Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 19 dicembre 2014

Telethon e Co: come vengono utilizzati i soldi delle donazioni? Solo meno del 40% finiscono alla ricerca

di Lapenna Daniele


Appena sono incappato maldestramente ( e mi son fatto pure male! ) in questa immagine, mi sono chiesto:
ma è possibile che ancora molti non sanno come funzionano queste organizzazioni umanitarie mondiali?

Il post che gira da giorni in web invita a non donare nulla a Telethon perché è una truffa colossale. Come leggiamo "Telethon destina solamente il 35,5% alla voce “delibere per ricerca”; tutto il resto, ovvero il 64,5%, è destinato ad altre voci, tra cui “personale”, “acquisti”, “oneri commerciali” e “oneri finanziari”" ( qui l' articolo interessante da leggere ).
Quindi, su 30,5 milioni ( quelli raccolti quest' anno ) 10,8 milioni circa verranno destinati per la ricerca, mentre il resto, circa 20 milioni  rimarranno in tasca a Telethon.  Scandaloso? Affatto!


A questa pagina ci sono tutti i bilanci di Telethon e prendendo l' ultimo, quello del 2013, possiamo leggere con grande trasparenza dove finiranno anche quest' anno tutti i 30,5 milioni raccolti con le donazioni spontanee. Qui invece possiamo leggere gli stipendi dei dirigenti e degli impiegati dell' associazione. Nella pagina viene riportato che "Da un confronto con gli altri attori di mercato è emerso un posizionamento delle retribuzioni dei dipendenti Telethon superiore alla mediana del mercato non profit del 12% circa".
Da notare la furbizia di scrivere le cifre in "Keuro": "K" sta per 1000, quindi 800 Keuro sarebbero 800.000 euro. In questo modo sembrano di meno, ma la cifra è quella.
Nel bilancio si leggono spese di gestione, dei beni materiali ed immateriali, degli immobili gestiti, dei debiti, dei conti in banca, etc ( dateci una lettura ed informatevi per benino ).



Anche il bilancio di Save The Children mostra come i fondi raccolti vengano distribuiti più o meno alla stessa maniera ( qui potete consultare il bilancio dell' associazione ). Come leggiamo
"Nel 2013 Save The Children ha destinato il 78% ad attività di programma ( 46,4 milioni su un totale di quasi 60 milioni ) e il restante 22% ad attività di Sviluppo dell' Organizzazione. Save The Children è infatti un' organizzazione che si autofinanzia e destina quindi parte dei fondi all' acquisizione e fidelizzazione dei suoi sostenitori e allo sviluppo di fonti di donazione, nonché alla gestione della struttura".
Anche l' Unicef pubblica il suo bilancio ( qui resoconto bilanci ) e riporta le spese dei dipendenti che risultano esser pari a 7.236.645 euro ( oltre 7 milioni di euro ).

Si tratta di grandi associazioni con un bel numero di personale e, profit o non-profit, ci sono dei costi da sostenere, e quindi utilizzano le donazioni per pagare stipendi, tasse degli immobili, conti in banca, etc..
Le associazioni diventano così aziende commerciali, e non più associazioni che devolvono interamente il denaro ricevuto da donatori. Può suonare strano, assurdo ed ingiusto, ma sappiate che è così. Purtroppo.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie