Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

mercoledì 16 luglio 2014

Coltivare piante di Marijuana non è reato


Dopo la sentenza di primo grado del 2007 - poi annullata dalla Cassazione - anche la Corte d'Appello di Cagliari ha assolto un giovane cagliaritano imputato per la "coltivazione domestica" di due piante di canapa indiana nella propria abitazione dell'hinterland cagliaritano.

La vicenda processuale è iniziata ad agosto del 2007. L'imputato era stato assolto, una prima volta, dal Tribunale di Cagliari.
"La sentenza di settembre dello stesso anno - spiega all'Ansa l'avvocato del ragazzo - era stata emessa dal giudice sul presupposto che si trattasse di coltivazione domestica, equiparabile all'uso personale e, pertanto, priva di rilevanza penale. La sentenza aveva avuto un rilevante clamore mediatico e in seguito la Procura Generale di Cagliari aveva proposto ricorso, accolto dalla Cassazione che aveva annullato l'assoluzione. Infatti era intervenuta una sentenza delle Sezioni Unite, che ha stabilito il principio secondo cui costituisce condotta penalmente rilevante qualsiasi attività non autorizzata di coltivazione di piante dalle quali sono estraibili sostanze stupefacenti, anche se per uso personale. Per la Cassazione era irrilevante, ai fini della sussistenza del reato, la distinzione tra coltivazione tecnico-agraria e coltivazione domestica".

In seguito all'annullamento, il Tribunale di Cagliari aveva condannato il giovane a sei mesi di reclusione e 1.400 euro di multa. Ma la condanna è stata nuovamente appellata dal suo difensore e oggi la seconda sezione della Corte d'Appello di Cagliari ha assolto il giovane dal reato perché il fatto non sussiste.
Le motivazioni della sentenza si conosceranno tra 15 giorni.

6 commenti:

  1. Umh, creerebbe un precedente...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è una quantità per uso personale ma non so come possano quantificarlo quando hanno una pianta davanti a confronto con la quantità in grammi stabilita dalla legge..

      Elimina
  2. Innocente, colpevole, innocente... intanto questo è 7 anni che è in ballo, per non parlare delle spese legali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....e la legge c' era già. La solita giustizia all' italiana...

      Elimina
  3. Mah... mi lascia perplessa la cosa. La droga è sempre droga sia in piccole che in grandi quantità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Opinione rispettabilissima. Anche un bicchiere di vino non uccide,
      ma dopo te ne fai due, poi tre,... e poi non ti rendi conto che sta andando oltre..

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie