Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

martedì 12 febbraio 2013

Dolori intercostali: le cause. Spesso vengono scambiati come dolori provenienti dal cuore


fonte salute.pourfemme.it

Capita più o meno a tutti di percepire, ogni tanto, dei dolori intercostali, continui o intermittenti, che ci possono mettere in ansia. Si tratta di un sintomo estremamente generico che può essere originato da diversi problemi, nella maggior parte dei casi non gravi.
Il primo pensiero, quando arrivano improvvise fitte dolorose nella zona superiore dell’addome, in corrispondenza della gabbia toracica,
è che ci sia un problema al cuore.
Ma non sempre, e non solo questo genere di dolori ha a che vedere con il muscolo principale del nostro corpo, infatti non di rado si tratta di dolori riflessi, che in realtà sono localizzabili in altri organi interni, o hanno a che vedere con le ossa. Bisogna poi individuare di che tipo di dolori intercostali stiamo parlando, se concentrati nel petto, se collegati con il respiro, se acuti o sordi. Vediamo meglio quali possono essere le cause.

COSA SONO I DOLORI INTERCOSTALI ?

I dolori intercostali sono presenti nella sintomatologia di moltissime patologie, e per questo è importante stabilirne la causa lavorando un po’ “per eliminazione”.
Il medico con una visita non è certo in grado di individuare subito il problema all’origine, perciò potrebbe decidere di prescrivere una serie di analisi ed esami che possano arrivare fino alla causa specifica del disturbo. In linea generale, la definizione di dolori intercostali individua una gamma di patologie che interessano il tronco del corpo umano dal collo fino all’ombelico, con fulcro centrale nella gabbia toracica. Di dolori intercostali possono soffrire anche i bambini, spesso si tratta, nel loro caso, dei classici dolori di crescita, ma qualche volta possono essere spia di problemi alla colonna vertebrale. In gravidanza, invece, dolori intercostali possono essere provocati dalle modifiche dell’addome e dalla spinta in alto dell’utero che comprime gli organi della digestione. Infine, ci sono dei casi in cui dolori intercostali siano legati a stati di ansia, ad attacchi di panico o nevrosi, quindi a cause non organiche ma psicologiche. Naturalmente si potrà arrivare ad una diagnosi di questo tipo solo dopo aver escluso in modo assoluto che l’origine sia di ordine fisico. Cominciamo con l’elencare le principali cause ossee dei dolori intercostali.
Cause ossee e articolari
I dolori intercostali possono essere originati da problemi ossei. Essi possono essere:

  • Scoliosi (deviazione della colonna vertebrale)
  • Ernia del disco o discopatia
  • Spondiloartrosi o artrosi della colonna vertebrale
  • Artrosi dell’articolazione della spalla
  • Sternocondrite, infiammazione dell’articolazione delle costole con lo sterno
  • Herpes Zoster o Fuoco di Sant’Antonio (infiammazione della terminazioni nervose provocate dal virus della varicella rimasto latente nel corpo)
  • Frattura di una costola
Patologie degli organi toracici
Vediamo invece da cosa dipendono i dolori intercostali di riflesso provocati da malattie
agli organi interni
al torace:
  • Infarto cardiaco, in questo caso il dolore parte dallo sterno e si irradia al braccio sinistro
  • Ischemia cardiaca
  • Cardiopatia da ipertensione
  • Pericardite o infiammazione del pericardio, la membrana che riveste il cuore
  • Polmonite
  • Bronchite
  • Pleurite
  • Tumore al polmone
  • Embolia polmonare
Patologie degli organi extra toracici
Terminiamo con le cause dei dolori intercostali riconducibili a malattie degli organi extra toracici:
  • Calcoli biliari alla cistifellea o colecisti
  • Ulcera peptica
  • Colite
  • Pancreatite
  • Splenomegalia o ingrossamento della milza

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie