domenica 21 marzo 2010

La notifica via posta da Equitalia rende nulla la cartella



È nulla la notifica della cartella di pagamento
che viene inviata da Equitalia per posta.

Per la Commissione tributaria di Lecce, il riferimento
è all’art. 26 del DPR 602/73 ove viene precisato
come la notifica della cartella, e in generale
di tutti gli atti di esecuzione, deve essere
obbligatoriamente fatta solo da soggetti abilitati
quali * ufficiali della riscossione,
soggetti
abilitati dai concessionari,
messi comunali

e agenti della polizia municipale.

Solo questi soggetti possono, invece che agire direttamente,
utilizzare il servizio postale per il recapito della
notifica al contribuente. Per la Commissione,
ne consegue che Equitalia non può ricorrere alla
notifica diretta ma deve, gioco forza, passare prima
attraverso uno dei soggetti sopramenzionati* e
le notifiche direttamente inviate per raccomandata
sono nulle perché effettuate da un soggetto che non
rientra tra quelli di cui al predetto art. 26.

fonte
http://www3.lastampa.it/i-tuoi-diritti/sezioni/fisco-tasse/news/articolo/lstp/160022/

Dorme sul posto di lavoro. Non è licenziabile in tronco




Fare un "pisolino" mentre si lavora
non può essere punito con il licenziamento in tronco.
Lo sottolinea la Cassazione (sentenza 6437/10)
che ha accolto il ricorso di un metronotte licenziato
dalla società privata dalla quale dipendeva dopo
essere stato scoperto a dormire nelle ore di turno.

In primo grado era stato reintegrato nel suo posto
di lavoro con diritto al risarcimento dei danni dal
tribunale di Verona che aveva ritenuto sproporzionato
e non corretto il licenziamento in tronco
inflittogli nel 2001. In appello, invece,
la Corte di Venezia, nel 2006, convalidò il licenziamento
per giusta causa spiegando che si potevano non osservare
le procedure previste per le contestazioni disciplinari
e procedere all’espulsione immediatà del
dipendente assonnato.

Ad avviso della Suprema Corte, però,
«il licenziamento motivato da una condotta
colposa o comunque manchevole del lavoratore,
indipendentemente dalla sua inclusione o meno
tra le misure disciplinari dello specifico
rapporto di lavoro, deve essere considerata
di natura disciplinare e quindi deve essere
assoggettato alle garanzie dettate in favore
del lavoratore», pertanto la contestazione
deve essere fatta in forma scritta e il dipendente
deve essere messo in condizione di difendersi
anche tramite un rappresentante sindacale.

fonte
http://www3.lastampa.it/i-tuoi-diritti/sezioni/lavoro/news/articolo/lstp/162092/

lunedì 15 marzo 2010

Cani massacrati con ascia a Castellamare di Stabia. Firma la petizione su Facebook!




Orrore a Castellammare di Stabia,
dove sono stati trovati nel bosco del Faito, dei cuccioli di cane
brutalmente
fatti a pezzi con un'accetta.
Due cani sono morti con la testa spezzata in due,
invece altri due cuccioli sono in condizioni gravissime.
Uno ha la spalla squarciata, invece l'altro ha un taglio che
gli percorre tutta la schiena.
La notizia, pubblicata da Gattopoli.it, è stata scritta dalle persone
che hanno ritrovato i cani dopo il massacro. Secondo
gli ultimi aggiornamenti non si ha la certezza che i due cani
in vita sopravviveranno. Adesso i due cuccioli si trovano
alla Asl di Pompei, dove il personale santario sta applicando
dei punti di sutura alle loro ferite.
I colpevoli non sono ancora stati ritrovati e sembra che
oltre alle foto che sono state diffuse, ce ne siano altre
troppo raccapriccianti per essere pubblicate.

UNA PETIZIONE SU FACEBOOK
Il caso dei cani masacrati a Castellamare di Stbia non
sembra essere il primo. Infatti gli abitanti del Comune campano,
stufi delle continue torture e mutilazioni agli animali della zona,
hanno scritto una lettera di protesta al sindaco.
Inoltre hanno anch organizzao una petizione sul
socialnetwork per porre fine all'ingiustizie e alle violenze
contro gli animali.

ECCO LA LETTERA AL SINDACO:

http://www.facebook.com/notes/giovanna-urciuoli/mail-mandata-al-sindaco-di-castellammare-di-stabia/362004959946#!/note.php?note_id=362004959946&id=1253750585&ref=mf

IL LINK PER FIRMARE LA PETIZIONE:

http://www.facebook.com/notes/giovanna-urciuoli/mail-mandata-al-sindaco-di-castellammare-di-stabia/362004959946#!/note.php?note_id=362004959946&id=1253750585&ref=mf


fonte
http://www.leggonline.it

giovedì 4 marzo 2010

Rifiuti, la Corte Ue condanna l'Italia "A rischio ambiente e salute umana"




Caos immondizia in Campania,
accolto il ricorso presentato dalla
Commissione europea nel 2008
E adesso una nuova inchiesta


BRUXELLES
La Corte di giustizia Ue condanna l’Italia
per la gestione dei rifiuti in Campania durante
l'emergenza dell'estate 2008.
In particolare,
«non avendo creato una rete adeguata
ed integrata di impianti di recupero e di smaltimento
dei rifiuti nelle vicinanze del luogo di produzione
e non avendo adottato tutte le misure necessarie
per evitare di mettere in pericolo la salute umana
e di danneggiare l’ambiente in Campania, è venuta
meno agli obblighi che le incombono in forza della
direttiva rifiuti».

Ora l'Europa darà il via ad una nuova inchiesta per verificare la situazione
nella Regione.
Se venissero riscontrate nuove irregolarità il Belpaese
sarà allora soggetto ad una sanzione.

Nella regione Campania, i quantitativi ingenti di
rifiuti ammassati nelle strade, nonostante
l’assistenza di altre regioni italiane e delle autorità tedesche,
hanno dimostrato un deficit strutturale di impianti,
cui non è stato possibile rimediare.
L’Italia ha peraltro ammesso che, alla scadenza
del termine stabilito nel parere motivato, gli
impianti esistenti e in funzione nella regione erano
ben lontani dal soddisfare le sue esigenze reali.

L’Italia ha affermato che la gestione dei rifiuti
nella regione Campania non ha avuto conseguenze
pregiudizievoli per l’ambiente e per la salute umana.

L’Italia non ha contestato la circostanza che,
alla scadenza del termine fissato nel parere motivato,
55.000 tonnellate di rifiuti riempivano le strade,
che vi erano fra le 110.000 e le 120.000 tonnellate
di rifiuti in attesa di trattamento presso i siti
comunali di stoccaggio e che le popolazioni esasperate
avevano provocato incendi nei cumuli di spazzatura.
In tali circostanze i rifiuti hanno provocato
inconvenienti da odori ed hanno danneggiato il paesaggio,
rappresentando così un
pericolo per l’ambiente.
D’altra parte, l’Italia stessa ha ammesso la pericolosità
della situazione per la salute umana,
esposta ad un rischio certo.

Di conseguenza, la Corte conclude che l’Italia,
non avendo creato una rete adeguata ed integrata
di impianti di recupero e di smaltimento dei rifiuti
nelle vicinanze del luogo di produzione e non avendo
adottato tutte le misure necessarie per evitare di
mettere in pericolo la salute umana e di danneggiare
l’ambiente nella regione Campania, è venuta meno
agli obblighi che le incombono in forza
della direttiva «rifiuti».

fonte
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201003articoli/52810girata.asp

mercoledì 3 marzo 2010

Strani Annunci: Cerchi casa in affitto? I requisiti necessari per una casa necessaria





Cerchi un appartamento in affitto per la tua famiglia?
Sei pensionato e vorresti un monolocale dove vivere?
Sei solo con un bel criceto e cerchi casa?
Mi spiace, non ce ne sono.

Eh già, sui giornali di annunci la gente che possiede
un altro appartamento o casa oltre a quella in cui vive
è davvero tanta. Come è tanta la gente che decide di
"scegliersi" l' inquilino. Con poche pretese.

Questi annunci sono tratti da un settimanale di annunci
di non dico dove. Per privacy non ci sono nè numeri
di telefono nè il paese dell' annuncio.
Il mio obiettivo è solo mostrare a voi pubblico quanto sia
"facile" ( è tra virgolette perchè sono ironico )
trovare un appartamento. Sia esso anche un piccolo
monolocale.


Ecco alcuni requisiti per trovare casa.


ANNUNCI AFFITTI CASE


- Appartamento completamente arredato 2 camere, cucina,
bagno, terrazzo, postauo, solo single

.. in barba ai problemi che nascono con la solitudine!

- Appartamento arredato 70 mq a referenziati
con busta paga statale

.. lode agli impiegati comunali


- Nuovo grazioso luminoso vuoto 60 mq in casa singola
con giardino affitto a coppia senza figli o single.
No animali

.. se tua moglie rimane incinta, o mandi il tuo
neonato a lavorare o dormi nel giardino!

- Piccolo trivano confortevole ammobiliato, cortile,
postauto condominiale affitto studentesse o lavoratrici
referenziate. Max serietà.

.. serietà per cosa?!

- Affittasi camera matrimoniale, soggiorno, ang. cottura,
giardino, arredato, referenziati coppia o 2 pensionati.
No animali no condominio.

.. pensionato solo? Two is megl che one!

- Affitto monolocale molto luminoso a sole donne

.. discriminazione sessuale?! Sole donne o donne sole?!

- Appartamento arredato per due persone affitto a
impiegati o insegnanti

.. uhm, sento odore di lezione private a scrocco..

- Trivano arredato affitto a coppia anche brevi periodi.
No animali

.. se hai un pidocchio in testa, meglio farlo traslocare!

- Affitto appartamento a coppia con lavoro fisso.
No animali.

.. col tasso di disoccupazione di oggi?

- Affittasi ampio bivano arredato termocondizionato
No bambini. No anziani

.. piglia la pillola o usa il preservativo!
Ah, lascia il nonno a casa!

- Affitto a referenziati appartamento arredato, 2 camere
cucina, bagno, soggiorno, no animali no stranieri

.. un tedesco con un cane non troverà casa..

- Affitto studentessa referenziata in appartamento
con altre studentesse tutti i comfort

.. siamo al massimo! Affittano studentesse!!
Requisiti per affittare 'sta ragazza?



Concludiamo con un annuncio personale.

- Uomo bell' aspetto 42enne, conoscerebbe per seria unione,
ragazza o signora formosa o grassa, sono serio e riservato.
Graditi SMS ed MMS.


VIVA LE DONNE FORMOSE!!!



Articolo
di Lapenna Daniele