Visita la Homepage di tutti i blog

Visita la Homepage di tutti i blog
segui anche la pagina FB

venerdì 19 dicembre 2008

Il Latte va sempre fatto bollire per evitare rischi



In Italia si contano 2000 distributori di latte crudo,
ovvero latte appena munto e venduto direttamente dal produttore,
senza seguire le normali procedure di pastorizzazione:
è una tendenza che è si diffusa negli ultimi tempi sulla scia
di un bucolico ritorno alle origini, ma che non è esente da rischi.

Lo dimorerebbe l’allarme latte crudo che si è registrato in questi giorni.
Sei bambini nel 2008 e tre nel 2007 – tutti consumatori del latte alla spina –
sono stati colpiti da sindrome emolitica uremica,
ovvero una malattia renale provocata dal batterio
Escherichia coli O157 presente anche nel latte crudo.
Non è certo che la causa della malattia sia proprio il latte,
potrebbero averla provocata anche altri prodotti alimentari
conservati in scarse condizioni igieniche.

Per sicurezza, però, il sottosegretario del Ministero della Salute,
Francesca Martini, ha ipotizzato di sospendere la vendita del prodotto
fin quando la situazione non sarà chiarita e ha previsto
una campagna di sensibilizzazione e informazione
per educare all’utilizzo di prodotti di questo tipo.

Il ministero della Sanità ha, da sempre, raccomandato
di bollire il latte non pastorizzato.
Il latte crudo è appena munto, di conseguenza non pastorizzato
e necessita di essere messo in sicurezza in casa attraverso
le più semplici tecniche di ebollizione.
L’errore che molti consumatori fanno è quello di dimenticare
le norme igieniche di base, dal momento che sono abituati
a consumare quotidianamente prodotti sterilizzati e controllati.
Inoltre, e questo vale per tutti i prodotti freschi, il latte
deve essere conservato in condizioni ambientali e climatiche
ottimali e non può essere mantenuto a lungo nel frigorifero.

E se il Ministero pensa a tutelare la salute di chi consuma
il prodotto la Coldiretti lancia invece una provocazione,
rendendo noto che il prezzo del latte pastorizzato è calato
da quando i distributori di latte alla spina sono aumentati
in tutta la Penisola: nell’ultimo anno si è passati
da 1,46 euro a 0,90 – 1,20 euro a litro.

fonte affaritaliani.it

2 commenti:

  1. ma gia' si sa che il latte appena munto e' pieno di germi e va bollito! fessi quelli che lo bevono.. mika siamo all'eta' della pietra!dovrebbero saperlo :O

    RispondiElimina
  2. i germi si creano dopo alcune ore, quindi mi sà che "non si sà"

    RispondiElimina

Scrivi la tua opinione, ma sempre nel rispetto di tutti

►Per visualizzare gli ultimi post, cliccate su "Carica altro..."
►Per proseguire nella lettura dei post precedenti, clicca su "Post più vecchi"

► Per rimanere aggiornato sui nuovi commenti in risposta al vostro, cliccate su
"inviami notifiche". I nuovi commenti arriveranno direttamente alla vosta mail.
Potrete cancellare l'iscrizione con un click alla mail che riceverete (su annulla iscrizione).
L'iscrizione (ovviamente) è gratuita.

► Mi scuso per aver riattivato, ancora una volta, la MODERAZIONE COMMENTI, ma purtroppo ci sono aziende che pagano utenti per riempire i post dei blog con decine e decine di commenti spam ogni giorno.
Il vostro commento, se non è spam pubblicitario, sarà SEMPRE pubblicato.
Grazie