Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 13 dicembre 2013

Danilo Calvani e la Lega Nord ai tempi di Umberto Bossi

Danilo Calvani - Leader del C.R.A.

di Lapenna Daniele

PREMESSA:
di solito, quando scrivo qualsiasi cosa sul mio blog  sono solito riportare le fonti, in modo da sostenere le mie tesi. Spesso attaccano me quando io riporto notizie prese da altri siti
( raggiungibili dai link allegati ), invece dovrebbero attaccarmi quando scrivo i miei pareri relativi alle informazioni riportate.

Le scritte sottolineate nell' articolo sono i link diretti alle fonti.

Da sconosciuto a personaggio famoso.
Dopo che molti sprovveduti ( son tali perché non si domandano mai "chi è Tizio? Da dove è uscito? Cerchiamo info su chi è.." ) hanno scoperto il suo nome, è iniziata la gara a chi scopre di più sulla sua vita.
Espresso scopre che è pieno di debiti e che quindi - sottolinea implicitamente - la protesta è un protesto ( bel giuoco di parole ) per rimpinguare le sue casse svuotate.
Si era candidato alle Elezioni Amministrative del 2001 al comune de Latina dove però il suo partito, Comitato Riunito Agricoli - C.R.A. -,  fece flop ( qui vi è ancora il suo programma elettorale ) sostenuto da Alba Dorata ( qui il link dell' appoggio al C.R.A. ), partito di ispirazione neonazista.
Poi è divenuto successivamente segretario del Partito Dignità Sociale ( questo il sito web con lo Statuto e la sua foto in primo piano ) guidato dall' ex colonnello Antonio Pappalardo ( un video per vedere chi è e cosa dice ), "ex" perché fu sollevato dal suo incarico di colonnello ( qui leggete l' articolo intero ).
Ecco un breve video dove Calvani si presenta assieme a Pappalardo e spiegano le loro idee che sostengono col partito Dignità Sociale.

CALVANI E LA LEGA NORD

19 Marzo 2009: La Lega Nord sbarca ad Aprilia.
Il partito di Umberto Bossi continua il progetto politico inteso a far divenire, nel volgere di qualche tempo, il partito “del Nord” in un movimento nazionale.
Alla presentazione della Lega Nord Lazio, avvenuta all’Enea Hotel, erano presenti dirigenti provinciali e membri del direttivo comunale che hanno illustrato il loro pensiero politico ai presenti.
Danilo Calvani, Alda Dalzini, Luigi Gallo, Lillia D’Ottavi, Gabriella Stella, Claudio Stampiglia e Alberto Panzarini (coordinatore provinciale) si sono succeduti attraverso brevi interventi tesi a diffondere il “vangelo leghista. I temi trattati? I soliti a dir la verità, dal problema delinquenza a quello dell’immigrazione, dalla necessità di rifondare la classe politica locale ad una “auspicabile rivoluzione dal basso per iniziare a governare da soli questa città”. In pratica vecchi cavalli di battaglia “lumbard” che però non passano mai di moda.

Danilo Calvani è il primo che punta il dito contro la vecchia amministrazione e afferma:
” Gli apriliani devono tornare padroni della propria città. Serve uno scatto d’orgoglio della popolazione. Si deve partire dal basso perché è dal basso che si fa la politica vera. La situazione attuale è drammatica perché per anni Aprilia è stata mal governata da questa classe politica. Da sinistra a destra tutti sono responsabili di aver causato danni molto gravi a questa città. Per questo i cittadini devono ribellarsi e cacciarli..... ..."

bla bla bla il resto lo leggete al link diretto della notizia
http://www.ilpontino.it/aprilia/articoli/cronaca/lega_nord_lazio_00018297.php


Che dire. Niente. Stavolta non dico proprio un cacchio! Ahaahahaha giudicate voi.
Baci baci baci

I dettagli sui debiti contratti da Calvani nel passato e informazioni sugli altri sette organizzatori del
"Movimento del 9 Dicembre 2013" li trovate a quest' altro post.

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Ora lo sostituisco col mio. Chissà che non trovi un posto fisso!!

      Elimina
  2. Qualsiasi cosa sia stato in passato, oggi si fa portavoce della gente che si è rotta i coglioni. Ci riesce. Al parlamento iniziano a pensare che forse forse, hanno tirato troppo la corda con noi pacifici, buonisti italiani. Il resto è solo voleri nciuciare....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ANTONELLA IANUARIOlunedì, 16 dicembre, 2013

      Io lo conosco personalmente e non mi interessa il suo passato a me interessa quello che dice. Ma avete compreso bene cosa ha detto alla trasmissione Arena di domenica 15 Dicembre? Lui dice in sostanza che non è contro i vecchi partiti ma contro la classe dirigente. E che cambia? Che vanno a casa i politici dell'attuale governo e che poi il popolo dovrevve rivotare sempre gli stessi vecchi partiti, sperando che cambi qualcosa? La casta tutta deve essere spazzata via votando per la nuova alternativa politica che nasce dal popolo, sì il popolo del 9 Dicembre, che non è Calvani e company ma il popolo che si ribella e protesta contro il Governo. Questa è l'alternativa politica: il Coordinamento del 9 Dicembre, che io con altri sosterrò nella mia Regione di appartenenza: la Campania. Ciao.

      Elimina
    2. Buondì Anonimo

      Sa cosa a me dà fastidio? Il fatto che in ogni intervista, in ogni video che ho visto su YouTube dove han fatto domande al sig. Calvani, lu non ha MAI e dico MAI detto cosa fare dopo che i politici sono stati mandati via
      - e in realtà lo sa: forze dell' ordine al potere, ed indire nuove elezioni, ma per votare chi?! - e neanche che lui HA un SUO PARTITO.

      Se tu dici "mandare via i politici e indire nuove elezioni" e poi NON dici che anche tu hai un partito beh.. mi fai pensare che vuoi mandarli via per metterti tu lì. Perché, allo stato attuale, è VERISSIMO che, se andassimo alle elezioni, non sapremmo chi cavolo votare. Su quello, gli dò ragione.

      Per la sig. Antonella Ianuario
      buondì a lei.
      Da ciò che scrive, mi trova in linea. Lei dice in sostanza ciò che sto cercando di capire io facendo domande a chi sta seguendo questi otto organizzatori.

      In mezzo a tutti ci sono quelli scesi in piazza perché incavolati, delusi, ma è vero, come ho scritto sopra, che non si sa chi mettere dopo la
      "cacciata degli attuali politici".
      Molti non hanno capito che la vecchia classe dirigente è anche nella nuova:
      Letta è giovane, ma non proviene anch' esso dalla vecchia classe dirigente?

      E' giusto scendere in piazza e ribellarsi, ma bisogna usare il lume della ragione decidendo in modo CERTO e SICURO chi si vuole al governo.
      Perché, si possono fare tutte le proteste del mondo, se non hai nessuno al governo, uno Stato non cammina e cade o nella guerra civile, oppure nella crisi più nera.

      Cordiali Saluti a voi due e grazie per il vostro contributo

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie