venerdì 28 settembre 2012

Sindrome del colon irritabile: i sintomi e i rimedi della cosiddetta "colite"

La sindrome del colon irritabile è una malattia non grave ma che può avere seri effetti sulla qualità della vita: ne soffre secondo recenti stime almeno il 25% della popolazione mondiale, con un picco nella popolazione femminile.
Non ci sono certezze circa le cause che determinano il colon irritabile e neppure cure definitive che, allo stato attuale delle conoscenze mirano a tenere sotto controllo i sintomi. Fortunatamente infatti, a differenza di altre patologie intestinali come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn, la sindrome del colon irritabile non provoca lesioni o danni all’intestino e neppure un aumento del rischio di tumore. Basta dunque imparare a gestire lo stile di vita quotidiano per tenere il disturbo sotto controllo. Vediamo come.

I SINTOMI
Non esistono sintomi di questa patologia che sono eguali per tutti, in qualità e quantità. E spesso si tratta di disturbi riconducibili anche ad altre malattie, come il dolore all’addome (mal di pancia), gonfiore e flatulenza, diarrea o frequente stitichezza, muco nelle feci. I sintomi in questione ( per molti, lievi fastidi, per altri un problema fortemente invalidante che mette spesso a disagio ), non vanno mai però affrontati con superficialità perché comuni anche a malattie gravi. Una diagnosi precisa è dunque necessaria.

I RIMEDI
Non è ancora chiaro cosa provoca il colon irritabile, ma sono stati individuati alcuni fattori scatenanti, in persone probabilmente predisposte geneticamente: l’alimentazione (alcuni cibi come il cioccolato o il latte ad esempio possono provocare diarrea, ma anche alcuni frutti), lo stress e il nervosismo (i sintomi peggiorano in caso di questa condizione psico-emotiva), cambiamenti ormonali ( per le donne, con peggioramento durante il ciclo mestruale, ma non solo, da questo dipenderebbe anche la maggiore incidenza di colon irritabile nel genere femminile. I rimedi principali dunque si concentrano sull’eliminazione di questi fattori, oltre che dei sintomi, grazie ad esempio ad una dieta specifica. Il tutto sotto consiglio ed osservazione del proprio medico curante o specialisti.

LA DIETA
Un ruolo determinante è giocato dalla dieta chiaramente che dovrà essere arricchita di fibre quanto più possibile. Attenzione però, perché se pur alleviano la stitichezza, aumentano il gonfiore addominale, vanno quindi introdotte nell’alimentazione con gradualità e senza eccedere. Un dietista può consigliarvi al meglio o proporvi degli integratori di fibra. Se inoltre i sintomi peggiorano con il consumo di alcuni cibi, questi vanno evitati. Soprattutto se si ha diarrea è meglio mangiare poco e spesso. Vanno allo stesso modo evitati i cibi grassi e le bevande gassate.

fonte
http://salute.pourfemme.it/articolo/colon-irritabile-sintomi-dieta-e-rimedi/10377/

The power of banks - Il potere delle banche - VIDEO



Ecco un gran bel cortometraggio che spiega l' origine della tragica situazione
odierna causata dallo strapotere delle banche: è il Signoraggio bancario.
E' così chiaro che anche un bambino lo capirebbe.

Invito, chiunque non abbia tempo, di salvare il link e vederselo con calma,
quando può, tutto, fino alla fine.
Se sostieni non ti interessi, non rompere il cazzo,
continua a pagare il tuo mutuo di merda, il tuo iphone del cavolo,
e non dare la colpa a chissàchi.

Saluti, e buon fine settimana a tutti.

mercoledì 26 settembre 2012

Spagna: diecimila manifestanti chiedono dimissioni del Governo. Polizia prende a manganellate manifestanti,uomini e donne,disarmati.In Italia i giornali e Tg in Tv tacciono




















Ieri, nessun telegiornale in Tv ne ha parlato. Stamattina, solo un abbozzo in qualche testata.
Sembra non esser successo nulla in Spagna ieri. Eppure, circa diecimila persone ( il governo ne stima
6mila ) sono scese in piazza per chiedere le dimissioni delle autorità del Governo.
Hanno iniziato a protestare pacificamente, poi, alcuni manifestanti hanno sfondato le barriere che
erano state poste dalla polizia per non farli avvicinare al Parlamento.

I poliziotti hanno usato proiettili di gomma per disperdere la folla, ma soprattutto manganellate.
Oltre all' articolo abbastanza dettagliato di Repubblica nessun altro organo d' informazione ha riportato la notizia, se non in due righe, e gettata tra le notizie "esteri", e neanche in prima pagina.

In questo video di ansa.it al minuto 00:48, si vede, in basso a sinistra dello schermo,un manifestante disarmato circondato dai poliziotti che lo colpiscono violentemente a manganellate.

Questo video è invece il servizio commentato dai giornalisti di ansa.it. Però, il video dove si vede meglio cosa fa la polizia invece di stare col popolo, è quello del quotidiano spagnolo El Mundo.
Ecco il video orribile
di cosa accade ai manifestanti.

C'è anche una ragazza, sempre disarmata, fermata e colpita con violenza.

OMERTA' E DITTATURA ITALIANA
Piango di compassione per chi, e sono tantissimi in Italia per via del dilagante analfabetismo degli
over 50, credono ancora ciecamente a ciò che accade in Tv e sui giornali su carta.
Sono tutti manipolati, controllati, spudoratamente da direttori che seguono le linee del Governo.
Proprio come accadeva durante l' epoca del fascismo.
Nessuno ha ancora capito che SIAMO ANCORA IN UNA DITTATURA:
dittatura politica soft, dove viene detta la bugia in un modo pacato che pare verità.
Dittatura giornalistica, dove si informa il cittadino solo di ciò che si preferisce informare, tra l' altro anche con notizie spudoratamente false o modificate di proposito. Dittatura finanziaria, dove la finanza comanda la politica, e la politica si fa comandare dalla finanza, la moneta diventa un pezzo di carta senza potere, le leggi sulla finanza traballano o non ci sono, e chi ci guadagna, è sempre chi gestisce il denaro.. Dittatura di informazione,come scritto sopra, dittatura medica, dove costringono, con belle parole, i pazienti ad imbottirsi di medicine, per far stare le persone sul filo sottile teso fra vita e morte, in modo da far guadagnare chi guadagna, e tenere vivo, ma non guarito, il paziente.
I grandi, sono cresciuti con l' idea che Mussolini ha costruito e fatto tante cose buone e belle. Ma i giovani di oggi non cresceranno con l' idea che i governi degli anni '90 e 2000 abbiano fatto cose belle per noi.
La colpa non è della politica, ma dei politici che si sono inchinati, come un sadomasochista al suo padrone, in questo caso alla finanza, creando debiti, dando potere agli organi sbagliati, arrivando ad un punto dove, per tappare i buchi, si preleva denaro, denaro, ed ancora denaro dalle tasche del popolo, e non
per creare qualcosa di utile, ma per aiutare le banche. Coloro che, poverini, versano in gravi difficoltà.

La rabbia nasce dal fatto che la politica è uno strumento utile, sano nella forma pura. Ma distordo e distrutto dall' uomo stesso che l' ha creata.
E' un pò come la storia della lama, usato per tagliare il cibo, raccogliere il cibo, costruire cose utili all' uomo, e poi divenuta un' arma per uccidere.
Il problema non è il mezzo, ma chi la usa.
E sinceramente non so se mi fa più paura questa situazione o l' arrivo delle elezioni del prossimo anno.
In qualsiasi caso ci sarà sempre qualcuno che deve governare il popolo. O, in alternativa, un dittatore.
O, in altra alternativa in caso di guerriglie, l' esercito. Come avvenuto in Libia.
Qualunque soluzione è tragica. Una più tragica dell' altra.
Ma ovviamente bisogna scegliere quella meno tragica.
Difficile decisione, specialmente perchè non spetta a noi. O forse no.



Per concludere, un tenero e affettuoso, vaffanculo alle forze dell' ordine.
Invece d' esser dalla parte del popolo, sono sempre, costantemente, in qualcunque nazione,
contro i cittadini. Quando si mascherano da Robocop, dimenticano di essere anche loro cittadini.
E ogni volta, non c'è nessuna giustificazione. Nessuna.

Articolo di Lapenna Daniele

martedì 25 settembre 2012

I consiglieri sardi e la loro paghetta mensile da 2500 euro


Giorgio Meletti sul Fatto Quotidiano ci racconta oggi la storia dei consiglieri regionali sardi e di una simpatica paghetta mensile di 2500 euro assegnata a due gruppi durante la legislatura 2004-2009, che è costata il rinvio a giudizio di 19 persone per peculato.

E dunque la richiesta di rinvio a giudizio pende su due esponenti dell’Italia dei Valori, svariati del Pdl, e poi mastelliani, casiniani, sardisti e autonomisti, socialisti. Tutti accusati di aver utilizzato una paghetta mensile di 2.500 euro assegnata a ciascun consigliere dal gruppo misto e dal gruppo “Insieme per la Sardegna” durante la legislatura 2004-2009, quando era presidente Renato Soru.

Già rinviato a giudizio risulta un ventesimo ex consigliere regionale, oggi senatore del Pdl, Silvestro Ladu.

Sulla carta di credito assegnatagli dal gruppo è riuscito ad addebitare anche il conto del carrozziere per l’auto di sua moglie. “Per sbaglio”, ha detto al pubblico ministero Marco Cocco, che non gli ha creduto, anche perché ha scoperto che la carta di credito personale di Ladu era scaduta da anni. Il senatore Pdl deve rispondere di 253 mila euro pubblici spesi senza rendiconto. Il caso è esemplare. La prassi della regione Sardegna era che tutti i mesi il capogruppo versava sui conti correnti dei consiglieri la paghetta da utilizzare, come suol dirsi, per l’attività politica.

fonte
http://www.giornalettismo.com/archives/510207/la-paghetta-da-2500-euro-dei-consiglieri-sardi/

lunedì 24 settembre 2012

I blog non sono stampa clandestina: la cassazione assolve Carlo Ruta,confermando che un blog non deve esser registrato al tribunale


Roma -
Dopo un decennio di tribolazioni giudiziarie, i blog ritrovano la loro libertà. A sciogliere ogni dubbio sui “diari digitali” è stata la Corte di Cassazione, che con una sentenza ha sancito che i blog non sono testate giornalistiche, e per questo non devono essere registrate in tribunale. Proprio per questo non possono essere chiusi in base al reato di stampa clandestina, previsto dalla legge 47 del 1948, meglio conosciuta come legge sulla stampa.

La terza sezione penale della Cassazione si è pronunciata sulla vicenda di Carlo Ruta, giornalista e blogger siciliano che nel 2004 era stato condannato per diffamazione e stampa clandestina.
Ruta era stato querelato dal Procuratore della Repubblica di Ragusa, Agostino Fera, per aver pubblicato sul suo blog “Accade in Sicilia” alcuni documenti sull’assassinio di Giovanni Spampinato, ucciso nel 1972. Nel 2008, a fine processo, il Tribunale di Modica condanna Ruta: secondo il giudice il blog è equivalente a una testata giornalistica, e quindi senza la registrazione al tribunale è una pubblicazione “clandestina”. Nel 2011 la Corte di Appello di Catania conferma la sentenza. A maggio 2012, grazie alla Cassazione, Carlo Ruta può finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Ma il popolo della Rete non può ancora cantare vittoria. In Italia le leggi su blog, social network e tutto il mondo 2.0 sono pressochè inesistenti, e spesso si fa riferimento a leggi antiquate, ambigue, pensate per altri mezzi di informazione.
Una situazione che va avanti da anni, a partire dal 2000, quando il Tribunale di Oristano sancisce la differenza tra web e stampa, sottolineando che un sito può essere considerato al pari di una testata solamente se registrato in tribunale. A cavallo tra 2007 e 2008 il governo Prodi propone un disegno di legge, denominata poi “Legge Levi”, che metteva i blog sullo stesso piano delle testate di stampa, sottoponendoli agli stessi obblighi, come la registrazione e la nomina di un direttore responsabile.
Sul web scoppia un pandemonio, il governo ritratta e alla fine la legge cade nel dimenticatoio.
Nel dicembre del 2008 la Cassazione ritorna sulla questione, sentenziando che la Rete va giudicata separatamente rispetto al mondo della stampa, e che per gestire un blog non serve essere giornalisti.
Il ddl “anti-intercettazioni” del 2011, ad opera del Governo Berlusconi, prevedeva che «in materia di obbligo di rettifica prevista nella vecchia legge sulla stampa del 1948 si applichi anche ai “siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica”».
In pratica i blogger dovevano, entro 48 ore, cancellare o rettificare quanto pubblicato, pena una sanzione che poteva arrivare fino a 12.500 euro.
Ancora una volta la Rete insorge, e addirittura Wikipedia Italia chiude per sciopero. Gli ultimi a provarci sono stati i tecnici del governo Monti, che avevano inserito una normativa simile tra le pieghe del “decreto giustizia”, scomparsa poi in una nuvola di fumo.

Oggi la sentenza sul caso Ruta fa un po’ di chiarezza sull’annosa questione, ma in Italia mancano ancora leggi precise e concrete sull’argomento. E i tempi, ormai, sarebbero maturi.

fonte
http://www.ilsecoloxix.it/p/magazine/2012/09/19/APhblCUD-stampa_cassazione_clandestina.shtml

Sequestrato lo studio dentistico che consente all' odontotecnico di fare il dentista


Sequestrato lo studio dentistico in cui si consente all'odontotecnico di fare il dentista.
La Corte di cassazione (sentenza35554) avalla la decisione del tribunale del riesame che aveva detto no al dissequestro di uno studio, e delle relative attrezzature sanitarie, che appartenevano a una struttura organizzata in forma societaria, amministrata da un odontotecnico che aveva come soci due dentisti.

Contro la scelta del Gip, confermata dal riesame, era scattato il ricorso del tecnico-amministratore per contestare la validità della misura cautelare che, a suo avviso, non aveva tenuto conto dell'esigenza di tutelare i diritti dei terzi.

Con la società in accomandita semplice, alla quale partecipava anche la moglie dell'amministratore, si era avviato uno studio-azienda nel quale lavoravano dei medici odontriatri abilitati e due impiegate. Personale danneggiato da un blocco assoluto dell'attività che andava a incidere, a tempo indefinito, su diritti istituzionalmente garantiti come il lavoro e il libero esercizio d'impresa. A parere del ricorrente si trattava dunque di un sequestro che andava oltre l'esigenza di cautela preventiva che doveva essere mirata a impedire l'esercizio illecito dell'odontoiatra e non a bloccare l'intera attività dello studio.

Diversa l'opinione della Cassazione che contesta la legittimazione del ricorrente a far valere una ipotetica lesione dei diritti di terze persone in relazione a un provvedimento che giudica comunque corretto. Solo il sequestro della struttura scongiura, infatti, il rischio di reitarazione di un reato che è stato compiuto con il via libera dei dentisti abilitati, anche loro imputati nel procedimento per concorso nell'esercizio abusivo della professione. Per questo le porte restano chiuse per tutti, medici conniventi compresi.

fonte
http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2012-09-17/sequestrato-studio-dentistico-consente-184559.shtml?uuid=AbH5YBfG


Per scupolo, cari lettori, controllate direttamente sul sito FNOMCeO
( http://application.fnomceo.it ) se il vostro medico, è un medico iscritto all' albo, e,
restiando in argomento,se il vostro dentista è un dentista.
Mai che ci si faccia mettere le mani in bocca da un odontotecnico che cerca
di sistemare la tua carie!
P.S.:
il sito è un albo dei medici, e quindi di qualsiasi settore

giovedì 20 settembre 2012

Il declino del Nord Italia: la lotta per la sopravvivenza delle piccole imprese



Siamo a pochi km da Milano, centro nevralgico di una delle regioni più
industrializzate d'Europa. Qui molte imprese sono a rischio chiusura.
Gli impiegati della multinazionale americana Jabil non stanno solo difendendo
il proprio lavoro, ma anche il futuro di un'intera zona industriale.
Accampati fuori dalla fabbrica, impediscono a tutti di portare via le apparecchiatiure.

In più di 300 hanno perso il lavoro in Jabil. Affermano che se la multinazionale
porterà via i macchinari, qui non nascerà più alcuna attività.
Vogliono un progetto industriale, un compratore. Anche Nokia ha un centro di produzione,
che sta quasi per chiudere.Nelle vicinanze, pure Alcatel e altre aziende hanno annunciato
pesanti tagli, in questa zona calda italiana di tecnologie telecomunicative all'avanguardia.

http://it.euronews.com

Lo scioglimento dei ghiacci del Polo Nord - Video



Un video No Comment che mostra il cambiamento del Polo Nord nel corso dell' anno.
Dovrebbe esser un video di paura, angoscia, ma probabilmente,
non sbatterà un cazzo a nessuno.
Stiamo andando verso il baratro: i ghiacci si stanno sciogliendo sempre più rapidamente,
e di milioni di kilometri quadrati. Ai prossimi terremoti smettetela di dare la colpa
al diavolo, alle punizioni degli dèi.
Diamo la colpa solo a NOI.

mercoledì 19 settembre 2012

Google non supporterà più Internet Explorer 8: per usare i servizi come Maps, Gmail ed altri, sarà necessario aggiornare all' ultima versione di IE



Brutte notizie in arrivo per tutti gli utenti di Windows XP, la versione
del sistema
operativo di casa Microsoft rilasciata nel 2001 e tutt'oggi seconda
per livello
di diffusione (solo recentemente Windows 7 ha superato
la sua quota di mercato)


Infatti, tramite un post sul proprio blog ufficiale, il team di Google ha annunciato che,
a partire dal 15 novembre dell'anno corrente, interromperà il supporto
ad Internet Explorer 8, l'ultima versione del navigatore di Redmond
disponibile per XP.

A tutti gli utenti che faranno uso di questo browser per visitare un servizio
di Google, a partire da quella data verrà presentato un avviso che invita
ad aggiornare il browser per continuare ad usufruire nel modo migliore
dei vari prodotti, tra cui Gmail, Maps, Calendar, Drive e Docs. Inoltre,
gli applicativi in questione potrebbero non funzionare correttamente,
in quanto i successivi aggiornamenti applicati dalla software house
di Mountain View non terranno conto della compatibilità con la versione 8
di Internet Explorer. Sebbene non sia specificato dal comunicato, è facile
immaginare che

La vita senza tecnologia: resta 5 mesi senza internet e linea telefonica.Il giudice risarcisce una donna per danno da stress



Sopravvivere cinque mesi senza internet, e un mese e mezzo con la linea telefonica fuori uso, può provocare “un’apprensione angosciosa”.A stabilirlo è una sentenza del giudice di pace di Trieste, che ha dato ragione a una casalinga triestina vittima dei disservizi di una compagnia telefonica

Mamma di tre figli, tutti studenti con la necessità di collegarsi alla rete, ha vissuto mesi di calvario per i problemi causati dalla compagnia telefonica con cui aveva stipulato un contratto nel 2008. La donna, rimasta senza internet da metà agosto al 2 dicembre 2009, è stata risarcita, oltre per aver subito un danno materiale,anche per lo stress accumulato.

Dopo un primo tentativo di conciliazione, non andato a buon fine davanti al Corecom Fvg, si è vista riconoscere il danno dal giudice di pace di Trieste.Il risarcimento: 1.600 euro di danno patrimoniale, altri 800 di danno esistenziale,per un totale di 2400 euro.
Nel motivare il danno esistenziale, il giudice ha

lunedì 17 settembre 2012

Facebook e l' avviso inutile di non farsi violare la privacy. Social Networks, caselle di posta,chat: i nostri messaggi rimangono sempre "conservati"



Ho trattato l' argomento privacy di Facebook così tante volte
( tutti i post relativi al social network ), che ancora mi stupisco dei messaggi
che le persone pubblicano sulle loro bacheche.
Ecco l' ultima moda: il comunicare sulla propria bacheca che nessuno ( compreso
Facebook ) deve e dovrà usare i dati personali dell' utente, altrimenti lui
si rifarà ad una legge sulla privacy se essa verrà violata.
Ah ah ah.Boh.

"Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi governo, struttura
governativa o privata, utilizzando o il monitoraggio di questo sito o qualsiasi
dei suoi siti associati, non ha il mio permesso di utilizzare informazioni sul mio profilo,
o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato
alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qualsiasi altra «immagine» pubblicata
nel mio profilo o diario..."
BLA BLA BLA
".. La violazione della mia privacy è punita dalla legge. UCC - 1 - 308 - 1-103.."

ISCRIZIONE = SOTTOSCRIZIONE DI UN CONTRATTO
Come ho già scritto altre volte, l' iscrizione ad un sito, ad un social network
come Facebook o Twitter, o caselle di posta mail ( ebbene sì, anche quelle! ),
l' uso di sistemi di messaggistica come chat IRC, Msn Messenger, Skype,
portano all' accettazione di tutte le condizioni di utilizzo ( queste ad esempio
quelle di Facebook ).
Queste non sono altro che i lunghissimi papiri di roba scritta le quali non vengono
mai lette nel 99% da chi si iscrive. Si clicca solo su "ACCETTA".
E' come prendere una medicina, avere una diarrea per giorni, e poi lamentarsi,
anche se sul bugiardino vi è scritto, tra gli effetti collaterali "causa diarrea".
E' avvenuto ad esempio nel caso dell' omicidio della ragazza Melania Rea,
dove la polizia postale ha raccolto le conversazioni del marito Parolisi,
usate poi come elementi da usare davanti al giudice.

Morale: se usate internet, non lamentatevi di NULLA.
Ogni parola che scrivete verrà conservata.
Ogni foto caricata, rimarrà nel web per un bel pò ( probabilmente in eterno )
Ogni video caricato anche.
Quindi, o non caricate nessuna foto e nessun video e non scrivete
cose personali, oppure non lamentatevi.

In futuro forse, qualcuno troverà una vostra foto, e voi diverrete anche famosi.
Chissà. Allora tanto vale lasciarle lì..

Arriva AirPod: l' auto ad aria che fa 100 Km con 1 euro



A vederla così, sembra un uovo di Pasqua colorato. Eppure è un' auto!
Si chiama AirPod, ed è la prima automobile ad aria compressa che
promette discrete prestazioni con consumi irrisori.
Dopo infiniti rinvii, sembra che finalmente i tempi siano maturi.
Ha rotto il guscio ( è il caso di dirlo vista la forma ) ed è "cicciata" fuori:
il primo prototipo in vetroresina sarà messo in produzione nei prossimi mesi
e disponibile a partire dai primi mesi del 2013.

Si tratta di un progetto della casa francese Mdi ( www.mdi.lu ) in collaborazione
con il colosso indiano Tata e non prevede concessionarie, ma la vendita direttamente
nelle mini fabbriche (solo in Italia saranno una ventina) che potranno arrivare
a una produzione di 140 mila esemplari all'anno per ciascun stabilimento:
"La prima sarà in Sardegna che ha le caratteristiche ideali per questa innovazione"
( nel senso che in Sardegna non c' abbiamo i soldi per comprare la benzina? )
ha detto il progettista francese Cyril Negré.

IL PUNTO DI FORZA è sicuramente il

venerdì 14 settembre 2012

Fa scrivere all'alunno 100 volte «sono un deficiente»: confermata la condanna per la prof



Il "bullismo" non si combatte con una analoga prova di forza da parte
dell'insegnante. È questo il senso della sentenza 34492 di oggi della Cassazione
che ha confermato la condanna alla reclusione, per abuso dei mezzi di correzione,
nei confronti di una professoressa di una scuola media statale di Palermo, che,
per punire un alunno di 11 anni, l'aveva costretto a scrivere per cento volte
sul quaderno la frase «sono un deficiente». Così facendo, però, secondo
gli ermellini non si fa altro che «rafforzare il convincimento che i rapporti
relazionali (scolastici o sociali) sono decisi dai rapporti di forza o di potere».

ASSOLTA IN PRIMO GRADO

In primo grado l'insegnante era stata assolta perché il fatto non sussiste.
Secondo il giudice, infatti, il comportamento della insegnante fu "adeguato"
e motivato con l'intento di interrompere, con un "intervento tempestivo ed energico",
la condotta "bullistica" dell'alunno che avrebbe tenuto un "comportamento derisorio
ed emarginante" verso un compagno di classe.

IN APPELLO SCATTA LA CONDANNA AD UN MESE
Di tutt'altro avviso la Corte d'Appello di Palermo che ricostruendo la vicenda
ha escluso il comportamento bullistico e anche il "tentativo di emarginazione",
concludendo che l'insegnate aveva manifestato «un comportamento afflittivo
ed umiliante, trasmodante l'esercizio della sua funzione educativa»
costringendo il minore, davanti a tutta la classe, «ad insultarsi»
e «imponendogli di far firmare il compito a genitori».

Matteo Renzi attacca un' oncologa che mostra come gli inceneritori provochino tumori



In questo programma Renzi difende gli inceneritori attaccando in modo
aggressivo la dottoressa oncologa che spiega come essi provochino tumori.
Ma sto tizio, da dov'è uscito fuori? Dalla scatola dei formaggini Susanna?

giovedì 13 settembre 2012

Auguri emoticons! Compiono 30 anni le faccine delle chat



Nel settembre del 1982 il professor Scott Fahlman ( nella foto sopra ) di Pittsburgh
inviò uno smiley alla bacheca elettronica dell'università dove insegnava, dando vita
in pochi mesi a un fenomeno che oramai fa parte del 'linguaggio comune,
non solo di internet

Nel settembre del 1982 il professor Scott Fahlman della Carnegie Mellon University
di Pittsburgh
spedì un messaggio alla bacheca elettronica dell'ateneo con
i tre simboli affiancati :-) e la spiegazione "va usata quando si scherza.
Va vista di traverso
". Era la prima emoticon mai inviata tramite internet,
e rappresentava il sorriso, lo smiley che tutti oggi utilizzano senza nemmeno
pensarci in ogni mezzo di comunicazione, dagli sms alle chat, dalle email
ai biglietti scritti a penna.

Ci vollero pochi mesi perché l'idea di Fahlman prese piede in tutto il mondo,
dando vita a una serie infinita di variazioni che in comune, quasi tutte,
hanno solamente il colore giallo delle 'faccine' riprodotte. Oggi le emoticon
sono animate, colorate, rappresentanto pressoché qualsiasi stato d'animo,
e ricordano anche animali, piante, condizioni climatiche. Una evoluzione
che lo stesso Fahlman ha detto di disapprovare, come riporta l'edizione
on line del 'Telegraph':
"Rovinano la sfida di trovare un modo intelligente di esprimere le proprie
emozioni utilizzando solamente i caratteri di una tastiera.
Sono veramente brutte
".

fonte
http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Tanti-auguri-alle-emoticon-30-anni-per-le-compagne-inseparabili-di-chat-e-email_313683619895.html

mercoledì 12 settembre 2012

Ecco il "pillolo" per l' uomo: l' inibitore di sperma è stato scoperto per sbaglio, durante test per trattamenti anticancro



(AGI) - Washington, 8 set. -
Il "pillolo", la pillola anticoncezionale per gli uomini potrebbe essere pronta
prima di quanto si pensi, secondo una ricerca della Texas University
pubblicata sulla rivista Cell.
La pillola non avra' effetti collaterali e sara' in grado di rendere non fertile
lo sperma
in maniera salutare e priva di rischi.
"Si tratta - ha spiegato l'autrice della scoperta Qinglei Li - di una pillola basata
su un composto chiamato JQ1 che funziona come un inibitore della produzione
di sperma e della sua mobilita'
".
"Lavorando sui topi abbiamo constatato che il composto influisce drasticamente
sulla produzione di sperma e un'ulteriore buona notizia e' che sembra sinora
non riportare alcun effetto collaterale. Una volta che la somministrazione
viene sospesa, i topi hanno ripreso la produzione normale di sperma ai tassi
precedenti l'assunzione. La pillola, inoltre, non influenzera' in alcun modo
la tenuta sessuale o la salute dei figli futuri".
Il composto JQ1 e' stato scoperto per "sbaglio":
"Era destinato alla creazione di un trattamento anti cancro.
Dai vari test abbiamo scoperto il suo straordinario potere di controllare la fertilità" .

fonte
http://salute.agi.it/primapagina/notizie/201209081419-hpg-rsa1021-sesso_in_arrivo_il_pillolo_per_uomo_senza_effetti_collaterali


Saranno ottanta volte che tirano fuori queste notizie.
Ma uscirà realmente? La pillola anticoncezionale per le donne è stata
sempre pubblicizzata come sicura e affidabile. Lo è infatti.
Ma quanti effetti collaterali produce? Prendendone una a caso tra le quattro-cinque
disponibili, troviamo parecchi effetti. Chi la prende sa quanto siano frequenti.
Forse ci vorrebbero ancora più test.
Ma... non per esser femminista, ma come mai la pillola per le donne è uscita subito,
mentre quella per gli uomini tarda ad arrivare?!
Sia chiaro, io preferisco quella per le donne!
ahahahaahhaha

Alcoa: un disastro da 295 milioni di euro. La società americana riceveva aiuti continui dalla Stato finchè l' UE disse basta



La vicenda dello stabilimento Alcoa di Portovesme è emblematica:
da una parte uno Stato molle, dall’altra il gigante americano che tiene
sotto ricatto l’istituzione pubblica. Che prontamente si piega alle
condizioni imposte della multinazionale. Un ricatto che nel giro di 15 anni
è costato alle casse pubbliche 3 miliardi di euro.
E a pagarne le conseguenze sono loro, i lavoratori.

LA STORIA
per poter essere compresa appieno, va raccontata da principio.
Era il 1967 quando l’Alcoa (Aluminum Company of America) sbarca in Italia.
Ci mette 30 anni, però, per avviare realmente la produzione:
nel ’96 acquisisce la Alumix, una società a partecipazione statale.
Ed ecco il primo aiuto da parte dello Stato. Il contratto prevede una clausola
molto vantaggiosa per gli americani: concessione di tariffe agevolate da parte
dell’Enel. Uno sconto elettrico di cui la multinazionale gode da contratto per ben 10 anni.

Ma non basta. Nel 1999 si decide di introdurre un cambiamento rivoluzionario
nelle nostre bollette: viene infatti introdotta la Componente A4. Una sorta
di tariffa che tutti i contribuenti si trovano a pagare e che pesa per circa
1,5
euro l’anno a bolletta
. La componente per anni è stata

lunedì 10 settembre 2012

Perchè la Germania non è visitabile con Google Street View ?



Avendo visitato la Germania anni fa, un giorno ho voluto cercare i posti
visitati vedendoli da Google Street View, il servizio aggiuntivo
di Google Map che permette di "passeggiare" per le vie delle città del mondo.
Ma... per la Germania non è possibile farlo! Perchè?!
Che ci sia lo zampino birroso della Merkel?!
E invece no..

"APRILE 2011 -
Google ha confermato che non raccoglierà più foto per il servizio Street View
in Germania. Si tratta di una decisione inaspettata, ma comprensibile per Google.
Inaspettata, perché la Corte Suprema di Berlino ha stabilito lo scorso mese
che Google Street View era legale ma stava violando la privacy di una famiglia
tedesca scattando foto della loro famiglia e residenza
"

STREET VIEW PUSSA VIA
La verità è che i funzionari tedeschi avevano protestato contro Street View
prima della presentazione ufficiale del servizio, dal novembre del 2010.
Google ha accettato, dopo lunghe trattative, di

venerdì 7 settembre 2012

Le parrocchie ‘miracolate’ del Molise: niente sisma, ma ricevono lo stesso i fondi per i terremotati



Il ter­re­mo­to che nel 2002 colpì il Mo­li­se non le sfiorò nem­me­no.
Ma 19 par­roc­chie del­la zona di Cam­po­bas­so han­no ri­ce­vu­to co­mun­que
ben 9 mi­lio­ni di euro. Fon­di che era­no de­sti­na­ti ai ter­re­mo­ta­ti, ma che
que­sti non han­no mai vi­sto. Gra­zie ad una sem­pli­ce au­to­cer­ti­fi­ca­zio­ne,
che nes­su­no ha ve­ri­fi­ca­to. E gra­zie al go­ver­na­to­re Mi­che­le Io­rio (Pdl), che avreb­be
chiu­so un oc­chio

Lo ri­ve­la Re­pub­bli­ca con un ar­ti­co­lo di Giu­sep­pe Ca­po­ra­le, che ren­de con­to
di un’in­chie­sta av­via­ta dal­la Pro­cu­ra di Cam­po­bas­so. Se­con­do i ma­gi­stra­ti,
le par­roc­chie avreb­be ri­ce­vu­to que­sti fi­nan­zia­men­ti come
fa­vo­re elet­to­ra­le-pro­pa­gan­di­sti­co” del go­ver­na­to­re. E avreb­be­ro quin­di
in­de­bi­ta­men­te per­ce­pi­to fon­di sta­ta­li”.
Non ci sono solo in­gen­ti fi­nan­zia­men­ti da vari enti del­lo Sta­to fi­ni­sco­no
per mil­le ri­vo­li alla Chie­sa per al­me­no 6 mi­liar­di di euro ogni anno,
come ri­ve­la­to dall’Uaar con la sua in­chie­sta su I Co­sti del­la Chie­sa, all’in­se­gna
di una sus­si­dia­rietà ma­la­ta orien­ta­ta in sen­so cat­to­li­co. Ma ora oc­cor­re an­che
por­re l’at­ten­zio­ne sul fat­to che que­sti fon­di pos­so­no se­gui­re an­che per­cor­si
tutt’al­tro che tra­spa­ren­ti. Se non ad­di­rit­tu­ra il­le­ga­li.

ACCORDO POLITICA-CHIESA
Così, mol­ti dei sol­di che tan­ti igna­ri cit­ta­di­ni han­no ver­sa­to ad esem­pio tra­mi­te
sms qua­li aiu­ti alle zone col­pi­te dal ter­re­mo­to, sono fi­ni­ti dove

giovedì 6 settembre 2012

Campania: fotografata lucertola a due teste.Il ritrovamento a poca distanza dalla centrale nucleare di Sessa Aurunca



Oggi Libero riporta della scoperta di uno strano animale:
una lucertola a due teste. Il piccolo rettile è stato notato in Campania,
nei pressi di una centrale nucleare dismessa.
Il luogo del ritrovamento ha alimentato il sospetto che la malformazione
sia stata causata dalle scorie radioattive:

Una lucertola con due teste. È stata scoperta vicino alla centrale nucleare
dismessa di Sessa Aurunca, nel Casertano (foto del Corriere del Mezzogiorno).
Uno scherzo della natura o il risultato delle radiazioni provenienti dalle scorie
presenti nell’ex centrale? Gli ecologisti di Legambiente propendono
per la seconda ipotesi. Potrebbe essere la conferma al grido d’allarme
lanciato negli anni ottanta dall’avvocato Marcantonio Tibaldi che aveva
raccolto decine di foto di animali nati deformi nell’area circostante
il sito di Sessa Aurunca.

fonte
http://www.giornalettismo.com/archives/480453/la-lucertola-con-due-teste-e-il-nucleare/

Il tricheco che fa esercizi per dimagrire



Il tricheco è vero! L' addestratrice lo ha convinto a mettersi a dieta.
E a vedere come fa gli esercizi, sembra che l' abbia preso sul serio!

mercoledì 5 settembre 2012

Spot censurato: Gesù interviene contro gli scandali del calcio in Italia

AntiSec rubano i dati degli utenti Apple: il team di hacker ha prelevato ID,mail e dati personali ai possessori di dispositivi iPod,iPad e iPhone



Il team di hacker AntiSec lavora con Anonymous già da tempo.
Non è raro che le due organizzazioni collaborino per violare siti di organizzazioni
ed aziende multinazionali. L’ultima bravata è la pubblicazione di un milione
di codici UDID di dispositivi Apple che identificano singolarmente ogni device.
Un database che, a detta degli stessi hacker, è solo un tassello del ben più grande
bottino trafugato dal notebook di un agente dell’FBI.

Sembrerebbe infatti che gli hacker siano riusciti ad entrare nel computer
portatile di un agente e fare in tempo a rubare codici, nomi utente e numeri
di telefono di clienti della Apple
.
Durante la seconda settimana di Marzo del 2012 – spiegano gli hacker in una nota -
un notebook Dell utilizzato dall'agente speciale Christopher K. Stangl, che è parte
dei team dell’FBI Regional Cyber Action e dell’Ufficio Evidence Response
di New York, è stato violato utilizzando la vulnerabilità Java chiamata Atomic
Reference Array che ha permesso il download di alcuni file dal suo desktop
tra cui uno chiamato NCFTA_iOS.devices_intel.csv che contiene una lista
di 12.367.232 dispositivi Apple iOS, inclusi i codici UDID, nomi utenti,
tipo di dispositivo, numeri di telefono, indirizzi e tanto altro ancora”.

La sigla del file con estensione .csv dovrebbe

martedì 4 settembre 2012

Il 75% degli zaini scolastici contengono sostanze chimiche nocive



Il Center for Health, Environment and Justice (CHEJ) statunitense ha rilevato
che il 75% di zaini, astucci, cestini per la merenda, stivali e giubbini da pioggia
e altri oggetti scolastici contengono livelli elevati di ftalati, delle sostanze chimiche
sospettate di essere dannose per la salute dei bambini.
Queste sostanze sono state già bandite dai giocattoli. Secondo il rapporto in questi
oggetti è stato superato di 52 volte il livello consentito di ftalati, che vengono
usati per aumentare la morbidezza di alcune plastiche, soprattutto il Pvc.
"Se i prodotti fossero giocattoli sarebbero stati già ritirati dal commercio.
Ma anche questi prodotti vengono usati dai bambini, che sono i più vulnerabili
all'esposizione chimica".
L' Unione Europea ha una legislazione simile a quella Usa, che dovrebbe
essere rivista nel 2013.

fonte
http://d.repubblica.it/frasi/2012/08/31/news/zaini_scuola-1230507/

Qual è il giorno giusto? Uno studio spiega cosa fare e in quale giorno della settimana



L' articolo è stato pubblicato dal sito inglese which.co.uk: uno studio
che spiega quando fare la spesa, sesso, fumare, sposarsi.
Lunedì? Giovedì? Domenica ?

LUNEDI

-Comprare una macchina fotografica:
Le statistiche indicano nel primo giorno della settimana quello in cui si registra
il maggior numero di vendite di apparecchi fotografici negli store in rete.
Malgrado infatti i dispositivi costino già poco di loro, dopo il weekend i negozi
online tendono a fare ulteriori sconti per attirare i clienti.

MARTEDI

- il giorno migliore per volare a prezzi stracciati, con un risparmio del 35%
rispetto ad un’analoga partenza di venerdì

- una cena fuori: molti ristoranti non ricevono la merce durante il fine settimana,
ma entro martedì tutto è di nuovo fresco, mentre a detta dello chef Anthony Bourdain
«il giorno peggiore per mangiare pesce al ristorante è il lunedì, a meno che non
si tratti di un locale davvero molto buono».

- Fare un barbecue: di solito le grigliate si fanno nel fine settimana, quando però
è maggiore il rischio di avere cielo coperto e pioggia, almeno secondo gli esperti
del servizio meteo che, infatti, consigliano di rimandarle al martedì, indicato come
il giorno più secco di tutta la settimana

MERCOLEDI

- chiedere un aumento di stipendio
L’indicazione arriva da un sondaggio, svolto dall’azienda di reclutamento
di personale Office Angels fra alcuni manager: per sette su dieci la metà
della settimana è il momento più gettonato per sentirsi richiedere un ritocco
dello stipendio dagli impiegati

- fare shopping: andare a fare la spesa a metà settimana garantisce meno code
nei supermercati e se volete trovare ancora meno gente alle casse,
provate lo shopping fra le 9 di sera e le 8 di mattina, una fascia oraria usata
solo dal 4% delle persone.

-Giorno ideale per chiedere al proprio capo di chiamare il CED per problemi ai PC:
molti studiosi non sono in accordo con questa tesi, ma una percentuale
di dipendenti che ha provato a chiederlo al proprio datore di lavoro,
ha ottenuto un deciso "sì".

GIOVEDI

- fare sesso: in questo giorno i livelli naturali di cortisolo, che stimolano
gli ormoni sessuali, raggiungono il picco. E se volete avere risultati ancora migliori,
fate sesso di mattina, consigliano i ricercatori della London School of Economics
che hanno fatto uno studio sull’argomento.

VENERDI

- vendere casa: secondo l’analisi svolta dall’agenzia immobiliare americana
Redfin su 1,2 milioni di annunci in 21 mesi, mettere in vendita la casa prima del
fine settimana aumenta enormemente le possibilità di chiudere l’affare

- sposarsi: se volete un matrimonio da favola spendendo la metà, evitate
il tradizionale sabato e scegliete di dire sì un giorno prima

- smettere di fumare: molti studi sono concordi, la forza di volontà è al massimo
durante il fine settimana, quindi dire addio alle sigarette alla vigilia del weekend
aumenta le possibilità di non ricadere nel solito vizio

DOMENICA

- Chiudere un’asta su ebay: è dimostrato dalle statistiche che i venditori online
portano a casa i risultati migliori quando fanno scadere le loro aste nel giorno
tradizionalmente dedicato al riposo


http://www.corriere.it/cronache/12_agosto_29/studio-giorno-giusto-sesso-lavoro-sun_f14e8102-f1d5-11e1-975b-225a9f9609c6.shtml

lunedì 3 settembre 2012

Francia, Hollande "Dall' anno prossimo a scuola verranno insegnati valori universari e laici"



Dall' anno prossimo in Francia, nelle scuole,
verrà insegnata una morale laica.
Una morale fondata sulla capacità di ragionare, criticare e dubitare.
Altro che la scuola antilaica italiana!

Il ministro dell’Educazione nazionale, Vincent Peillon, lo ha accennato ieri
in una intervista al «Journal du dimanche».
Dalla cattedra si insegnerà ai cittadini di domani «cosa è giusto» secondo
«una morale universale, fondata su idee di umanità e di ragione. La capacità di ragionare, di criticare, di dubitare, tutto questo si deve imparare a scuola».
Perché «alcuni valori sono più importanti di altri: la conoscenza, l’abnegazione, la solidarietà, piuttosto che i valori del denaro, della concorrenza e dell’egoismo».

E io ci aggiungerei anche, della religione imposta.
Se Nicolas Sarkozy in pellegrinaggio a Roma disse che «l’istitutore non potrà mai sostituire il curato», Peillon sostiene il contrario. E spiega che la morale laica
«comporta una costruzione del cittadino certo con una conoscenza delle regole
della società, del diritto e del funzionamento della democrazia, ma anche di tutte
le questioni che ci si pone sul senso dell’esistenza, sul rapporto con se stessi
e con gli altri, su ciò che fa una vita felice o una vita buona.

Se queste domande non sono poste, discusse e insegnate a scuola, lo saranno
dai mercanti e dagli integralisti di ogni genere. Se la Repubblica non dice quali
sono i vizi e le virtù, il bene e il male, il giusto e l’ingiusto, altri lo faranno
al suo posto
». Magari i genitori, si potrebbe obiettare. No, perché per Peillon
«per dare la libertà di scelta, bisogna essere capaci di strappare l’allievo a tutti i determinismi, familiare, etico, sociale, intellettuale».

news tratta da
http://www3.lastampa.it/esteri/sezioni/articolo/lstp/467211/


Perde 200 euro alla slot machine: si arrabbia e si porta a casa la slot



Genova, 1 settembre 2012
Furioso per l'ennesima perdita in denaro alle slot machine, un genovese
di 39 anni ha dato in escandescenze ed è stato arrestato.
L'uomo, dopo ha perso 200 euro alle macchinette di un bar, ha perso la testa e,
prima ha scassinato una slot, poi si è caricata in spalla la seconda macchinetta
e l'ha messa sul suo furgone.

Ma quando è giunta la polizia gli altri avventori del bar hanno negato che fosse
successo qualcosa. Gli agenti però hanno notato i soldi sporchi di sangue sul banco,
e per loro è scatta una denuncia per favoreggiamento.

fonte
http://qn.quotidiano.net/cronaca/2012/09/01/766014-genova-perde-slot-ne-porta-una-casa.shtml

sabato 1 settembre 2012

Olbia: Equitalia chiede 170 ad una bimba di 7 anni


Giuseppe Rossi, il nonno della bimba destinataria della cartella Equitalia

Suo papà, Franco Diana, è morto in un incidente stradale nel maggio del 2008.
Le rivendicazioni dello Stato, che non hanno trovato soddisfazione nella giovane vedova,
ora colpiscono la bimba. Al centro del procedimento il mancato pagamento
delle tasse sulla liquidazione versata dall'azienda per cui lavorava l'operaio
vittima dell'incidente. Il nonno della piccola, Giuseppe Rossi è furente:
"Sono andato all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate di Olbia e anche loro
non riescono a capire. Ho detto che non pago, se vogliono pignorino
il triciclo della bimba".


fonte
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/286708


Assemini, bimba di nove mesi ustionata da una sigaretta



La sigaretta, forse buttata via da un balcone o un'auto in corsa,
finisce nel passeggino dove c'è una piccola di nove mesi che dorme.
Immediato l'intervento della mamma che evita il peggio.
La piccola, invece, ha riportato due bruciature sul corpo.

Un mozzicone di sigaretta stavolta poteva fare davvero male non solo
all'ambiente ma al corpo minuto di una bambina di nove mesi.
Succede tutto in un secondo: Assemini (Ca) , la cicca ancora fumante,
forse lanciata da un balcone o un'auto in corsa, arriva dentro il passeggino
dove dorme la piccola. La mamma intuisce subito qualcosa, toglie un po' di cenere
dai capelli ma poi si accorge subito, prendendola in braccio che il mozzicone
ancora acceso è lì, fermo sul passeggino. La mamma, nota anche le conseguenze
di quella cicca accesa: una sull'avambraccio e l'altra sulla natica sinistra della piccola.
Un grande spavento e due segni sul corpicino di una bimba che grazie
alla prontezza della mamma ha evitato conseguenze più gravi.

fonte
http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/286694