sabato 28 marzo 2009

Crisi economica? Bassi introiti ? Carenza di posti di lavoro? Le soluzioni ci sono, a portata di mano




Ogni giorno non si parla d'altro: la crisi economica.
Ma aldilà di problemi, licenziamenti, previsioni pessimistiche
del futuro, ci sono soluzioni per rialzarsi e iniziare
sul serio a risolvere le situazioni delle famiglie italiane?

Rileggendo un vecchio post messo a questo blog
(I privilegi del ceto politico )
appare la prima delle soluzioni partendo dall' alto.
Perchè i parlamentari hanno la possibilità di viaggiare gratis
nonostante il loro stipendio enorme?
Iniziando a togliere i vantaggi gratuiti dei parlamentari
aumenterebbero gli introiti nelle casse dello Stato.
Si può immaginare a quanto ammonterebbe il tutto anche solo
togliendo ad ogni politico la possibilità di ricevere gratis
biglietti treno e aerei.
Forse togliendo tutti i vantaggi gratuiti il numero di politici
candidati diminuirebbe e probabilmente aumenterebbe fra di loro
la voglia di proporre e realizzare iniziative che veramente
portino cambiamenti positivi al Paese.

La seconda questione riguarda un argomento che sembra di poco
valore ma forse non lo è. Le opere incompiute.
Basta seguire alcuni programmi televisivi per scoprire
quante opere incompiute sparse da nord a sud ci siano
in Italia e quanto denaro pubblico sia stato gettato al vento,
o meglio gettato nelle tasche di qualcuno.
Spesso o quasi sempre in alcune zone d' Italia ci si mette in mezzo
la mafia locale che vede guadagno ovunque, le opere rimangono incompiute,
diventato oggetto di atti vandalici e luoghi delle basi di malviventi
o stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno.

Come rendere questi mostri di cemento
delle ricchezze ?

Attuando opere di recupero si potrebbe creare lavoro
non solo durante la ricostruzione a nuovo di questi edifici,
ma anche soprattutto al termine.
Un edificio abbandonato potrebbe diventare sede di parecchi uffici
e quindi dare lavoro a molta gente dopo esser entrato in funzione.
O anche creare asili nido, canili, strutture per l'assistenza
di disabili o tanto altro.
C'è da ricordare ovviamente che molte di queste opere incompiute
son state abbandonate perchè il terreno risultò inadatto
e quindi l' edificio a rischio crollo, o altri problemi che comunque
non rendono possibile il loro recupero, ma solo un abbattimento.

E gli sprechi di noi famiglie?
Quanti di voi mentre si lavano i denti o si radono la barba
lasciano scorrere l'acqua senza chiuderla?
Se a questa domande avete esclamato
"Mah, quanti sprechi ci sono e pensiamo al rubinetto", allora
vuol dire che non vi rendete conto del danno che provocate.
Ovvio che il tuo spreco d'acqua incide poco o abbastanza sull' ambiente,
su chi ha scarsità d'acqua e sulla tua bolletta, ma bisogna vedere
il complesso della situazione.
Quando proposi alla mia famiglia di fare la raccolta differenziata
iniziando almeno per la carta mi fu detto
"Nessuno la fa e dobbiamo farla noi?"
e io risposi
"Metti che questa domanda se la ponesse ogni famiglia,
ogni azienda e ogni membro di ogni istituzione pubblica in
tutto il mondo.
Secondo te in che stato starebbe il pianeta fra qualche anno?
"
Se ci si pensa si rimane allibiti, e si comprende quanto il tutto
dipenda sempre da ognuno di noi.
L' inquinamento nell' aria non dipende da una sola fabbrica,
ma da tutte quelle presenti, così come lo spreco di
energia elettrica, e l' immissione di gas serra
come il gas metano nell' atmosfera.
Da qui si deduce quanto ognuno di noi può fare qualcosa,
e se neanche questo basta ed esclamate
"Beh, ma che mi interessa?",
allora immaginate il mondo fra 20, o 50 anni.
Fra 100 anni probabile molti non ci saranno, ma chi vivrà
non vedrà un mondo molto bello se si è tutti menefreghisti.
Bisogna ricordare che se oggi abbiamo il 1° Maggio, se oggi
abbiamo diritti, se oggi abbiamo libertà, è perchè
qualcuno ha lottato
nel passato, e ciò che ha fatto
di positivo lo stiamo godendo noi e non lui.

Ognuno di noi può dare un contributo per dare lavoro o lavorare,
abbattere la crisi, e ridurre il divario fra famiglie ricche
e famiglie povere, per diminuire l' inquinamento ambientale ..

Il difficile non è individuare un isola,
ma navigare dritto e raggiungerla.

giovedì 26 marzo 2009

Testamento biologico: la dichiarazione diventa carta straccia




Il Senato ha approvato con 141 SI e 111 NO e 4 astensioni
l’articolo 4 del testamento biologico che riguarda la forma
e la durata della dichiarazione anticipata di trattamento.

Se inizialmente il Pdl sosteneva di voler fare
una legge dove ognuno poteva fare il proprio testamento
biologico così da decidere cosa fare della propria vita,
ora la legge è divenuta l'opposto, dove ci sarà sempre
l' ultima parola del medico che deciderà se sospendere
o meno il trattamento del paziente.
Non è certo una dichiarazione di libertà del cittadino
che vede ridursi a carta straccia il suo testamento.

La capogruppo del Pd Anna Finocchiaro dice rivolgendosi al Pdl
"Agli italiani avete spiegato che questa era una legge per
poter scrivere il proprio testamento biologico, ora gli dite
che invece non contano più niente.
Mi pare che ormai il contrasto con l'art. 2 della Costituzione
sia solare e il ricorso ai giudici e alla Consulta sarà inevitabile".
Inoltre la durata della dichiarazioni anticipate di trattamento
(DAT) sarà di 3 anni , e non più di 5, come invece era stato deciso
dalla Commissione Sanità.

Così come per la proposta di legge contro la pedofilia in internet
( Censura su Internet ) anche questa del testamento biologico
è cambiata trasformandosi nell' opposto di ciò che era inizialmente.


fonti varie infor.
http://www.lastampa.it
http://www.repubblica.it

mercoledì 25 marzo 2009

Le canzoni degli spot televisivi



Gli spot televisivi diventano famosi e attraggono
soprattutto per le loro colonne sonore.
Molte volte li ascoltiamo e diciamo
"Come si intitola questa canzone??"
Ed ecco a voi un sito che raccoglie tutte le pubblicità
televisive con il nome della colonna sonora e artista.
E' http://www.musicsite.it ( il link se cliccate vi porta direttamente
alla pagina di categorie spot ordinate per nome).
Ora voi direte "E che me ne fo?", eh beh, riprendendo un mio post
di giorni fa, vi indico anche come trovare la canzone dello spot
( o anche altre canzoni che desiderate ) direttamente da un sito.
Scrivete il nome della canzone e poi vi salvate l' mp3.

Il Ventunesimo Secolo - Come cercare mp3 dal web

lunedì 23 marzo 2009

E' l' ora della Terra !




Il 28 marzo, dalle 20,30 alle 21,30
sarà l’ Ora della Terra – Earth Hour.

In tutto il mondo grandi città con i loro monumenti, piccoli comuni,
aziende e singoli cittadini nelle loro case spegneranno le luci.
Un gesto semplice, per accendere un messaggio che risuonerà
in ogni angolo del Pianeta.


Per il 2009 l’ambizione è grandissima
e si mira a coinvolgere un miliardo di persone e più di 1000 città.
Si spegneranno icone mondiali come la Tour Eiffel, il Colosseo,
le Cascate del Niagara, le piccole isole Chatham nel Pacifico
e il più alto grattacielo del mondo il Taipei 101 in Cina.
Guarda la lista con tutte le città.


fonte
http://www.wwf.it/oradellaterra

Se hai cura della tua casa,
devi aver cura della casa più grande ove vivi,

...il PIANETA TERRA!


giovedì 19 marzo 2009

Le colpe ripartite



Molte volte dinnanzi ad un avvenimento che desta scalpore
come quelli di questi giorni con le due vittime dei cani randagi,
ci inorridiamo sì, ma diamo subito la colpa ai potenti, al comune, allo Stato..
Ma la colpa è unica o come al solito diamo le colpe senza assumercele?

Come i ragazzini bulli e l' inquinamento la colpa è oggi
delle autorità, mentre al principio è nostra.
Come i cani abbandonati che, oltre a morire sulle strade
causano incidenti, e chi sopravvive si riproduce non
addomesticandosi divenendo più un lupo delle foreste
che il miglior amico dell' uomo.
O come quando vediamo una fontanella in città che,
depredata dai ragazzini, fa scorrere acqua 24 ore su 24,
il comune chiamato dai cittadini la va ad aggiustare e poi
qualcuno la rompe di nuovo, finchè il comune ignorerà
le future richieste.
Anche se per fortuna non accade spesso.
Se parliamo di inquinamento lì possiam fare un libro intero.
Ad esempio tu che stai leggendo, quando vai d' estate al mare
perchè getti la carta sotto la sabbia invece di metterla con le altre
in una busta e poi gettare questa nel cestino più vicino?

L' ignoranza fa questo e altro, ed è inutile incolpare le autorità locali
se siamo noi a dare il via al tutto.
Ovvio che poi dopo viene anche l' operato assurdo del comune locale
che è in grado di ignorare i rifiuti presenti nel paese per anni
( avranno parecchi gradi di miopia eh! ), non usare tutti i finanziamenti
per le cause che li hanno richiesti e non rispondere alle sollecitazioni
del cittadino.
Prendiamo i cassonetti della differenziata, sì è vero che molti servizi
in televisione hanno mostrato camion della spazzatura
che mischiano i contenuti in beffa al cittadino che differenzia
la spazzatura, ma se ci hanno dato il water, perchè noi uriniamo per terra?

I problemi, la crisi, i diritti, le disuguaglianze...
dobbiamo fare come le formiche, e cioè andare
tutti in una direzione,
ma penso facciamo come i moscerini che
girano girano su se stessi e manco loro
sanno 'ndo cavolo andare!

sabato 14 marzo 2009

Come cercare e scaricare gli mp3 dal web



Vi è mai capitato di aver ascoltato una canzone
e poi venuta voglia di scaricarla immediatamente
e metterla nel vostro lettore mp3 ?
Quante volte siete ricorsi ai programmi di file sharing
o altro, aspettato minuti, ore e alla fine non avete
ottenuto un tubo??

Bene, ora vi segnalo un sito da dove potrete trovare
la canzone che cercate e scaricarla direttamente
senza code di attesa perchè è come se salvate un' immagine,
difatti in meno di un minuto l' avrete sul vostro Pc.
  • Cercate e ascoltate l' mp3
Andate sul sito http://www.searchhacker.com/mp3-lyrics
( per comodità vi ho linkato direttamente la sezione del sito
che riguarda gli mp3 ). Non impauritevi dal nome "hacker"
del sito, perchè non contiene virus o altro.
Aperta la pagina scrivete nella casella di testo
l' artista o il titolo della canzone che cercate, poi premete
submit ( oppure Invio dalla tastiera).
Vi apparirà un elenco di molte pagine.
Alla destra di ogni mp3 c'è una scritta more info
Se avete Firefox o Explorer 7 vi consiglio di cliccare facendo
apri in nuova scheda ( tasto destro sul link ).
Si aprirà una nuova pagina e partirà l' mp3 che ascolterete
e sentirete se è ciò che cercate.
Se non parte o non è quello che volete riconsultate l' elenco
della ricerca ottenuto.

  • Scarica l' mp3 in pochi secondi



Se è ciò che cercate allora cliccate col tasto destro sul link
download in verde e poi salva destinazione con nome
e lo salvate sul PC nominandolo anche con l' estensione,
ad esempio lo salvate NON come "canzone" ma scrivete
"canzone.mp3".
Dopo pochi secondi avrete l' mp3 sul vostro PC.

Sul sito inoltre si possono ricercare siti con webcam,
immagini, i testi delle canzoni ( lyrics ) e altro..

mercoledì 11 marzo 2009

Censura su Internet: la proposta di legge che imbavaglia la libertà nel web




La proposta della parlamentare Carlucci di Forza Italia.
Nessun riferimento alla lotta contro la pedopornografia,
che pure si propone di combattere.
Piuttosto nuove tutele per gli interessi dell'industria
dell'audiovisivo

Internet, ecco la legge Carlucci uno scudo per il diritto d'autore
QUATTRO paginette per rivoluzionare internet.
È la proposta di legge di Gabriella Carlucci,
parlamentare di Forza Italia, che dopo tante polemiche
basate su voci di corridoio, è stata pubblicata ufficialmente sul suo blog.

L'autrice, per replicare alle critiche, ha scritto in una lettera aperta che
è una proposta per combattere la pedofilia online, ma nel testo non c'è
traccia di niente del genere.
Sembra piuttosto, come risulta anche ai primi commentatori,
l'ennesimo tentativo del governo di riformare le regole
fondamentali di internet.
Premurandosi soprattutto di difendere il diritto
d'autore. È questo lo spirito che accomuna i vari articoli della proposta.
Si parte da quello che vorrebbe abolire l'anonimato in internet.
Si legge infatti che è vietato immettere in maniera anonima in rete
"contenuti in qualsiasi forma".
Un divieto che Carlucci vorrebbe estendere anche a
operatori e portali: i soggetti che rendono possibile l'anonimato
"sono da ritenersi responsabili" al pari con gli utenti
"di ogni e qualsiasi reato, danno o
violazione amministrativa cagionati
ai danni di terzi e dello Stato
".

Vietato quindi pubblicare commenti su blog o video anonimi su
YouTube, per esempio. Ma è una legge a cui preme individuare
comunque un colpevole, per gli illeciti che accadono online.
Così, la responsabilità ricade anche sui fornitori di servizi
se hanno permesso l'anonimato
(per esempio su YouTube, per video pubblicati, e in teoria
anche sui provider, per la pirateria a mezzo peer to peer).

"È una proposta inattuabile, per molti motivi", dice Guido Scorza,
avvocato esperto di internet.
Per prima cosa, "la proposta obbliga l'utente a identificarsi
a ogni passo che fa online, ma non gli dà gli strumenti per
farlo".
Che vuol dire, infatti, non essere anonimi? Scrivere il proprio nome
e cognome sotto un video o un commento non basta certo a identificare
l'utente: non è una firma univoca, che permetta alle forze dell'ordine
(o alle aziende che si sentano lese nei propri diritti) di risalire all'autore.
Di fatto, se questa proposta diventasse legge così com'è scritta,
non sarebbe possibile rispettarla davvero e
i vari portali e operatori dovrebbero chiudere in Italia
per evitare responsabilità.

C'è un altro scoglio: la normativa comunitaria, recepita in Italia, vieta che
dalle azioni fatte dagli utenti possano ricadere responsabilità sui provider.
Il tutto sembra insomma fare il paio con una proposta di legge maturata in
seno al Comitato antipirateria e redatta- come si è scoperto in un secondo
momento- dal parlamentare Luca Barbareschi. Arriverebbero nuove
responsabilità su portali come Facebook e YouTube anche dal contestato
emendamento D'Alia.

C'è poi un passaggio della proposta Carlucci che cita esplicitamente il
diritto d'autore, anche se in modo sibillino:
"In relazione alle violazioni concernenti norme
a tutela del Diritto d'Autore,
dei Diritti Connessi
e dei Sistemi ad Accesso Condizionato si applicano,

senza alcuna eccezione le norme previste
dalla Legge 633/41
e successive modificazioni".
Se significa che quella legge va applicata, questo comma non ha senso.
È come fare una legge per dire che un'altra legge
è legge e va rispettata
.

Perplesso anche Scorza:
"L'unica interpretazione che mi viene in mente è che
si voglia inaugurare una linea dura, senza eccezioni, per il rispetto del
diritto d'autore. Niente più, quindi, spezzoni di
programmi su YouTube
, nemmeno pochi secondi.
È un grosso favore a Mediaset, che ora sta combattendo
una battaglia per ripulire internet da video contenenti parti delle sue
trasmissioni".

L'intento generale della proposta parrebbe insomma togliere ogni dubbio su
che cosa sia violazione il diritto d'autore e su quali siano gli autori del
reato. Il tutto anche istituendo uno speciale comitato
(si legge ancora nella proposta) per vigilare sugli illeciti di internet.
Lo zampino dell' industria dell'audio video è manifesta anche
in un fatto curioso: sbirciando tra le proprietà del file
pubblicato dalla Carlucci
, si vede che l'autore è
Davide Rossi di Univideo (Unione italiana editoria audiovisiva).

Resta da vedere come possano diventare proposte di legge che sono inattuabili
per manifeste lacune oppure perché in contrasto con la normativa comunitaria.
Certo è però che, di proposta in proposta, il governo sta mettendo una
pressione mai vista su tutti i soggetti della rete, dagli utenti ai provider
ai portali. Prima o poi potrebbe partorire una legge che, priva di intralci
giuridici, riesca nell'intento di rivoluzionare la vita sul web.


fonte
ALESSANDRO LONGO
http://www.repubblica.it

martedì 10 marzo 2009

Libertà di espressione repressa: la censura ai forum della Cassazione




Da LaStampa di oggi
""
La Cassazione opera un giro di vite nei confronti dei blog,
dei forum on line e di tutti i «nuovi mezzi di comunicazione
del proprio pensiero» sottolineando che sono off limits tutte
quelle manifestazioni contrarie al buon costume. Il motivo?
«I messaggi lasciati su un forum di discussione che a seconda
dei casi può essere aperto a tutti indistintamente
-dice la Suprema Corte- sono equiparabili ai messaggi
che possono essere lasciati in una bacheca e non entrano
nel concetto di stampa, sia pure in senso ampio».

Applicando questo principio, la terza sezione penale (sentenza 10535)
ha respinto il ricorso dell’associazione di consumatori Aduc
contro la decisione del Tribunale del riesame di Catania che,
lo scorso 30 giugno dopo aver revocato il sequestro di una
parte del sito internet dell’Aduc aveva ordinato la rimozione
delle espressioni e dei messaggi arrivati su un forum on line,
inibendone l’ulteriore diffusione.

fonte
www.lastampa.it

!!
Sul sito dell' ADUC ( Associazione per i diritti
degli utenti e consumatori ) trovate la news
e anche tutta la vicenda nei particolari
che vi invito a leggere.

Sopratutto prestate attenzione alla parte finale
"Un'ipotesi (non azzardata) sul perche' si e'
giunti rapidamente al sequestro preventivo",
una cosa che fa pensare e riflettere
su come in Italia non tutti hanno la stessa libertà,
e c'è chi deve attendere, e chi viene servito subito,
chi viene aiutato e non ne ha bisogno
e chi invece viene ignorato.
Siamo in un' Italia veramente libera?
Godono tutti degli stessi privilegi?

fonte e link
http://www.aduc.it

lunedì 9 marzo 2009

Analizza il tuo computer



Cliccando qui potrete salvare un piccolo programmino ( che non va installato, è un eseguibile ) che creai anni fa prendendolo come base di quelli disponibili in Visual Basic.
Questo è chiamato System Info ed analizza il vostro PC elencando risorse hardware, software, componenti, impostazioni internet e Applicazioni Office.
Permette di visualizzare i task in esecuzione ( come il Task Manager ) ma annotando anche il percorso delo stesso in modo da capire che tipo di processo sia aperto in quel momento.
Controlla inoltre tutte le periferiche, la versione del sistema e tantissimi dettagli facilissimi da consulare.

sabato 7 marzo 2009

Cerca e salva sfondi per PC dalle cartelle condivise



Quanti di voi cercano siti o dal motore di ricerca Google
delle immagini di grandi dimensioni come sfondi per il proprio PC ?
Spesso da Google si trovano immagini bellissime e anche di grandi qualità
solo mettendo il nome esatto del posto
( ad esempio mettendo "AlleghenyNational Forest Pennsylvania"
a Google immagini ) visto che scrivendo "Sfondi" o "wallpapers"
incappate in immagini di diverse categorie o siti molto spesso
con virus.

Google è un motore di ricerca potentissimo se usato nel modo corretto.
Ora vi riporterò alcune stringhe da usare in modo da trovare le cartelle
condivise pubbliche degli utenti sul web dalle quali potrete prelevare
gratuitamente cliccando sui link, le immagini e perfino mp3.

  • COME CERCARE
Andate alla homepage di Google e scrivete questa stringa
così come la riporto qui sotto

intitle:index.of "parent directory" forest jpg

dopodichè premete cerca.
Ciò che vi appariranno saranno cartelle condivise che molti utenti creano
sui server pubblici e ai quali vi si accede andando nei siti appositi.
Invece di trovare i siti che permettono di caricare dati, documenti o immagini
voi troverete direttamente le cartelle create e con questa ricerca
potrete visualizzarli e salvarli.
Ciò che ho portato sopra cercherà cartelle pubbliche che contengano
almeno un file JPG che si chiami Forest.
Quindi sfondi di foreste e/o boschi, e inoltre nella stessa troverete anche
altre immagini o sfondi o altri file persino documenti o mp3.

Digitando invece

intitle:index.of "parent directory" MP3

troverete cartelle contenenti mp3 di qualsiasi genere.
Ora sta a voi modificare il contenuto per cercare ciò che desiderate.
Molto spesso si trovano anche documenti Word o Pdf anche di
argomenti universitari o di altre materie che sono presenti
sui siti appositi.
Questo modo di usare Google è molto utile perchè vi permette
di accedere alle cartelle che sottolineo sono pubbliche,
e cioè disponibili agli utenti come file condivisi.
Quindi non fate niente di illegale.

Potete anche trovare file contenenti password con questo metodo,
ma la stringa è un' altra e per ora...
divertitevi a cercare sfondi !

lunedì 2 marzo 2009

Cosa è Google Zeitgeist ?



Google, il motore di ricerca più famoso e usato nel mondo
raccoglie ogni giorno una marea di dati per cercare di fornire servizi
utili a tutti gli utenti che ne fanno uso.
Uno di questi, forse a molti sconosciuto è Google Zeitgeist.

Ogni qual volta un utente inserisce delle stringhe nel motore di ricerca,
Google immagazzina i dati, stilando così ogni mese, per ogni anno,
una classifica per ogni nazione e mondiale delle parole
più cercate dai navigatori su Google.

Vi chiederete "a cosa serve?", eh beh, per coloro che lavorano nel web,
chi crea prodotti, chi ( praticamente tutti ) vive e si mantiene in vita
grazie ai gusti degli utenti mondiali, consultando le lista
sa cosa la gente cerca più spesso in rete, i fenomeni del momento,
le mode e così via.
Molti possono sfruttarlo per creare notizie o blog sui fenomeni del momento,
e molti fornire servizi in base ai gusti del popolo mondiale.

Questi ad esempio i termini più cercati nel Febbraio 2006.
Qui invece c'è l' archivio, e cliccando sull' anno desiderato
si può vedere la classifica per ogni nazione del mondo.

Ecco ad esempio la classifica delle ricerche più popolari
( Most Popular ) relativo all' anno 2008
per quanto riguarda il nostro paese:
  1. youtube
  2. roma
  3. lavoro
  4. casa
  5. sardegna
  6. uomini e donne
  7. iphone
  8. istruzione
  9. elezioni
  10. dieta
fonti
www.google.com