martedì 7 giugno 2016

Il codice di comportamento del M5s: non si muove foglia, che Grillo non voglia

Il codice di comportamento del M5s firmato anche dal candidato sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Punto 2, lettera d:
«Le proposte di atti di alta amministrazione e le questioni giuridicamente complesse verranno preventivamente sottoposte a parere tecnico-legale a cura dello staff coordinato dai garanti del Movimento 5 Stelle, al fine di garantire che l’azione amministrativa degli eletti M5S avvenga nel rispetto di prassi amministrative omogenee ed efficienti, ispirate al principio di legalita’, imparzialita’ e buon andamento dell’azione amministrativa di cui all’art. 97 della Costituzione»

Uno finalmente pensa che è arrivato un partito nuovo e poi... leggiamo che il sindaco di Roma, la città capitale d'Italia, debba, per approvare provvedimenti di "alta amministrazione",chiedere il permesso a Beppe Grillo?

Non si muove foglia che Grillo non voglia.

Qui il documento completo
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/codice_comportamento_M5SRoma.pdf

1 commento:

  1. Commentare cosa? il nulla? O quello che ti racconta l'ebete più famoso d'Italia

    RispondiElimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.