Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 7 maggio 2013

I parlamentari 5 stelle vogliono tutto il rimborso spese: la maggioranza vota NO. Intanto la parlamentare 5 Stelle Patrizia Terzoni dice "Difficile fare il parlamentare con 2.500 euro al mese"

Come abbiamo visto nell' ultimo post ( Ecco la prima busta paga di un parlamentare 5 Stelle: 16.000 euro )  un parlamentare prende di stipendio circa 7.700 euro e di rimborso spese 11.600 euro circa.
Il rimborso spese è più alto dello stipendio.

I parlamentari 5 stelle hanno votato per decidere se restituire la parte di soldi non spesa oppure no.
Ed ha vinto il NO: ogni parlamentare quindi decide SE restituire il restante e QUANTO.
Ma non dovevano prendere 2.500 euro al mese?

IL SONDAGGIO INTERNO
Ricordiamo che il programma del MoVimento 5 Stelle è cambiato dopo le elezioni ( qui la foto del programma pre e post elezioni ): si è passato da "Stipendio parlamentare massimo 5.000 euro lordi senza rimborsi né diarie né privilegi"
a quello più conveniente "stipendio parlamentare allineato alla media degli stipendi nazionali".
Ed è stato lo stesso Grillo a modificarlo ( come ha detto lui stesso nell' incontro a Roma, il giorno dopo l' elezione al Quirinale di Napolitano ). Ma i parlamentari 5 stelle non ci stanno.
Il sondaggio è stato votato da 132 parlamentari su 163. Il 48 per cento chiede che le diarie ( quindi tutte le voci accessorie ) vengano mantenute completamente, con l'obbligo di rendicontare tutto quel che si spende, ma senza dovere restituire obbligatoriamente la parte non spesa.

2.500 EURO NON BASTANO
Intanto, la parlamentare 5 Stelle Patrizia Terzoni, intervistata da ilsole24ore, dice
« Io ho votato per trattenere » - che significa, NON restituire  - « l'80% della diaria, e comunque si stanno facendo ancora calcoli sulla questione fiscale »

Ai giornalisti che le chiedono di commentare in particolare la scelta del deputato centrista Mario Sberna - che al netto delle spese per l'alloggio dalle suore ha annunciato l'intenzione di devolvere tutto lo stipendio da parlamentare in beneficenza, trattenendo 2.500 euro netti mensili, Terzoni si mostra scettica:
«Da Brescia fino a qua non penso che gli bastino 2.500 euro. Mi sa strano. Non penso che riuscirà a cavarsela con 2.500 euro. Indagate». «Non è questione solo di vivere ma anche di espletare il mandato. Se qualcuno lo chiama, che fa? Non ci va? Io, ad esempio, sono dovuta andare in Sicilia. Lui che fa? Non va?».

LA COERENZA... DOV' E' ?
Forse si starà esagerando cercando di trovare le pulci ai grillini, ma qui la questione si basa sulla coerenza e sui fatti.
Essendo i fautori della coerenza ( per coerenza non si sono alleati col Pd di Bersani nonostante alcuni punti fossero in comune ), dovevano esser coerenti su tutto. Non solo su certe cose.
Hanno ( o forse "ha", riferito al solo Grillo che faceva da "portavoce" ) sbandierato per tutta la campagna elettorale il fatto che avrebbero preso solo 2500 euro al mese. E le persone li hanno votato soprattutto per quello.
Prima domada: se Grillo si è informato su tutto, così come diceva, con fior fior di avvocati
( ci sono i video in cui spiega che si sono premuniti di tutto, tanto da creare lo Statuto del M5S appena il Pd e Pdl avevano modificato la Legge nel dicembre 2012 obbligando ogni movimento e/o partito a dotarsi di uno Statuto per presentarsi alle elezioni - qui l' articolo )
come mai non sapeva quanto avrebbe speso forfettariamente un parlamentare?
Perché ha stabilito una cifra che ora risulta troppo bassa per coprire i costi?
Forse hanno sempre parlato di stipendio per raccogliere più voti possibile. Il M5S è sempre un partito, e come tale, agisce da partito.
Poi ricordiamoci che in Italia c'è tanta gente che lavora prendendo sui 1000 euro o più al mese, viaggia e paga tutto senza rimborsi spese.
E pensiamo che i rimborsi vengono forniti ogni mese, che un parlamentare non ha ogni mese le stesse spese e che quindi se ne trattiene un bel pò.
Ed anche il parlamentare Mastrangeli, in diretta per l' ennesima volta da Barbara D' Urso, alla domanda della presentatrice "Lei restituirà la parte di soldi non spesa?" lui risponde "Io farò sempre quello che faranno i miei colleghi. Come ho sempre fatto".
Quindi, in sostanza "Se loro non restituiscono nulla, non restituisco neanche io. Mica so scemo!"

Michail Bakunin diceva
"Se dei normali cittadini salissero al potere, eletti dal proprio popolo, non rimarranno mai tali.
Lavoreranno accanto ai borghesi e diverranno più borghesi degli stessi borghesi
"

12 commenti:

  1. "Perché ha stabilito una cifra che ora risulta troppo bassa per coprire i costi?"

    Per lo stesso motivo per cui tanta gente è piena di debiti: compra/mette su un'attività senza aver fatto i conti come devono essere fatti, cioè informandosi prima mooolto bene dei costi effettivi, non per sentito dire o perché li ha saputi da Ciccio Formaggio.
    Una volta saputi i costi reali, si usa il metodo di zia Gaetana: si contano le entrate il 30% in meno del previsto e le uscite il 30% in più di quanto dovrebbero essere.
    .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhaahah Ciccio Formaggio è sempre saggio!

      Infatti avrei preferito non avessero stabilito delle cifre.
      Sarei stato molto più d' accordo

      Elimina
  2. Secondo me c'è un errore di lettura.
    Se ben ricordo(ma posso sbagliare) si parla di stipendio, e qui ci sono i 2500 euro di cui si parla, e di rimborsi.
    La questione dovrebbe essere sui rimborsi che, sempre se ben ricordo, dovrebbero essere restituiti nelle aprte che eccede all'effettivo utilizzo.
    Da qui la richiesta di contabilizzare tutte le spese.
    Lo stipendio andrebbe restituito tutto, tolti i 2500 di cui si parla sempre, mentre sui rimborsi, mese per mese si dovrebbe valutare secondo la trasparenza che si sbandierava.

    Vorrei però leggere anche qualcosa sulla Boldrini che prima sbandiera, insieme a Grasso, la riduzione (du cosa? su quale indenità?, su cosa non mi è chiaro) del 30% del loro compenso ma poi, nonostante abbia una bellissima casa di proprietà a Roma, continuerebbe a percepire il rimborso sull'abitazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel programma del M5S ( quello pre elettorale ) vi èscritto
      "stipendio massimo 5.000 euro lordi"

      Questa è la busta paga dove puoi leggere il netto ed il lordo mensile.
      Come puoi leggere il rimborso spese ( compreso dei vari dettagli ) è più alto dello stipendio.
      Lì ci sono anche ( di norma ) i pagamenti agli assistenti che ci sta, ma sui costi viaggi penso debbano essere utilizzati solo quando ci si sposta PER SVOLGERE ATTIVITA' inerenti il lavoro e NON per andare da casa a lavoro e da lavoro a casa.
      Io per andare da casa a lavoro non ho rimborsi.

      Boldrini e Grasso avevano detto tempo or sono
      ( a questo post le sue dichiarazioni ) che si sarebbero tagliati gli stipendi.
      Anche loro dovrebbero mostrare la loro busta paga.
      Non hanno mostrato nulla e non si sa quanto abbiano preso.

      Ribadisco che in qualsiasi impiego ( e quindi anche quello da parlamentare perché loro NON DEBBONO essere privilegiati )
      i rimborsi - a parte che per me non dovrebbero esistere e vabbé - SONO ASSURDI!


      Ti fo na domanda. Cancella tutto ciò che ci siamo scritti.
      Tu trovi un impiego a 70 km da casa. Ti assumono subito. Tu accetti perché ne hai bisogno. Che fai?
      Chiedi al datore di lavoro il rimborso per il viaggio
      ( sul quale non ha l' obbligo di dartelo)?
      Oppure, come moltissimi, quasi tutti i cittadini fanno,
      metti il costo del biglietto treno, autobus o benzina
      di tasca tua?

      Elimina
    2. secondo me esistono diversi problemi!
      1° se allo stato risulta che io percepisco 10 ma in realtà tengo 2,5 a livello tasse come sto messo?
      2° mi sembra che si faccia confusione tra stipendi e rimborsi e su questo si giochi.
      3° Forse tu non sai che se mentre ti rechi al lavoro, o mentre torni a casa fai un incidente con la tua macchina, il responsabile è la ditta per cui lavori la quale, se hai un buon avvocato, ti deve i danni!
      la domanda che tu fai ha una risposta ovvia, loro secondo me si sentono però come quelli che hanno 2 sedi, quella della circoscrizione in cui sono eletto e il parlamento, gli spostamenti tra le due sedi sono a carico del datore di lavoro.
      La cosa assurda è che loro hanno l'accesso gratuito a diversi mezzi di trasporto.


      PS
      se vuoi parlare di spostamenti/rimborsi/ecc parliamo di chi disponde delle auto blu(politici, magistrati, ecc) e accende il lampeggiante magico quando c'è coda.
      Vuoi arrivare in orario al alvoro o agli appuntamenti? fai come i tuoi cittadini, alza il culo prima, così comprendi cosa significa la parola "servizi"

      Elimina
  3. Una massima evangelica dice (con tutto il rispetto!): "sarete giudicati sulla verità", cioè sulla corrispondenza tra ciò che dite e ciò che fate. Ed è proprio questo che ha messo i grillini al centro di discussioni di tal fatta: nessun altro partito ha fatto una campagna elettorale parlando solo di queste cose, quindi ora è il 5stelle che deve rispondere ai propri elettori anzitutto e a tutti gli italiani di queste cose. Nessuno contesta a Berlu o a Bersani di non aver mantenuto la parola su rimborsi elettorali, stipendi e altro, perché non hanno mai promesso niente (a torto o a ragione). Perciò se si parla di grillo: queste erano le promesse e su queste bisogna fare le pulci, così come il cavallo di battaglia di Berlu è stato l'IMU e su quello gli verrà chiesto conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente così!
      Ti quoto quotoso tutto quanto perché è esattamente ciò che dico e scrivo da tempo.

      "Se si fa un apromessa, o la mantieni, o facevi meglio a non farla".

      Se molti criticano dicendo "c'è ancora chi vota Berlusconi" beh, è perché tra le tante promesse c'era appunto quella sulla TOTALE ELIMINAZIONE dell' Imu.
      Chi ha da due a più case penso lo abbia votato ad occhi chiusi aspettando di veder esaudite le promesse.

      Comunque, come ho scritto a Stefano, per me i rimborsi spese viaggio sono assurdi.
      Nessun lavoratore italiano ne ha diritto ( se ne ha diritto citatemi per favore la legge inerente, così almeno colmo la mia ignoranza ): perché loro ( intesi tutti i politici ) sì?!

      Elimina
    2. Il PD ha fatto tutta la campagna dicendo "mai con il caimano"... ed ora?
      Il SEL e il PD erano una coalizione che non doveva "ripetere l'esperienza di Bertinotti", infatti ha rotto prima dopo però aver preso il premio di maggioranza!!!

      Per il resto guarda Daniele che credo, ma non ci metto la mano sul fuoco, che SB parlasse solo dell'IMU sulla 1° casa
      A questo proposito io trovo che l'IMU sia vergognosa sempre e comunque e che andrebbe applicata solo in determinati casi.
      Sulla 1° casa MAI
      sulle 2° case se e solo se non date con affitto regolare che dia un reddito minimo tale per cui il 50% circa di tasse che paghi allo stato copra già l'IMU
      se non affitti l'IMU pesante
      sui capannoni idem, se io compro un capannone per produrre e prima ancora di lavorare , copo averci già pagato le tasse, pago IMU, TARSU, ecc come faccio ad essere incentivato?
      L'IMU la si paga su quei capannoni sfitti(ne ho qui davanti una fila vuoti da ben prima della crisi) che non rendono NULLA allo stato.
      Penalizzare chi già partecipa alle spese dello stato mi sembra come spararsi nelle pelotas

      Elimina
    3. Non sono d' accordo sull' Imu
      ( sul resto non c' azzecca granché al mio commento e non è per nulla attinente )

      IMU sulla prima casa?
      Solo chi ha UNA sola casa ed ha un reddito basso.

      IMU su 2^, 3^, 4^, 5^ .. etc..casa.. SEMPRE!
      Se tu hai 2 case, SEI RICCO e DEVI pagare l' IMU.
      Sei un ex imprenditore che ha chiuso l' impresa?
      Bene. Venditi la seconda casa e così sulla prima,
      essendo ora senza reddito, non paghi nulla.

      Chi ha i soldi cazzo DEVE pagare. SEMPRE!
      L' Imu non sarà mai di 80.000 euro, quindi se hai tre case,
      significa puoi mantenerle, e 1000 euro di Imu non sono un cazzo.

      Elimina
  4. Scusa Daniele, il mio discorso è il seguente.
    caso 1 :io ho la seconda casa, l'affitto e prendo 500 euro mensili(6000 euro all'anno), su quei 6000 ne pago(semplifichiamo) 3000 in tasse
    in + ci pago l'Imu
    caso 2: io ho la seconda casa, non l'affitto o se lo faccio lo faccio in nero ma pago l'imu

    Capisci che come al solito premiamo chi fotte o chi compra una casa per speculazione(casa vacanza? si affitta quando nn ci vai o..come dici tu, sei ricco e paghi), mentre chi fa le cose in regola alla fine paga di +!

    Vorrei precisare che di casa ne ho 1 e ringrazio già di avere quella!!!! quindi il mio era un discorso per premiare chi affitta regolarmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Stefano,
      ma se tu hai una seconda casa e con l' affitto ti paghi
      le tasse, e quindi non ce la fai ad andare avanti.. TE LA VENDI!
      Così non paghi l' Imu sulla prima.

      E così facile! :)

      Pensa a chi non ne ha neanche una e paga l' affitto
      arrancando.
      Ecco, tu hai una casa, e che reddito hai?
      Se hai un reddito molto alto, è giusto che paghi la tassa,
      anche se fosse la prima.
      Se, ad esempio, Tizio ha un reddito mensile famigliare
      di 5000 euro ed ha una sola casa,
      secondo te non deve pagarla?!
      GIAMMAI!
      ECCOME se deve pagarla.

      Elimina
    2. partiamo da un fatto di base, se x ha la prima casa e Y no ci possono essere diverse motivazioni:
      A) X ha fatto i sacrifici mentre Y ha scelto di spendere i soldi in altre cose
      B) X ha ereditato Y NO
      C)X guadagna + di Y e quindi può permettersi di comprarla.

      Detto questo ti potrei far notare che nell'ultimo caso(quello che consideri sempre tu) X ha pagato le tasse sui soldi che ha messo da parte per comperare la casa e poi ha pagato le tasse per comperare quella casa!

      Io non ho fatto il caso di chi non ce la fa(Brunetta???) magari proprio x' NN affitta, ho sostenuto che secondo me chi affitta la seconda casa con affitto regolare, visto che così facendo NN gode di nessun beneficio, potrebbe essere incentivato al contratto regolare dall'esenzione dell'imu(che tanto poi finirebbe ad aumentare l'affitto, ovvio!)

      Se io ho la mia prima casa ed un reddito alto, forse ti sfugge, ma su quel reddito già pago fior di tasse!

      Oltretutto l'IMU è la tassa + disuguale al mondo!
      Esempio pratico.
      conosco persone che pagano 1/5di quello che pago io pur avendo un appartamento delle medesime dimensioni del mio, ho un amico che paga esattamenta la metà rispetto a me, pur abitando in un paese che offre molti + servizi, avendo una casa identica come dimensioni, tipologia, ecc.
      X'?
      a me la casa nn da reddito, serve per vivere e se la sto pagando vengo pure punito?
      comprendo sulla seconda casa dove la differenza di rendita tra una casa a Roma e una a Morterone è evidente. Ma se io abito in centro a Roma, avrò pagato quella casa cara e di conseguenza le tasse su di essa!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie