! anche se vado all ufficio della entrata...o mie li fanno pagare tutti...?!? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, per legge, se non vi è arrivata mai alcuna lettera,
      i bolli dal 2006 al 2007 sono caduti in prescrizione
      ( quello del 2008 è da verificare perché alcune regioni hanno aumentato la prescrizione a 5 anni,
      come ad esempio in Piemonte ).

      Se va all' ufficio delle entrate vi riportano tutti i bolli non pagati, ma se non vi hanno mai notificato quelli vecchi,
      non posso richiederveli, ed anche se ve li richiedono,
      voi avere il diritto di non pagare dacché la legge
      vi copre.

      Salutoni!

      Elimina
  5. Buongiorno signor Daniele,
    desidero ricevere un suo parere su un bollo auto,
    le spiego il problema: nel giugno 2008 a Roma acquisto un auto da un privato,con scadenza bollo auto agosto 2008, visto che divenuto proprietario della vettura mi sono prodigato a metà settembre (stesso anno) a pagare il bollo per l'anno 2009, tantè che nella ricevuta rilasciatami dall' ACI di Roma si riporta scadenza anno agosto 2009, con relativa riscossione verso la regione Sicilia, considearando che la ma residenza al momento dell'acquisto era quella.
    Dopo alcuni anni mi arriva da parte dell' Agenzia delle Entrate di Catania, una cartella dove mi si richiede il pagamento del bollo auto relativo all 'anno 2009.
    A tale richiesta comunico tramite invio di un fax la relativa documentazione, dichiarando che avrei secondo me, dovuto pagare invece (che ad oggi non ho ancora provveduto) l'anno 2010 dopo la scadenza del 2009.
    A risposta di ciò, l'incaricato dell'AGE mi risponde che avrei invece pagato il bollo relativo al 2008,al posto del vecchio proprietario.
    Allora cortesemente mi aiuti a capire un pò, chi ha ragione?
    Per il possesso dell'auto di due mesi,avrei pagato i precedenti 10 mesi del vecchio proprietario?
    Cosa posso fare per tutta questa situazione?
    Spero di essere stato chiaro nell' esporre la situazione, e la ringrazio anticipatamente in attesa di sua rispota.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì a lei!

      Se l' Aci di Roma le ha lasciato la ricevuta di pagamento del bollo che lei ha pagato, lei è nel giusto.
      Ha preso l' auto ( risulta intestata a lei ) apartire dall' Agosto 2008, quindi tutti i successivi bolli hanno scadenza ad Agosto di ogni anno.

      Dovrebbe farsi inviare dall' Aci di Roma un qualche foglio che attesti il pagamento da mostrare all' Agenzia delle Entrate di Catania.
      E' IMPOSSIBILE risulti il suo pagamento a nome dell' altro proprietario se ha fatto il cambio di intestaizone del veicolo.
      Dal giorno in cui l' intestazione passa a suo nome, da quel giorno X, lei è responsabile delle tasse e se paga qualcosa o se non paga qualcosa, è tutto a nome suo e non del vecchio proprietario.

      LEi faccia la fotocopia del pagamento effettuato nel 2008, fotocopi di nuovo i documenti, ed invii tutto all' Agenzia delle Entrate di Catania per raccomandata chiedendo l' annullamento della stessa attestando che, nel momento in cui ha pagato il bollo, il veicolo era intestato a lei, lei ha pagato a Roma ma comunque la tassa era a suo nome e quindi ha pagato il SUO bollo Agosto 2008-Agosto 2009.

      Attenda la risposta su CARTA via raccomandata e veda che succede.

      Un salutone a lei e buon proseguimento di settimana!

      Elimina
  6. buongiorno signor daniele ho sentito e letto che equitalia dal 30 di giugno sospendera' la sua attivita' mi chiedevo ma chi ha gia' delle rateizzazioni in corso con essa deve continuare a pagare?cioe' riscuoteranno sempre loro?a me ogni 6 mesi mandano dei bollettini prestampati da loro per effettuare i pagamenti mensili.
    essendo disoccupato da ottobre 2012 con moglie e suocera a carico che lei sappia ce' una legge che sospende i pagamenti delle rate per un tot.sino a nuova attivita' lavorativa?come posso fare visto che non avendo reddito faccio difficolta' a pagare le loro rate?un grazie per l'eventuale risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve a lei.

      Il Conto dove effettua il pagamento dovrebbe, di norma,
      essere dell' Agenzia delle Entrate visto che è questi
      che riceve i soldi dei contribuenti ed invia i nominativi
      all' ente della riscossione ( in questo caso, Equitalia )
      dei cittadini evasori di una tassa.

      Per la questione sua personale economica, a quanto ne sappia i pagamenti non possono esser sospesi, e se non paga due rate consecutive, perde i benefici della dilazione e potrebbero anche effettuare ipoteche per le cifre ancora da restituire
      ( ovviamente se sono sotto gli 8mila euro non ipotecano proprio un bel niente ).

      Può provare a rivolgersi alla sede di Equitalia stessa o direttamente all' Agenzia delle Entrate per mostrare la sua situazione con la quale non può proseguire il pagamento della tassa oggetto di rateizzazione.

      In bocca al lupo e buon proseguimento di settimana

      Elimina
  7. Buongiorno Daniele...
    ho un domanda a cui non trovo risposta ormai da fine Gennaio 2014.
    Ho scoperto di avere un fermo amministrativo sull'auto da ben il lontano 2009 .. (scoperto vendendo l'auto !!) Il fermo è emesso dal comando della polizia del comune in cui vivo... quindi non è mai stato dato incarico ne ad Equitalia ecc.
    La domanda è .... questo fermo amministrativo regolarmente iscritto al Pra, se il comando mi fornisce tutta la doc. relativa ecc ecc e dovesse avere dei grossi interessi, può rientrare nella legge di stabilita ? Oppure è solo relativa alle certelle equitalia ?
    Ringrazio davvero molto e un compliementone per il suo sito !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a te Simone.

      Ricordo già un tuo commento, penso sia sempre il tuo.
      Ti riporto la mia risposta che forse non hai letto.

      Guarda, la procedura da seguire è ben definita
      - Equitalia notifica la cartella esattoriale dando 60 giorni di tempo per pagarla
      prima che si iscriva al Pra il fermo amministrativo.
      - Il debitore deve essere messo al corrente dell’imminente iscrizione del fermo amministrativo, serve il preavviso di fermo amministrativo. A seconda delle somme vantate nella cartella esattoriale, al preavviso di fermo amministrativo può affiancarsi il sollecito di pagamento, per debiti inferiori a 2000 euro
      In ogni caso devono esserci due “promemoria” inviati al debitore a distanza di due mesi, prima di iscrivere il fermo amministrativo al Pra. Senza le due notifiche si ha un fermo amministrativo illegittimo.

      Per disporre il fermo deve esistere un debito superiore a 50 euro
      - Debito tra 50 e 500 euro: emessa la cartella esattoriale viene inviato un sollecito di pagamento, a cui segue il preavviso di fermo. Può fermarsi un solo veicolo
      - Debito tra 500 e 2000 euro: nessun sollecito di pagamento, solo il preavviso di fermo amministrativo. Può fermarsi un solo veicolo.
      - Debito tra 2000 e 10000 euro: procedura simile a debiti tra 500 e 2000 euro. Possono fermarsi al massimo 10 veicoli.

      L' iscrizione al ruolo non è altro che il passaggio dei dati del debitore dal creditore ( in questo caso l' Ag. delle Entrate ) all' ente della riscossione
      ( Equitalia ). Quindi la cifra rientra nell' agevolazione della Legge di Stabilità.
      Dovresti verificare se è stata seguita tutta questa procedura.
      In caso contrario, ovvero nel caso sia stato saltato anche un solo passaggio, il fermo non è legittimo.
      Il fermo non avviene senza alcun avviso al contribuente.
      Cerca di farti dare tutta la documentazione in loro possesso, se necessario rivolgiti anche all' Agenzia delle Entrate ed Equitalia.

      ( qui altri dettagli sul Fermo
      http://www.altalex.com/index.php?idnot=60542#_Toc342896523 )

      Un salutone a te Simone!

      Elimina
    2. Infatti mi sembrava strano che non mi avevi risposto ...
      Ok potrò veificare il tutto una volta che il comando mi fornisce tutta la documentazione relativa all'iscrizione.
      L'unico problema è che non è stata passata ad equitalia ed a nessun altro ente di riscossione, verbale e tutta la procedura se poi veramente esistono e rispetteno i termini previsiti per legge devono darmeli in comando. Tale legge puo essere applicata quindi, (se vi sono interessi) anche al Comune/Comando che mi ha emesso il fermo ?

      Elimina
    3. La legge riguarda
      ..i debiti che risultano dai ruoli (e non dalle cartelle di pagamento) emessi dagli uffici dello Stato, dalle agenzie fiscali, dalle regioni e dai comuni ed affidati all’Agente della riscossione entro il 31.10.2013

      La domanda è un' altra: la tua pratica è stata affidata ad Equitalia?
      Se la risposta è no, e quindi - sembrerà assurdo, ma potrebbe esser accaduto - se non risulta a ruolo niente relativo a quel bollo, il tutto decade!
      Senza mai averti avvisato del debito sul tuo veicolo, loro sono nel torto!
      Anche se tu non l' hai pagato.
      Ti serve la documentazione inerente, oppure il fatto che loro non posseggano tale documentazione così da poter perfino far decadere tutto.

      Ti dico che con la semplice raccomandata, per un bollo caduto in prescrizione, ti danno tranquillamente lo sgravio.

      Elimina
    4. Dimenticavo: qui i dettagli del Decreto
      http://www.leggioggi.it/2014/01/31/equitalia-come-saldare-debiti-entro-il-28-febbraio-le-novita-della-circolare/ anche se per me, la richiesta è illegittima e non devi alcuna somma.

      Elimina
  8. Mi sa allora che non rientro....
    Ti spiego qualcosa in piu visto che sei cosi cortese ...
    Nel lontanto 2003 sono stato fermato dai vigili Urbani, non avevo con me il libretto dello scooter, avrei dovuto consegnarli il giorno dopo. Cosa che non ho fatto per motivi che non sto qui a raccontarti... !!! Da li sarà ovviamente partito un verbale...e probabile che loro mi abbiano anche immesso in cassetta qualche avviso di giacenza (a me non risulta!!) cosi come sarà seguito un prevvviso di femo (sempre a loro dire)... sta di fatto che sono vendendo come ti dicevo prima l'auto è risultato cio.... La pratica però non è mai stata affidata a nessun ente e quindi non ha una cartella esattoriale, il vigile al telefono (che ho chiamato in questi giorni) mi ha accennato qualcosa... e riferisce che prima del preavviso di fermo fu spedito un ingiunzione di pagamento sempre dal comando dei vigili. Ora cercherò di recuperare il tutto ma il vigile alla quale ho riferito di voler pagare mi ha detto che questa legge è applicata solo ad Equitalia ecco perche chiedo a te, anche secondo me non è cosi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spesso trovi negli uffici pubblici e in altri luoghi solo incompetenti oppure ignoranti in materia. Ho trovato io stesso impiegati dell' Agenzia delle Entrate ai quali io stesso ho spiegato le leggi perché non le conoscevano
      ( debbono assumere me! )!!

      L' Ingiunzione di Pagamento viene spedita dopo che non si è pagata la cartella esattoriale. A questo punto ti consiglio di recarti a Equitalia e chiedere tutti gli estratti delle cartelle a te spedite.
      RICORDA CHE se ti dicono "vi abbiamo notificato una cartella in data ..." ma non ti mostrano nulla sullo schermo del computer, neanche la firma di chi l' ha ritirata e neanche ti stampato la copia della stessa, vuol dire che loro NON HANNO NULLA.
      Puoi anche recarti successivamente all' Agenzia delle Entrate ( mettendo il caso questi non abbia passato la pratica ad Equitalia ) e rifai la stessa cosa.
      Ricorda sempre che se non ti danno niente o sostengono cose SENZA PROVE SCRITTE, il tutto DECADE.

      Elimina
  9. Ad Equitalia non hanno nulla su di me mi sono autocostituito e risulto pulito....All'agenzia delle Entrate (ci lavora mia mamma) pure !!! Di fatti a loro non risulta il fermo amministrativo.....e stato però registrato al Pra. Il comune e quindi il comando dei vigili hanno fatto tutto da soli.... inviato verbale+verbale maggiorato+Ingiunzione+Fermo questo quello che ho percepito sino ad ora... certo però come dici tu mi faccio consegnare tutto e vedo le tempistiche, notifiche ecc. ... e se avessero però rispettatto tutto e quindi loro sono diciamo "nel giusto" sta legge vale anche per me oppure no ? A proposito se interessa sono aperte i corsi perche l'agenzia delle entrate sta assumento 1100 impiegati .... !!!
    Grazieeeeeeee !!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quindi è un fermo illegittimo.
      Devi scrivere una bella letterina e fare anche un bel ricorso minacciando
      un risarcimento danni.

      Se loro hanno inviato la cartella, deve per forza risultare il tuo nominativo negli elenchi dei debitori all' Agenzia delle Entrate e ad Equitalia.
      Non sta né in cielo né in terra che saltino ruolo, notifica e sollecito.
      Se non c'è il tuo nominativo, loro non sono nel giusto.

      Copia la lettera base e spediscila. Sai come compilarla per bene modificandola?

      Grazie dell' avviso! C'è scritto che il bando uscirà entro fine anno.
      Spero non richiedano come requisiti di aver già lavorato negli uffici oppure la laurea ( io sono solo diplomato ).

      Elimina
  10. Purtoppo Dani bisogna essere laureati .... !!! Che lettera base ? Scusami non capisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi gli incompetenti che trovo agli uffici sarebbero laureati?
      Davvero incredibile...

      La lettera di cui parlo è questa
      http://ilventunesimosecolo.blogspot.it/2013/02/cartelle-pazze-di-equitalia-grazie-alla.html

      Elimina
  11. Gia purtoppo si.... Per ora grazie mille... se non riesco ti rompo ancora un po !!
    Complimentoni....ancora un forte abbraccio !

    RispondiElimina
  12. Salve, la situazione e questa, dal 2006 che ho una macchina e non avviamo fatto mai il passaggio di proietta, per elevati costi e perché il proprietario e il mio vicino di casa, ma facendo un controllo scopro che il veicolo ha un fermo amministrativo con data maggio del 2004. la domanda e perché nei diversi controlli de questi anni, non e mai apparso niente ? e andato in prescrizione ? e perché risulta nel archivio del PRA. Grazie del vostro tempo. Alberto Rios

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve Alberto,

      prima di acquistare l' auto, non ha mai controllato al PRA se il veicolo aveva un fermo? Se ce l' ha veramente, il vostro vicino vi ha venduto l' auto cosciente del fermo, col quale è impossibile circolare. Le successive sanzioni saranno comunque sempre indirizzate al precedente proprietario visto che non vi è alcun passaggio di proprietà.

      Salutoni

      Elimina
  13. ho la separazione dei beni il patrimonio familiare e tutto intestato a mia moglie in questo momento sono dissoccupato mi sono visto recapitare una cartella esattoriale per190mila euro di un negozio andato male 12anni fa mia moglie rischia qualcosa

    RispondiElimina
  14. Ciao Daniele, complimenti per tutto ciò che fai, posso affermare che sei molto in gamba e voglio approfittare delle tue doti comunicative e di ricerca per esporti argomenti per me molto interessanti, li espongo con parole in sintesi come sovranità, u.c.c., popolounico ecc...vorrei sapere le tue opinioni.
    Grazie :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio,

      certo, scrivi in maniera anche più precisa.
      Se vuoi scrivere opinioni o dare un contributo, scrivi pure. Non è che conosco approfonditamente ogni argomento esistente, ma qualcosa sì, ma quasi sempre dò la mia opinione e mi piace conoscere quella altrui.

      Elimina
    2. Ok Daniele, espongo qui di seguito quello che personalmente ho appreso da un anno a questa parte.
      Praticamente ho studiato tutto ciò che è illustrato sul sito popolounico, mi ha aiutato molto a rendermi conto di come vanno realmente le cose, e per questo consiglio a chiunque a dargli un occhiata. Seguendo il percorso consigliato mi sono imbattuto in un ostruzionismo pazzesco presso la pubblica amministrazione, la cosa mi ha scoraggiato molto perché non è umanamente comprensibile da tutti, anzi per molti è un modo come tanti per evadere dalle proprie responsabilità (ciò non vuol dire che il percorso non sia giusto), però prima di commettere errori o azioni di cui mi potrei pentire voglio valutare tutte le possibili soluzioni improntate sulla sovranità o sulle regole del U.C.C.
      Ti confesso inoltre che il mio interesse per questo argomento e nato per svincolarmi dai vari problemi economici che mi affliggono.
      Ti ringrazio in anticipo per la tua risposta
      Ciao ciao!

      Elimina
    3. Ciao Maurizio,

      ammetto che non conoscevo il sito e le informazioni che fornisce Popolo Unico. Ho dato un' occhiata, leggendo anche sui siti vari i pareri di coloro che lo sostengono e coloro che sostengono siano delle bufale, ma non ho ancora approfondito bene l' argomento.

      Ci vorrebbe un grande avvocato per capire se la procedura di alienazione della propria vita dalla "casa dello Stato" sia giusta oppure sia una lettura maldestra delle leggi, oppure ancora, seppur essendo possibile, non è possibile sfuggire e divenire, anzi, ritornare cittadino del mondo.

      Quel che subito mi è venuto in mente sono i popoli nomadi, chiamari rom ( da non confondere con i romeni che son tutt' altra cosa ). Questi non hanno nazionalità, e quindi ogni Stato non può esercitare dei doveri su di essi o richiedere loro dei diritti
      ( anche se dinnanzi a reati, sono puniti in base alle leggi vigenti dello Stato in cui vivono ).

      Se per una madre residente e registrata nello Stato italiano è possibile togliere i figli se è un pericolo per loro, per i rom non è possibile. Non è che un assistente sociale va da una mamma rom e gli toglie i figli minorenni con i quali siede in strada chiedendo l' elemosina.

      Forse sono partiti da qui, dallo spirito nomade dell' uomo, il quale, nell' antichità, si spostava e non aveva una terra o una nazione dove viveva e dove si sentiva d' appartenere. Una cosa veramente bella, un pensiero che personalmente condivido.

      Oggi, quando nasci, vieni identificato tu e soprattutto tua madre che ti ha partorito. Invero anche se un tipo qualunque perdesse la memoria e tutti i documenti ( soprattutto la carta d' identità che riporta una foto ), non potrebbe esser collocato, dacché ignoto ed anonimo. Non potranno richiedere lui le tasse, dacché con nome e cognome ignoto.
      Se il tipo invece si rifiutasse di fornire documenti e, soprattutto, generalità, si tratterebbe di reato.

      Il fatto di cancellarsi dall' anagrafe non so se sia, in base a quanto sostengono, una modalità giusta e lecita per togliersi dallo Stato, ma se fosse lecita, non solo il cittadino vedrebbe sparire i propri doveri ( come le tasse ) che lo Stato in cui risiede gli impone, ma vedrà sparire anche i diritti, come quello allo studio, alla salute, al sostentamento economico, etc.
      Come un rom non paga le tasse dacché non residente nella nazione, così non riceve esenzioni o agevolazioni o cure, se non lo prevede qualche contributo dell' unione europea che concede fondi ai comuni che propongono iniziative e progetti per l' integrazione della popolazione di etnia rom.

      Il discorso, dunque, è molto complesso e da approfondire, però molto interessante. Anche sul fatto che l' Italia risulta registrata in un elenco che la fa figurare come una società l' avevo letto da qualche parte, ma non ho capito mai bene se rende lo Stato veramente una società, oppure no.

      Cercherò di informarmi e reperire ulteriori informazioni.

      Un saluto

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie