Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 2 gennaio 2015

Roma: vigili evitano il turno di Capodanno. 83 per cento di assenze il 31 dicembre. Motivazione: ammalati o impegnati a donare il sangue


Ammalati e impegnati a donare il sangue. E così non potevano prestare servizio la notte di Capodanno. Che, peraltro, è pagata quattro volte quanto un turno normale.
A scegliere questa via, o altre alternative per astenersi dal turno di lavoro dopo avere cercato di convocare un’assemblea sindacale proprio a ridosso della mezzanotte, sono stati centinaia di vigili urbani di Roma. Il risultato: 83,5% di assenze la notte del 31 dicembre.
Sugli oltre 1000 agenti che inizialmente avevano dato la disponibilità, soltanto 165 erano effettivamente reperibili.
Premiare eccellenze che ci sono e punire irresponsabili”, commenta su Twitter il Ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia, che ha anche annunciato gli accertamenti di violazioni e sollecito azioni disciplinari da parte dell’ispettorato della funzione pubblica.

Ma Franco Cirulli, responsabile Uil polizia municipale di Roma Capitale, difende i vigili e risponde:
La maggior parte hanno donato il sangue e, come previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro degli enti locali, erano esentati dal servizio”. Ricordando che “chi ha bisogno di sangue ne ha bisogno sempre, anche la notte di capodanno e di natale”.
E l’autorità Garante per gli scioperi accende un faro su un ‘sospetto’ sciopero selvaggio e apre un procedimento per valutare eventuali sanzioni, perché “non è accettabile che a subire gli effetti della protesta siano i cittadini utenti”.



Ma non ci sono solo i vigili, perché la stessa storia si ripete anche per l’Atac: su una delle linee metropolitane aperte anche dalle 23.30 alle 2.30 si sono registrate attese di mezz’ora perché l’azienda dei trasporti romana, a fronte di una necessità di 24 macchinisti per coprire lo straordinario, dalle 23.30 alle 2.30, ha avuto la disponibilità solo di sette persone.

VIGILI IN LOTTA CON IL COMUNE
Da mesi i vigili sono ai ferri corti con il Comune per le regole sulla rotazione degli agenti e per il salario accessorio. Per questo hanno provato in tutti i modi a boicottare quello che una volta era, vista la paga extra large, il turno più ambito dell’anno. Ci avevano già provato nei giorni scorsi, convocando un’assemblea sindacale (poi precettata) a ridosso della mezzanotte.
Il comandante della Polizia locale di Roma Capitale, Raffaele Clemente, ha stigmatizzato “l’atteggiamento di quanti hanno cercato di sabotare, con una diserzione numerica assolutamente ingiustificata. Sarà rigorosamente ricostruita l’intera vicenda a favore dell’autorità giudiziaria o di garanzia. Ogni eventuale condotta illecita sarà sanzionata amministrativamente”.

4 commenti:

  1. Tutti scandalizzati e pronti a crocifiggere gli statali, senza togliere eventuali colpe sempre da condannare, troppo clamore mediatico, il clima con il comune è pesante e con consistenti tagli di stipendio, non è legata esclusivamente al 31 ma è una situazione che macerava da parecchio tempo.
    Non è che per caso si vuole distrarre dall'assenteismo e i privilegi della casta politica?
    Non sento nessuno che si scandalizza per questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione su questo.
      Io non mi scandalizzo ma cerco di capire le motivazioni ( che ho inserito nell' articolo per far capire i motivi della protesta ).

      Personalmente attacco anche i non statali che si lamentano per i turni, come i dipendenti degli Ipermercati. Di questi tempi avere un lavoro è una fortuna incredibile e bisogna protestare sì, ma per questioni di un certo tipo e soprattutto senza sputare nel piatto che dà da mangiare.

      La classe politica si sa com'è, ecco perché i cittadini vorrebbero vedere le forze dell' ordine un pò migliori dei governanti. Già il vedere poliziotti che picchiano i manifestanti senza motivo e altri che difendono con orgoglio i politici quando coloro che protestano giungono nei pressi dei palazzi del potere, ci fa arrabbiare veramente tanto.

      Sei tra coloro che lavorano per il Comune di Roma?
      Allora potresti dare qualche dettaglio in più che i giornalisti ( come al solito ) evitano di dire.

      Elimina
    2. No, non lavoro al comune di roma, non sono romano e nemmeno statale ma visto i grandi apisodi di malgoverno a roma giunge a fagiolo questo episodio per distrarre l'opinione pubblica, tutto qui.

      Elimina
    3. Ah beh, di metodi per distrarre il popolo ce ne sono tanti. Specie in questo periodo. Però questa notizia non càpita tutti i giorni e son stati gli stessi vigili a farla salire sulle prime pagine. Quindi, volenti o no, son stati loro a distrarci.
      Anche se il popolo italiano è distratto da un bel pezzo...

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie