Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 7 ottobre 2014

Avvocato rifiuta un lavoro come spazzino da 3600 euro: il comune gli toglie sussidio di disoccupazione


LUGANO -
"Non sono per nulla motivato per i lavori di pulizia". Così ha risposto, senza tante storie, un avvocato di 50 anni di Berna, disoccupato di lungo corso, al Comune della capitale svizzera che, versandogli un assegno d'assistenza ormai dal 2007, gli aveva trovato un'occupazione come spazzino.
La proposta, come ha reso noto un funzionario cittadino, al quotidiano Berner Zeitung, era quella di "raccogliere rifiuti nei parchi e staccare i manifesti abusivi dai muri". Ma l'avvocato, sposato e padre di un bambino di un anno, ha risposto sdegnato, nonostante lo stipendio non fosse così male, essendo di 4500 franchi mensili, circa 3600 euro. Ben di più dei 2500 euro che ha percepito, per 8 anni, come cittadino in assistenza.

"Pretendo un lavoro più consono", aveva, tuttavia, dichiarato. "O quello, o niente più assegno dell'assistenza", si era, allora, impuntato il Comune di Berna. Così, a quell'avvocato che non ne voleva sapere di imbracciare la ramazza, si è deciso di togliere il sussidio. Ma lui non si è dato per vinto, ricorrendo da un tribunale all'altro. Finché, in ultima istanza, i giudici del Tribunale Amministrativo Cantonale hanno dato ragione alla città.



"Chi è a beneficio dell'assistenza - hanno sentenziato - deve accettare, anche, un'attività che è di livello inferiore alle sue capacità".
D'altronde in assistenza, in Svizzera, si finisce quando si è esaurito il diritto all'indennità di disoccupazione, che viene erogata per poco meno di due anni. Si tratta, insomma, di gente che non sa più dove sbattere la testa e che lo Stato, potendoselo permettere, non lascia mai per strada. Di solito si trovano in assistenza persone con un basso tasso di scolarità, spesso stranieri, in grado di svolgere, unicamente, lavori manuali. Quelli, probabilmente, avrebbero accolto con maggiore entusiasmo la proposta di un'occupazione nella nettezza urbana. Quanto all'avvocato adesso dovrà cercarsi in fretta un lavoro, cosa che poi non dovrebbe essere così difficile, a Berna, dove il tasso di disoccupazione è del 2,6 per cento ( per fare un paragone, in Italia è del 12,6 per cento ).

2 commenti:

  1. Porc....********!
    Sì, tranquillo! Quella parolaccia me la tengo per me! 3600 euro al mese? Come apprendista impiegata mia figlia percepisce 700 euro al mese!!!!
    Mio marito non li vede nemmeno dopo 38 anni di lavoro!!!!
    Hanno fatto bene a togliergli il sussidio! Quello è parassitismo ormai. Ho capito che ha una laurea però ragazzi è più dignotoso un lavoro qualunque e onesto o farsi mantenere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu pensa che razza di padre idiota avrà quel figlio. Poraccio.
      É sempre così: chi c' ha i denti non c' ha il pane e chi c' ha il pane non c' ha i denti.
      Tradotto: chi ha voglia di lavorare non ha un lavoro, chi vede arrivare un lavoro, non c' ha voglia di lavorare

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie