Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 30 novembre 2012

Natale non c' azzecca un cacchio con Gesù, il Buddha non era ciccione e la Svastica è un simbolo sacro



Purtroppo le tradizioni antiche, dopo che vengono sotterrate, spariscono agli occhi della gente e se provi a ritirarle fuori ti prendono anche per pazzo.
E' il caso del Natale, che da tutti viene festeggiato come la nascita di Gesù Cristo, ma, oltre il fatto che il personaggio non si sa se sia realmente esistito, c'è il problema che la festa è in realtà pagana. La religione cattolica ha rubato il giorno sacro dedito al Sole per trasformarlo in "giorno del Signore".

IL NATALE DELLA NASCITA DEL SOLE
Letteralmente natale significa "nascita". La festività del Dies Natalis Solis Invicti ("Giorno di nascita del Sole Invitto") veniva celebrata nel momento dell'anno in cui la durata del giorno iniziava ad aumentare dopo il solstizio d'inverno: la "rinascita" del sole.
Il termine solstizio viene dal latino solstitium, che significa letteralmente "sole fermo" (da sol, "sole", e sistere, "stare fermo").
Infatti nell'emisfero nord della Terra tra il 22 e il 24 dicembre il sole sembra fermarsi in cielo (fenomeno tanto più evidente quanto più ci si avvicina all’equatore). In termini astronomici, in quel periodo il sole inverte il proprio moto nel senso della "declinazione", cioè raggiunge il punto di massima distanza dal piano equatoriale. Il buio della notte raggiunge la massima estensione e la luce del giorno la minima.
Si verificano cioè la notte più lunga e il dì più corto dell’anno. Subito dopo il solstizio, la luce del giorno torna gradatamente ad aumentare e il buio della notte a ridursi fino al solstizio d’estate, in giugno, quando avremo il giorno più lungo dell’anno e la notte più corta. Il giorno del solstizio cade generalmente il 21, ma per l’inversione apparente del moto solare diventa visibile il terzo/quarto giorno successivo.
Il sole, quindi, nel solstizio d’inverno giunge nella sua fase più debole quanto a luce e calore, pare precipitare nell’oscurità, ma poi ritorna vitale e "invincibile" sulle stesse tenebre. E proprio il 25 dicembre
sembra rinascere, ha cioè un nuovo "Natale". Questa interpretazione "astronomica" può spiegare perché il 25 dicembre sia una data celebrativa presente in culture e paesi così distanti tra loro.
Tutto parte da una osservazione attenta del comportamento dei pianeti e del sole, e gli antichi, per quanto possa apparire sorprendente, conoscevano bene gli strumenti che permettevano loro di osservare e descrivere movimenti e comportamenti degli astri.

LODATA SIA LA SVASTICA

La svastica è un simbolo effigiato per mezzo del disegno di una croce greca con i bracci piegati ad angoli retti. Il termine italiano "svastica" origina direttamente dal sostantivo maschile sanscrito svastika (devanāgarī स्वास्तिक ) che indica in quella lingua, tra gli altri significati, il disegno di una croce greca con i bracci piegati ad angoli retti, simbolo religioso e propizio per le culture religiose originarie dell'India quali il Giainismo, il Buddhismo ( vedi foto sopra ) e l'Induismo. Come simbolo, generalmente sempre con significati augurali o di fortuna, fu utilizzato da molte altre culture fin dal Neolitico.
Durante il Primo dopoguerra fu adottato dal Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori (Partito nazista) come simbolo dello stesso, finendo per essere inserito nella bandiera della Germania nazista, senza tuttavia alcun diretto collegamento simbolico, filosofico o religioso con le religioni orientali da cui esso era originato ed era già diffuso. Lo stemma fu inclinato per volere di Hitler di 45 gradi, facendo assumere alla croce un' immagine più aggressiva, tipica del partito di cui era il leader.

IL BUDDHA NON ERA CICCIONE
Rimanendo in oriente, sottolineiamo come il Buddha storico non è quell' uomo con la grossa pancia così come raffigurato in molte statue, anzi. Era molto magro.Come leggiamo dai testi sacri buddhisti le stesse parole del Buddha
«Il mio corpo raggiunse uno stato di estrema magrezza; gambe e braccia divennero come canne vecchie e appassite a causa del troppo poco cibo; il mio sedere divenne come il piede di un cammello; la mia spina dorsale divenne come le perle di un rosario, con le vertebre sporgenti e rientranti; le costole sporgevano come le vecchie travi di una casa scoperchiata; le pupille, infossate e piccolissime, rilucevano nelle mie orbite come in un pozzo i sottostanti specchi d'acqua rilucono in modo evanescente; la pelle del mio capo divenne vuota e grinzosa come una zucca selvatica tagliata fresca lasciata al sole; e quando volevo toccare il ventre giungevo alla spina dorsale, e quando volevo toccare la spina dorsale, giungevo di nuovo al ventre; cosí vicino mi era venuto il ventre alla spina dorsale per questa nutrizione estremamente scarsa. »

Il Buddha, dopo aver meditato tutta la notte sotto l' albero della Bodhi, raggiunse l' Illuminazione, e scoprì come sia l' ascetismo estremo ( che era praticato dai suoi compagni di meditazione ) sia l' eccesso di alimentazione, vissuto prima di lasciare il palazzo reale dove viveva,  sono estremi da evitare. Il principe Siddhartha capì come il corpo necessiti di ingerire la giusta quantità di cibo e la giusta quantità di qualsiasi elemento di cui abbia bisogno. La cosiddetta Via di Mezzo.




BUON FERRAGOSTO MARIA!

Se guardate sul calendario al 15 di agosto troverete l’Assunzione della Santissima Vergine. Quel giorno la Chiesa festeggia Maria madre di Gesù accolta in Paradiso.
 Ferragosto è parola di origine latina, deriva da “Feriae Augusti”, che significa “riposo di Agosto”. Nel mese di agosto venivano raccolti i cereali e quindi nell’antica Roma si festeggiava la fine dei principalilavori agricoli. Ovvio che tale data nell’agricola Italia fosse motivo di grandi festeggiamenti e gli stessianimali da tiro (cavalli, asini e muli) si godevano la giornata di riposo, bardati con fiori.
Nel giorno di Ferragosto i lavoratori ricevevano una mancia dal padrone, gratifica che nel Rinascimento venne resa obbligatoria per decreto pontificio e chissà che l’attuale tredicesima non ne sia la moderna derivazione. Già a Roma esistevano i Consualia, periodo di festa e riposo in onore di Conso, divinità protettrice dell’agricoltura.

Fortemente radicata nella tradizione pagana, la festività del Ferragosto fu poi riciclata dalla Chiesa, che, come per altre feste pagane, provò prima a sopprimerle per poi ammantarle di cristianità.
 Al giorno d’oggi Ferragosto è per definizione la giornata della vacanza, dell’escursione, del week end lungo,insomma, a ferragosto bisogna leggere e andare a fare qualcosa!


Fonti per approfondire gli argomenti
Sol Invictus
Yule
La Svastica
Ferragosto
Il Buddha non era ciccione

4 commenti:

  1. Tutte le feste cristiane, spesso anche quelle dei singoli santi, sono prese pari pari dal calendario pagano precedente. In questo modo i pagani che venivano convertiti (spesso a forza) al cristianesimo potevano continuare a fare le loro feste nei giorni stabiliti e pian piano venivano sostituite da riti cristiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già... purtroppo ste cose i credenti le ignorano,
      e se le esponi loro non ci stanno e abbandonano il discorso.
      Non riesco a capire come si possa sopprimere la sete di conoscenza.
      Conoscere è sapere.
      Ciao Tim!! Buon fine settimana!

      Elimina
  2. grazie per aver ricordato che c'è altro...
    sarebbe sufficiente che tutti sapessero e ne fossero coscienti, mica c'è bisogno di ripudiare la propria fede... ma riconoscere quella degli altri invece che insultarli e accusarli di fantomatiche pratiche occulte sarebbe già una gran cosa.

    te ne passo un'altra... il culto delle fonti era molto radicato nel paganesimo... con TUTTA l'iconografia che è stata adattata al culto mariano...
    ma... come dire... c'eravamo prima noi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, come dicevo a Tim, i credenti cattolici
      non ci stanno neanche al discorso. Si sentono con le
      spalle al muro ed abbandonano la conversazione.

      Tié!
      Se hai altre aggiunte mettile pure.
      Sono ovviamente bene accette!

      Perché quando hanno fatto santa una indigena?!
      Come commentava Ernesto Guevara nei suoi scritti,
      i preti cattolici arrivavano lì e sostituivano
      gli dèi americani con croci e santi vari.
      Le popolazioni non capivano e restavano confusi.
      Una delle tantissime cose più obrobriose accadute.

      Buon fine settimana Sara!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie