Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

domenica 17 agosto 2014

Attenti al redditometro: ai contribuenti stanno arrivando lettere dall' Agenzia delle Entrate sulle spese del 2013. Come comportarsi?


Sono circa 75 mila i contribuenti che nei prossimi giorni riceveranno una lettera da parte dell’Agenzia delle Entrate relativamente alle spese sostenute nel 2013 e ritenute all’apparenza non congrue con i redditi dichiarati lo scorso anno. A far scattare l’invio della lettera basta una forbice pari al 20% tra quanto dichiarato e quanto speso.


L’Ente di riscossione precisa che la soglia di tolleranza è stata anche maggiore che i circa 75 mila casi segnalati includono incongruenze ben più consistenti.

Si tratta di un avviso bonario per comprovare la fonte dei soldi necessari a sostenere la spesa e dimostrare così che non sono state evase le tasse. Bonario sì, ma che comunque rischia di rovinare le ferie a tutti i destinatari che probabilmente partiranno con il timore di essere multati anche quando sono a posto con la coscienza. Il mittente ribadisce comunque che si tratta di missive a scopo puramente informativo.

Fino al 30 settembre è ancora possibile inserire correttivi nella denuncia dei redditi 2013 tramite il modello Unico Pf per il ravvedimento operoso onde evitare che scatti il redditometro per mettere a confronto, allora si, entrate e uscite. In questo caso si versa un importo fisso di 32 euro più una sanzione corrispondente al 3,75% della maggiore imposta da pagare e si evita il redditometro. E proprio in questi giorni altri 25 mila italiani stanno ricevendo questo secondo tipo di lettera, con l’obbligo appunto di chiarire la propria posizione pena l’avvio dell’accertamento con contenzioso vero e proprio.
Ma questo non è ancora il caso di queste ultime lettere.

I 75 mila destinatari possono quindi partire tranquilli? Non proprio.


Alcuni sono messi in allarme dal fatto che nella lettere è presente l’elenco delle spese sostenute ma senza gli importi singoli. C’è quindi solo il generico riferimento a stipula di polizze, acquisto di auto o immobili etc. Al contribuente quindi l’onere di ritrovare le fatture e le ricevute per verificare se in effetti il totale supera almeno del 20% il reddito dichiarato. Se invece si dovessero riscontrare errori come ad esempio spese mai sostenute non resta che segnalare l’imprecisione via mail o telefonando al call center dell’Agenzia delle Entrate

5 commenti:

  1. i contribuenti,,,..... quali contìribuenti??? I soliti fessi che hanno uno stipendio fisso e spese sopra ai capelli per bambini, anziani, malati....
    Vano beccati gli imprenditori e i politici che dichiarano meno di un opperaio.... ecchecavolo!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se dichiari meno di 10 euro l' anno, l' Agenzia delle Entrate ti dà la nomina
      di "Fantasmino fiscale 2014"!! Olééé!!
      E per 10 anni non ti controllerà nessuno.
      Ovviamente devi possedere tante auto, tante barche, tante case,... altrimenti te beccano subbbito!

      Elimina
    2. Appunto!!!!!!!!!
      Più possiedi e più pensano che sei troppo furbo e ti lasciano in pace.

      Elimina
  2. Possiedo una Audi 80 immatricolata nel 1988 ed iscritta all'ASI nel 2010, posso pagare il bollo in maniera ridotta, nonostante il nuovo decreto legge???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo link trova informazioni dettagliate anche regione per regione
      http://www.allaguida.it/articolo/bollo-auto-storiche-20-anni-si-torna-indietro/84443/

      Qui le info direttamente dal sito ACI
      <a href="http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-al-bollo-auto/regioni-e-province-autonome-convenzionate-con-aci/regione-lazio/veicoli-storici.html>http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-al-bollo-auto/regioni-e-province-autonome-convenzionate-con-aci/regione-lazio/veicoli-storici.html</a>

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie