martedì 22 dicembre 2009

Aumento Canone Rai: da 107,5 passa a 109 euro



Ennesimo aumento. Ma stavolta così piccolo che passa
inosservato.
Come ho scritto in post precedenti ( clicca a destra nella sezione
Categorie Blog su STOP AL CANONE RAI ) pagarlo oggi,
dopo l' avvento del digitale terrestre è totalmente inutile.
Chi ad esempio, nelle regioni in cui il segnale è passato in digitale,
non ha nessun decoder non deve pagarlo, a meno che non
ami vedere i pallini grigi sullo schermo.

Sotto il link al sito ADUC che vi invito a leggere.
Spiega la notizia nei dettagli risottolineando
i soprusi subiti dai cittadini e le solite ingiustizie
che come al solito non vanno mai a discapito dei politici.

http://tlc.aduc.it/comunicato/canone+imposta+rai+puntuale+aumento+premiare+chi_16841.php

Pdl: 12 anni di carcere per chi commette un reato d'opinione



'Istituire il reato di istigazione ed apologia
dei delitti contro la vita e
l'
incolumita' della persona,
anche tramite internet e social network
'.
Lo ha proposto ieri a Sorrento, in una riunione di partito, il senatore del Pdl
Raffaele Lauro che, riferimento 'alla gravissima aggressione subita dal
presidente del Consiglio Silvio Berlusconi',
ha annunciato la presentazione di un disegno di legge.
'Chiunque - ha detto Lauro - comunicando con piu' persone in qualsiasi forma,
istiga a commettere uno o piu' tra i delitti contro la vita e l'incolumita' della
persona, e' punito, per il solo fatto dell'istigazione,
con la reclusione da 3 a
12 anni.

La stessa pena si applica a chiunque pubblicamente fa l'apologia di uno o piu'
fra i delitti indicati. Se il fatto e' commesso avvalendosi di comunicazione
telefonica o telematica, la pena e' aumentata'.
'L'aggressione al presidente Berlusconi ha evidenziato la necessita' di
intervenire sul diffuso fenomeno - ha spiegato Lauro -
caratterizzato da forme di esortazione alla violenza e all'aggressione,
mediante discorsi, scritti ed interventi, che, in virtu' delle
moderne tecnologie informatiche, riescono oggi
ad acquisire una rilevanza mediatica particolarmente significativa. Si e'
drammaticamente diffusa, anche tra i minorenni, l'abitudine ad utilizzare gli
strumenti informatici per ledere la dignita' delle persone, nelle forme piu'
gravi, dai ricatti, alle ingiurie, a sfondo sessuale o razzista, alla
diffamazione'.

fonte
http://tlc.aduc.it/rai/notizia/pdl+12+anni+carcere+chi+commette+reato+opinione_11
4810.php

Mediaset vince in tribunale: da rimuovere i video targati Biscione da YouTube




Giorni intensi in casa Mediaset.
In attesa di vedere come va a finire la partita
'spagnola' per l'acquisto di un altro canale da parte della controllata
Telecinco e dopo le modifiche dei tetti pubblicitari che potrebbero favorirla nella
competizione con Sky arriva anche una sentenza favorevole.
Il Tribunale di Roma ha accolto il ricorso di Mediaset
contro Youtube disponendo la rimozione
immediata di tutti i contenuti, tratti da trasmissioni
del Biscione e illecitamente caricati.
Esultano il Centro Studi per la protezione dei diritti
degli autori e della liberta' di informazione e Mediaset.
Il vice presidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi ,
sottolinea di ritenere che fiction e
intrattenimento "debbano rimanere un prodotto
esclusivo delle grandi reti
televisive", quindi definisce
"una sentenza cruciale", "un importante precedente
per la difesa di tutti i contenuti sfruttati illecitamente",
la vittoria su YouTube che ora non potra' piu' caricare
i contenuti di Mediaset senza un accordo.
Sul multimediale, Pier Silvio Berlusconi ha annunciato dalle colonne de Il
Giornale che "Da meta' gennaio sara' aperto un nuovo portale che permettera' di
vedere molti programmi di Mediaset.
"Dall'11 gennaio lanceremo il nuovo portale
video.mediaset.it con una vera e propria 'catch up tv', ovvero tanti programmi
Mediaset on line gratuiti poco dopo l'edizione televisiva. L'offerta che consente
di vedere brevi filmati di tutti i programmi, aumentera' di piu' del 50%. E
inaugureremo il servizio 'full episod' che permette di vedere per intero i nostri
programmi: in particolare tutti i prodotti di news, infotainment e i reality".

fonte ADUC.IT
http://tlc.aduc.it/rai/notizia/mediaset+vince+tribunale+rimuovere+video+targati_1
14747.php

venerdì 18 dicembre 2009

Bollo auto non pagato: se cade in prescrizione non va pagato. Ecco come si conta la prescrizione



AGGIORNAMENTO Maggio 2016
Bollo auto: nessuna Regione può aumentare la prescrizione della tassa automobilistica la quale resta di 3 anni. Chiarimenti sulla prescrizione del bollo auto con tutti i riferimenti di legge



20 Gennaio 2012
Termini notifica accertamento esecutivo:
la nuova normativa elimina la rateizzazione


Prescrizione e Decadenza dei termini:
cosa è, e come funziona


Leggi i dettagli sulla Prescrizione Bollo
aggiornati al Settembre 2011


Bollo Auto: a quanto ammontano
gli interessi e mora per il ritardo pagamento?
Se ti fai avanti a regolarizzare, puoi usufruire di "sconti"


Leggi anche
Equitalia: ecco come
rateizzare i pagamenti non corrisposti


Può anche interessarti

Una raccomandata che vi arriva a casa. La aprite. Non avete pagato il bollo del 1997. Tra tassa, interessi e more, vi addebitano sui 500 euro.
Sarà capitato a molti di voi, e forse, tanti hanno pagato avendo paura di subire altri interessi.
Potrebbe trattarsi di un errore?

PRESCRIZIONE DEL BOLLO AUTO
L' Equitalia, l' agenzia incaricata alla riscossione dei tributi, spesso invia richieste di tasse prescrite. Nel caso della tassa automobilistica, ricordiamo che non può essere richiesta passati 3 anni. Essa è regolamentata dall' art.5 del D.l. 953/82, così come modificato dall’art.3 del D.l. 2/86 convertito nella legge 60/86 

La legge dice che il diritto, da parte dell' ente creditore, di richiedere la tassa automobilistica "decade il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento".
Esempio.
Bollo auto del 2010. Scadenza: maggio 2010.
La prescrizione si conta così

  • 1° gennaio 2011 - 31 dicembre 2011 = 1° anno
  • 1° gennaio 2012 - 31 dicembre 2012 = 2° anno
  • 1° gennaio 2013 - 31 dicembre 2013 = 3° anno
  • 1° gennaio 2014:   debito prescritto

Ovviamene, se entro il 31 dicembre 2013 vi arriva una cartella esattoriale in cui avete firmato l' avvenuta ricezione, oppure è un messo comunale o il funzionario di Equitalia a consegnarvele, questa interrompe la prescrizione che viene così azzerata.
Questi si chiamano atti interruttivi. Da quella data, il conteggio riparte da zero, ma è sempre di 3 anni.
In merito, c'è un mio articolo sulla bufala dei 10 anni per la prescrizione della tassa automobilistica


venerdì 27 novembre 2009

Giochi Temi e Sfondi gratis sul tuo Nokia. Tutto su Kastor Mobi !

Quanti di voi scaricano temi o giochi per il proprio cellulare
a pagamento dai siti? Pochi.
Quanti di voi li scaricano da programmi di file sharing e si beccano
i virus? Tanti !
Ebbene io ho trovato questo sito accessibile da connessione col
cellulare e anche dal PC.
Il sito Kastor Mobi mette a disposizione temi, giochi
( alla sezione Free Nokia Java Games ) e wallpapers
solo per Nokia, completamente gratuiti.

Ci sono giochi in italiano ( come Fifa 2006, gli altri successivi
si trovano solo su siti a pagamento ) , in inglese e pochi
in altre lingue. Come anche greco ( che suppongo non lo sappiate leggere ).

Potete scaricare tutto collegandovi col vostro cellulare o in alternativa
col Pc per poi portare il tutto sul cellulare con i programmi Nokia PC Suite.
Con Vodafone se avete attiva la promozione Zero Limits potete usufruire
di navigazione completamente gratuita per 2 mesi.

Nella foto un tema che ho scaricato dal sito.

Mandas, il sindaco ordina: crocifisso in tutti gli uffici pubblici. Multe ai trasgressori



L' eccesso dell' eccesso.Così si può definire l' idea venuta al sindaco di Mandas Umberto Oppus. Con un’ordinanza sindacale promette multe salate ( 500 euro ) a chi il crocifisso non lo espone in tutti i luoghi pubblici del territorio mandaese.
L’ordinanza sindacale è la n. 21 del 23 novembre 2009, che decreta:
«È disposta, l’immediata affissione del crocifisso in tutti gli edifici pubblici»

Quindi in sale d' aspetto di ospedali, poste, in comune ecc..Dopo l' ordinanza della corte Europea di togliere i crocifissi nei luoghi pubblici, il sindaco Oppus trasforma la tradizione in legge «il simbolo della nostra tradizione Cristiana deve essere maggiormente diffuso, soprattutto in questo momento storico, come parte integrante della nostra storia. Per questo motivo è nata l’ordinanza. La croce Cristiana è un segno che contiene valori che non si possono dimenticare e nessuna sentenza può e deve cancellare».

L' esagerata azione pro-crocifisso ormai sta dilagando in molti paesi in Italia. Il simbolo ignorato fino ad ora nei luoghi pubblici ( personalmente quando andavo a scuola mi scordavo anche che fosse lì )
sta all' improvviso diventando lo strumento con cui iconizzare il nostro Paese.
E come al solito esprimo con la solita frase il mio solito pensiero
"Se una persona è religiosa e crede in un dio, non è un simbolo che lo lega ad esso", anche perché è la Bibbia stessa che condanna l' idolatria di uomini e di oggetti religiosi
"Maledetto l’uomo che fa un’immagine scolpita o di getto, cosa abominevole per l’Eterno…"
 (Deuteronomio 27:15).
Studiatevi la Bibbia prima di aprir bocca, che è meglio.


fonte notizia
e dichiarazioni
http://www.regione.sardegna.it/j/v/491?s=129011&v=2&c=1489&t=1

Cibo e sesso, la potenza dell’amore va in tavola




Una cena, se ben studiata, può accendere la passione e salvaguardare la
fertilità. Tra gli alimenti molto stimolanti, a parte peperoncino e molluschi,
sono annoverati anche asparagi, fichi, rucola e miele.
La dieta che aiuta l’amore, proposta dalla Società italiana
di ginecologia e ostetricia, prevede la Mousse mangiami
con granchio e avocado, le Farfalle nello stomaco con
una buona dose di zafferano, le Intriganti scaloppine
spolverate al tartufo e i Baci di cioccolato.
In realtà questi sono solo alcuni dei 30 piatti
selezionati nel libro Cibo e Sesso che contiene indicazioni
sfiziose per chi ama coccolarsi teneramente
a partire da una tavola imbandita.

Ma attenzione, dosi eccessive di pietanze
succulente e zuccherine, alcool e caffè
sono controindicati per chi sta progettando una notte piccante.
Il libro si può caricare gratuitamente dal sito
Sceglitu.it. Di seguito qualche ricetta afrodisiaca
consigliata da Intrage a tutti gli innamorati.

fonte
http://www.intrage.it/attualita/2009/11/17/notizia16654.shtml

domenica 22 novembre 2009

Cagliari, 12enne costretto a spacciare Non riusciva più a saldare i suoi debiti

L' articolo scritto da Andrea Artizzu mette in risalto
un problema che al giorno d' oggi è più frequente
di quanto si possa immaginare.
Mentre c'è gente che per strada fa rivolte
in migliaia di persone contro il caro biglietti allo stadio
( invece di farlo contro i veri problemi della società),
ci sono ragazzini fantasmi, non seguiti dai genitori,
impegnati troppo nei loro affari e le loro vite.
Se si legge il titolo su di un giornale
"bambino spacciatore" subito si pensa
ai bimbi romeni o clandestini, e invece qui
abbiamo dei genitori che hanno una vita comoda,
apparentemente senza problemi,
e i loro impegni di lavoro, forse anche troppi.
Trovo questa gente egoista che mette al mondo
bambini senza aver la benchè minima
idea di come si faccia un genitore.
Se non si è in grado è meglio non farli.
Si è coerenti e senza bambini
si è senza indaffaramenti ma soprattutto non si è egoisti.
Se oggi esistono uomini che pensano all' apparenza, al denaro, approfittatori,
è colpa dei loro genitori, e poi la loro.
I bulli, gli stupri e violenze sessuali
di gruppo di ragazzini minorenni
è il mondo, soprattutto internet,
sbattuto in faccia al ragazzino
che si trova avanti tutto:
sesso, programmi TV idioti, e violenze di tutti i generi
senza esser indirizzati dai genitori quale sia
la cosa giusta e quale quella sbagliata.

No, non prendetemi per moralista.
Se vostro figlio torna da casa e si getta davanti al Pc.
Se esce ad una certa ora e non dice dove va.
Se siete così accorti nel vostro lavoro necessario a portare la pagnotta
a casa e neanche sapete chi sono i suoi amici e dove è andato il giorno prima.
Se avete deciso di avere un figlio vuol dire che sapete cosa vuol
dire fare un genitore.
Oppure vi siete dimenticati che i "piccoli bellini pargoli"
crescono.
Eccome se crescono.
Forse a volte anche troppo..


*****************************

Cagliari, 12enne costretto a spacciare
Non riusciva più a saldare i suoi debiti

di Andrea Artizzu
fonte unionesarda.ilsole240re.it

Federico è figlio di una coppia normale.

Il lavoro e gli impegni dei genitori
erano come una nebbia: il ragazzino era diventato invisibile.
Fumava, beveva, non andava a scuola e spacciava.
Era solo

Federico frequenta la seconda media.
Il padre, Carlo, è un libero professionista,
la madre, Michela, un'avvocatessa.
Sono, o forse erano, una famiglia della
Cagliari da bere : ottimo lavoro, tanti guadagni.
Che crescevano in modo inversamente proporzionale
alle attenzioni per il figlio.

Quando hanno realizzato che il limite era stato superato era tardi: il pusher che
vendeva marijuana al loro cucciolo batteva cassa. I debiti avevano raggiunto una
somma importante, ma niente in confronto alla brutalità di una notizia arrivata
nella lussuosa casa di Pirri con la delicatezza di uno tsunami. Carlo, Michela e
Federico (nomi inventati per tutelare il minorenne), diventano una famiglia in
mano a un delinquente, schiacciata da una situazione insostenibile e dai rimorsi
per non aver seguito a dovere un bambino diventato drogato in un anno.
Un tempo che ai due è sembrato troppo breve. Federico aveva cercato
di lanciare messaggi, richieste di aiuto, ma gli affari,
il successo erano più importanti di lui.

IL PUSHER
Il ragazzino, 12 anni, non studiava più, andava a scuola solo per
fumare e vendere erba ai compagni durante la ricreazione.
Federico era entrato in un giro di strane amicizie:
ragazzi di 14 e 16 anni, gente con lo scooter.

Scorrazzavano in motorino, bevevano, fumavano e spacciavano.
Gli amici avevano trovato in lui una testa d'ariete per allargare
i traffici in un ambiente che dovrebbe essere controllato,
quasi sterile, almeno in quella fascia d'età.
E Federico era entrato alla perfezione nel meccanismo.
Ne era orgoglioso.

Impossibile uscirne. Non ci pensava nemmeno.
Era diventato un cavallo , cioè la pedina terminale di un'organizzazione
specializzata nella vendita di droga nelle scuole medie. Felicità al settimo
cielo. Da quei ragazzi che lo sfruttavano riceveva le attenzioni che a casa
nessuno più gli offriva. Gli dicevano: «Non preoccuparti se non ti pagano, dagli
lo stesso l'erba. I soldi fateli dare dopo». Ma prima o poi il dopo doveva
arrivare.

A un certo punto Federico perde i conti, non sa più quante dosi ha venduto,
quanto deve incassare e chi sono i suoi debitori. Ma c'è chi i calcoli li tiene
invece al centesimo: i suoi amici-fornitori. E gli fanno sapere, prima con le
buone, poi sempre più aggressivi, che il tempo è scaduto. Che deve incassare al
più presto la contropartita di quelle bustine di marijuana. Il conto alla
rovescia delle minacce è già partito.
Federico è un ragazzo fragile, insicuro, senza punti di riferimento. Quelle
intimidazioni lo angosciano, vive nel terrore. Ma è soprattutto un ragazzino
ingenuo. Prendere i soldi a casa non è possibile e forse non ne ha neanche il
coraggio. L'unica via d'uscita è chiedere aiuto ai genitori. A Michela e Carlo
casca (finalmente) il mondo addosso. Un disastro del genere nella loro famiglia
non era stato preventivato.

Il padre mette mano al portafogli e salda il debito.
Poi resta da affrontare la questione più spinosa, la più impegnativa:
come riportare il ragazzino alla normalità?

LA DECISIONE
La settimana scorsa i due genitori prendono il coraggio a due mani e
raccontano tutto agli assistenti sociali del Comune. Professionisti che
collaborano con magistrati e forze dell'ordine. Sono specializzati
nell'affrontare vicende delicate, con bambini come protagonisti, che fa male solo
a pensarle. Degli spacciatori si occuperanno i carabinieri.
Per Federico, mamma e babbo inizia un percorso di recupero che passerà
obbligatoriamente nell'ambulatorio di uno neuropsichiatra infantile.
Facile chiedersi
«Ma i genitori non si sono accorti di nulla? Come hanno potuto
non intercettare la sua svogliatezza? Come hanno fatto a non sapere chi erano i
suoi amici e come trascorreva il tempo libero? Perché non sono riusciti a
tradurre quel malessere profondo scambiandolo per una banale pigrizia»?

Facile accusare, più difficile difendersi, soprattutto quando ti accorgi che hai
fallito nel ruolo più importante. Il lavoro, la fretta, la stanchezza sono come
la nebbia: Federico era diventato invisibile. E la scuola, e i professori?

Latitanti: per paura o per superficialità.


fonte
http://unionesarda.ilsole24ore.com/Articoli/Articolo/155866

venerdì 20 novembre 2009

Virus, il ministro polacco "Il vaccino è una truffa"

Il vaccino contro l'influenza A è una truffa.
A pronunciare l'accusa è il ministro della Salute polacco,
Ewa Kopacz, in un appassionato intervento in Parlamento.
Un j'accuse che si è traformato subito in una bomba,
tanto da rimbalzare sui siti web di tutto il mondo.
Il ministro era chiamato a fare il punto sulla situzione
dell'influenza suina in Polonia e illustrare le linee guida
del ministero in tema di vaccino, in seguito alle critiche piovute
nei giorni scorsi che lo accusavano di non aver comprato il
vaccino per tempo.
Con un colpo di teatro la Kopacz ha ribaltato l'accusa
e puntato il dito contro chi il vaccino lo vuole a tutti i costi.
«Siamo in grado di distinguere una situazione oggettiva
da una truffa
» ha detto il ministro.
E la truffa in questione sarebbe quella dei vaccini.
Kopacz, ha chiesto all’assemblea quale fosse il dovere
del ministero della Salute:
«Concludere accordi che facciano l’interesse dei
cittadini oppure siglare accordi che facciano
l’interesse delle case farmaceutiche?
».
Kopacz, poi, ha continuato:
"So che ci sono tre vaccini disponibili oggi sul mercato,
realizzati da tre produttori diversi. Ognuno di loro ha una
differente quantità di sostanze attive, non è strano che
siano trattati tutti alla stessa stregua?
Non è dunque ragionevole che il Ministero della
Salute e i suoi esperti nutrano alcuni dubbi in proposito?
È possibile che uno di questi, magari quello con una quantità
inferiore di sostanze attive, sia solo acqua fresca,
alla quale attribuiamo il potere di curare l’influenza?
».

fonte
http://www.leggonline.it/articolo.php?id=34736

martedì 17 novembre 2009

Le ricette di Manuela - Crostata di ricotta




Ingredienti:

4 uova
4 cucchiai di zucchero
8 cucchiai di farina ( all' occorrenza anche 10 )
150 gr. di burro ( o margarina )
mezza bustina di lievito per torte
scorza grattuggiata di limone
100 gr. di ricotta
cioccolata fondente

Preparazione:

Sbattere in un recipiente le uova con lo zucchero.
Aggiungerci il burro ( uscito già in precedenza
dal frigo ).
Lavorarlo bene. Aggiungerci il lievito e la scorza di limone
e poi a poco a poco aggiungerci la farina finchè
il composto diventa denso e poi stenderlo con un mattarello.
Tagliarlo a forma in base
alla padella da mettere in forno.
Mescolare a parte la ricotta con 2 cucchiai di zucchero
o più a seconda dei gusti. Mescolarla con i pezzetti di cioccolata
tagliati a scaglie e versare il composto nella tegliera.
Tagliare il resto dell' impasto in modo da fare delle striscette
da posizionare per formare la tipica forma della crostata.

Se rimane al termine dell' operazione, un pò di impasto
della crostata, potete usarlo per farne dei biscotti.
Stendetelo, tagliate i pezzi con le forme che desiderate.
In una padella metterci la carta da forno e poi le forme
di biscotti.
Infornare il tutto a 120 gradi.

Nota:
ovviamente al posto della ricotta possono andarci pezzetti di mele
o frutta mista e i biscotti potete farli con cioccolata o marmellata
in base ai vostri gusti.

Le ricette di Manuela: Il tiramisù al latte




Un classico tra i dolci.
Il tiramisù ( leggermente diverso dall' originale )

Ingredienti: 4 uova 1/2 kg di mascarpone ( o 1 kg se usate 8 uova ) 2 cucchiai e 1/2 di zucchero 1 bustina di cacao amaro in polvere pavesini ( provateci! Sono molto più buoni e meno dolci) latte Preparazione: Dividere il tuorlo dall' albume. Versare lo zucchero nei tuorli e sbatterli bene. Mettere il mascarpone nel tuorlo sbattuto ( qualche cucchiaio alla volta ) e amalgamare bene senza far formare grumi. Sbattere gli albumi fino a farli montare a neve. Mescolare gli albumi montati con i tuorli sbattuti. Bagnare i pavesini nel latte, oppure posizionarli nella tegliera e poi versarci sopra con un cucchiaino il latte. Versarci dentro il composto preparato. Spolverarci il cacao. Procedere allo stesso modo con altri strati. Metterlo nel frigo per un pò di ore per render il composto più denso. Nota: la ricetta classica prevede l' uso dei savoiardi e caffè, ma per renderlo più leggero e gradito a un pò tutti i gusti, questa ricetta è perfetta. I pavesini rendono il tiramisù meno dolce visto che vedendo il composto non è certo un dolce leggero, ma vale proprio la pena di essere assaggiato ( anche per chi segue - ma come je và - diete ferree )

Le ricette di Manuela: Ciambellone bicolore




Ecco un dolce semplice da realizzare:
il Ciambellone bicolore.


Ingredienti:

4 uova
4 cucchiai di zucchero
8 cucchiai di farina
120 gr. di burro ( o margarina )
1 bustina di lievito per torte
cacao amaro in polvere


Preparazione:

Sbattere bene le 4 uova con i 4 cucchiai di zucchero
in una terrina.
In un tegamino far sciogliere i 120 gr. di burro
e mescolarli con l' impasto creato.

Iniziare ad aggiungere la farina
poco alla volta, se il composto risulta troppo denso
aggiungere un pò di latte.
Aggiungere il lievito.

Imburrare la tegliera, versarci metà composto,
nell' altra metà avanzata aggiungerci il cacao
( 2-3 cucchiai a seconda delle preferenze ).
Versare il composto col cacao nella tegliera.
Mettere il tutto nel forno per
circa 3 quarti d' ora a 120 gradi.

Per verificarne la cottura,
bucherellare il ciambellone
con uno stuzzicadenti.
Se questo rimane in piedi il ciambellone è cotto.

Le ricette di Manuela - Primi secondi e dolci. Ricette semplici e genuine




Ciao mi chiamo Manuela
e mi piace cucinare.
Oh beh non è che sia una cuoca diplomata
ma me la cavo ai fornelli.
La mia specialità sono i dolci ( torte, crostate,.. )
ma amo cucinare anche primi e secondi anche
piatti elaborati.
Queste sono semplici ricette, niente di particolare,
per riscoprire le care ricette che già conosciamo e riscoprire
i loro originali sapori, i prodotti del nostro
Paese che da nord a sud mette a nostra disposizione.

Potete contattarmi nel caso vogliate proporre delle vostre ricette
così che proverò ( se posso ) a farla io stesso
riportando chi mi ha inviato la ricetta.

Spero troviate le mie ricette deliziose.

Un bacio

Manuela

venerdì 6 novembre 2009

Win for life: rischio chiusura a breve?



I vincitori dei 4 mila euro al mese per 20 anni
possono stare tranquilli: nessuno ha ancora detto che
Win for Life debba chiudere, certo però che il gioco
che ha fatto innamorare gli Italiani in un solo mese
ha qualcosa di strano.

Win for Life chiude in pareggio:
la somma vinta è più o meno quella giocata.
Ma allora che interesse avrebbero i gestori
nel mettere in piedi un gioco del genere se
poi non ci si guadagna? Curiosi i dati di
Win for Life che mette in palio vitalizi
di 4 mila euro al mese per vent'anni.

Nella storia dei giochi non era mai capitato
che un gioco al totalizzatore presentasse
un saldo praticamente in pareggio:
nel primo mese di vita ha incassato 210 milioni
contro 207,5 milioni in uscita.

Troppi vincitori, in altre parole.

Secondo i dati elaborati da Agicos,
le vincite ammontano a 134,2 milioni di cui
69 appannaggio degli altrettanti vitalizi.
Se a questa voce aggiungiamo i quattrini destinati
all'Abruzzo (48,1), ai ricevitori (16,8) e
alla Sisal (8,4) cui spetta il 4% della raccolta,
si arriva alla fatidica cifra di 207,5.

Ci fossero stati altri 3 vitalizi,
il conto sarebbe stato addirittura negativo.
Sembrerebbe quasi che sia stato sottostimato
nelle numerose simulazioni il numero dei potenziali
vitalizi.
Solo per fare un esempio: negli ultimi 10 mesi,
nel SuperEnalotto sono stati vinti 1046 miliardi
contro i 2900 giocati. Qui sì che ci si guadagna.

Lotto e SuperEnalotto sono, sostanzialmente, una tassa.
I giochi a premio sono ormai messi in finanziaria,
ad esempio per pagare la ricostruzione dell'Abruzzo.
Win for Life invece cos'è? Un grosso prestito.
Le giocate sono fatte oggi, ma i premi sono pagati
da qui ai prossimi 20 anni. Quei 96 milioni di euro
di cui si parla nell'articolo saranno totalmente
pagati solo tra vent'anni.


fonte
http://scheggedivetro.blogosfere.it/2009/11/win-for-life-in-pareggio-chiudera-a-breve.html

martedì 3 novembre 2009

Europa: via il crocifisso dalle scuole. Laicità dello Stato rispettata



La Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo
ha emesso oggi una sentenza nella quale stabilisce
che esporre il crocifisso nelle classi della scuola pubblica
è contrario al diritto dei genitori di educare i loro
figli secondo le proprie concezioni religiose,
e al diritto degli alunni alla libertà di religione.

Boom. E ovviamente c'è chi urla allo scandalo
o rimane addirittura inorridito.
Secondo il ministro Gelmini
«la presenza del crocifisso in classe non significa
adesione al Cattolicesimo ma è un simbolo
della nostra tradizione».

Sì ma la scuola è pubblica e quindi
perchè esporre un simbolo religioso in un luogo
dove vi sono giovani con fede differente?
In teoria dovrebbero essere per così dire "neutre"
e rispettare la religione di ognuno.

Un luogo pubblico non dovrebbe esporre
simboli che rappresentano un' ideologia
nazionale, specialmente oggi.
Anni fa poteva sembrare un super scandalo ma oggi
è totalmente diverso. Ripudiano il crocifisso
anche la stessa gente nella nazione per aver perso
l' influsso della sudditanza religiosa.

Il crocifisso non è stato eliminato,
ma ristretto ai luoghi dove è consono mostrarlo.
E di certo non è consono vederlo in luoghi pubblici
come scuole e aule giudiziarie.

lunedì 26 ottobre 2009

I canali saranno tutti criptati completamente via satellite?



Da oggi se accendete il vostro decoder satellitare
potrà capitare di visualizzare il seguente messaggio:


Questo programma viene criptato in emissione satellitare
per evitare che giunga anche al di là dei confini nazionali.

Per vederlo hai due possibilità:
1) E' regolarmente visibile sia in analogico sia sul digitale
terrestre.
2) Se invece puoi vedere la TV solo via satellite,
c'è un modo per ricevere tutti i programmi gratuiti di Mediaset,
Rai e La7 senza alcuna limitazione:
basta dotarsi del decoder TIVUSat.

Il decoder TIVUSat si collega alla tua parabola e ti consente
di vedere non solo tutta la Tv tradizionale ma anche
i tanti nuovi canali gratuiti presenti sul digitale terrestre.
Per informazioni: www.tivu.tv

Grazie per l'attenzione e buona visione.




Cosa significa?
Il dubbio che mi si insinuava quando ho scritto l' ultimo articolo
sul digitale terrestre ha avuto conferma.
Si presume ovviamente che poi andranno oscurandosi anche gli
altri canali, e quindi per chi non vuole proprio comprare
il digitale terrestre, si dovrà purtroppo adeguare visto che
con la parabola satellitare i canali verranno criptati in modo
totale.
Questo avviene perchè chiunque nel mondo puntando la propria
parabola sul satellite Hotbird può godersi i canali rai, mediaset
e tanti altri italiani senza pagare nulla.
Siccome ora è entrato in gioco il digitale terrestre, se prima
i canali venivano criptati nel caso trasmettevano film o
serie Tv in prima visione oppure partite, adesso verranno
completamente oscurati, e per vederli ci si dovrà munire di
digitale terrestre, con o senza abbonamento.
Ovviamente si presume che senza abbonamento i canali saranno
oscurati quando trasmettono determinati programmi,
così come avviene per la parabola satellitare.
Come sempre il cittadino italiano non riceve mai
la completa informazione, infatti appena apparso, il digitale
terrestre è sembrato così facile e semplice e indispensabile,
oddio a parte il casino del bonus stanziato molto
particolare e dei costi aggiuntivi ai cavi dell'antenna Tv.

Per chi vuole continuare a vedere la Tv dovrà comprarsi il
digitale terrestre ( uno per ogni Televisore?! ) , per gli altri
rimane il decoder satellitare, dove vedrete i cartoni arabi,
i canali italiani regionali e qualche leggera zozzeria su altri canali.

Per ora questo avviso l' ho letto per puro caso solo su Canale 5,
e quindi la domanda che mi pongo è:
i canali saranno tutti criptati completamente via satellite?

venerdì 23 ottobre 2009

Centrali nucleari: la decisione spetterà solo al governo. Saranno inutili i pareri delle amministrazioni locali



Da oggi il Governo ha le deleghe per decidere
dove, come e quando costruire una centrale nucleare,
anche senza tenere conto del parere
delle amministrazioni locali.
Bello vero?

La notizia che trovate sul sito focus.it
non è apparsa oggi ma, pensate è da maggio
che la legge è passata in senato.

In un mio vecchio post avevo scritto
i vantaggi e rischi del nucleare.

Personalmente ritengo sia meglio andare sull' energia rinnovabile,
il governo può anche prendere in considerazione altre
alternative ( seppur assurde quasi suicide ) ma
arrivare a rendere nullo il parere
della gente e luoghi ove esse verranno costruire
mi pare proprio sul confine verso la dittatura.

Il Disegno di Legge 1195: leggi la sintesi
(fonte: Ministero per lo sviluppo economico),
le Note di lettura (fonte: Senato della Repubblica) o,
sul sito del Senato, l'intero iter dei lavori.



fonti
focus.it

venerdì 9 ottobre 2009

Fallito il Lodo Alfano riprendono i quattro procedimenti contro Berlusconi




Intasati i giornali, telegiornali e radio con il Lodo Alfano,
ora Silvio Berlusconi dovrà affrontare le accuse che lo prendono di mira.
Si voleva far sì che fossero interrotti i processi per le
quattro più alte cariche dello Stato.
Così non è stato perchè i giudici hanno bocciato questa "leggina"
( link alla notizia ) facendo così riprendere
i giudizi per cui è indagato il premier Berlusconi.
Se fosse passata, questa avrebbe garantito la sospensiose dei processi
al pesidente del consiglio e che quindi sarebbero stati rinviati
quando ( e se ) fosse sceso dal piedistallo dei quattro politici
di più alta carica al governo.
Berlusconi attacca anche il presidente Napolitano sottolineando
il suo passato nella sinistra, sottointendendo il suo influsso nella bocciatura
del Lodo Alfano.

Caso Mills
Procedimento All Iberian per il reato di
corruzione in atti giudiziari.
Secondo l'accusa, Berlusconi avrebbe comprato
le testimonianze dell'avvocato inglese David Mills
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200910articoli/48080girata.asp


Diritti Tv
Il premier è imputato di frode fiscale perché,
secondo l'accusa, avrebbe creato fondi neri
gestendo i diritti tv di Mediaset.
Prescritti invece il falso in bilancio
e l'appropriazione indebita.


Mediatrade
Parte dall'inchiesta sui diritti tv e questa volta
l'accusa sostiene che Berlusconi insieme ad un socio occulto,
l'egiziano Frank Agrama, si sarebbe appropriato
di fondi della società.


Compravendita senatori
La procura aveva chiesto l'archiviazione,
ma il Gip in virtù del Lodo Alfano ha deciso
di sospendere il giudizio.
Si tratterebbe di una presunta offerta di vantaggi
a senatori per far cadere il governo Prodi.




fonte
http://www.lastampa.it

venerdì 2 ottobre 2009

Win for life: un nuovo gioco per svuotare le tasche agli italiani




Ecco un nuovo gioco Sisal per tutti gli italiani!
Si chiama "Win for life" ovvero dovrebbe significare
"vinci a vita".
Uno stipendio di 4.000 euro al mese
per 20 anni fanno gola a chiunque e già dicono
che ci sono state vincite (mah).
Prima vi spiego come funziona per chi non lo sapesse
e poi analizzeremo se si tratta del solito gioco truffa dello Stato.
Ovviamente come per il superenalotto la facilità di vincita
non è facile nonostante ci sono persone che già giocano
parecchi soldi a questo nuovo gioco.

Come funziona

Il gioco è semplice.
Giochi 10 numeri ( non da 1 a 90 ma da 1 a 20 )
e puoi puntare 1 o 2 euro.
A un certo orario ( scritto sulla giocata ) ci sarà un' estrazione
che si potrà consultare via web al sito sisal.it
oppure direttamente alla ricevitoria.
L' estrazione sarà di 10 numeri sempre compresi tra 1 e 20.

Come si vince

Se punti 1 euro
vinci 2 euro con 7 numeri indovinati su 10
vinci 10 euro con 8 numeri indovinati su 10
vinci 100 euro con 9 numeri indovinati su 10
vinci 10.000 euro con 10 numeri indovinati su 10

Se punti 2 euro
vinci 2 euro con 3 numeri indovinati su 10
vinci 10 euro con 2 numeri indovinati su 10
vinci 100 euro con 1 numeri indovinati su 10
vinci 10.000 euro con 0 numeri indovinati su 10

Quando giochi i 10 numeri viene aggiunto alla sequenza
un undicesimo numero, chiamato numerone,
sempre compreso fra 1 e 20 estratto a caso.
I 4.000 euro al mese per 20 anni
si realizza quando si indovinano tutti i 10 numeri più
il Numerone.

Se ci sono più vincitori per 0 numeri più numerone
oppure per 10 numeri indovinati, la quota va divisa per quanti
hanno realizzato la vincita.

E' una truffa?
La probabilità di indovinare almeno 1 numero
è molto alta, ecco perchè se indovini zero
si becca il premio alto.
Essendo 20 numeri e avendone giocati 10,
è come in pratica fare il testa e croce!
E' poco improbabile che non ne indoviniate uno
o addirittura ne indoviniate tutti e dieci,
persino col numerone estratto a caso!
I premi bassi vanno dai 3 numeri indovinati,
4-5-6 numeri nessuna vincita e poi 7 numeri
con 2 euro.
Perchè le vincite sono in questo modo?
Beh provate a scrivere 10 numeri da 1 a 20.
Poi scrivete i 20 numeri su 20 bigliettini.
Estraetene 10 dai 20 e vedete un pò.
Indovinarne più di uno statisticamente
è molto probabile e quindi se ne indovini 6
non si vince nulla.

Per quanto riguarda la supervincita, dicono che
anche se il vincitore dopo un pò di tempo
non possa più incassare i 4.000 euro al mese
( ad esempio se muoia ) il premio va agli eredi.
Ma sarà davvero così?
Ho cercato nel regolamento sul sito sisal ma niente.

Comunque sia si aggiunge alla lista un altro gioco
per gli italiani che sono il popolo che ha
più giochi nazionali di altri, lotteria,
piccole lotteria, gratta e vinci di tutti i tipi,
slot machines, lotto, superenalotto, 10 e lotto...
La situazione economica dell' italiano è traballante
e quindi ogni gioco nuovo è un nuovo stimolo
verso la libertà, i Caraibi e il dolce far niente.
Peccato che non ci si renda conto di quanti ne perdiamo
in questo modo anzichè vincerli.
Quando al Superenalotto il montepremi era da urlo
oltre i 100 milioni di euro, le giocate sono raddoppiate!
E quindi anche le combinazioni giocate ogni estrazione
dagli italiani. Togliendo quelle uguali, cioè
la possibilità che in tutta Italia siano state giocate
due combinazioni uguali non vincenti, le combinazioni
giocate ( ogni italiano ne gioca anche più di due )
erano raddoppiate e ... nessuno centrò il jackpot
per così tanto tempo?
E com'è la vincita è apparsa dopo che il Codacons
voleva far restituire agli italiani i soldi delle giocate
pèoichè non si vinceva e si supponeva fosse truccato?
Perchè le estrazioni dette "regolari e controllate
da PC e telecamere" non vengono mai trasmesse in diretta
come in altre nazioni?
Per quanto altro tempo dobbiamo farci prendere per il
culo dallo Stato?

lunedì 28 settembre 2009

Non pagheremo più il canone Rai ? Risposta alla mia domanda inviata al mensile Focus



Settimane fa ho inviato una mail al mensile Focus per porre
una domanda in merito al pagamento del canone rai dopo il passaggio
al segnale digitale.

La mia domanda è stata pubblicata sul mensile di questo mese
Focus N°204 Ottobre 2009 che trovate in edicola.

Come leggerete ho chiesto perchè bisogna pagare il canone rai
( per chi lo paga ) se dopo lo switch-off nessun canale sarà più visibile.
Ebbene, per chi si è già visto oscurare Rai2, può chiedere il risarcimento
del canone di un terzo del totale a meno che ovviamente non abbia comprato
già il decoder e quindi non può usufruire di questo risarcimento
visto che col decoder è possibile vedere tutti i canali Rai.

Sul sito del codacons vi è la notizia e anche il link al modulo da scaricare.

Non sono soddisfatto di questo perchè comunque via satellite la Rai e Mediaset
oscurano i canali quando trasmettono film o serie in prima TV, ma
comunque sia è già un passo avanti per il nostro arretrato Paese..

lunedì 7 settembre 2009

Sei anche tu malato di Internet ?




I sintomi per scoprire in anticipo
se la passione sta diventando patologia


Ha solo 12 anni, ma a Pechino è stato ricoverato
a forza e sottoposto alla tortura dell’elettroshock:
così i medici sono convinti di rimettergli
la mente a posto e scongiurare il suo non invidiabile record:
4 giorni consecutivi appallottolato in un cybercafé,
perpetuamente connesso, senza quasi toccare
cibo e acqua.
Volete sapere come si diventa drogati di Internet?

Sono milioni gli orientali e gli occidentali
che hanno trasformato Facebook, Myspace, Youtube
e Twitter in un’ossessione, prima,
e in una forma di dipendenza, poi, e ora
un centro specializzato americano di Seattle
- battezzato «ReSTART» - ha elaborato la lista
definitiva dei sintomi per capire se si è individui
a rischio o si è già prigionieri delle sirene virtuali.

Ecco le
11 manifestazioni di incipiente follia
,
elaborate dal direttore della società, Hilarie Cash.

  • Si naviga nel proprio sito preferito per contrastare lo stress e sentirsi un po’ meglio.
  • Giorno dopo giorno si passa sempre più tempo online, in un crescendo innaturale.
  • L’umore non è quello solito, ma gli attacchi di rabbia diventano standard.
  • Addio affetti e amici: li si trascura per stare incollati al pc.
  • Non c’è attività capace di emozionare che non sia una di quelle provenienti dal Web.
  • Si mente spudoratamente sul numero dei clic con cui si guarda il video preferito o del tempo trascorso on-line.
  • «Navigare» diventa la scusa per mettere in secondo piano i compiti scolastici o le responsabilità di lavoro.
  • Il pensiero corre sempre alle tentazioni del cybermondo, anche quando ci si dovrebbe concentrare su altro.
  • Cresce il macigno dei sensi di colpa, perfino la vergogna, quando si è online e non si riesce a smettere.
  • Si dorme sempre meno, perché la notte si tramuta nel momento magico delle evasioni internettiane.
  • E, infine, insonnia a parte, ultimo indizio, che è un concentrato di segni psicosomatici.
Può succedere di vedere se stessi in rapida e incontrollabile mutazione:
bruschi cambiamenti in su o in giù di peso,
emicranie via via più frequenti, dolori da mouse alla mano e al braccio.

Spiega Hilarie Cash che gli sfortunati
che si identificano in tre dei sintomi sono in pericolo,
sull’orlo del vulcano.
A cinque si è già drogati.
Oltre questa soglia è necessario chiedere subito aiuto.

Internet - suggeriscono gli esperti - è come il cibo:
nel XXI secolo non se ne può fare a meno,
ma è essenziale seguire un regime controllato,
evitando bulimie da tastiera.
Altrimenti si scatena la dipendenza.
I drogati di Web, infatti, scintillano per creatività.
Gli universi virtuali esaltano esponenzialmente il loro ego malato,
tanto che un filo conduttore delle follie online
è proprio l’«egosurfing»: ogni occasione
è buona per raccontarsi ed esibirsi.

Il social networking è l’alibi di queste
tentazioni egocentriche, che si manifestano
con sindromi ormai codificate dagli psicologi
come «narcisimo da Youtube»
(diffondendo sistematicamente video sulla propria vita),
«crackberry» (che impone di controllare la mail
compulsivamente e inviare mail a raffica)
e «blogstreaking» (gli sfrontati spogliarelli
psicologici su qualunque blog).

Manie di protagonismo
E’ la stessa mania di protagonismo
alla base del successo planetario di Wikipedia,
che, periodicamente quanto inutilmente,
si vorrebbe mettere sotto controllo,
scoraggiando le centinaia e centinaia di migliaia
di volontari dal preparare e completare le voci
di un’enciclopedia potenzialmente infinita.

La cyberdipendenza è una sola,
ma le cybermalattie sono esplosioni inarrestabili
di fantasia. Internet gioca con il nostro Io.
Sempre. Chi lo sa meglio dei cybercondriaci,
costretti a passare da un sito all’altro
per decifrare sintomi immaginari
e confezionarsi diagnosi deliranti?


Fonte
GABRIELE BECCARIA
http://www.lastampa.it

lunedì 10 agosto 2009

Il nuovo codice della strada: cosa dice realmente nei confronti dei ciclisti?



Dal corriere della sera
"Ciclista passa col rosso:
via 6 punti dalla patente
Vittima delle nuove norme introdotte
dal decreto sicurezza: per il 43enne anche 150 euro di multa
"
( link alla notizia a fondo pagina )

In realtà nel nuovo decreto sicurezza NON si parla di cliclisti!
Il decreto cita testualmente
( evidenzio la parte che a noi interessa ) :

(1) – 1. Nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, è disposta la sanzione amministrativa accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida e la violazione da cui discende è commessa da un conducente munito di certificato di idoneità alla guida di cui all’articolo 116, commi 1-bis e 1-ter, le sanzioni amministrative accessorie si applicano al certificato di idoneità alla guida secondo le procedure degli articoli 216, 218 e 219. In caso di circolazione durante il periodo di applicazione delle sanzioni accessorie si applicano le sanzioni amministrative di cui agli stessi articoli. Si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis.
2. Se il conducente è persona munita di patente di guida, nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, sono stabilite le sanzioni amministrative accessorie del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida, le stesse sanzioni amministrative accessorie si applicano anche quando le violazioni sono commesse alla guida di un veicolo per il quale non è richiesta la patente di guida. In tali casi si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis.
3. Quando il conducente è minorenne si applicano le disposizioni dell’articolo 128, commi 1-ter e 2.

Quindi un cittadino con patente di guida che gira con un triciclo,
un cavallo, un carro stile '800, se passa col rosso, se è in divieto di sosta
o altro, si becca una MULTA!!
E' normale una legge del genere?
E' dittatura allo stato puro?
Assurdità politica?

fonti
http://www.lex24.ilsole24ore.com/Redazione/Riforma_Sicurezza_Pubblica/CDS/Articolo_219-bis.htm?wfx2=lh2hj34l8s
NOTIZIA D'APERTURA POST
http://www.corriere.it/cronache/09_agosto_10/multa_ciclista_patente_punti_4d615e6a-8587-11de-8be5-00144f02aabc.shtml

sabato 25 luglio 2009

Come disdire il canone Rai




Il link dal sito ADUC per disdire il canone Rai
http://www.aduc.it/dyn/rai/comu.php?id=237074

La Rai impedisce di disdire il canone? Per il Garante del Contribuente e' abuso d'ufficio

Queste sono le ultime notizie prese dal sito ADUC sul Canone Rai.

La Rai impedisce di disdire il canone?
Per il Garante del Contribuente e' abuso d'ufficio.

Denuncia alla Procura
La Rai che impaurisce il cittadino che vuole disdire l'abbonamento
mandando la Guardia di Finanza
e facendo compilare ulteriori moduli inutili.
Puoi denunciarli e al link c'è il modulo per farlo.

I metodi piu' comuni per estorcere il canone e come difendersi
I metodi intimidatori e talvolta truffaldini con cui la Rai
cerca di costringere i cittadini a pagare il canone/tassa
anche quando non si e' in possesso di un apparecchio tv o si e' fatto disdetta

Canone/Imposta Rai. D'estate la Rai trasmette
programmi d'acqua e le proposte per combattere
l'evasione al canone sono altrettanta acqua


fonte
http://www.aduc.it

Le falsità delle pubblicità sul digitale terrestre: ora il canone a che serve pagarlo?



L' avvento del digitale terrestre cambierà il modo di vedere la TV!
Un avvento straordinario, reclamizzato su ogni canale
e in maniera insistente tanto da sottolineare
come sia indispensabile, facile da installare e
GRATUITO.
Ma le pubblicità su questo nuovo apparecchio che è entrato
nelle case di noi italiani dicono la verità?
E' tutto così come pubblicizzano?

Sul numero 202 del mensile Focus di questo mese,
c'è un articolo sul Digitale Terrestre, e ho
attinto in maniera riassuntiva le BUGIE
delle pubblicità su questo decoder.

Iniziamo ad esaminare i punti e successivamente
parleremo del canone rai e della possibilità
di non pagarlo, visto appunto l'avvento
del digitale terrestre.

Dalla pubblicità ... alla REALTA'

1.
PER RICEVERLO BASTA COLLEGARE IL DECODER
ALL' ANTENNA DI CASA
Vero, ma solo in teoria.
Se i cavi o le "scatolette nere"
da dove passano i fili sono obsoleti, è necessario
cambiarli per ricevere il segnale digitale*.
E quindi si dovrà pagare un tecnico per farle cambiare.
Ed ecco qui un costo aggiuntivo.

*Le antenne normali che vanno alla TV si basano su
un segnale analogico ( che ci fa vedere le palline
e immagini sfocate ), mentre con questo decoder
( anzi il set-top box ) ci arriverà un segnale digitale
non disturbato con immagini chiare e nitide.

2.
IL DIGITALE TERRESTRE E' TUTTO GRATIS
Falso!
Gran parte dei nuovi canali hanno
bisogno di una smart card a pagamento per essere visto.
Inoltre c'è la possibilità di acquistare TV con
digitale terrestre incorporato: il problema è che
a parte si può acquistareuna CAM ovvero un lettore
di Smart Card, per vedere i canali criptati.

3.
E' POSSIBILE ACQUISTARE IL DECODER
CON UN CONTRIBUTO STATALE
Vero ma solo in parte.
Il contributo statale di 50 euro copre soltanto i
decoder "interattivi" ( quelli capaci di ricevere
canali a pagamento come quelli di Mediaset Premium
e tutti quelli di Sky
o della Rai ) che guarda caso sono quelli
che costano di più, dagli 80 euro in su,con regole diverse
da regione a regione.
Di norma servono la residenza,l' essere in regola con il
pagamento del canone Rai, un reddito minimo e l'aver
compiuto 65 anni.

E quindi il nostro caro amico canone diventa indispensabile
se si vuole comprare il digitale terrestre che riceva
i canali a pagamento ( indipendentemente se decidiamo di fare
contratti con Sky o Mediaset Premium ).

4.
IL DIGITALE TERRESTRE SI VEDE MEGLIO
Falso!
E' meno soggetto a disturbi dell' analogico,
ma oggi nessun canale trasmette in alta definizione.

5.
IL DIGITALE TERRESTRE ARRIVERA'
A PARTIRE DAL 2006

Falso!
Così si annunciava nel 2003 e così stabiliva una
legge del 2001, poi modificata.
Lo switch-off ( spegnimento del segnale analogico )
è iniziato in Sardegna per primo nel 2008.

Cos'è lo spegnimento del segnale analogico?

Sul sito www.decoder.comunicazioni.it
troverete le date dei prossimi oscuramenti nelle
varie regioni in Italia così da non farvi cogliere alla
sprovvista.
Con lo switch-off i canali spariranno improvvisamente,
e vedrete solo puntini grigi sul vostro televisore.
E' come staccare il cavo dell'antenna.
Per vederli dovete comprare il decoder digitale terrestre,
oppure comprare un normale decoder satellitare con
parabola così che possiate vedere i canali dal satellite
Hotbird.
Non so se li toglieranno anche da lì, ma se non lo faranno
potrete vederli tranquillamente, con il solo svantaggio
che quando ci saranno partite, gare motociclistiche
o film in prima visione TV,il canale sarà oscurato e vedrete
solo uno schermo nero.

Si può non pagare più il canone?

Ad un post di mesi fa
Canone Rai: una tassa assurda per una legge assurda
spiegavo come disdire l'abbonamento TV.
Le possibilità di disdirlo implicano la sparizione, o distruzione
dei mezzi televisivi ( il televisore ) o la loro
incelofanatura ( incelofanato e impacchettato - anche se non so
come fanno a sapere che non sarà riaperto dal proprietario ).

Ma ora che il segnale analogico sparirà,
se un cittadino decidedi non acquistare nessun decoder,
perchè deve esser obbligato
a pagare il canone
visto che il televisore in possesso senza

decoder non può visualizzare alcun canale TV ?

Non dobbiamo sottostare come muli!
Se qualcuno non vuole più pagarlo non lo pagasse!
Anzi, NON PAGHIAMOLO!
Abbiamo un computer se vogliamo vedere in diretta partite
o gare di F1.
Perchè privarci di 100 euro del nostro piccolo stipendio
senza porci il motivo di questa tassa?

Riporto il sito della ADUC
http://www.aduc.it/dyn/rai/index.php
per chi è contro il canone rai e vuole abolirlo DEFINITIVAMENTE.

Fonte
Focus N. 202 Agosto 2009

martedì 14 luglio 2009

I trucchi di Google



Vedete questo video che mostra alcuni trucchi del browser Google.
L' immagine sopra è Google Gothic, il browser modificato
in base al codice digitato.


domenica 7 giugno 2009

Bravissima a scuola ma clandestina: senza codice fiscale niente maturità

Una legge in vigore nel codice civile
sancisce come
«tutti i minori, presenti sul territorio nazionale
e nei diversi gradi e ordini di scuola
hanno diritto all’istruzione,
indipendentemente dalla regolarità
della loro posizione di soggiorno
»
(articolo 45 del Dpr 31 agosto 1999, numero 394,
«Regolamento di attuazione del decreto legislativo
numero 286/1998 sulla disciplina dell’immigrazione
e sulle condizioni dello straniero»).

E l'attuale governo razzista cosa fa??
Si inventa una legge ( che guarda caso entra subito in vigore
nell' anno scolastico corrente e quando mai accade in Italia
una cosa simile ) che non permette agli studenti
senza questo "codice fiscale" di effettuare l' esame di maturità.
Quindi è solo una legge che blocca anni di studio
di un giovane all' esame finale per che motivo??

Link alla notizia completa
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=61226&sez=HOME_SCUOLA&ssez=SCUOLA

lunedì 20 aprile 2009

Le ricette del cuoco vegetariano




Spesso è bene cambiare un pò la nostra dieta diminuendo
il consumo di carne soprattutto per il nostro benessere.
Molte ricerche ormai dimostrano come il mangiare vegetariano
( anche ogni tanto e non sempre ) faccia bene alla salute, e prevenga
anche molte malattie.
Come ho riportato nel post di qualche giorno fa, ci sono parti del mondo
dove la dieta a base di vegetali e frutta, o anche con pochissima carne
consumata, faccia diminuire la percentuale di gente
che contrae malattie come diabete, tumore al colon o altre
tipiche invece dell' occidente o comunque paesi industrializzati.
Il sito Scienzavegetariana.it porta moltissime ricette semplici
a partire dai primi piatti fino ai dolci.

Consiglio per almeno qualche settimana allentare la frequenza di
consumo di carne e se si può, cercare di fare attività fisica,
per chi lavora almeno andare a piedi invece di usare auto
o impegnare il tempo libero invece di incollarsi al computer,
fare un pò di corse nel parco della vostra città.
Se le malattie vengono, è perchè non conduciamo un corretta
vita, oppure è molto squilibrata.