Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 5 ottobre 2012

Nata con sindrome Down, Cassazione: Asl dovrà risarcire bimba e genitori,i quali,con già due figli,versano in condizioni economiche non agevoli

TREVISO -
La sentenza della Cassazione in sè è rivoluzionaria. Per la prima volta infatti viene riconosciuto il diritto all’indennizzo anche al bambino che nasce disabile e non solo alla famiglia. Finora potevano chiedere il risarcimento del danno solo i familiari: papà, mamma, sorelle e fratelli. Nessun altro. Soprattutto non aveva diritto di chiedere i danni il bambino che, a causa di una errata diagnosi del medico, nasceva diversamente abile. Il feto, infatti, non è soggetto di diritto, come sostiene la giurisprudenza, e dunque non ha diritto a non nascere; se nasce malformato non ha diritto di chiedere i danni. Finora insomma i Tribunali avevano ritenuto che vivere - e nascere disabili - era comunque meglio che non nascere.

Questa sentenza della terza sezione civile della Suprema Corte ribalta il punto di vista e riconosce il diritto all’indennizzo al bimbo handicappato. Il caso è stato sollevato dall’avvocato Enrico Cornelio di Mestre per conto della famiglia O.

La mamma della piccola che chiameremo Maria, che aveva già avuto due figli, quando scopre di essere incinta per la terza volta dice chiaramente al medico che è disposta a continuare la gravidanza purché il bambino nasca sano. Per mille motivi, a cominciare dal fatto che ha già due figli piccoli cui badare e che la famiglia non è in condizioni economiche tali da prendere sotto gamba la nascita di un figlio con problemi. Dunque, la signora si rivolge a un medico che lavora in ospedale a Castelfranco, il quale riconosce le sue ragioni e consiglia una serie di test, ma non quelli decisivi - amniocentesi, villocentesi, deposito di liquido linfatico nella plica nucale. Del resto la signora era giovane, avendo all’epoca 29 anni e due figli sanissimi.

Nel settembre del 1996 nasce la piccola Maria, affetta da sindrome di Down. I genitori e le sorelle di Maria chiedono conto di quello che è successo al medico e all’Ulss 8 di Castelfranco. Il Tribunale di Treviso assolve il medico e la sentenza viene confermata anche dalla Corte di appello di Venezia. I genitori fanno, quindi, ricorso in Cassazione. Che accoglie tutti i motivi di ricorso dell’avvocato Cornelio il quale non solo chiede la condanna del medico e dell’Ulss, ma soprattutto l’ammissione alla richiesta di indennizzo della diretta interessata e cioè della bambina disabile.

E per la prima volta la Corte di Cassazione accoglie il principio che non nascere a volte non è un danno, mentre nascere malformato e diventare invalido è un danno. Per la piccola Maria è stato chiesto un milione di euro.

fonte
http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/treviso_sindrome_down_asl_cassazione_sentenza_risarcimento/notizie/223429.shtml


PERSONAL OPINION
Io, se fossi stato il medico, alla richiesta della donna, l' avrei fatta abortire.
Tu, donna, vuoi un terzo figlio nonostante problemi economici?
Se nasceva con altri problemi non lo volevi?
Che razza di genitori siete? Ecco i genitori che devono nascere STERILI.
Ecco perchè andiamo sempre peggio in Italia.
Se non hai denaro, rimani con due figli! Li fai crescere in maniera DECENTE - cosa che alquanto
mi lascia dubbioso - senza sacrificare la vita di una nuova.. vita!
E adesso che vuoi? Un milione di euro?
Ma vaffanbrodo!

10 commenti:

  1. Wow.
    La Cassazione che sentenzia usando il buon senso, è da segnare sul calendario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Cassazione ha un cuore che ti credi? :O

      Elimina
  2. sai quanti ne ho conosciuti di genitori che avrebbero dovuto nascere sterili, e invece prolificano come conigli, e poi dobbiamo mantenerli noi? una caterva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conigliacci proliferosi! è_é
      Un' iniezione di neuroni aggiuntivi ci vorrebbe!

      Elimina
  3. meglio ancora la legatura delle tube, -per la donna,
    ... o del pene, per l'uomo :))
    La prima l'ho consigliata qualche mese fa a una mia ex alunna estremamente prolifica, casalinga con marito disoccuapato; le mie colleghe mi hanno rimproverata di essere stata un tantino indiscreta -lo pensavano anche loro, ma non lo dicevano-
    ... ma scusa, qualcuno dovrà pur dirglielo, cazzarola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così si fa! Se non glielo dicono i genitori,
      qualcuno dovrà pur dirglielo.
      Il problema sorge appunto quando non si dice quello che si pensa.
      Un bel nodo stretto stretto... e via!
      ahahahahaha
      ( devi scrivere un libro di consigliii )

      Elimina
  4. devo inserirci anche questo:
    LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE VA PRESA TUTTI I GIORNI.
    Scontato? Mica per tutti!
    Un giorno una suora mi raccontò che aveva convinto una donna -madre di vari figli con handicap- a prendere la pillola.
    (ripeto, una suora!)
    Quando, a dispetto di ciò, questa donna rimase incinta per l'ennesima volta, si scoprì che per risparmiare la prendeva un giorno sì e uno no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOOOOOO!!! Ma se una persona sa leggere,
      non legge il bugiardino?
      Le farmaciste non spiegano nulla?
      M-ma... boh.
      E poi c'è chi non la smette neanche nella settimana di sospensione.
      Che suora era?? Una statua je farei!
      Non era una falsa suora?

      Elimina
  5. Non credo che sapesse leggere più di tanto ...
    A volte non ci rendiamo conto della gente che c'è in giro ...
    Se vai a prendere la pillola in farmacia, la commessa non ti dice come prenderla, lo dà per scontato!
    Con quella suora ci ho avuto a che fare per vent'anni .. di false ne ho conosciute molte altre, che la carità cristiana la chiudevano nel breviario, dopo la messa della mattina.
    Non posso dirti di più sulla suora mitica, non vorrei essere responsabile della sua scomunica! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perderebbe immediatamente il posto.
      I farmacisti che spiegano ci sono, ma ovviamente se tu non chiedi, danno per scontato che tu sappia come
      funziona.
      Se la rincontri salutala da parte mia!!
      Un saluto e un abbraccio ateo affettuoso!

      Elimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie