Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

giovedì 25 febbraio 2016

Il Sentiero del Re: uno dei posti più pericolosi al mondo

wandelvrouw.nl
Il Caminito del Rey ( Sentiero del re ) è un percorso costruito lungo le pareti del Desfiladero de los Gaitanes a El Chorro, vicino a Álora (Málaga).

Si tratta di un passaggio pedonale di 3 km con lunghe rampe larghe appena 1 m sospese fino a 100 m di altezza sul fiume, su delle pareti praticamente verticali. Si trovava in condizioni fatiscenti, quasi tutto il percorso privo di balaustre e c'erano dei tratti crollati dove restava solo la trave di supporto. Tutti questi fattori hanno contribuito alla nascita di una leggenda nera in seguito alla morte di alcuni escursionisti che avevano cercato di attraversarlo. Dopo i restauri, è stato aperto il 28 marzo 2015.
Più giù vi è il percorso che potete percorrere con Google Maps, mentre alla fine del post vi è un video di un escursionista quando questo percorso era ancora in un cattivo stato: da brivido!


STORIA
La Sociedad Hidroeléctrica del Chorro, proprietaria del Salto del Gaitanejo e del Salto del Chorro aveva bisogno di un accesso alle due cascate per facilitare il passaggio degli operai per la manutenzione, il trasporto di materiali e per la vigilanza. I lavori furono iniziati nel 1901 e furono terminati nel 1905. Il percorso cominciava con i binari del treno della Renfe (la società ferroviaria spagnola) e percorreva il Desfiladero de los Gaitanes, permettendo l'accesso a tutte e due le cascate.
Nel 1921, il re Alfonso XIII intervenne all'inaugurazione della diga del Conde del Guadalhorce e attraversò il percorso appena costruito. A partire da questo momento cominciarono a chiamare il percorso Caminito del Rey, nome che resta ancora oggi.





Con il trascorrere del tempo e l'abbandono della manutenzione, il Caminito si è deteriorato: negli anni novanta si trovava in uno stato miserevole, con la balaustra sparita praticamente su tutto il percorso, numerose sezioni crollate o sul punto di crollare.
Proprio la sua pericolosità è stato uno dei fattori che ha contribuito alla sua fama: numerosi escursionisti si recavano a El Chorro per percorrere il Caminito (anche perché si trova in una delle zone più importanti d'Europa per l'arrampicata su roccia). Ciò ha favorito molti incidenti (alcuni mortali) nel corso degli anni e ha accresciuto la leggenda nera del percorso.

Nel 1999 e nel 2000, dopo gli incidenti mortali che costarono la vita a quattro escursionisti, le autorità dell'Andalusia hanno chiuso l'accesso al percorso, demolendo il tratto iniziale. Ciò non ha funzionato come deterrente per gli escursionisti, che continuano a trovare il modo per accedervi scalando la parete. È stata anche stabilita una multa dai 6.000 € ai 30.000 € per chi attraversa i binari e le gallerie del treno attraverso le quali si può tornare indietro dal Caminito.



wikipedia.it

5 commenti:

  1. Dovresti venire nelle Valli Albanesi per capire come ci si sente ad attraversare dei passaggi dei quali si raccontano certe cose...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Autobus che cadono nei burroni...
      Dopotutto ci credo che nascano certe leggende, le strade sono fatte di terra e non sono recintate... E le strade sono molto spesso proprio accanto ai burroni.

      Elimina
    2. SOno così tutte le strade di Paesi come Perù, Bolivia e zone isolate e povere dove è un miracolo ci siano delle vie da percorrere.

      LE Valli Albanesi ammetto di non conoscerle.
      Sei stato in Albania o hai visto un qualche video su quelle strade?

      Elimina
    3. Eccome, i miei genitori sono nati a Valona. Mio padre in "città", mia madre in una valle segnata come un griller da varie linee di formazioni rocciose di tufo tra le montagne albanesi.

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie