giovedì 23 settembre 2010

Tremonti boccia l'energia eolica «Non credete ai mulini a vento»: meglio ammazzarci con le scorie nucleari



Il ministro dell'Economia: solo un affare di corruzione,
Italia penalizzata dalle scelte sul nucleare


MILANO - «Il business dell'eolico è uno degli
affari di corruzione più grandi e la
quota
di maggioranza francamente non appartiene a noi
».

Lo ha detto il ministro dell'Economia Giulio Tremonti
palando di energia, nell'ambito della kermesse
organizzata dal Pdl a Cortina d'Ampezzo.

«Con Berlusconi abbiamo già stilato un documento
fatto di otto punti - ha spiegato Tremonti -
che poi magari diventeranno cinque.
Un punto che ci penalizza è quello del nucleare:
noi importiamo energia.
Mentre tutti gli altri paesi stanno investendo
sul nucleare noi facciamo come quelli che si nutrono
mangiando caviale, non è possibile.
Non dobbiamo credere a quelli che raccontano
le balle dei mulini a vento, le balle dell'eolico,
vi siete mai chiesti perchè in Italia non ci sono
i mulini a vento?
Quello dell'eolico è un business ideato
da organizzazioni corrotte che vogliono speculare
e di cui noi non abbiamo certo la quota di maggioranza».

fonte
http://www.corriere.it/economia/10_settembre_18/tremonti-eolico-corruzione_f2d85cd0-c3
4e-11df-824c-00144f02aabe.shtml?fr=correlati


Un punto di vista del ministro parzialmente condivisibile
sino a quando dice che la gente viene corrotta.
Ma una domanda vorrei fare:
"Ma signor ministro, quando ci speculano
sulle centrali nucleari invece?
Quando inquinano e quanto sono pericolose per i cittadini?
E le scorie nucleari? Non ci sarà la mafia di mezzo
oltre all' inquinamento mortale delle stesse?"

E' il solito bla bla bla per ottenere consensi.
Dove dice "Quello dell'eolico è un business ideato
da organizzazioni corrotte che vogliono speculare
e di cui noi non abbiamo certo la quota di maggioranza"
Certo perchè sulla costruzione di centrali nucleari
non c'è speculazione? ECCOME! Perchè costano di più!
E non hanno la quota di maggioranza perchè il nucleare
alle organizzazioni criminali ( compreso il governo )
FRUTTA MOLTO DI PIU'!

balle balle e solo balle

Ecco qui sotto un mio vecchio post
sulle centrali nucleari e i loro costi

Lapenna Daniele

martedì 21 settembre 2010

Digitale Terrestre: per tutti quelli che vedono la TV con la vecchia antenna e non


Ritorniamo a parlare di una delle più grandi
truffe organizzate dallo Stato italiano:
il digitale terrestre.

Come già spiegato in miei precedenti post
( Tv e Digitale Terrestre ),
la truffa è causa del mancato pagamento
del canone rai da parte di molti ( moltissimi )
cittadini italiani.
Avendo un buco del genere, il governo sia per
aiutare la Tv pubblica, sia quella privata
( che guarda caso una delle quali appartiene
a un politico al governo ) ha escogitato
l' imbroglio del digitale terrestre.

MA SI PUO'SAPERE COME DIAVOLO FUNZIONA ?
Eccerto! Ora cercherò di spiegarlo più semplice
possibile.

Nel modo da sempre usato per vedere la Tv,
vi è l'antenna classica che viene collegata
direttamente alla Tv.
Col vecchio metodo quando il segnale era debole
capitava di vedere le immagini sullo schermo
a "pallini grigi" che dava fastidio agli occhi.
Col segnale digitale invece l'immagine è sempre
chiara e quindi questo è un vantaggio.
Questo segnale digitale però non viene ricevuto
col medoto classico: questo arriva all'antenna,
ma poi il televisore non riesce a leggerlo
e quindi la televisione trasmette a schermo
la classica immagine grigia a pallini.

Per leggere questo nuovo segnale c'è bisogno
del Digitale Terrestre.
Il segnale ricevuto dalla vostra vecchia antenna
non giunge più direttamente al televisore,
ma al Decoder Digitale Terrestre che lo trasforma
e lo trasmette al televisore dacchè collegato a esso
con una presa a scart ( quella usata per collegare
il videoregistratore alla televisione ).


E IL TIVU SAT ?



Il Tivù Sat invece è un Decoder Satellitare
che invece riceve il segnale dalla Parabola
Satellitare.
Questo è utile perchè molte vecchie antenne
tivù non riescono a ricevere bene il segnale digitale
( e questo i potenti del governo lo sapevano benissimo ) sia per problemi dell'antenna stessa
sia per i cavi ormai vecchi dell' impianto.
Quindi comprando una parabola si può
usare un ricevitore satellitare che però riceve i canali dal satellite.

Un problema ( se qualcuno ha qualche appunto
da fare ben venga popolo! ) è che il Digitale Terrestre NON può essere collegato alla parabola ma solo alla vecchia antenna tv.
E questo è un problema per molti.
Vediamo un esempio.


IL CASO DI GIACOMINO


Giacomo vive con suo papà e sua mamma,
non hanno mai pagato il canone rai, e
vivono in affitto.

Dopo il passaggio al segnale digitale
non vedono più la Tv così comprano un
decoder digitale terrestre e lo collegano
alla vecchia antenna.
Un giorno dopo anni traslocano in un'altra
casa dove non c'è l'antenna tv.
Così si dotano di un'antenna parabolica
e collegano il decoder digitale terrestre.
Dalla tivù non vedono un tubo.
Bestemmiano contro berlusconi e scoprono
di dover comprare il decoder satellitare
TivuSat.
Devono attivare la scheda TivuSat e per farlo
devono chiamare un numero a pagamento e
fornire i propri dati.
Per mezzo dei dati però potrebbero
risalire alla famiglia e scoprire che non
hanno mai pagato il canone rai e quindi
esigere tutti i pagamenti arretrati.

Giacomino così opta per un decoder satellitare
normale, di un'altra marca.
Lo collega e vede la Tv.
La sera c'è una partita su Rai1 e all' improvviso
la Tv si oscura. Il segnale è CRIPTATO.
Su Canale5 c'è una serie in Prima Visione tv.
Oscurato pure quello.
Su Rete4 c'è l' ispettore Derrick.
Oscurato pure quello ( e ci vuole di coraggio per
oscurarlo! ).
Come fare per vedere i programmi senza
bestemmiare?
La soluzione sta nel fare un abbonamento
a qualche privato come Sky, e quindi
comunque vada
PAGARE
ogni mese per vedere la Tv.

OSCURAMENTO TOTALE
Siccome i programmi italiani sono
visibili in tutto il mondo ( basta puntare
la parabola sul satellite Hotbird ) senza
pagare niente, i segnali vengono CRIPTATI
così che il canale risulta a schermo nero
e quindi non visibile a chi vede la tv via
satellite in modo gratutito.
In futuro infatti il governo vuole oscurare
DEFINITIVAMENTE tutti canali satellitari italiani
costringendo le famiglie a sottoscrivere
obbligatoriamente un contratto Tivù
per vedere anche un solo canale televisivo.

Tutto questo è business per i politici,
tivù pubblica e privata.
La televisione che era un bene di tutti
ora ritorna ad essere un privilegio per pochi.
E stando a vedere non si possono certo
dare 720 euro circa all'anno a Sky
solo per vedere in chiaro i sette canali
nazionali.
Come può un pensionato vedere la Tivu in questo
modo? Non mangerà per pagare il suo
contratto tivù?


Articolo di Lapenna Daniele


Se qualcuno ha un appunto da fare,
precisazioni, consigli o suggerimenti
può commentare il post sotto.
Qualsiasi cosa sia utile a noi cittadini
succubi di uno Stato dittatore.

sabato 18 settembre 2010

Danno fuoco a 4 cuccioli: due si salvano



TARANTO
Lo scorso weekend, a Leporano (Taranto),
quattro cuccioli randagi sono stati messi
al rogo: qualcuno è andato a prenderli di notte,
nell’edificio dell’associazione di volontari
«Quattro cani per strada», in cui erano ospitati,
e dopo aver preparato il materiale per un falò
(coperte, materassini e altro materiale),
ha acceso il fuoco e li ha gettati nelle fiamme.

I resti carbonizzati di due cagnolini sono stati
riconosciuti a stento; di un terzo non c’era traccia
e si spera sia riuscito a fuggire.
Il quarto, Micky, è stato strappato dalle fiamme:
era immobilizzato dalla paura in una buca che aveva
scavato sotto il fogliame per scampare a quella morte
atroce.
Due cuccioli avrebbero dovuto lasciare il rifugio
lo stesso giorno, con destinazione Torino,
dove erano attesi da due famiglie che avevano
deciso di accoglierli.


fonte
http://www.lastampa.it/lazampa/girata.asp?ID_blog=164&ID_articolo=1832&ID_sezione=
339&sezione=



E adesso prendiamo questo o questi soggetti
che hanno compiuto questa atrocità
e bruciamoli a loro volta.
Così si rendono conto di cosa vuol dire
esser presi di forza e gettati nelle fiamme!
Sono solo che bastardi e vigliacchi.

Il tombino è sporgente: il motociclista cade, il Comune paga



Basta un tombino troppo sporgente a far perdere
l’equilibrio al motociclista, specie se il veicolo
ha un passeggero a bordo.
Ma quando il chiusino fuoriesce in modo
inaspettato dalla sede stradale costituisce
una vera e propria insidia: è scriminato,
dunque, il conducente che procede a velocità
moderata mentre scatta la responsabilità
da custodia del Comune che non riesce
a provare di aver affidato a terzi la
manutenzione dell’asse viario.
È quanto emerge dalla sentenza 15884/10,
emessa dalla terza sezione civile
della Cassazione.

IL CASO
E' stato confermato il risarcimento
a carico dell’ente locale in favore
del terzo trasportato dopo la caduta
dalla moto: il tombino “incriminato”
si trova alla fine di una rampa rialzata
e un testimone conferma che l’ostacolo
poteva essere notato soltanto osservando
la sede stradale con attenzione.
Insomma: si tratta di un pericolo occulto
perché non è oggettivamente visibile
soggettivamente prevedibile
(il Comune ha poi provveduto a risistemare
la superficie della carreggiata).
Mentre il centauro è esonerato da ogni
responsabilità grazie alla prudente condotta
di guida accertata, l’ente si vede
bocciare la domanda di manleva perché
il contratto che assegnava a una ditta
la manutenzione della strada è stato prodotto
solo in appello.
Vale il principio secondo cui l’utente
della strada si aspetta normalmente
che il manto d’asfalto sia regolare:
per gli enti locali, proprietari delle
infrastrutture di collegamento,
si configura la responsabilità per le buche
e gli avvallamenti sulle strade; il custode
della cosa che ha creato il danno
- insegna la giurisprudenza di legittimità-
è il responsabile oggettivo dell’evento
e si libera soltanto se fornisce la prova
del caso fortuito, autonomo o incidentale.


fonte
http://www3.lastampa.it/i-tuoi-diritti/sezioni/cittadino-istituzioni/news/articolo
/lstp/286642/

mercoledì 15 settembre 2010

Medicina: anche un gene tra le cause della miopia




(ANSA) - ROMA, 13 SET -
C'e' un gene dietro la comparsa della miopia,
il difetto della vista che ha come effetto quello
di far vedere gli oggetti lontani come sfocati,
mentre da vicino, la visione risulta piu' corretta.

A scoprirlo e' stato un gruppo di ricercatori del
Duke University Medical Center in Nord Carolina
che hanno identificato nel gene RasGRF1,
l'origine dell'anomalia visiva.
''Il gene RasGRF1 e' altamente espresso
nei neuroni e nella retina
- ha detto Terri Young, coordinatrice dello studio
pubblicato su Nature Genetics -
e per questo e' fondamentale per la funzione retinica
e il consolidamento della memoria visiva
''.

Gli scienziati hanno verificato in topi di laboratorio,
ai quali e' stato soppresso il gene RasGRF1,
la comparsa della miopia.
''Questa - ha aggiunto Young - e' una prova
biologicamente convincente. Ora che abbiamo
identificato RasGRF1, possiamo studiare un nuovo
meccanismo molecolare per prevenire la piu'
comune causa di disabilita' visiva''.
Nella maggior parte dei casi, la miopia si presenta
in forma lieve ma nel 2-3 per cento delle persone
puo' causare distacco della retina, glaucoma,
emorragia maculare e cecita'. (ANSA).

fonte
http://www.unita.it/notizie_flash/136809/medicina_anche_un_gene_tra_cause_miopia

Nessuno risponde al 118: muore in casa a Isernia



Per più di un'ora i parenti hanno chiamato
il 118, ma invano. Nessuno ha risposto al
numero di emergenza e Antonio Del Corpo,
sessantacinquenne della provincia di Isernia,
è morto a casa forse per un infarto.

L'uomo si è sentito male intorno
alle 4 di notte nella sua casa a Pozzilli,
ma l'ambulanza è arrivata solo dopo un'ora
e mezzo e perchè chiamata dalla polizia.
Visto che il 118 non rispondeva, infatti,
i parenti dell'uomo hanno chiamato il 113
e la polizia è riuscita a mettersi in contatto
con il servizio di emergenza sanitaria.

«Il numero del 118 era libero, squillava,
ma nessuno rispondeva»
raccontano i parenti che, disperati,
provavano anche a chiamare da un cellulare,
senza risultato. I soccorsi sono arrivati
dopo le cinque, quando per l'uomo non c'era
più niente da fare.
I famigliari sono convinti che l'arrivo
tempestivo dei sanitari avrebbe potuto
salvare il sessantacinquenne e chiedono
ora che sull'episodio sia fatta chiarezza.

fonte
http://www.leggonline.it/articolo.php?id=79832

domenica 5 settembre 2010

Cerimonie religiose: l' ennesimo enorme spreco-business del popolo italiano




"Quanto si spende in media per un battesimo???"
"Al battesimo di mio figlio avevo 200 persone..
e ho speso 5000 euro".
Spiccioli.
E' la domanda di un utente che vuole informarsi
circa i prezzi per una cerimonia religiosa.

Senza cadere e inabissarmi sull' argomento "religione"
e l' utilità pratica dei sacramenti, vorrei
sottolineare come sia diventato un business
la classica cerimonia religiosa, nuziale o battesimale
che sia, e quanto sia ancor più un enorme
spreco in barba ai poveri dell'Africa e Sud America
che molti sono stufi di vedere in Tv e giornali
e che ormai ignorano ed etichettano come
"necessariamente esistenti".
Basta pensare che con cinquemila euro è possibile
comprare medicine per migliaia e migliaia di bambini
che soffrono di malattie orribili.


CHIESE COME BANCHE?
L' organizzazione della cerimonia è come un evento
assolutamente da realizzare nel migliore di modi,
al costo di indebitarsi sino al collo.
Le spese per il rituale religioso non è mica minimo.
Per un matrimonio c'è l'offerta alla Chiesa
che ospita la cerimonia e l'offerta al sacerdote
che officia il matrimonio, senza contare che
l'addobbo in Chiesa tende ad essere la spesa più onerosa.
Nel calcolo del budget dedicato alla cerimonia
c'è anche il costo del coro e delle pulizie
della Chiesa e per chi si sposa fuori dalla
parrocchia di appartenenza c'è da considerare
anche il costo per la curia e l'offerta
ulteriore al parroco che preparerà i documenti.

E pensare che i sacerdoti raccontano ogni domenica
storielle di un tipo che duemila anni fa camminava
scalzo e loro invece oggi intascano fior di quattrini
oltre allo stipendio di quasi 900 euro
che ricevono dalla Chiesa Cattolica.

SPRECO ALL' ITALIANA
Gli italiani ( mi levo un attimino di mezzo pur essendo
italiano dacchè non mi ci trovo assolutamente con
questi comportamenti strani e idioti ) spendono per
matrimoni e battesimi dai 5000 ai 15000 euro.
Ecco un battesimo "economico"

"..ho battezzato il ***** ho organizzato
il tutto in meno di un mese.
Ho invitato solo i familiari stretti ma siamo
numerosi per cui eravamo in 29+2 fotografi"

..certo perchè uno solo non bastava..

"Per prima cosa ho prenotato agriturismo e fotografo.
Le foto mi costano 500euro.
Per il ristorante ho speso 35euro a testa
per un totale di 1050 euro.
Il vestitino è costato perchè era Carlo Pignatelli
(ho speso 335 euro compreso di scarpine,
calzini, .... ).
Poi ho speso 50 euro per organizzare un aperitivo
a casa prima di andare a pranzare al ristorante.
In chiesa ho dato un'offerta libera di 100euro.
Per gli addobbi in sala ho speso 20euro per
i palloncini e 60 euro per i fiori.
Per le bomboniere ho scelto **** per un costo
di 15 euro a bomboniera.
Ho speso 200 euro perchè ne ho fatto solo 12
(solo per gli invitati) visto che avevo già distribuito
i sacchettini alla nascita di Samuel a tutti
quelli che gli avevano fatto un regalino.
In ultimo per il regalo al padrino abbiamo
speso 200euro".

Costo totale: 2455 euro.
E c'è gente che non arriva a fine mese
e ne guadagna 700..


C'è tradizione e tradizione. Quella del matrimonio
in grande è d' obbligo per tutti, specialmente
nel sud Italia. Sala ricevimenti al posto
di ristoranti, abiti costosissimi, per un giorno
( come sostengono queste persone ) da ricordare
e quindi da essere più "maestoso" possibile.

La cosa che mi lascia inorridito è sempre la parte
"religiosa" ( ovviamente ) perchè i sacerdoti
sembrano ormai dei banchieri che incassano soldi
invece di non prendere neanche un euro o ricevere
libere offerte. Perchè di libere offerte non si tratta.
La gente ormai infatuata di un sistema religioso
mai in overdose continuerà sempre a celebrare
codesti rituali spendendo fior di quattrini
per "cavolate" ( avevo una parola più pesante ).
Un vestito da battesimo del costo di 300 euro
a che ca**o serve?
Battezzarlo con un vestito normale no?
Battezzarlo nudo neanche?
Eppure quel vestito sarà messo per un' ora.
E poi puff. Verrà riposto per sempre a meno che non
si faccia un altro figlio o a meno che il bimbo rimanga
così piccolo fino a quando diverrà maggiorenne.
Lo sapete che ci son bambini che non possono comprarsi
manco le scarpe?
E voi spendete 300, 400 e forse di più per un vestito
da usare una volta ( e seppur si possa usare in futuro
comunque sia è una cifra assurda da spendere per un vestito)
solo per "farsi belli alla gente"???

Il mondo va male anche e soprattutto per questa gente!
Passi il voler celebrare il battesimo, ognuno
è libero di credere nella religione, ma non passi
il fatto di spendere soldi per apparire "favolosi"
e sentire complimenti.


C'è gente che non ha rispetto del denaro,
anche se secondo me il denaro....
non merita rispetto!


Articolo di Lapenna Daniele

Cuccioli nel fiume salvati da una bosniaca: la donna 75enne li ha salvati tutti



Il video, diffuso da Youtube, in cui una ragazza lanciava
cuccioli di cane in un fiume aveva scioccato il mondo
pochi giorni fa.
Oggi il Daily Mail on Sunday, quotidiano britannico
di genere e formato tabloid, riporta la notizia che
i cuccioli non sarebbero morti.
A salvarli sarebbe stata un'anziana signora bosniaca.

L'INCREDIBILE SALVATAGGIO
Ruza Pavlovic (foto), 75 anni, vive a Bugojno, in Bosnia.
Qualche giorno fa stava camminando verso
un campo di patate quando, all'improvviso,
ha notato una cucciolata di cagnolini dal pelo
nero e marrone che si dimenavano in acqua
cercando di rimanere a galla.
La nonnina sarebbe allora intervenuta,
salvandoli tutti.
«Stanno tutti bene e sono felici
-ha detto la signora Pavlovic -
L'unico problema è che hanno bisogno
di almeno tre litri di latte al giorno e con la
mia pensione non me lo posso permettere.
Ma non li abbandonerò mai
».

LE INDAGINI DELLA POLIZIA
Sebbene la signora Pavlovic affermi che si
tratti dei cuccioli lanciati nel fiume dalla ragazza
di Youtube, non è ancora chiaro alla polizia che
si tratti degli stessi cani. Nel frattempo le forze
dell'ordine stanno comunque indagando sull'episodio
e avrebbero individuato la ragazza ripresa nel video;
un'altra adolescente sarebbe già stata interrogata.
Il nome della ragazza con la felpa rossa che appare
in Youtube non è stato comunque diffuso, per motivi
di sicurezza.
Secondo la legge bosniaca,
atti di crudeltà verso gli animali sono sanzionati
con una multa fino a 5.000 euro.

IL REGISTA MICHAEL BAY OFFRE 50.000 DOLLARI
Sul suo sito il regista Michael Bay (tra i suoi film Bad Boys, Pearl Harbor, Transformers) ha offerto una ricompensa di 50.000 dollari per chiunque fornisca informazioni utili all'individuazione e all'arresto della ragazza che compare nel video ma anche della persona che lo ha girato e diffuso su Youtube. Molte le associazioni per la tutela dei diritti degli animali che hanno offerto ricompense per individuare gli autori del misfatto.

fonte
http://www.leggonline.it/articolo.php?id=78191