lunedì 19 dicembre 2016

Ecco la reazione dei bambini davanti ai simboli più conosciuti come la svastica,il simbolo del comunismo o dell'anarchia - VIDEO

venerdì 16 dicembre 2016

Caso Marra:la Raggi ha rischiato e le è andata male.Ecco cosa salta fuori su Marra cercando su Google


#m5s #MoVimento5Stelle #marra #raggi #Roma
#onesta

Prima di tenere o inserire un elemento nella propria giunta, basta fare una piccola ricerca in web per capire meglio anche il "curriculum pubblico" di questa persona.
Io ci ho messo neanche 60 secondi a trovare 'sta roba e penso che l'abbia fatto anche la sindaca Virginia Raggi,oppure no?

Per dovere di cronaca,e solo per dovere di cronaca elenco dei link di siti di informazione relativi a Raffaele Marra,facente parte della giunta del sindaco di Roma, arrestato oggi.

- 28 Luglio 2008
La procura di Roma indaga sull'assegnazione case popolari.
Il nuovo direttore dell'ufficio per le politiche abitative, Raffaele Marra,vuole vederci chiaro sull'assegnazione delle case popolari. Il suo ruolo era solo "firmare" per assegnare gli alloggi,ma lui ha voluto vederci chiaro per verificare irregolarità riesaminando le pratiche e lamentando,al contempo,la scarsità di risorse umane nel lavoro di controllo di questa grande mole di documenti.
Vi è un commento interessante sotto a questo articolo,e si tratta del Presidente del Comitato Tiburtini il quale sottolinea l'inefficienza di Marra,nonostante sostiene,a suo dire,di aver ricevuto anche una denuncia da parte del direttore dell'ufficio per le politiche abitative.

- 3 Maggio 2010
Marra lascia il comune: dimissioni con giallo
Raffaele Marra,direttore dell'ufficio per le politiche abitative e uomo di fiducia del sindaco di Roma Giovanni Alemanno,si dimette dal suo incarico. Marra - a quanto riporta questo articolo del quotidiano Il Messaggero - voleva vederci chiaro sull'assegnazione delle case popolari e relative graduatorie,e forse questo non è piaciuto a qualcuno. La risposta ufficiale è che ha ricevuto un'altra offerta e quindi non si sono sentiti di trattenerlo.

lunedì 12 dicembre 2016

Il governo è illegittimo? FALSO.La Costituzione italiana dice chiaramente che NON è il popolo che deve scegliere il governo

di Lapenna Daniele

#m5s   #MoVimento5Stelle   #onesta   #onestà   #IoVotoNo   #BeppeGrillo   #votosubito

Abusare della credulità popolare.
È questo che fanno alcuni utenti che sostengono il MoVimento 5 Stelle (ma anche molti parlamentari del partito) quando ripetono ogni volta che sono stati messi governi NON ELETTI DAL POPOLO (o dai "cittadini").

Ribadiamo,sino allo sfinimento,che è il Presidente della Repubblica l'unico che può nominare il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri.

E questo grazie alla Costituzione della Repubblica italiana (← se ci cliccate sopra,andate al sito del Senato della Repubblica con l'intera Costituzione che dovrete leggervi per non incappare in altre considerazioni stupide e ignoranti) che in questi mesi avete difeso come fosse vostro figlio,ma che non avete mai letto oppure non avete mai capito (in quest'ultimo caso siete giustificati,nel primo caso no).

Articolo 92 della Costituzione della Repubblica Italiana

«Il Governo della Repubblica è composto del Presidente del Consiglio e dei Ministri, 
che costituiscono insieme il Consiglio dei Ministri.
Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, 
su proposta di questo, i Ministri»

Il popolo,dunque,NON può scegliere un presidente del consiglio dei ministri. Può farlo,invece,il Presidente della Repubblica.

Un articolo completo e ben spiegato lo trovate qui
http://www.laleggepertutti.it/142580_il-governo-e-scelto-e-nominato-dal-popolo

A questo punto,i parlamentari 5stelle (e non solo) che ripetono la suddetta frase o
- lo fanno di proposito a far indignare le persone per acchiappare voti e salire al potere,mostrando che loro sono i migliori,gli unici onesti e gli unici che possano governare il Paese per il bene del popolo
- o non conoscono la Costituzione della Repubblica Italiana,non conoscono le regole basi dell'economia locale e mondiale, non conoscono le leggi,eppure ammettono di sapere ciò che non sanno

giovedì 8 dicembre 2016

Cade il governo Renzi,e il MoVimento 5 Stelle pensa alla salute.Proposta di legge per ridurre gli zuccheri negli alimenti a causa dell'aumento dell'obesità infantile

di Lapenna Daniele

#m5s #onesta #referendum2016 #movimento5stelle #alimentazione #fastfood #cibospazzatura #OMS
#obesità


Mentre il governo Renzi cadeva,i lavori alla Camera andavano avanti. Il 6 dicembre è stata approvata una mozione (qui il link del testo completo dal sito della Camera dei Deputati) dell MoVimento 5 Stelle in merito allo spronamento,da parte delle istituzioni,di intervenire sul problema dell'obesità,soprattutto infantile,che colpisce milioni di italiani ogni giorno.

Come leggiamo anche dal sito M5s-Abruzzo che ha riportato la notizia:
«La mozione M5S impegna il Governo, questo o quello che verrà, a rispettare i limiti di zucchero indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in una quota massima del 5% al giorno, contro quella del 25% indicata dal ministro della Salute, Lorenzin. È ora d’inserire nell’agenda politica la riconversione dei sistemi produttivi verso un’alimentazione sostenibile in grado di combattere in Italia l’aumento di sovrappeso e obesità, soprattutto infantile (oltre il 23% dei bambini tra i 9 e gli 11 anni è in sovrappeso e il 13% è obeso), e tutti gli altri disturbi connessi (diabete, malattie cardiovascolari ecc.) legati al consumo eccessivo di zucchero e di carni rosse, soprattutto lavorate, dichiarate ‘potenzialmente cancerogene’ dall’Oms, e l’uso di olio di palma».

Proseguiamo la lettura
«Tra le altre proposte 5stelle: sostituire progressivamente l’olio di palma, dannoso per salute e ambiente in quanto ricco di grassi saturi e contaminanti tossici derivati dalla sua lavorazione, con altri oli vegetali nazionali (semi di girasole, olio d’oliva ecc.); promuovere un’educazione alimentare a scuola e con spot pubblicitari; offrire la scelta di un menù vegetale nelle mense pubbliche e, in quelle scolastiche, pasti e merende a base di prodotti biologici e a Km zero (in primis frutta, verdura e cereali), ritornando così alla famosa piramide alimentare alla base della Dieta Mediterranea, patrimonio mondiale dell’Unesco.
Interventi in aula di Massimiliano Bernini, Mirko Busto e Chiara Gagnarli».

Quando Beppe Grillo disse «Se perdo le elezioni,lascio la politica»


Lo disse prima delle elezioni europee (che perse clamorosamente) ma non lasciò la politica.
Ora vedremo le prossime elezioni se Beppe Grillo farà come Renzi e sarà di parola.
Chissà....

#pd #m5s #onesta #movimento5stelle #beppegrillo #onestà

Il video al link sotto
http://video.repubblica.it/dossier/elezioni-europee-2014/quando-grillo-disse-se-perdo-non-continuo/167088/165575

mercoledì 7 dicembre 2016

Mentana Vs 5stelle:"Non ci fanno intervistare i parlamentari M5s?Chissenefrega".I 5stelle si offendono e Mentana spiega che la loro è stata una "bambinata" - VIDEO


A causa di una "bambinata",il responsabile dell'ufficio stampa del MoVimento 5 Stelle,Rocco Casalino,non ha permesso interviste ad alcun parlamentare grillino.
La "bambinata" così definita da Enrico Mentana è quella che ha visto i grillini offendersi dopo che al programma del direttore del TGLa7 Di Maio sia stato intervistato dopo Renzi e Berlusconi.
Nonostante ognuno abbia avuto il suo spazio ed una intervista decente,
i parlamentari 5stelle si sono offesi. Appunto,come i bambini.

Io consiglierei i grillini ad andarsi a rivedere la puntata di Politcs su Rai Tre dove fu invitato Di Battista:tra i giornalisti che ponevano domande c'era la Berlinguer,la quale non lasciava quasi parlare il politico 5stelle.
E lì non si è lamentato nessuno?
Bambinate!

Sotto,il video.

lunedì 5 dicembre 2016

Referendum,ho indovinato la seconda previsione:vince il "No".Risultato finale:il Pd aumenta il numero di elettori,gli altri partiti,invece,perdono voti

di Lapenna Daniele

#m5s #leganord #pd #matteorenzi #onesta #referendum2016 #referendumcostituzionale #movimento5stelle


Avevo già indovinato chi sarebbe diventato il nuovo presidente degli Stati Uniti con quattro mesi di anticipo e stavolta,con la mia seconda previsione,ho indovinato che avrebbe vinto il "No", solo che io ho riportato un 62% delle preferenze, mentre la casella del "No" è stata barrata dal 59,11% dei votanti. Vabbé,cosa di poco conto.
Ma come ho fatto la mia previsione? In base a quali dati l'ho sparacchiata così,alla cazzo di cane?
In realtà,a differenza dei mulacchioni che gironzolano soprattutto in web,ho consultato dei dati reali che mi hanno permesso di azzeccare in modo piuttosto facile.E 'sta cosa la poteva fare chiunque.

ELEZIONI DEL 2013
Ho preso i dati delle elezioni politiche nazionali del febbraio 2013,precisamente solo quelli della Camera dei Deputati,visto che al Referendum ha potuto votare qualsiasi elettore,mentre per le elezioni nazionali,gli under 25 non hanno potuto votare per il Senato della Repubblica. Però ho tenuto conto anche delle europee del maggio 2014 (qui un resoconto dal mio blog).

La coalizione del Pd ha ottenuto 10.049.393 voti. Poi abbiamo quella del centro-destra,il MoVimento 5 Stelle,ed altre liste più piccole. Ho preso i partiti che si sono espressi per il "Sì" o per il "No".
Ho stilato quindi questa tabella che non aveva certezza ma che rispecchiava abbastanza fedelmente un possibile scenario sul voto del 4 dicembre:
clicca sull'immagine per ingrandirla
Cercando in web,ho scoperto,in due secondi,che scelta invitassero a fare i vari partiti,e li ho sistemati per categoria: in quella del "Sì" ho messo il Pd e qualche partito piccolo che invitava a votare "Sì" (come Scelta Civica,il partito dell'ex premier Mario Monti),e nel gruppo del "No" tutti gli altri,dal M5s,alla Lega Nord,sino a Casapound.

sabato 3 dicembre 2016

Farmaci contro gastrite,ulcera e reflusso gastroesofageo:se presi a lungo posso essere pericolosi

quotidianosanita.it
medicitalia.it

I farmaci inibitori della pompa protonica (IPP, impropriamente noti anche come Prazoli) hanno come azione quella di ridurre l'acidità dei succhi gastrici per parecchio tempo (dalle 18 alle 24 ore).
In Italia sono tra i farmaci più venduti per la cura dell’ulcera peptica e della malattia da reflusso gastroesofageo, ma da parecchi anni se sta abusando troppo. Le conseguenze del suo eccessivo utilizzo possono provocare effetti collaterali anche gravi.

Il Canadian Medical Association Journal ha pubblicato uno studio accurato sugli effetti di questi farmaci.
Gli effetti,anche se rari,possono esser gravi e anche a lungo termine.Alcuni degli effetti sono il rischio di infezioni da Clostridium difficile, di fratture e di grave ipomagnesemia (riduzione di livelli di magnesio nel sangue).
Inoltre,come evidenziato da un test su volontari sani che avevano assunto per 4-8 settimane questi farmaci, si è notata una comparsa di dispepsia (difficoltà di digestione) alla sospensione del farmaco, dovuta agli elevati livelli di gastrina e di cromogranina A.
L’alterazione dei livelli di pH gastrici, riduce l’assorbimento della vitamina B12 e del ferro non eme.

Tra i più frequenti effetti collaterali o indesiderati si hanno in particolare:

mercoledì 23 novembre 2016

Soppressione Equitalia: l'ente non sparirà ma verrà sostituito. Tra le novità,la possibilità di accedere alla banca dati dell'INPS con una più efficace lotta all'evasione fiscale

di Lapenna Daniele

#equitalia #agenziadelleentrate #matteorenzi #pd #economia #politica

Il decreto legge 193/2016 del governo Renzi sopprime realmente Equitalia,ma crea un nuovo ente interno all'Agenzia delle Entrate che potrà usufruire dei dati dell'Inps ed esser più incisivo nella riscossione. La rateizzazione senza interessi dei debiti,invece,prevede la rinuncia ad azioni legali per eventuali sgravi


Possiamo finalmente dire ciao (o "ciaone") a Equitalia. Ma è veramente così? O c'è qualcosa di losco sotto questa presunta abolizione dell'ente più odiato dagli italiani nell'ultimo decennio?

Con il decreto legge n.193 del 22 ottobre 2016, "Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili",il governo Renzi sopprime definitivamente l'ente Equitalia S.p.a. Vediamo in dettaglio il decreto in modo da capirci qualcos di più. Come sempre, l'articolo è pieno zeppo di link ipertestuali che vi rimanderanno soprattutto alle leggi ivi menzionate.

ADDIO EQUITALIA...
Partiamo con l'articolo 1:
Il comma 1 riporta che dal 1° luglio 2017  le società del Gruppo Equitalia (Equitalia Nord S.p.a.,Equitalia Centro S.p.a.,Equitalia Sud S.p.a.,Equitalia Giustizia S.p.a.,Equitalia Servizi S.p.a.) sono sciolte. Le stesse sono cancellate d'ufficio dal registro delle imprese ed estinte.

Il comma 2 spiega che dal 1° Luglio 2017 l'esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale è riattribuito all'Agenzia delle entrate di cui all'articolo 62 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 comma 3.

...BENVENUTA AGENZIA DELLE ENTRATE-RISCOSSIONE
Il comma 3 svela subito il nome dell'ente che dovrà gestire la riscossione dei tributi non versati al fisco da parte dei contribuenti. Ed è una cosa ovvia che debba esserci un ente addetto alla riscossione,visto che l'Agenzia delle Entrate al massimo può inviare degli avvisi di mancato pagamento non potendosi occupare direttamente della riscossione dei crediti.
Così leggiamo che «al fine di garantire la continuità e la funzionalità delle attività di riscossione, è istituito un ente pubblico economico denominato "Agenzia delle entrate-Riscossione" sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell'economia e delle finanze».

sabato 19 novembre 2016

Sta avvenendo un vero cambiamento tra gli elettori? Analisi politica-sociale sugli elettori che votano bendati

di Lapenna Daniele

#Trump #matteosalvini #beppegrillo #populismo #leganord #m5s #pd


Negli ultimi anni,a dir di molti,il mondo sta cambiando. C'è chi dice in meglio,e chi dice in peggio.
La descrizione della realtà estremista che si sta facendo strada in molte nazioni è reale.Sono estremismi positivi? Negativi? O semplicemente delle posizioni ferree che nessun governante ha mai preso per la sua nazione?

CERCANDO UN COLPEVOLE
Ogni popolo (non solo quello italiano) cerca sempre un colpevole sul quale addossare la colpa.È una tecnica liberatoria,se ne esce puliti e si è convinti di fare la scelta più giusta.In realtà non è solo l'uomo che agisce così.
Ricordo quell'esperimento famoso (qui il video che dura un minuto,dal sito YouTube) dove due topi vengono messi in una specie di contenitore chiuso ermeticamente: a terra ci sono tubi che d'improvviso,e a comando dello scienziato,lanciano una scarica elettrica. Entrambe le cavie non cercano la causa della scossa,ma attaccano l'altro topo.
La cosa grave è che l'attaccare un altro uomo,senza cercare la verità dei fatti,lo faccia anche un individuo pensante come l'essere umano,appunto.

Matteo Salvini lo ha capito. La politica francese Le Pèn anche. Così come lo ha capito Trump. Lo stesso MoVimento 5 Stelle ha ottenuto più voti del Pd alla Camera dei Deputati nelle elezioni del 2013. Se non ci fosse stata la Legge Calderoli (il Porcellum),e quindi i partiti si sarebbero dovuti presentare da soli,senza poter creare delle coalizioni,il M5s sarebbe stato il vincitore (alla Camera). E i voti come li ha presi?
Con i comizi di un comico ignorante in politica che sapeva (e sa) solo far salire l'indignazione del popolo.
Quando un cittadino vede un candidato che pensa come loro,essi lo votano,senza pensarci più di un secondo. Se non fosse così,non avremmo mai avuto cittadini che,il giorno stesso all'aver saputo che ci sarebbe stato il Referendum sul ddl Boschi,già sapevano di dover votare "No" o "Sì" senza neanche aver capito su cosa avrebbero dovuto votare.
E questa è una cosa che fa davvero paura.La gente non vuole informarsi, non vuole capire,ma vuole solo un politico che dia loro ragione,che dia ragione alla loro pancia affamata,senza accorgersi che essi pensano a tutto tranne che a loro.

venerdì 18 novembre 2016

I vegani e vegetariano pensano di non uccidere animali: in realtà,lo fanno

di Lapenna Daniele

#vegan #govegan #PETA #vegetarianesimo #vegetarian #vegani

Da adolescente divenne vegetariano poi,studiando gli animali,ritornò ad essere onnivoro.Un noto naturalista argentino spiega l'incoerenza di molti vegani e come il non mangiare carne causa comunque la morte di altri animali

Di solito,chi diventa vegano lo fa o per una scelta salutistica,sottolineando come una dieta priva di alimenti di origine animale porti a contrarre meno malattie,oppure per una scelta etica. La motivazione del rinunciare al cibarsi di animali nasce dalla voglia di preservare la loro vita,sicuri che si salvino solo evitando di mangiarli.
Ma è davvero così? La risposta è no.Ma questa risposta non è la mia,ma di un certo Bertonatti.

Claudio Bertonatti è un famoso naturalista argentino (nonostante il suo nome italianissimo) e anche ex amministratore delegato dello Zoo di Buenos Aires. "Ex" perché diede le dimissioni quando il suo piano per trasformare il parco in un centro di conservazione per le specie minacciate non fu approvato.È stato un vegetariano proprio per proteggere gli animali. Dopo,però,è tornato ad essere onnivoro.
Il suo ri-cambio di rotta nella scelta alimentare lo racconta in un'intervista al sito PlayGrounds (che trovate qui) dove spiega perché ha abbandonato il mondo vegan.

NON SI PUO' EVITARE LA MORTE DI UN ANIMALE
Sul suo sito personale pubblicò un articolo dal titolo "La confusione Vegan" dove spiegò che mangiare verdura non impedisce che muoiano degli animali. Bertonatti fece così infuriare tantissimi vegani e vegetariani.

Il naturalista argentino spiega che la sua scelta nasce da adolescente,quando capì che doveva preservare la vita dei tanti animali del creato ammazzati per essere mangiati. Con gli anni ha iniziato a studiare la natura e uscire in campagna per osservare la fauna selvatica. Notò che nei campi di colture agricole non c'erano uccelli, e quei pochi che erano lì erano perseguitati a vita.Poi iniziò a studiare anfibi, mammiferi, rettili e pesci,e capì di essere molto confuso.
Arrivò a comprendere che l'essere vegetariano permetteva di evitare la morte e la sofferenza degli animali domestici, ma non di specie selvatiche, e molte di queste,a differenza di mucche, maiali e capre,stavano scomparendo. «Così, sono tornato ad essere un onnivoro» spiega Bertonatti.


giovedì 17 novembre 2016

Prodotti...esplosivi! Dal cellulare Samsung alla birra tedesca. Ecco i prodotti a rischio esplosione ritirati dal mercato

di Lapenna Daniele

#samsung #explosion #esplosioni #birra #vino #sigarette


A fine anno si sa,ci sono le esplosioni dei fuochi artificiali,e tutti festeggiamo allegramente (tranne gli animali,che si cagano sotto). Ma.. cosa accade quando le esplosioni riguardano dei prodotti con i quali siamo a contatto ogni giorno?

È il caso dell'ormai famoso Samsung Note 7,ritirato dalla produzione dopo i tanti episodi avvenuti in varie parti del mondo - dalla Korea agli Stati Uniti - in cui ha preso fuoco,oppure è esploso (o era a rischio esplosione).

Di recente,in Canada,è esploso un Samsung Galaxy S7:un uomo stava guidando quando ha sentito il suo Galaxy S7 surriscaldarsi in tasca. Neanche il tempo di tirarlo fuori che il telefono è esploso, riempiendo la vettura di fumo. Amarjit Mann, questo è il nome del 34enne, ha poi gettato il dispositivo fuori dal finestrino riportando però ustioni di secondo grado alle mani (vedi foto sopra) e di terzo grado ai polsi.

mercoledì 16 novembre 2016

Giorgino VS Di Battista: il deputato 5stelle si incastra da solo evitando le domande e mostrando di non conoscere la Sentenza della Corte sul Porcellum

di Lapenna Daniele

#MoVimento5Stelle #m5s #DiBattista
#beppegrillo


Al programma di Giovanni Floris su La7,sono presenti,tra gli ospiti,anche il giornalista di Rai1 Francesco Giorgino e,in collegamento video,il deputato del MoVimento 5 Stelle Alessandro di Battista.

Giorgino inizia il suo intervento effettuando una precisazione su quanto il deputato 5stelle afferma in merito alla sentenza della Corte Costituzionale avvenuta il 15 gennaio 2014 in merito alla legge elettorale - il Porcellum o Legge Calderoli - che era vigente nel 2013 e che ha permesso al Pd,al M5s,a Fi,alla Lega Nord e a tanti altri partiti minori di entrare in Parlamento.
La Sentenza (testo completo qui) dice delle cose ben chiare,ma a sentire Di Battista,si capisce che il deputato 5stelle probabilmente non l'hai mai letta.

Giorgino è stato educatissimo (e non arrogante,come lo definisce il politico 5stelle),mentre Di Battista ha fatto e continua a fare il "Grillo",ovvero "l'uomo della piazza" che ne spara di tutti i colori,anche cose non vere,solo perché l'importante è colpire gli stomaci delle persone indignate che non si informano correttamente.E il politico non è nuovo ad uscite un po' surreali.
Di Battista prosegue il suo atteggiamento con il quale sostituisce le risposte che dovrebbe dare alle domande ben precise con slogan che servono per far indignare e arrabbiare coloro che lo stanno ascoltando e che lo sostengono,oppure sono indecisi ma simpatizzanti il M5s.

Ormai abbiamo capito che Di Battista o non sa come si ottiene una fiducia,oppure non vuole sottointendere che il M5s potrà governare solo se prenderà una quantità di voti disumana,.. ma sa che non accadrà un evento simile,e quindi continua a protendere per il governo 5stelle che,come spiega molto bene Giorgino,non potrà mai esserci senza l'appoggio delle altre forze politiche.

Last but not the least, la Sentenza della Corte sul Porcellum.
Qui,Di Battista non ha letto una riga di quella sentenza,altrimenti
1- non darebbe dell'arrogante a Giorgino,il quale è sempre molto educato
2- non direbbe che il governo è illegittimo ed è rimasto nonostante la sentenza della consulta.

Luna più grossa? No,è solo curvy!


domenica 13 novembre 2016

Lunedì 14 Novembre ci sarà la Super Luna. Il nostro satellite sarà più grande e più luminoso come non accadeva da 68 anni

supereva.it

Il 14 novembre vi conviene alzare gli occhi al cielo, perché sta per arrivare la Superluna! Una Luna davvero speciale che, secondo gli scienziati, sarà la più grande e luminosa dal 1948. Il prossimo 14 novembre infatti la Luna sarà in una fase di plenilunio, ma anche al perigeo, ossia alla minima distanza dal pianeta Terra. Per questo apparirà nel cielo più grande e luminosa del solito.

Era da 68 anni, ossia dal 26 gennaio 1948 che la Luna non si avvicinava così alla Terra percorrendo la sua orbita ellittica. All’epoca si avvicinò al nostro pianeta a 356.461 km, questa volta farà di più arrivando, secondo gli ultimi dati, a 356.445 km di distanza dalla Terra.

Ma da dove nasce la Superluna?
clicca sull'immagine per ingrandire
Il satellite che con la sua bellezza ha ispirato poeti e cantanti, percorre un’orbita ellittica. Questo significa che la sua distanza dalla Terra varia passando da un valore minimo, detto perigeo, a circa 356.410 km, ad uno massimo, detto apogeo, a circa 406.740 km. Fra i punti di massimo e di minimo c’è una differenza di circa 50.000 chilometri, che fa apparire la Luna al perigeo il 14% più grande e il 30% più luminosa. Il fenomeno è ciclico e è non raro, ma comunque sia molto spettacolare.

Quando si trova all’apogeo la Luna appare più piccola, mentre quando è al perigeo è più grande. Il primo a coniare il termine Superluna fu Richard Nolle. Lo studioso ha usato questo termine per definire un “novilunio o plenilunio che si verifica quando la Luna si trova al o vicino (entro il 90% del) punto di minima distanza dalla Terra in una data orbita (ossia a 361.836 km di distanza)”. Considerando questa definizione si verificano ogni anno in media circa 4 e 6 Superlune.

lunedì 7 novembre 2016

Candida Auris: il batterio mortale resistente ai farmaci che sta preoccupando gli Stati Uniti

msn.com

Si chiama Candida auris. È un fungo che sta mettendo in allarme gli Stati Uniti dove è recentemente arrivato perché è spesso resistente ai farmaci e talvolta addirittura mortale. Non sono quindi solo i «superbatteri» e la resistenza alla maggior parte delle classi di antibiotici a preoccupare. I centri statunitensi per il Controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) parlano di 13 casi di infezione grave da Candida Auris, di cui 4 mortali. I pazienti colpiti si trovavano già in condizioni di base gravi, ma i ricercatori sono preoccupati perché hanno notato che questa forma si sta diffondendo gravemente negli Usa.

Isolata per la prima volta nel 2009 in un paziente giapponese, la Candida Auris e si è diffusa a livello globale in Regno Unito, Corea del Sud, India, Sud Africa, Kuwait, Colombia, Venezuela, Pakistan. Il primo caso negli Stati Uniti è stato individuato nel 2013.

Quasi tutti i ceppi finora isolati (71%) sono risultati resistenti ai farmaci specifici antifungini (fluconazolo, voriconazolo, amfotericina B). I pazienti di solito si infettano dopo aver trascorso diverse settimane in ospedale e i fattori di rischio sono interventi chirurgici e l’utilizzo di cateteri anche se il meccanismo esatto di diffusione all’interno delle strutture sanitarie non è noto.
I test attualmente disponibili in commercio non sono in grado di distinguere la Candida Auris dalle altre specie di Candida.
«Dobbiamo agire ora per fermarne la diffusione», ha detto il direttore dei Cdc Tom Frieden in un comunicato, «si tratta di una minaccia emergente e abbiamo bisogno di proteggere i pazienti, soprattutto quelli più vulnerabili». Massima igiene e segnalazione di ogni caso sospetto, concludono i Cdc sono i primi passi per fermare il contagio.

Domande e risposte sulla Candida Auris dal sito governativo del Cdc
http://www.cdc.gov/fungal/diseases/candidiasis/candida-auris-qanda.html

venerdì 4 novembre 2016

Dimenticare le cose è sinonimo di intelligenza. Uno studio svela che gli smemorati hanno un'intelligenza superiore

supereva.it

Vi capita spesso di dimenticare le cose? Non preoccupatevi, è sintomo d’intelligenza ed è la scienza stessa a dirlo. Secondo i risultati di uno studio condotto presso l’Università di Glasgow, in Scozia, coloro che tendono a dimenticare sono più propensi anche ad imparare. Per molti può rappresentare un problema, in quanto si viene spesso accusati di essere distratti o di non prestare la dovuta attenzione. Da oggi si può smettere di farsi divorare dai sensi di colpa, perché essere più intelligenti rispetto alla media non è decisamente un difetto.

Memorizzare e imparare qualsiasi cosa sono due cose completamente differenti e ci sono alcune menti che tendono a dividere i concetti automaticamente. Non dimentichiamo ciò che impariamo, ma il nostro cervello elimina tutte le informazioni secondarie per lasciare il posto a quelle nuove. Dimenticare è infatti un processo completamente naturale e fa in modo di aumentare e velocizzare la capacità di apprendimento. Le persone più smemorate, quindi, non ricordano diversi fatti che non abbiano un’importanza rilevante, semplicemente perché ne hanno immagazzinati molti altri, i quali hanno sostituito i precedenti.

Perché le persone intelligenti hanno pochi amici? Uno studio ne ha spiegato il motivo

supereva.it

Le persone intelligenti hanno pochi amici: più alto è il quoziente intellettivo, minore sembra essere il bisogno umano di interagire intimamente con gli altri


Le persone intelligenti hanno pochi amici ed alcuni scienziati hanno cercato di spiegarne la ragione. Sicuramente è necessario avere degli amici su cui contare e la comunicazione costante ha i suoi vantaggi, ma i ricercatori hanno cercato di rispondere alla seguente domanda: bisogna veramente avere degli amici per essere felici e pienamente soddisfatti della propria vita? A questo scopo, hanno effettuato uno studio su 15mila persone di età compresa tra i 18 e i 28 anni; ragazzi e ragazze che vivono in luoghi con diversa densità di popolazione e che comunicano con i loro amici con frequenze diverse.

Gli psicologi evoluzionisti Satoshi Kanazawa della London School of Economics e Norman Lee dell’Università di Singapore, dopo aver analizzato i risultati delle indagini, pubblicati poi sul British Journal of Psychology, sono arrivati ad alcune conclusioni. Innanzitutto affermano che le persone che vivono in luoghi ad alta densità di popolazione, di solito, si sentono meno felici. In secondo luogo, per sentirsi appagati e sereni, gli intervistati devono frequentare delle persone che condividono il loro pensiero: più stretta è la comunicazione, maggiore sembra essere il livello di felicità che si può raggiungere.

I ricercatori sostengono, però, che le persone più intelligenti sono un’eccezione a questa regola. Più alto è il quoziente intellettivo, minore sembra essere il bisogno umano di interagire con gli amici e di ottenere un riconoscimento nel gruppo. Il cervello di una persona con elevate capacità intellettuali funziona infatti in modo diverso e questa differenza include anche l’aspetto della socialità. L’attività sociale per i soggetti con un’intelligenza sopra la media non rappresenta una necessità di vita: le persone intelligenti, di conseguenza, hanno pochi amici ed una piccola cerchia sociale.

La maggior parte dei geni sono solitari. Questo in parte è dovuto al fatto che poche persone li capiscono e li accettano, ma per loro questo non è affatto un problema. Al contrario, più si sforzano di socializzare, meno si sentono felici. Le persone intelligenti preferiscono infatti impegnarsi per conseguire importanti risultati a lungo termine piuttosto che per fare amicizia e mantenere in vita i rapporti interpersonali. La socializzazione rischia di distrarli dall’obiettivo principale e di cancellare la loro armonia interiore: le persone intelligenti hanno quindi pochi amici e solo occasionalmente sentono il bisogno di interagire intimamente con gli altri.

Opinione personale:
Avere tanti amici non è una cosa di cui vantarsi.
La maggior parte delle volte non si ha nulla,o poco in comune. Si crede di avere tutto in comune solo perché si passa sopra la propria di paura di rimanere soli.

Si sopportano cose che non si farebbero,direbbero o seguirebbero se si fosse da soli. È così che ci si modella e si diventa ciò che non si è,si sottomette il proprio "io" che diviene piccolo,si incastra in un angolino,e teme di uscire fuori.

La maggior parte delle volte è un "io" pieno di paure che si maschera da persona coraggiosa,estroversa e potente all'esterno,ma invece non lo è.
Il più grave errore dell'essere umano nato e cresciuto nella società è sottomettere sè stesso per una causa che produrrà in lui solo sofferenza.

Daniele Lapenna

mercoledì 2 novembre 2016

Sentenza della Cassazione conferma:l'installazione del modem e la configurazione del computer è sempre gratis

investireoggi.it


È successo a molti di stipulare un contratto con una compagnia telefonica includendo anche l'installazione del modem.
Ma è giusto pagare il tecnico della Telecom (ora,Tim) che viene ad installarlo a casa vostra?

Secondo la recente sentenza della Cassazione numero 21365 del del 24 ottobre 2016, il tecnico che effettua l’installazione del modem non può chiedere alcun compenso se questo non è previsto nell’abbonamento,e qualora questi lo richieda potrà essere anche denunciato all’azienda e licenziato.

Il caso della sentenze ha visto coinvolto un incaricato di una compagnia telefonica che si era recato presso la dimora di un cliente per installare un modem e configurare il Pc per la ottenere la connessione Wi-Fi . Costui aveva chiesto un compenso di 90 euro e la cliente aveva elargito tale somma senza pensare che tale cifra sarebbe stata addebitata in seguito nella bolletta. Tale comportamento, da parte dell’impiegato, è stato ritenuto dannoso all’immagine dell’azienda anche perché il contratto collettivo riguardante questo tipo di lavoro vieta che si accetti qualsiasi compenso economico durante l’adempimento di una prestazione lavorativa compresa anche la spontanea elargizione.

lunedì 31 ottobre 2016

Paga una cartella esattoriale di Equitalia, ma è una truffa

estense.com

Truffa online con tanto di finta cartella esattoriale. E’ quella messa in pratica da un giovane italiano pregiudicato, S.F., classe 1992, di Siracusa che ha raggirato una 33enne di Copparo.

Il ragazzo di 24 anni ha spedito alla donna copparese una email in maniera fraudolenta, allegando una cartella esattoriale insoluta. Nel messaggio veniva notificato che bisogna pagare quanto dovuto tramite versamento a un conto corrente della Carisbo.

In buona fede, la donna ha effettuato il versamento di 1700 euro, salvo poi rendersi conto di essere stata vittima di una truffa. Denunciato il fatto ai carabinieri della Stazione di Copparo, i militari hanno denunciato il 24enne che non era nuovo a questo tipo di raggiri.

venerdì 28 ottobre 2016

Medici Senza Frontiere pubblica un sito con le dieci leggende metropolitane sugli immigrati sfatate

#immigrazione

Il sito di medici senza frontiere ha creato un sito dove riporta le dieci leggende più diffuse sugli immigrati,sfatate una ad una.

Le leggende riportate sul sito sono:
  1. Ci portano le malattie
  2. Li trattiamo meglio degli italiani
  3. Aiutiamoli a casa loro
  4. Hanno pure lo smartphone
  5. Vengono tutti in Italia,sono troppi!
  6. Sono tutti uomini giovani  e forti
  7. Ci rubano il lavoro
  8. Non scappano dalla guerra
  9. Sbarcano i terroristi
  10. Sono pericolosi
Le risposte al sito web
http://milionidipassi.medicisenzafrontiere.it/antislogan/

Un gentile utente del web ha pubblicato un link di un altro sito web il quale smentisce questi dieci punti analizzati da Medici Senza Frontiere.
Si tratta di questo articolo
http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/dieci-falsita-sui-migranti-che-invece-sono-tutte-vere-51964/

Ho voluto così leggerlo e commentarlo. Qui sotto il mio commento

mercoledì 26 ottobre 2016

In campagna elettorale,tutto è lecito

il cartellone che ho visto a Cagliari
di Lapenna Daniele
#bastaunsi #iovotono #pd #matteorenzi #comitatodelno
Certo,non siamo in campagna elettorale per eleggere il presidente del consiglio (anche se molti lo vorrebbero) però questi mesi sono stati forti,di lotta,e la battaglia fra le due fazioni,quella del "Sì" e quella del "No" si sono date veramente battaglia. Figuriamoci quando voteremo per eleggere il nuovo governo.

A Cagliari,in queste ultime settimane sono apparsi manifesti che invitano a votare "Sì" al Referendum del 4 dicembre,scrivendo,in due frasi (purtroppo non ho un'immagine del manifesto ma se voi la trovaste,linkatemela nei commenti) che votando "sì",si diminuiranno i costi della politica e si avrà un'Italia migliore. Inoltre,sempre in città,ho visto apparire un cartellone pubblicitario enorme che è stato apposto per contrastare la campagna per il "Sì". La scritta dice

«Il futuro della Sardegna in mano ai sardi VOTA NO»

Sinceramente non ho capito il senso della frase perché,a quanto ne sappia io (che ho letto la Riforma), votando "Sì",la Sardegna non va in mano agli svizzeri o ai francesi. Lo slogan serve per usare a proprio vantaggio la forza che i sardi hanno dentro di loro: l'orgoglio.
Come molti del sud (ma soprattutto delle isole),se a un sardo "tocchi" la Sardegna,so' cazzi amari per tutti! Quindi il cartellone sfrutta,in modo subdolo,questa caratteristica di molti sardi per poter accumulare altri voti per il "NO".
Ovviamente già so che il lettore starà svalvolando come un indemoniato dandomi del grillino o del piddino,..e io vi invito a calmarvi. Il punto non è cosa sia giusto votare,ma quale sia il modo giusto per spiegare ai cittadini l'argomento del Referendum. Certo,diranno molti di voi,se è giusto votare "No",ti dovranno convincere in tutti i modi,anche quelli più subdoli,a optare per la scelta migliore. Certo anche che il cittadino deve informarsi,deve leggere le leggi (scusate il giochino di parole) e se si fa gabbare da qualcuno,è solo colpa sua.
Io,con i miei pochi (ma lunghi) post sul Referendum,ho voluto spiegare quel che io ho capito,e ho voluto lasciare l'utente libero di decidere sul cosa votare.
Ma poi,.. qual è la scelta migliore? Non è forse il cittadino che deve informarsi e votare solo se ha capito le conseguenze della sua scelta? Non lamentiamoci della politica e dei politici se non facciamo nulla per esserne partecipi. Almeno in parte.

Abbandono anziani:è reato punito col carcere

it.blastingnews.com


Con la sentenza n.44098 del 18/10/2016 la Cassazione ha chiarito che "anche lasciare il padre anziano da solo può costituire un'ipotesi di abbandono di persone incapaci" e può essere penalmente sanzionata.
L'art. 591 al comma 1 del codice penale recita: «Chiunque abbandona una persona minore degli anni quattordici, ovvero una persona incapace, per malattia di mente o di corpo, per vecchiaia, o per altra causa, di provvedere a se stessa, e della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni».

Con la sentenza n.44098/2016,la Cassazione ha affermato che il reato di cui all'art. 591 è integrato quando si pongono in essere condotte contrarie all'obbligo giuridico di cura, a colui che spetta e si accerti un pericolo per il soggetto trascurato.

venerdì 21 ottobre 2016

Approvata la nuova legge sul caporalato:336 voti a favore,si astengono Forza Italia e Lega Nord

ilpost.it

Martedì 18 ottobre la Camera dei deputati ha approvato definitivamente il disegno di legge contro il caporalato che, tra le altre cose, contiene specifiche misure per i lavoratori stagionali in agricoltura ed estende responsabilità e sanzioni per i “caporali” e gli imprenditori che fanno ricorso alla loro intermediazione. I voti a favore sono stati 336, nessun contrario, gli astenuti sono stati 25 (Forza Italia e Lega). Il testo era già stato approvato dal Senato lo scorso agosto.

I principali filoni di intervento del provvedimento, che si compone di 12 articoli, riguardano:
  • la riscrittura del reato di caporalato (intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro), che introduce la sanzionabilità anche del datore di lavoro;
  • l'applicazione di un'attenuante in caso di collaborazione con le autorità;
  • l'arresto obbligatorio in flagranza di reato;
  • il rafforzamento dell'istituto della confisca;
  • l'adozione di misure cautelari relative all'azienda agricola in cui è commesso il reato;
  • l'estensione alle persone giuridiche della responsabilità per il reato di caporalato;
  • l'estensione alle vittime del caporalato delle provvidenze del Fondo antitratta;
  • il potenziamento della Rete del lavoro agricolo di qualità, in funzione di strumento di controllo e prevenzione del lavoro nero in agricoltura;
  • il graduale riallineamento delle retribuzioni nel settore agricolo.



Il “caporalato” è un fenomeno presente soprattutto nei settori dell’agricoltura e dell’edilizia e consiste nel reclutamento, da parte di soggetti spesso collegati con organizzazioni criminali, di lavoratori che vengono trasportati sui campi o nei cantieri edili per essere messi a disposizione di un’impresa. I lavoratori sono spesso italiani in grande difficoltà economica e immigrati irregolari senza permesso di soggiorno: queste persone, che si trovano in una posizione molto debole, vengono pagate pochissimo (spesso prendono 30-40 euro per 10-12 ore di lavoro), fanno lavori con turni lunghi e faticosi e subiscono spesso maltrattamenti, violenze e intimidazioni da parte dei cosiddetti “caporali”, le persone che gestiscono il traffico dei lavoratori.

La storia di Jeanne,la donna francese vissuta 122 anni che vendette pennelli a Van Gogh e fumò sino ai 118 anni

bergamopost.it


Jeanne Calment, detiene il record mondiale di longevità: nacque il 21 febbraio 1875 alle 7 del mattino ad Arles (Francia) e morì il 4 agosto 1997 a 122 anni e 164 giorni.
Confermata dall'atto di nascita, tale longevità fu accuratamente documentata dagli studi scientifici sul suo caso, e la verifica richiese un dispiegamento di mezzi senza precedenti per un riscontro del genere. Condusse una vita estremamente attiva, tanto che cominciò a praticare la scherma a 85 anni, e a 100 anni andava ancora in bicicletta. Inoltre fumò fino ai 118 anni.

Ultima di quattro figli,Antoine (1862-1866), Marie (1863-1865) e François (1865-1962),Jeanne nacque quando nel cielo vagavano ancora mongolfiere e dirigibili. Già, perché il primo aeroplano vide la luce nel 1903, quando i fratelli Wright fecero spiccare il volo ad una sorta di aliante, dotato di un motore da 16 cavalli nella Carolina del Nord. Fra il 1881 e il 1886 frequenta una scuola privata elementare in Place de la République. Quando morì Victor Hugo, il primo giugno 1885, la piccola Jeanne era a Parigi e partecipò assieme alla sua famiglia al funerale del secolo, a cui la Francia intera partecipò per dire addio al suo “poeta sovrano”.
Tre anni dopo,nel 1888,conosce Vincent van Gogh nel negozio di suo padre, una bottega dove si poteva trovare l’occorrente per dipingere. «Brutto come la fame, sporco, mal vestito e sgradevole. Ma tanto gentile con me». Con queste parole Jean ricorda l’incontro con il pittore dei Girasoli.

venerdì 14 ottobre 2016

La commissione del ministro Lorenzin e la nomina di Rossi:coinvolto in un caso di corruzione si salvò grazie alla prescrizione del reato

Lapenna Daniele

Al programma Report del 10 ottobre scorso hanno raccontato la vicenda di Pasqualino Rossi (in foto).
Un inviato del programma di Rai Tre ha chiesto al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin se conoscesse il passato giudiziario di Rossi.
La ministra,dopo aver spiegato di averlo scelto come rappresentante italiano per la sicurezza alimentare e dei farmaci in base ad una consultazione interna,si è poi defilata senza commentare la domanda relativa al fatto se fosse a conoscenza dell'indagine che vide protagonista Rossi sette anni fa.

Cosa ha fatto di grave Pasqualino Rossi?
Oh beh,... niente di grave,se non esser stato ripreso mentre riceveva del denaro per far sì che l'azienda produttrice del farmaco Aulin potesse continuare a commercializzarlo in Italia nonostante fosse stato sospeso in altri Paesi per i suoi gravi effetti collaterali.

Come è andata a finire la vicenda?
È stato ammesso il reato di corruzione (filmato e fotografato) ma grazie alla prescrizione,tutto è caduto in nulla di fatto ancora prima della prima udienza che si sarebbe dovuta tenere dopo 7 anni dal reato.

Dunque...
- Rossi ha commesso un reato di corruzione quando era rappresentante dell'Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco);
- Rossi ammette il reato commesso (grazie alle prove);
- l'accusa cade a causa della prescrizione;
- il ministro Lorenzin,nel 2015,nomina Rossi come rappresentante fisso dell'Italia in UE proprio per le relazioni riguardanti i farmaci (oltre che la sicurezza alimentare)

La domanda è:
il ministro sapeva del passato giudiziario di Rossi?
E se non lo sapeva lo ha saputo oggi con la domanda del giornalista,quindi..come mai non lo ha rimosso dall'incarico?

Certo,in base alla legge è innocente,ma il reato lo ha commesso e lo ha ammesso.
Secondo voi è giusto che sia stato ri-nominato per lo stesso impiego pubblico?

Qui c'è un link all'articolo del Corriere della Sera che spiega la vicenda di Rossi
http://www.corriere.it/cronache/16_ottobre_05/dirigente-prescritto-corruzione-rappresenta-italia-ue-433b79b8-8a6e-11e6-8935-fd9af6958684.shtml

lunedì 10 ottobre 2016

Non schierarti con convinzione se non sai chi ha ragione

di Lapenna Daniele


Tempo fa,parlando con un amico,questi mi sottolineò e spiegò l'importanza di prendere una posizione.

Girellando fra vari blog e pagine dei social network,scopriamo che ognuno è schierato, in maniera decisa e convinta,per una fazione. Che si parli di religione,politica,alimentazione, ambiente,sport,ognuno è ben schierato e difende il "gruppo" al quale appartiene con tutta la sua forza,tutta la sua convinzione,finendo spesso per non ammettere certe verità che minerebbero la credibilità dei rappresentanti della sua fazione.

Ora,siccome io ho il vizio di dividere il capello in quattro (ma solo quando la questione mi interessa veramente),spesso rimango nel mezzo,trovando magagne in una fazione e nell'altra. Anche se mi avvicino ad una di esse,cerco sempre di verificare se sono d'accordo con tutti i punti sostenuti.

Cosa comporta questo atteggiamento? 
Beh,immaginate Tizio e Caio:il primo difende i cacciatori,l'altro gli animali. Tizio vuole sterminare i lupi che infestano le campagne,ammazzano i pascoli degli allevatori e si avvicinano pericolosamente ai centri abitati;Caio vorrebbe che i lupi si riproducano liberamente e,perché no,azzannassero qualche cacciatore,così magari imparano a non uccidere bestiole innocenti.
Se io dessi un po' di ragione e un po' di torto sia a Tizio che a Caio,questi due come mi giudicherebbero?
Entrambi agiranno così: il soggetto ascolta che gli dò ragione su delle questioni,ed è soddisfatto,ma appena gli faccio notare una questione che non va,subito sostiene che io sia di parte e difenda l'altro soggetto.

Essere "nel mezzo" è un sinonimo di indecisione,oppure no?
Se su dieci punti esposti da un soggetto,io mi trovo in accordo con sette,mentre con tre sono assolutamente in disaccordo,perché devo "accorpare" quelle tre opzioni a quelle sette,mescolarle,e alla fine dire sì a tutti e dieci i punti?
Le pagine,i blog e i profili delle persone che sostengono,con le unghie e con i denti, i loro politici,o capi religiosi,o credenze di qualunque tipo (dalla salute fisica sino alle questioni ambientali,passando anche per le credenze di ideologie),sono molto seguiti,e le interazioni sono moltissime. Ovviamente la maggior parte dei seguaci sono gli stessi che sostengono quella fazione,e quindi spesso le discussioni sono a senso unico (ovvero ognuno si dà ragione l'un l'altro,e vissero per sempre felici e contenti).
Quando esce fuori qualcuno che cerca di fare le pulci alle credenze del gruppo,i seguaci saltano in massa per difendersi a vicenda,e partono all'attacco,spesso con poca voglia di aprire discussioni costruttive e capire le ragioni dei pensieri di disaccordo.

domenica 2 ottobre 2016

La lobby delle slot machines: l'ex Lottomatica trasferisce la sede a Londra,ma continua a intascare denaro dagli italiani.Il governo rinnova la concessione al colosso


Il gioco d'azzardo è una malattia per molti italiani. Un'entrata fiscale per lo Stato. Un grande affare per le aziende concessionarie, tra cui Gtech, l'ex Lottomatica, forte di mezzo miliardo di euro di utili all'anno.
Ora l'azienda ha deciso di trasferire la sede fiscale a Londra, proprio come Fiat. Ma il Governo non muove un dito,anzi,.. rinnova la concessione al colosso privato che continua ad intascare denaro dagli italiani versando le tasse in Inghilterra.
Tra l'altro,nelle istituzioni Gtech gode di ottime amicizie. Manuele Bonaccorsi ci racconta quali.

venerdì 9 settembre 2016

Che Guevara perseguitò e uccise veramente gli omosessuali? Una piccola indagine svela la verità sulle accuse

dalla pagina Facebook D.A.

Ogni tanto un blog riciccia fuori con articoli sulle violenze del noto rivoluzionario Ernesto "Che" Guevara nei confronti degli omosessuali (e non solo nei loro confronti).

Sono capitato in un post di Carla Corsetti,amministratrice della pagina Facebook Democrazia Atea che procede con l'indagine per provare a confermare o sfatare un mito.
Buona lettura.

Che Guevara e l'omosessualità: Processo a Che Guevara
Posso assumere due vesti: quella dell’accusa e quella della difesa.
Scelgo la prima e comincio a raccogliere prove sulla “notizia di reato” ovvero che Ernesto Guevara, detto il Che, ha perseguitato gli omosessuali. E così dalle accuse mi muovo per cercare le prove che possano portare ad una condanna.

Mi imbatto in una testimonianza che penso possa essere qualificata, quella di Massimo Caprara, già segretario di Palmiro Togliatti.
Caprara fa una descrizione minuziosa del Tribunale della rivoluzione e descrive anche le UMAP, ovvero le Unità Militari per l’Aiuto alla Produzione, vere e proprie case di detenzione nelle quali la “rieducazione” degli omosessuali egli racconta che fu violenta e oltraggiosa.
Cerco riscontri e trovo che il Tribunale fu istituito nel 1959, che Guevara non ne fece parte, anche se ratificava le esecuzioni finali. Ma trovo anche che le UMAP furono ufficialmente istituite tra aprile e maggio del 1965. Provo ad approfondire le valutazioni sul “teste” Massimo Caprara e leggo che:

- è stato segretario di un uomo per venti anni e poi ne ha parlato male per altri venti
- è stato comunista e poi feroce anticomunista
- è stato un laico e poi un fervente cattolico (collaborando anche con giornali cattolici e con Il Giornale,noto quotidiano di destra)
- che era collocato politicamente a sinistra e poi ha aderito alle ideologie di destra.
Tutto e il contrario di tutto.

Non posso fondare l’accusa avvalendomi della sua testimonianza perché qualunque giudice la riterrebbe poco attendibile e poco credibile.

Referendum Costituzionale:ecco cosa votare.Risposte esatte a dieci domande sui temi più discussi per votare nel modo giusto

di Lapenna Daniele

#matteorenzi #ddlboschi #referendumcostituzionale #pd #m5s #Movimento5Stelle #riforme
#referendum #nonmolliamo #referendum #m5s #beppegrillo #politica #vinciamonoi  #fi #leganord #fratelliditalia #forzaitalia #pdl
#pci #partitocomunistaitaliano #comunisti #noiconsalvini #tirendiconto #redicontazioni #onesta



Dopo i primi due articoli sulla Riforma Costituzionale nei quali,in uno spiegavo in maniera generale e semplice il testo,e nell'altro affrontavo il tema del reale risparmio del nuovo Senato creato da Renzi, ho deciso di creare un ultimo articolo dove rispondo ai temi più discussi dai sostenitori del "No" e del "Sì".
Come al solito,l'articolo è corredato di link per poter verificare direttamente che ciò che scrivo non è campato in aria. Se avete domande da porre o pareri da scrivere,potete farlo nel form dei commenti sotto l'articolo.
Vi prego gentilmente di commentare,se vi è possibile,dopo aver letto l'articolo,in attinenza con ciò che vi è scritto. Grazie.

In questo articolo troverete le risposte ESATTE e non fasulle,alle seguenti domande:
  1. Il DDL Boschi dà l'immunità ai parlamentari?
  2. Le Province verranno abolite?
  3. È vero che con il nuovo Senato,le leggi non verranno più approvate da rappresentanti scelti dal popolo?
  4. È vero che alle regioni vengono tolti dei poteri che prima possedevano?
  5. La trasformazione del Senato produrrà veramente una riduzione evidente dei costi?
  6. L'abolizione del CNEL (Consiglio Nazionale Economia e Lavoro) è appoggiata anche dal Movimento 5 Stelle?
  7. La Riforma penalizza la raccolta firme,da parte dei cittadini,per indire un Referendum popolare?
  8. Il Monocameralismo creato con la Riforma velocizza l'approvazione delle leggi,oppure mette in mano alla Camera tutto il potere legislativo?
  9. Il Parlamento attuale (quindi ogni partito e ogni politico che si trova sia alla Camera che al Senato) è illegittimo come stabilito dalla sentenza n.1/2014 della Corte Costituzionale?
  10. Domanda bonus: con l'Italicum,il MoVimento 5 Stelle sarebbe favorito rispetto al PD?

Grazie per l'attenzione.

IL TESTO DELLA RIFORMA
Prima però vi linko il testo in Pdf della Riforma (che potrete scaricare) in modo che possiate seguirmi nel discorso perché,come amo fare a differenza di tanti,citerò gli articoli e le pagine dove sono riportate certe frasi,in modo che possiate verificare che non sto scrivendo baggianate.

Link alla Riforma
L'articolo in cima è quello della Costituzione,mentre quello sotto è quello della Riforma Costituzionale. Ad esempio a pag.9 trovate
«Articolo 55 - Funzioni delle Camere - Art.1».
Significa: Art.1 della Riforma Costituzionale che modifica l'Art.55 della Costituzione dal titolo Funzioni delle Camere.
  • In verde il testo delle modifiche operate dal ddl Boschi
  • Con sfondo celeste il testo originale della Costituzione

Lo so che molti di voi già sanno cosa votare,ma se avete in mano anche le motivazioni,potrete convincere gli altri a scegliere meglio cosa votare,ma potrete anche contrattaccare ai sostenitori del voto diverso dal vostro utilizzando motivazioni reali a sostegno del vostro voto. Spero che il mio articolo vi aiuterà.

giovedì 8 settembre 2016

Morta la donna che subì il primo trapianto facciale:le medicine le causarono due tumori

Qui abbiamo un caso in cui la scienza ha migliorato la vita di una persona,ma contemporaneamente l'abbia anche uccisa.

Se da un lato la chirurgia avanzata odierna le ha permesso di ritornare ad avere un volto umano,dall'altra i farmaci le hanno causato dei tumori che,recentemente,a neanche 50 anni,l'hanno uccisa.

I farmaci hanno ancora troppi effetti collaterali (spesse volte anche mortali) per poterli assumere con estrema tranquillità.





Giornalista fece sgambetto a migrante in fuga con il figlio: condannata e licenziata

Quello sgambetto,alla fine, le è costato caro: è stata incriminata la giornalista ungherese, Petra Laszlo, protagonista l’anno scorso di uno sgradevole incidente al confine con la Serbia, quando fece cadere un padre che con il figlio al collo cercava di passare la frontiera, forzando insieme a centinaia di migranti il cordone di poliziotti magiari.

La videooperatrice della televisione ungherese N1TV fu licenziata dopo essere stata filmata mentre (come si vede nel video) deliberatamente faceva lo sgambetto a un migrante in fuga dalla polizia insieme a un bambino.

In un’altra sequenza la donna tira un calcio a una bambina.
Inondata da proteste, l’emittente ungherese oggi ha comunicato che «la N1TV considera inaccettabile l’accaduto. Il nostro rapporto di lavoro con la videooperatrice è chiuso. Da parte nostra consideriamo chiuso il caso».






sabato 3 settembre 2016

Quanto è bello ridere degli altri,ma non di sè stessi

di Lapenna Daniele

#charliehebdo #terremotoamatrice #amatrice #satira #politica #francia #france

Il 15 gennaio 2015,sei giorni dopo l'attentato terroristico alla sede del giornale francese Charlie Hebdo,scrissi un post dal titolo: «Io NON sono Charlie».
Divertente l'episodio che ne è seguito sul social Google Plus,dove ho il mio profilo pubblico: alcuni contatti di nazionalità francese (e qualcuno italiano) si tolsero dalle amicizie dopo questo post. A me ne importò poco.
Me ne accorsi perché uno dei contatti francesi lo seguivo spesso e d'improvviso non lo vidi più nelle cerchie.

Nel mio post sottolineavo come a me non piacesse l'ironia di Charlie Hebdo e come quindi non la condividessi. Attenzione: non dico di essere scandalizzato per i loro disegni,ma solo che non mi facevano ridere e non mi piacevano.

Dunque, io non ero (e non sono) Charlie.

Molti di coloro che risero alle vignette su Maometto,sostenendo in tanti che essi non fossero autoironici e alcuni - non tutti,ma comunque in numero cospicuo,soprattutto sui social - che dovevano sparire come "razza",proprio per il loro offendersi facilmente.
Ora,non so quanti seguaci del Cristianesimo si siano divertiti con le vignette su Maometto e quanti di essi siano (e fossero) autoironici anche sulla loro religione,ma bisogna ricordare che Charlie ha preso in giro anche il Dio cattolico,assieme a Gesù. In particolare con questa vignetta sulla "santissima" Trinità
C'è chi sa scherzare,e chi non sa scherzare,chi sa fare vera satira,e chi non la sa fare,.. ma noi cerchiamo di esser coerenti e dire chiaramente su cosa tolleriamo la satira e su cosa non la tolleriamo.
Se la tolleriamo ad esempio sulle religioni altrui ma non sulla nostra,ragioniamo in maniera strana.

Si sa che la satira odierna serve non solo per mettere in risalto i problemi,ma anche di aumentare entrate di denaro a proprio favore. L'indignazione per la vignetta di Charlie Hebdo sul terremoto che ha colpito il centro Italia porta un surplus di guadagni per via delle condivisioni che sono a favore e contro la vignetta.
Condividendo fate il loro gioco.Se vi indignate,ignorate. E passate avanti.
Oppure semplicemente scrivete "Je ne suis pas Charlie" (Io non sono Charlie),che non significa non esser vicino a chi ha subìto il terribile attentato del gennaio 2015,ma semplicemente di non condividere ciò che pubblicano.
Non dobbiamo per forza esser sempre pecore che seguono lo stesso gregge. Cambiamo pastore ogni tanto.

Charlie fa satira su tutto.Se sei Charlie,o lo sei sempre,o non lo sei mai,visto che Charlie è Charlie con ogni sua vignetta.

martedì 30 agosto 2016

Riforma Costituzionale: la modifica del Senato porterà veramente a risparmi sulla politica?

in foto,un raro esemplare di Nitto Palma che
fa un pisolino durante la votazione per il
DDL Boschi,
assieme ad altri senatori
di Lapenna Daniele

#referendumcostituzionale #referendum #nonmolliamo #matteorenzi #pd #riforme #referendum #ddlboschi  #m5s #movimento5stelle #beppegrillo #politica #vinciamonoi  #fi #leganord #fratelliditalia #forzaitalia #pdl #pci #partitocomunistaitaliano #comunisti #noiconsalvini #tirendiconto #redicontazioni #onesta




Dopo aver letto la Riforma Costituzionale,ho pensato di scrivere un post spiegando,punto per punto,le varie modifiche. Poi ci ho ripensato,sia perché sono psicopatico,sia perché verrebbe un post lungo,sia perché,nel caso avessi fatto un video dove lo esponevo a voce,sarei sempre incappato in utenti già decisi a votare "Sì" o a votare "No" sin dal 1452,i primi perché sono renziani,i secondi perché sono aizzati da certe persone che il votare "No" manderà a casa Renzi (che poi a casa c'è già,visto che,a quanto ne so,non dorme in Parlamento).
Poveri illusi! Li invidio perché non sanno che Renzi non andrà via manco con le cannonate.Quando ci si incolla alla poltrona,è difficile staccarsi da lì.

Così ho pensato di beccare i cavalli di battaglia di coloro che stanno convincendo gli elettori a scegliere con sicurezza uno dei due voti e capire se dicono la verità.
In questo articolo analizzerò il costo dell'attuale senato e quello del nuovo senato che si potrebbe avere con questa riforma,in modo da capire se c'è un reale risparmio.
Tra le motivazioni del "no" alla riforma,c'è quello che sostiene come un Parlamento avente la sola Camera come organo principale,potrebbe portare ad un governo autoritario. Così però non è visto che,come vedremo nei prossimi articoli,in realtà il bicameralismo non è stato superato.Il Senato potrà votare tante leggi e non sarà solo un organo di abbellimento.Dunque come può dire Renzi di aver abolito il bicameralismo?
E poi c'è l'abolizione definitiva delle Province. È un'atto utile o potrà penalizzare gli organi locali?

A quest'altro mio articolo trovate una spiegazione rapida in punti della Riforma Costituzionale.

IL TESTO DELLA RIFORMA
Prima però vi linko il testo Pdf della Riforma (che potete scaricare) in modo che possiate seguirmi nel discorso perché,come amo fare a differenza di tanti,citerò gli articoli e le pagine dove sono riportate certe frasi,in modo che possiate verificare che non sto scrivendo baggianate. Per questo amo gli articoli,proprio perché è possibile verificare con i link ciò che un blogger scrive.

Link alla Riforma
http://documenti.camera.it/leg17/dossier/pdf/ac0500p.pdf
L'articolo in cima è quello della Costituzione,mentre quello sotto è quello della Riforma Costituzionale. Ad esempio a pag.9 trovate
«Articolo 55 - Funzioni delle Camere - Art.1».
Significa: Art.1 della Riforma Costituzionale che modifica l'Art.55 della Costituzione dal titolo Funzioni delle Camere.
In verde il testo originale della Riforma.


Lo so che molti di voi già sanno cosa votare,ma se avete in mano anche le motivazioni,potrete convincere gli altri a scegliere meglio cosa votare. Spero che il mio articolo vi aiuterà.

VERO RISPARMIO DI DENARO?
Matteo Renzi sostiene che con questa riforma si risparmieranno tanti soldi nella politica,proprio perché il numero dei senatori,che attualmente è a quota 315 più 6 senatori a vita,diventerà,nel caso di vittoria del "Sì", di 100 più 5 individui nominati dal Presidente della Repubblica che non saranno più "senatori a vita" ma "senatori a 7 anni",visto che la loro carica scadrà dopo sette anni,e non potranno esser più rieletti.
Inoltre Renzi sottolinea come i "nuovi" senatori della Riforma non saranno altro che i consiglieri regionali e i sindaci già in carica nelle città e nelle Regioni,e che percepiranno solo lo stipendio che già prendono per il loro ruolo nella loro regione d'appartenenza.

L' Art.2 del decreto modifica l'articolo 57 della Costituzione (pagina 31) trasformando il Senato.
La maggior parte degli articoli del testo,infatti,non sono altro che la sostituzione,al testo originale della Costituzione,della parola "camere" con "camera",visto che Camera e Senato avranno ruoli un po' differenti.

A pagina 33 troviamo la composizione del nuovo Senato:
95 senatori sono eletti dai consigli regionali e dai consigli delle province autonome di Trento e di Bolzano; ciascun consiglio elegge un numero di senatori in proporzione alla popolazione della regione quale risulta dall’ultimo censimento generale della popolazione (quarto comma art. 57 Cost.); di questi 95:
– 74 senatori sono eletti tra i membri dei Consigli regionali;
– 21 senatori sono eletti tra i Sindaci dei comuni dei rispettivi territori, nella misura di uno per ciascun consiglio;


Fino a 5 senatori sono di nomina presidenziale, scelti tra coloro che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti in campo sociale, scientifico, artistico eletterario;
Tra i 5 senatori non elettivi vanno inclusi anche i senatori a vita già nominati e in carica alla data di entrata in vigore della legge costituzionale in commento, alla luce di quanto previsto dall’art. 40, comma 5, del disegno di legge
.